Come Farti Notare se Sei una Persona Timida

Scritto in collaborazione con: Paul Chernyak, LPC

Può essere difficile farsi notare se si è timidi: da una parte si cerca di evitare gli altri, ma dall'altra si vorrebbe risaltare in mezzo alla folla. Si tratta di un equilibrio difficile da ottenere. Se vuoi davvero farti notare, potresti avere dei buoni risultati lavorando su come risaltare in mezzo alla folla, aumentare le tue relazioni sociali e cambiare modo di pensare riguardo alle interazioni con gli altri e alla timidezza.

Metodo 1 di 3:
Risaltare tra la Folla

  1. 1
    Sii te stesso. Non devi indossare una maschera per essere notato dagli altri.[1] Non c'è nessun problema nell'essere introversi o timidi: ognuno di noi è diverso dagli altri e non tutti riescono a essere estremamente socievoli ed estroversi in ogni momento. Rispettati per ciò che sei e amati per la tua unicità. Molti ritengono che le persone timide siano dolci e attraenti: non tutti sono attratti dall'"anima della festa".
    • Riconoscere la propria timidezza può anzi accrescere l'impressione positiva che facciamo sugli altri.[2] Inoltre, spiegando che stiamo cercando di superare il nostro problema, possiamo accentuare ulteriormente l'effetto positivo e farci notare di più.
  2. 2
    Indossa qualcosa di vistoso e di particolare. Vestiti in modo da esprimere la tua personalità e la tua bellezza interiore.[3] A volte può capitare di rimanere attaccati al proprio modo di vestire e dimenticarsi di esplorare altre modalità di espressione attraverso l'abbigliamento e i gioielli.
    • Se ti piacciono i colori vivaci, puoi indossare vestiti gialli, arancioni o rosa invece di colori classici come il nero, il marrone, il blu, il grigio e il bianco.
    • Cerca di non esagerare indossando troppo trucco o un abbigliamento eccessivamente vistoso o indecente: l'obiettivo è di essere notati per quello che siamo, non in senso negativo.
    • Se ti fa sentire più speciale o più sicura di te, puoi provare un nuovo taglio di capelli, un nuovo colore o una pettinatura diversa.
  3. 3
    Esci allo scoperto. Molte persone timide desiderano stare addossate a un muro oppure rintanarsi in un angolo della stanza. Non nasconderti dietro a nulla: buttati nel mezzo della stanza dove hai maggiori possibilità di essere notato!
    • Se sei preoccupato di rimanere da solo o di sentirti impacciato, trova qualcuno che conosci, mettiti vicino a lui e comincia a interagire.
  4. 4
    Usa un linguaggio corporeo positivo. La comunicazione non verbale costituisce una parte importante del nostro sistema comunicativo.[4] Pertanto è fondamentale concentrarsi sull'impressione che diamo con il nostro corpo.
    • Sorridi e sfodera altre espressioni facciali positive che mostrino, ad esempio, che stai prestando attenzione. Rispecchia le emozioni degli altri: in questo modo dimostrerai di essere comprensivo.
    • Non incrociare le braccia o le gambe. Gambe e braccia incrociate esprimono chiusura e possono addirittura essere interpretate come il segnale che sei arrabbiato.
    • Invece di cercare di farti più piccolo o assumere una postura curva, occupa più spazio possibile con il tuo corpo: è un segnale di fiducia in se stessi e di potere.
    • L'aptica, o comunicazione attraverso il tatto, è un modo molto utile per mettersi in risalto e far sapere alle altre persone che le trovi piacevoli.[5] Puoi usare gli abbracci, battere il cinque oppure appoggiare la mano sulla spalla dell'altro. Assicurati che il contatto sia appropriato e che l'altra persona non abbia problemi nell'essere toccata.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Aumentare le Relazioni Sociali

  1. 1
    Mettiti in contatto con persone che conosci. La fiducia è un fattore molto importante per superare la timidezza, mettersi in risalto e farsi notare dagli altri.[6] Invece di tuffarti in una situazione che include degli sconosciuti, prova a farti notare da persone con le quali ti senti già a tuo agio.[7]
    • Parla con un amico della tua timidezza e delle tue preoccupazioni riguardo al non essere notato.
    • Fai sapere a un amico o a un familiare della tua intenzione di superare il tuo problema e chiedigli consiglio su come agire.
  2. 2
    Sii preparato. Avere un piano può contribuire a farti sentire meno timido e più sicuro di te nell'interazione con gli altri. Pensa alle possibili interazioni che potresti avere in una specifica conversazione e pianifica cosa dire o come relazionarti con gli altri.
    • Se l'idea di incontrare persone nuove o di parlare con qualcuno che non conosci particolarmente bene ti rende particolarmente nervoso, preparati un rompighiaccio[8] Per esempio, per iniziare una conversazione puoi informarti su un evento di attualità chiedendo all'altra persona la sua opinione riguardo alle notizie più recenti. Un'altra opzione è quella di parlare dell'ultimo film uscito al cinema o di uno show televisivo che stai seguendo: ci sono buone probabilità di trovarne uno al quale siete entrambi interessati.
    • Sii pronto ad affrontare qualsiasi situazione. Quando un insegnante (o qualcun altro) ti fa una domanda, non esitare e non cercare di nasconderti. Per quanto possa sembrare strano, le persone considerano più accettabile rispondere con sicurezza, anche se in modo inesatto, piuttosto che esitare nel dare una risposta corretta.
  3. 3
    Fai nuove conoscenze. Non puoi farti notare se eviti di interagire con gli altri. Parlare con persone che non conosci è un modo perfetto per metterti in risalto: essere socievole ti darà una chance in più e ti aiuterà a superare in parte la tua timidezza.[9]
    • Stabilisci un contatto visivo e saluta con un sorriso.[10]
    • Fai capire all'altro che lo trovi piacevole o che pensi che sia una persona interessante.[11] Presta attenzione a ciò che dice e annuisci o comunque mostra che lo stai ascoltando.
    • Fai una domanda e usa il nome della persona: a tutti piace sentire pronunciare il proprio nome.[12]
    • Parla di un argomento che interessa all'altro o che piace particolarmente a te e tieni viva la conversazione.
  4. 4
    Usa i social network. Comunicare su Internet può aiutarti a ridurre la timidezza e farti notare.[13]
    • Facebook offre la possibilità di conoscere nuove persone, ma non lasciare che sia la piattaforma a fare tutto il lavoro, altrimenti la tua timidezza potrebbe peggiorare. Non affidarti totalmente a Internet per le tue interazioni sociali.
  5. 5
    Fingi di essere estroverso. Molte persone timide ritengono che forzarsi a essere estroversi possa aiutare a gestire la propria timidezza.[14] Tuttavia non si tratta di una soluzione rapida.
    • Un ottimo modo per essere sicuri di sé è fingere di esserlo. Recita una parte: funziona e, a un certo punto, non dovrai più nemmeno fingere.
  6. 6
    Non ricorrere all'automedicazione. Alcune persone fanno uso di alcool o di altre droghe per sentirsi meno inibiti.[15] Questo può aiutarti a essere più sicuro di te nell'immediato, ma non contribuisce in alcun modo a risolvere il problema della timidezza o a farti notare nel lungo termine. Se fai affidamento sull'alcool o su altre sostanze per essere una persona socievole, queste rischiano di diventare il tuo sostegno e addirittura una forma di dipendenza da cui è difficile liberarsi.
  7. 7
    Iscriviti a un gruppo a cui sei interessato. Puoi sfruttare una situazione di gruppo per fare pratica.[16]
    • Cercane uno su Meetup.com.
    • Segui delle lezioni in palestra, per esempio di yoga, Zumba o arrampicata.
  8. 8
    Rivolgiti a un medico, se necessario. Se la tua timidezza è eccessiva o è causa di una forte ansia sociale, che comprende anche essere preoccupati del giudizio altrui, un medico può essere d'aiuto.[17][18]
    • Se hai un'assicurazione medica, verifica che copra le spese di una visita con un terapista professionista.
    • Se non ce l'hai, puoi rivolgerti a un centro in grado di offrire servizi di sostegno psicologico.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Cambiare Modo di Pensare

  1. 1
    Modifica i pensieri ansiosi. Alcune persone timide possono avere dei pensieri negativi che rendono difficile farsi coinvolgere nelle interazioni sociali. Pensieri di questo tipo sono: "Gli altri mi inibiscono", "Non sono interessante come le altre persone" o "Faccio fatica a pensare a cosa dire quando parlo agli altri".[19]
    • Fai attenzione all'emergere di pensieri negativi durante le interazioni con le altre persone. Considera gli schemi di pensiero in grado di produrre ansia o nervosismo.
    • Elabora dei pensieri alternativi per i momenti in cui rilevi l'emergenza di un pensiero negativo.
  2. 2
    Rassicurati. Le rassicurazioni o l'auto-affermazione possono aiutarti a gestire la timidezza nelle situazioni sociali facendoti sentire più sicuro di te e mettendoti più in risalto.[20]
    • Se ti senti timido o nervoso, rassicurati dicendoti che sei in grado di affrontare la situazione.
    • Se vuoi farti notare ma ti senti nervoso, fatti coraggio e spronati a metterti in mezzo alla stanza per vincere la tua ansia e raggiungere il tuo obiettivo.
    • Nei momenti in cui non ti senti sicuro di te pensa che sei degno di amore e amicizia nonostante la tua timidezza, perché sei una persona interessante e unica.
  3. 3
    Acquisisci le abilità sociali necessarie. Nei momenti liberi puoi lavorare per migliorarle.[21] Focalizza la tua attenzione sull'uso di sorrisi e domande e sull'ascolto.[22]
    • Puoi seguire un corso sulle abilità sociali o una terapia di gruppo.
    • I club Toastmaster sono una risorsa utile nell'aiutare le persone a sentirsi a proprio agio nel parlare in pubblico.[23]
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Counselor Professionale Matricolato
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011.
Questa pagina è stata letta 1 447 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità