Come Favorire l'Accoppiamento tra Cani

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

In questo Articolo:Accertarsi che il Cane sia Adatto all'AccoppiamentoAccertarsi che la Femmina sia Pronta a RiprodursiFar Accoppiare i Cani26 Riferimenti

Far accoppiare i cani non è così semplice come metterli insieme e attendere che succeda. In realtà, è un compito che richiede tempo e costi. Dovresti far riprodurre il tuo cane solo se credi che possa migliorare la razza e se sei in grado di provvedere alle cure di tutti i cuccioli, anche se non hai la possibilità di ospitarli in casa.[1] Perciò, prima di procedere all'accoppiamento, assicurati di avere tutte le informazioni necessarie per prendere le tue decisioni in maniera responsabile.

Parte 1
Accertarsi che il Cane sia Adatto all'Accoppiamento

  1. 1
    Aspetta finché il cane non raggiunge l'età adatta. Proprio come gli esseri umani, i cani devono raggiungere la maturità sessuale prima che possano riprodursi in maniera fisiologicamente sicura. È un aspetto importante soprattutto per la femmina, dal momento che la sua salute potrebbe essere compromessa da una gravidanza se il suo organismo non è pronto a portarla avanti.
    • Il maschio deve avere almeno 1 anno e mezzo prima di potersi riprodurre. La femmina dovrebbe essere al suo secondo o terzo ciclo estrale.
  2. 2
    Non far accoppiare cani di sesso femminile troppo tardi. Può essere pericoloso sia per la madre che per i cuccioli affrontare una gravidanza se è troppo vecchia. Lo stesso vale per le cagnoline più giovani. Tuttavia, tra gli allevatori non esiste un parere unanime sull'età giusta. In generale, è meglio non far accoppiare una femmina di età superiore a 4 anni, soprattutto se appartiene a una razza di grosse dimensioni che ha una durata di vita più breve. Se la taglia è media o piccola, dovresti comunque riflettere bene se far accoppiare una femmina in età avanzata. Tuttavia, procedi con estrema cautela se ha tra 4 e 6 anni. A 7 è decisamente troppo vecchia, anche se è di piccola taglia.
  3. 3
    Effettua qualche ricerca sulle condizioni genetiche che riguardano la razza del tuo cane. Prima di farlo accoppiare, renditi conto delle caratteristiche ereditarie più importanti appartenenti alla sua razza. Ad esempio, il Border Collie, il cane da pastore di Brie, Shetland Sheepdog (Pastore delle Shetland) e il Rough Collie (il cane da pastore scozzese a pelo lungo) sono tutti soggetti a problemi ereditari agli occhi.[2] Negli Stati Uniti, l'American College of Veterinary Ophthalmologists esamina gli animali domestici prima dell'accoppiamento.[3] Se attesta che il cane è sano, quest'ultimo può rientrare nell'elenco della "Canine Eye Registration Foundation".
    • Indipendentemente da quanto il cane sembri energico e in salute, ogni razza corre rischi per la salute di natura genetica. Ad esempio, il Lhasa Apso può soffrire di ernie inguinali e malattie renali, mentre il Pastore Tedesco è predisposto geneticamente a sviluppare la displasia dell'anca.[4]
    • Inoltre, dovresti anche informarti sull'ascendenza precisa del cane. Se soffre di problemi particolari reperibili facendo un'anamnesi medica basata sulla sua linea genealogica, non dovresti farlo accoppiare.[5]
  4. 4
    Presta molta attenzione alla displasia dell'anca nelle razze di dimensioni medio-grandi. Anche se colpisce maggiormente gli esemplari di taglia più grossa, anche le razze piccole, come il Cocker Spaniel, possono soffrirne. È possibile che alcuni cani non mostrino alcun sintomo di questa patologia, ma non devono riprodursi se presentano un simile problema.[6]
    • La displasia dell'anca comporta il deterioramento dell'articolazione dell'anca, perché la cavità acetabolare in cui si inserisce il femore è troppo piccola. Questa patologia può portare all'artrite, distruggere la cartilagine e causare forti dolori. Gli allevatori non devono transigere su questo aspetto.
    • Sottoponi il cane all'esame radiografico. È possibile effettuarlo solo una volta che lo sviluppo delle ossa è pienamente completato, ovvero dopo 2 anni di età.
    • Sarà necessario sedare l'animale in anestesia totale, in modo che non si muova durante la radiografia.
    • Le radiografie verranno poi controllate dal veterinario che assegnerà dei valori in numero corrispondenti alla salute delle anche. Più basso è il numero, più sana è la salute delle articolazioni. Quindi, l'accoppiamento dovrebbe essere consentito solo ai cani che totalizzano uno "score" basso.
  5. 5
    Controlla la presenza della lussazione della rotula nelle razze piccole. Questa patologia colpisce le ginocchia e porta la rotula del cane a fuoriuscire dalla sua sede, bloccando la zampa in posizione dritta. I cani di piccole dimensioni sono più inclini a questo problema rispetto a quelli più grandi.
    • La diagnosi di questa patologia è semplice e la chirurgia può correggerla. Tuttavia, bisognerebbe evitare di far accoppiare un cane che presenta la lussazione della rotula, perché si tratta di una disfunzione ereditaria.
  6. 6
    Sterilizza o castra il cane se non supera il test BAER. Può essere difficile stabilire se un cane non riesce a sentire o se preferisce ignorarti. Il BAER (Brainstem Auditory Evoked Response: potenziali evocativi acustici del tronco cerebrale) è un esame audiometrico che misura l'effettiva attività elettrica nelle orecchie.[7] Se un animale non supera questo test, si ha l'assoluta certezza che tramanderà ai discendenti i geni della sordità. Pertanto, in questi casi è meglio evitare l'accoppiamento.
  7. 7
    Sottoponi il cane a un controllo dell'attività cardiaca. Molte razze soffrono di disturbi cardiaci. Ad esempio, il Boxer è a rischio di stenosi subaortica, mentre il Cavalier King Charles Spaniel è soggetto a valvulopatia mitralica.[8] Il veterinario probabilmente sottoporrà il cane a un'ecografia per escludere il pericolo di qualche problema. Qualsiasi segnale d'allarme di questo tipo dovrebbe convincerti a non farlo accoppiare.
  8. 8
    Sincerati se il cane ha il temperamento giusto per accoppiarsi. Per molte razze piuttosto diffuse sono previsti test di valutazione del temperamento, come il WAC (Working Aptitude Evaluation) per il Doberman.[9] Puoi anche somministrargli un test più generico, come il CGC (Canine Good Citizen), adatto a tutti i cani, per valutare il temperamento del cane e il livello di addestramento.[10] Determinate scuole di addestramento hanno anche test che valutano il temperamento del cane a prescindere dall'addestramento che ha ricevuto.[11]
    • Se il tuo cane ha problemi di temperamento – ad esempio è inaffidabile tra la gente, troppo aggressivo, eccitabile o morde per paura – non devi consentirgli di accoppiarsi. Vale anche se è estremamente timido o remissivo.
    • Invece, se hai un cane felice, sicuro di sé e obbediente sia quando si trova in compagnia di altri animali che quando sta con altre persone, non ci sono problemi da questo punto di vista.
  9. 9
    Effettua i controlli per la brucellosi. La brucellosi è un'infezione batterica che a lungo andare porta alla sterilità in entrambi i sessi.[12] Può anche causare l'aborto o la morte dei cuccioli subito dopo la nascita.[13]
    • Sovente la brucellosi si trasmette mediante i rapporti sessuali. Tuttavia, è possibile che l'infezione si diffonda all'interno di un intero canile attraverso il contatto con le secrezioni.
    • Qualche volta può essere trasmessa all'uomo tramite le urine o le feci del cane.
    • I cani da monta andrebbero controllati ogni 6 mesi. Se l'esame è positivo, dovrebbero essere sterilizzati/castrati oppure curati e utilizzati per la riproduzione solo dopo 3 test negativi consecutivi.
    • Tuttavia, tieni conto che un maschio che ha sofferto di brucellosi potrebbe perdere la capacità di riprodursi in futuro, quindi la possibilità che si accoppi con esito positivo è ridotta.
  10. 10
    Porta la coppia dal veterinario per un esame generale della salute.[14] Assicurati che tanto il tuo cane quanto il suo partner siano in buona salute prima di procedere al loro accoppiamento. Pertanto, non temere di chiedere la documentazione clinica al proprietario dell'altro cane. Un allevatore responsabile cerca di migliorare la razza, non di trasmettere difetti genetici che rappresentano una preoccupazione per la salute della generazione successiva. La futura madre deve essere fisicamente sana per resistere allo stress e ai rigori della gravidanza. I segni indicanti un ottimo stato di salute includono:
    • La femmina deve essere in condizioni fisiche ideali e avere un peso idoneo per riprodursi. Toccandola, dovresti sentire le costole, ma non vederle, e dovrebbe avere un girovita evidente. Se è in sovrappeso, c'è il rischio che si verifichino complicazioni durante il parto, mentre se è in sottopeso, avrà difficoltà a nutrire i cuccioli.
    • In generale, i segnali che indicano una buona salute sono: pelo lucido, occhi vividi, assenza di cattivi odori emanati dal corpo, occhi, naso e orecchie privi di secrezioni. Dovrebbe essere in grado di fare attività fisica senza tossire e non presentare vomito né diarrea.
    • Entrambi i cani devono essere stati sottoposti alle dovute vaccinazioni.
    • Tieni presente che, in genere, al proprietario del maschio non viene addebitato nessun costo e che ha il diritto a selezionare i cuccioli come forma di pagamento. Il proprietario della femmina intasca la vendita dei cuccioli rimanenti, ma paga tutte le spese veterinarie e quelle relative al centro in cui eventualmente avviene l'accoppiamento.[15]

Parte 2
Accertarsi che la Femmina sia Pronta a Riprodursi

  1. 1
    Aspetta che la femmina vada in calore o sia nel suo ciclo estrale. Quando le femmine raggiungono la maturità sessuale, cominciano ad andare in calore e sono pronte per l'accoppiamento. Entrano in calore ogni 6 mesi circa. Si chiama anche "stagione dell'amore" e dura per circa 21-35 giorni. I segnali indicanti che è in calore includono:[16]
    • Curvare la coda lateralmente, mentre si gratta il posteriore (mostrando l'apertura vaginale).
    • Contrazioni o gonfiore della vulva.
    • Secrezioni di sangue dalla vagina. Tieni conto che la presenza di tali secrezioni nelle femmine che non sono in calore dovrebbe spingerti a consultare urgentemente il veterinario, perché può indicare un'infezione del grembo materno, persino grave.
  2. 2
    Osserva i segnali dell'ovulazione.[17] Solo perché la femmina è in calore non significa che sia pronta fisiologicamente ed emotivamente ad accoppiarsi. È disposta ad accettare un rapporto sessuale e rimanere incinta maggiormente durante l'ovulazione. È più probabile che entri nel periodo ovulatorio 7-10 giorni dopo l'inizio del ciclo estrale, ma ogni cane è a sé. Alcune femmine ovulano fin dal 3° o 4° giorno, mentre altre al 27°. Madre Natura è intelligente, però, e gli ormoni che causano l'ovulazione aumentano anche l'interesse sessuale nei maschi. Perciò, il modo migliore per stabilire se una cagna sta ovulando è vedere come interagisce con il suo potenziale partner.
    • Se i due cani vivono vicini l'uno all'altro, fai in modo che il maschio veda la femmina ogni 2-3 giorni. Stai attento al comportamento che indica apertura nei confronti delle manifestazioni di interesse da parte del partner.
  3. 3
    Effettua un esame citologico vaginale.[18] Se vivono lontani, è irragionevole pensare che il maschio possa viaggiare ogni 2-3 giorni per valutare il comportamento della femmina in sua presenza. In questo caso, puoi chiedere al veterinario di eseguire un esame citologico vaginale. Innanzitutto, con un cotton fioc estrarrà un campione dalla mucosa della vagina. Poi, lo passerà su un vetrino da microscopio, lo asciugherà e applicherà un liquido per esaminare il materiale al microscopio.
    • Le cellule staccate dal rivestimento della vagina variano a seconda della fase in cui si trova il ciclo estrale del cane.
    • Le cellule che indicano l'estro, o il calore, sono grandi, rettangolari, senza un nucleo e residui cellulari. Quando il numero dei globuli rossi diminuisce, ma sono presenti queste grandi cellule anucleate, è più probabile che la femmina sia disposta ad accoppiarsi.
    • Quando "è passato il momento", inizia a comparire un aumento dei globuli bianchi, così come delle cellule nucleate e dei globuli rossi.
  4. 4
    Chiedi al veterinario di eseguire un esame del sangue. L'esame del sangue per stabilire se la femmina è in fase di ovulazione è un'alternativa alla citologia vaginale, ed è anche l'opzione preferita per molti allevatori. Misura i livelli di progesterone nel sangue della femmina, cercandone un aumento significativo che indica che è in procinto di ovulare.
    • Prima dell'ovulazione i livelli di progesterone nel sangue sono generalmente al di sotto di 2 ng (nanogrammi). Salgono a 5 ng per promuovere l'ovulazione e, dopo l'ovulazione, continuano a salire e possono raggiungere i 60 ng.
    • Per rilevare l'ovulazione, forse sarà necessario ripetere le analisi del sangue ogni due giorni. Per catturare il segnale d'allarme dei 5 ng, dovresti iniziare i test prima della data prevista per il periodo ovulatorio.[19]

Parte 3
Far Accoppiare i Cani

  1. 1
    Considera l'inseminazione artificiale, se i cani vivono lontani. L'inseminazione artificiale viene spesso usata per favorire la trasmissione delle caratteristiche migliori della razza ai cuccioli ed eliminare quelle indesiderate. Sovente, si utilizza per conservare le razze rare ed è una buona alternativa quando il miglior "partito" maschile per l'accoppiamento vive lontano dalla femmina. Pertanto, lo sperma viene raccolto, controllato da un veterinario che verifica l'attività e la quantità degli spermatozoi, quindi conservato. Può essere refrigerato se l'inseminazione deve avvenire entro poche ore o congelato nell'azoto liquido, nel qual caso si può conservare per anni. Dopodiché la femmina viene fecondata all’incirca nel periodo ovulatorio. Lo sperma viene trasferito nel suo tratto riproduttivo mediante un tubo di gomma morbido e lungo. L'ideale sarebbe collocare lo sperma vicino al collo dell'utero, ovvero nel punto in cui si depositerebbe durante un accoppiamento naturale.
    • Puoi acquistare un kit di inseminazione artificiale online o nei negozi per animali.
    • Tieni presente che la fecondazione artificiale non ha ancora raggiunto lo stesso livello di successo della riproduzione naturale. Aspettati un tasso di successo intorno al 65-85%, con risultati migliori se le cucciolate sono meno numerose.[20]
  2. 2
    Radi i peli sotto la coda della femmina. Se quest'ultima appartiene a una razza a pelo lungo, c'è una possibilità la pelliccia interferisca durante l'accoppiamento. Per evitare questo rischio e prevenire perdite di tempo durante il periodo ovulatorio, prendi in considerazione di rasare i peli sotto la coda per aumentare le probabilità di riuscita.
  3. 3
    Porta la femmina dal maschio. Rimuovendo il maschio dall'ambiente in cui è abituato, c'è il rischio che diventi insicuro e si distragga. Potrebbe essere difficile per lui fecondare correttamente la femmina. Per evitare questo problema, allestisci una zona confortevole per l'accoppiamento. Potrebbe essere uno spazio privato e recintato in casa, preferibilmente all'aperto, in cui la coppia può procedere senza distrazioni.
    • Normalmente dovrebbero essere presenti solo due persone, preferibilmente i proprietari dei due animali.[21] Non portare sconosciuti che potrebbero distrarre i cani.
  4. 4
    Fai in modo che si conoscano. L'accoppiamento non deve essere un processo affrettato. È necessario che i due partner si conoscano. Probabilmente avranno bisogno di diverse ore o giorni per mettersi a proprio agio, in compagnia l'uno dell'altro. La durata può variare in base alle precedenti esperienze di accoppiamento del cane, dal suo umore e dalla coordinazione dei tempi durante i tentativi per riprodursi.[22] Potresti scoprire che i cani vanno d'accordo, ma "come amici". In questo caso, è probabile che la femmina non sia nel suo periodo ovulatorio oppure non sia emotivamente pronta per accoppiarsi.
    • Quest'ultima eventualità può verificarsi nel caso in cui i cani sono particolarmente legati ai loro proprietari e si considerano più come persone che come animali. In questo caso, non forzarli, altrimenti sarebbe quasi una violenza.
    • Accetta che la femmina non sia emotivamente disposta ad accoppiarsi. Se nonostante la sua simpatia verso il maschio non succede nulla, allora non modificare la situazione.
  5. 5
    Controllali costantemente. I cani non vanno mai lasciati soli, anche se il processo richiede molto tempo. La cosa più importante quando i cani si riproducono è garantire la loro sicurezza in ogni momento. Tienili al guinzaglio e metti alla femmina una museruola, soprattutto se è vergine. Potrebbe scagliarsi contro il maschio, se non si sente a suo agio.
    • Parla ai cani con voce incoraggiante e dolce per aiutarli a sentirsi sicuri e a loro agio.
    • Non urlare mai contro di loro se provi frustrazione o fastidio per i falliti tentativi.
  6. 6
    Tieni conto dei segnali di interesse da entrambe le parti. Un maschio interessato annusa il posteriore della femmina, mentre una femmina interessata alza la coda per facilitargli l'accesso. Il maschio può anche leccare la vulva e tentare di montarla se gli sembra ben disposta e pronta.[23]
  7. 7
    Aggiusta la posizione della femmina se non sta mai ferma. Potrebbe eccitarsi troppo o distrarsi quando il maschio le mostra il suo interesse. Per tenerla ferma, piega il braccio e incastra la sua testa nella curva, tenendola in posizione eretta con le mani. Puoi spostarla finché non si troverà di fronte al maschio.
    • L'altra persona presente può spostare la coda dalla vulva.
  8. 8
    Consenti al maschio di penetrare la femmina da dietro. Una volta avvenuta la penetrazione, una parte del pene, chiamata "bulbo del glande", si gonfia.[24] Grazie alle dimensioni accresciute, il pene troverà accoglienza all'interno della vagina. Nel frattempo i forti muscoli dello sfintere nei pressi dell'apertura vaginale cominciano a contrarsi intorno al pene turgido, fermandolo ulteriormente all'interno della vagina.
  9. 9
    Non allarmarti se i cani restano "incastrati".[25] Succede quando si girano in direzioni opposte durante l’accoppiamento. Il maschio porta le zampe anteriori di fianco alla femmina, facendo passare una zampa posteriore sopra la sua schiena, finché non si trovano entrambi con il posteriore attaccato. A questo punto sono "incastrati" grazie alla capacità del pene di restare inserito nella vagina.
    • Questo comportamento è perfettamente naturale durante l'accoppiamento. I cani possono rimanere incastrati per molto tempo, in media da 15 a 45 minuti per la maggior parte delle razze.
    • L’accoppiamento dura almeno 20 minuti. In base a una teoria, l’incastro protegge i cani da eventuali attacchi durante questo momento di enorme vulnerabilità. Durante la monta il maschio non riesce a vedere quello che succede alle sue spalle e, inoltre, ha i genitali esposti. Quando, invece, il volto e le mascelle di entrambi sono rivolti verso l'esterno, rappresentano una difesa formidabile contro probabili predatori o altri cani che tentano di accoppiarsi con la femmina.
  10. 10
    Incoraggia la femmina se emette gemiti durante l'incastro. La femmina potrebbe esprimere un certo disagio durante questa fase, perciò ha bisogno di maggiore conforto e controllo. È molto pericoloso se cercano di separarsi prima che siano fisicamente in grado di farlo, perciò conforta la femmina per fare in modo che non si stacchino.
    • Una volta che il maschio ha eiaculato, il turgore del pene si riduce e i muscoli della vagina si rilassano. Dopodiché i cani sono in grado di separarsi in tutta sicurezza.
  11. 11
    Occupati di loro subito dopo l'accoppiamento. Una volta che il turgore del pene si è ridotto e i muscoli dello sfintere della femmina si sono rilassati, la coppia si separa. È meglio non permettere alla femmina di urinare per circa 15 minuti dopo l'accoppiamento. Il proprietario del maschio dovrebbe seguirlo finché l'erezione non decresce e il pene non è più visibile.
  12. 12
    Ripeti l'accoppiamento.[26] Due giorni dopo la prima volta, dovresti cercare di farli accoppiare nuovamente. In tal modo, aumenterai le probabilità che il maschio fecondi correttamente la partner. È importante ripetere l'accoppiamento soprattutto se non sei sicuro se la femmina è nel suo periodo ovulatorio.

Riferimenti

  1. http://www.k9web.com/dog-faqs/breeding.html#should_i_breed_my_dog
  2. Breed predispositions of the dog and cat. Gough. Publisher: Wiley-Blackwell
  3. http://www.acvo.org/
  4. http://www.healthline.com/health-slideshow/dog-breeds-and-health-issues
  5. http://www.k9web.com/dog-faqs/breeding.html#should_i_breed_my_dog
  6. http://www.k9web.com/dog-faqs/breeding.html# should_i_breed_my_dog
  7. http://www.lsu.edu/deafness/baerexpl.htm
  8. Breed predispositions of the dog and cat. Gough. Publisher: Wiley-Blackwell
  9. http://dpca.org/awards/wae/
Mostra altro ... (17)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali.

Categorie: Cani

In altre lingue:

English: Get Dogs to Mate, Español: hacer que los perros se apareen, Português: Botar Cães Para Cruzar, Русский: повязать собак, Deutsch: Hunde zur Paarung bringen, Français: faire s'accoupler des chiens, Bahasa Indonesia: Mengawinkan Anjing, Nederlands: Honden laten paren, Čeština: Jak pářit psy, العربية: تزاوج الكلاب, 中文: 让狗交配

Questa pagina è stata letta 37 289 volte.
Hai trovato utile questo articolo?