Come Fermare il Prurito alle Gengive

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 37 Riferimenti

In questo Articolo:Usare Rimedi CasalinghiSottoporsi a Trattamento Medico

Il prurito alle gengive può essere un'esperienza molto irritante, soprattutto se non ne conosci la causa. Questo disagio può derivare da diversi tipi di problemi del cavo orale, comprese le allergie, i disturbi gengivali o anche la secchezza delle fauci.[1] Puoi interrompere questa sensazione di prurito usando dei rimedi casalinghi per alleviare l'infiammazione oppure rivolgendoti a un dentista affinché possa diagnosticare e curare il problema.

Parte 1
Usare Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Risciacqua la bocca con acqua fredda. Usa acqua fredda o comunque fresca per fare dei risciacqui: ti sbarazzerai degli eventuali residui che possono causare prurito gengivale e inoltre riceverai un po' di sollievo dall'infiammazione e dal gonfiore.[2]
    • Se puoi, usa acqua filtrata o in bottiglia. Potresti essere allergico a qualche elemento presente nell'acqua di rubinetto che provoca prurito alle gengive.
  2. 2
    Succhia del ghiaccio. Può aiutarti a lenire il fastidio del prurito. Il freddo intorpidisce la sensibilità, riducendo il disagio e l'infiammazione associata al prurito.[3]
    • Se non ti piacciono i cubetti di ghiaccio, prova con un ghiacciolo o con alimenti congelati.
    • Lascia che il ghiaccio si sciolga, in modo che possa idratare il cavo orale e prevenire un ulteriore prurito.
  3. 3
    Fai i gargarismi con acqua salata. A seconda dell'origine del tuo disturbo, questo rimedio può essere efficace per alleviare il prurito. Continua a ripetere i risciacqui con la soluzione salina finché questa fastidiosa sensazione non svanirà.[4]
    • Aggiungi un cucchiaio di sale da tavola a un bicchiere d'acqua. Fai i gargarismi con un sorso abbondante per circa 30 secondi, concentrandoti soprattutto sulle gengive. Al termine, sputa la soluzione.[5]
    • Non ingerire la miscela salata e non ripetere gli sciacqui per più di 7-10 giorni.[6]
  4. 4
    Fai degli sciacqui con acqua ossigenata. Prepara una soluzione con perossido di idrogeno e acqua; sembra che questo rimedio sia in grado di minimizzare il prurito o l'infiammazione a esso associata.[7]
    • Mescola in parti uguali il perossido di idrogeno al 3% e l'acqua.[8]
    • Fai dei risciacqui con la miscela per 15-30 secondi e al termine sputala.[9]
    • Non procedere con questo trattamento per più di 10 giorni.[10]
  5. 5
    Prepara un impasto di bicarbonato di sodio. Mescolalo con una quantità d'acqua sufficiente per formare un impasto e applicalo sulle gengive. Questa miscela aiuta a tenere sotto controllo qualunque infezione batterica responsabile del prurito.[11]
    • Prendi un cucchiaio di bicarbonato e mescolalo con poche gocce di acqua filtrata o in bottiglia. Usa solo una piccola quantità di liquido per ottenere un impasto denso.
    • Prova a usare una miscela di acqua ossigenata e bicarbonato di sodio.[12]
  6. 6
    Tampona le gengive con aloe vera. Recenti studi hanno dimostrato che la linfa di questa pianta è utile contro le infiammazioni del cavo orale. Applicane un po' sulle zone pruriginose per trovare sollievo.[13] L'aloe vera è disponibile nelle seguenti forme e tutte sono utili contro il prurito gengivale:
    • Dentifrici e collutori;
    • Gel che possono essere mescolati all'acqua per essere ingeriti o applicati sulle gengive;
    • Spray per uso topico;
    • Succhi con cui fare dei risciacqui.[14]
  7. 7
    Limita l'assunzione di cibi piccanti e acidi. Cerca di non consumare questi tipi di alimenti e bevande che possono peggiorare sia il prurito sia l'infiammazione; allo stesso modo evita i prodotti del tabacco.[15]
    • Verifica se alcuni alimenti particolari peggiorano la sensazione pruriginosa. Questo potrebbe essere il segnale che il disagio è causato da un'allergia alimentare.[16]
    • Mangia cibi che non aggravino il problema. Prova gli yogurt e il gelato perché raffreddano e leniscono le mucose.
    • Gli alimenti e le bevande come i pomodori, i limoni, il succo di arancia e il caffè non fanno altro che rendere peggiore il prurito e la flogosi.[17]
    • Stai lontano dai prodotti del tabacco, perché possono essere l'origine del disagio oppure lo aggravano.
  8. 8
    Riduci lo stress. Diversi studi hanno evidenziato che lo stress psicologico contribuisce alla malattia periodontale. Se riesci a gestire la pressione emotiva e psicologica, puoi trovare sollievo dal prurito alle gengive.[18]
    • Evita le situazioni stressanti ogni volta che puoi.
    • Fai esercizio fisico e attività leggere per ridurre lo stress.

Parte 2
Sottoporsi a Trattamento Medico

  1. 1
    Vai dal dentista. Se provi prurito gengivale e i rimedi casalinghi non si sono rivelati efficaci dopo 7-10 giorni, fissa un appuntamento con il tuo odontoiatra. Egli sarà in grado di trovare la causa del tuo disagio e le giuste cure.[19]
    • Le gengive pruriginose possono essere la conseguenza di infezioni batteriche, virali o micotiche, carenze nutrizionali, dentiere mal adattate, bruxismo, allergie o malattia periodontale.[20]
    • Fissa un appuntamento quanto prima. Alcune patologie del cavo orale non mostrano alcun cambiamento delle gengive o della bocca.
    • Informa il dentista della data di insorgenza dei sintomi, quali trattamenti hai tentato, cosa ha alleviato i sintomi e cosa li ha fatti peggiorare.
    • Comunicagli tutte le tue patologie e i farmaci che stai prendendo.
  2. 2
    Sottoponiti ai test e ottieni una diagnosi formale. Se le gengive sono pruriginose, il dentista eseguirà degli esami per la gengivite, una lieve malattia delle gengive che ha diverse cause.[21] Una volta individuata l'eziologia del problema, il dentista ti proporrà il trattamento più adeguato.[22]
    • Esaminando i denti, le mucose e il cavo orale, egli potrebbe giungere alla conclusione che il prurito è generato dalla gengivite.[23] Inoltre, presterà particolare attenzione alla presenza di arrossamento, gonfiore e propensione al sanguinamento delle gengive, perché sono tutti sintomi tipici dell'infiammazione di queste mucose.[24]
    • L'odontoiatra potrebbe inoltre consigliarti di sottoporre il problema anche ad altri medici, come l'allergologo o l'internista, per escludere allergie o patologie sistemiche.[25]
  3. 3
    Segui le cure. In base alla diagnosi ottenuta, il medico potrebbe prescriverti o consigliarti dei farmaci per lenire il prurito. Potrebbero essere necessari anche dei medicinali per curare o trattare la patologia sistemica o del cavo orale.
  4. 4
    Esegui a una pulizia dei denti. In molti casi, il prurito e la gengivite sono causati dall'accumulo di placca e tartaro. La pulizia profonda eseguita dal dentista rimuove la causa del disagio e migliora la salute del cavo orale.[26] Il medico potrebbe pulire i denti seguendo queste procedure:
    • Ablazione del tartaro, ossia una rimozione delle incrostazioni sopra e sotto la linea gengivale;
    • Levigatura radicolare, durante la quale vengono rimosse le zone ruvide e le parti infette dei denti;[27]
    • Ablazione laser del tartaro, un'operazione grazie alla quale si rimuove il tartaro incrostato, ma con meno dolore e sanguinamento rispetto all'ablazione tradizionale o alla levigatura.[28]
  5. 5
    Sottoponiti all'inserimento di antisettici. Se il dentista opta per un'ablazione del tartaro o per la levigatura radicolare, potrebbe valutare di inserire delle sostanze antisettiche nelle tasche gengivali per trattare meglio la patologia.[29] Ecco i prodotti che potrebbe usare:
    • Chip rigidi di clorexidina. Sono degli inserti a lento rilascio che vengono applicati nelle tasche gengivali dopo una levigatura radicolare.[30]
    • Microsfere antibiotiche con minociclina; in genere vengono inserite dopo l'ablazione del tartaro o la levigatura.[31]
  6. 6
    Prendi degli antibiotici per via orale. L'odontoiatra potrebbe prescriverti degli antibiotici, come la doxiciclina, e poi in certi casi eseguire una pulizia. Tali trattamenti possono curare l'infiammazione persistente e perfino evitare la carie.[32]
  7. 7
    Prendi degli antistaminici per uso orale. Questi farmaci possono neutralizzare gli allergeni e donarti un po' di sollievo dal prurito. Se si riscontra che il tuo disturbo deriva da una reazione allergica, prendi un antistaminico ogni volta che ne hai bisogno.[33] Ecco alcuni farmaci per via orale che puoi assumere:
    • Clorfenamina, disponibile in compresse da 2 e 4 mg. Prendi 4 mg ogni 4-6 ore, ma non superare i 24 mg al giorno.
    • Difenidramina, disponibile in compresse da 25 o 50 mg. Prendi 25 mg ogni 4-6 ore, senza superare i 300 mg al giorno.
  8. 8
    Usa delle caramelle balsamiche o degli spray dall'effetto analogo. Spruzza in bocca o succhia un analgesico orale. Questi prodotti contengono un leggero antidolorifico che dona sollievo dal disagio.
    • Puoi utilizzarli ogni 2-3 ore oppure in base alle indicazioni del medico o del bugiardino.[34]
    • Succhia la caramella balsamica finché non è completamente sciolta; se la mastichi o la ingoi, potresti intorpidire la gola e rendere la deglutizione difficoltosa.
  9. 9
    Usa un collutorio antibiotico. Un prodotto a base di clorexidina è in grado di disinfettare la bocca e ridurre il prurito. Utilizzalo per risciacquare il cavo orale almeno due volte al giorno.[35]
    • Versa 15 ml di collutorio in un bicchiere, prendine un sorso e muovilo in bocca per 15-20 secondi prima di sputarlo nel lavandino.
  10. 10
    Valuta la chirurgia periodontale. Se il prurito è causato da una grave malattia gengivale, devi sottoporti a un intervento chirurgico. Considera questa soluzione nel caso il dentista diagnosticasse una malattia parodontale in stadio avanzato.[36] Queste sono alcune procedure che possono aiutarti:
    • Ricostruzione gengivale, durante la quale le gengive vengono riportate al loro posto, suturandole strettamente attorno ai denti. Questa procedura si esegue dopo la rimozione della placca.
    • Trapianto di ossa e tessuti, per sostituire quelli persi a causa della grave malattia gengivale.[37]

Consigli

  • Fatti visitare dal dentista ogni sei mesi, per mantenere denti e gengive in perfetta salute e ridurre le probabilità di gravi problemi gengivali.
  • Bevi molta acqua, segui una dieta bilanciata e assumi molta vitamina C. Queste semplici abitudini ti aiutano a mantenere sano il cavo orale.

Avvertenze

  • Se la sensazione di prurito dura più di qualche giorno, è accompagnata da sanguinamento oppure i sintomi peggiorano dopo aver tentato dei rimedi casalinghi, vai immediatamente dal dentista.

Riferimenti

  1. http://www.healthline.com/health/stomatitis#Causes3
  2. http://acaai.org/allergies/types/food-allergies/types-food-allergy/oral-allergy-syndrome
  3. https://www.urmc.rochester.edu/encyclopedia/content.aspx?ContentTypeID=90&ContentID=P02836
  4. http://patient.info/doctor/oral-ulceration
  5. http://www.in.gov/isdh/18741.htm
  6. http://www.in.gov/isdh/18741.htm
  7. http://www.in.gov/isdh/18741.htm
  8. http://www.in.gov/isdh/18741.htm
  9. http://www.in.gov/isdh/18741.htm
Mostra altro ... (28)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Denti & Bocca

In altre lingue:

English: Stop Itchy Gums, Русский: остановить зуд десен, Português: Parar com a Coceira na Gengiva, Español: detener el picor de las encías, Deutsch: Zahnfleischjucken stoppen, Français: arrêter les démangeaisons au niveau des gencives, Bahasa Indonesia: Menghentikan Gusi Gatal, 中文: 让牙龈停止发痒, 한국어: 가려운 잇몸 다스리는 법, العربية: إيقاف حكة اللثة, Tiếng Việt: Điều trị ngứa nướu, Nederlands: Jeukend tandvlees tegengaan

Questa pagina è stata letta 28 143 volte.
Hai trovato utile questo articolo?