Generalmente, un brufolo non sanguina, a meno che tu non l'abbia stuzzicato o abbia provato a strizzarlo. Per prevenire la formazione di cicatrici, dovresti evitare di schiacciare i foruncoli, ma a volte la tentazione è irresistibile. Se strizzi un brufolo, devi intervenire per fermare l'emorragia ed evitare che la situazione peggiori. Al fine di trattarlo nel migliore dei modi, esercita una buona pressione sulla zona interessata e applica prodotti per uso topico specifici per frenare il sanguinamento.

Parte 1 di 2:
Fermare l'Emorragia

  1. 1
    Applica l'acqua ossigenata ed esercita una pressione diretta per favorire la coagulazione del sangue [1]. Imbevi un fazzoletto o un panno pulito di perossido di idrogeno, quindi esercita una pressione delicata ma decisa sul brufolo che sta sanguinando. La pressione facilita la coagulazione, mentre l'acqua ossigenata elimina i batteri che escono dal brufolo. In questo modo eviterai che lo sfogo si estenda alla pelle circostante.
    • Ricorda che l'acqua ossigenata può seccare la pelle, quindi assicurati di idratarla una volta che avrà smesso di sanguinare.
  2. 2
    Fai un impacco freddo. Applicare una fonte di calore aumenta il flusso arterioso nella zona interessata, mentre il freddo ha l'effetto opposto [2]. Se la sola pressione diretta non ti aiuta ad arginare l'emorragia, prova a fare un impacco freddo. Avvolgi del ghiaccio con un asciugamano o un panno pulito, quindi premilo sulla zona che sanguina per 10-15 minuti o finché l'emorragia non sarà passata.
    • Assicurati di usare un asciugamano pulito, in modo da non rischiare di introdurre batteri nella pelle che si è spaccata.
  3. 3
    Tratta l'emorragia con un astringente, come un tonico o l'acqua di amamelide. Entrambi possono essere usati per chiudere i pori e rallentare il sanguinamento [3]. Se non hai a disposizione un prodotto di questo tipo, puoi usare l'aceto. Imbevi un cotton fioc o un panno pulito e premilo con decisione sulla zona che sanguina. Questo metodo dovrebbe restringere i vasi sanguigni e fermare poco a poco il flusso arterioso.
  4. 4
    Usa una matita emostatica per fermare un'emorragia ostinata. È uno strumento antisettico usato per frenare in maniera veloce e pulita un sanguinamento causato da graffietti e tagli [4]. Riveste la zona interessata con allume o nitrato di argento, contenendo quasi immediatamente il flusso del sangue [5]. La sostanza cerosa crea anche una barriera sottile sulla pelle danneggiata, proteggendola da batteri e infezioni. Puoi comprare una matita emostatica in farmacia o online.
    • Bagna la matita emostatica e applicala sul brufolo con un movimento delicato fino a frenare l'emorragia.
  5. 5
    Premi una fetta di patata sulla zona che sanguina. Una ricerca ha dimostrato che le patate limitano le piccole emorragie, come quelle causate da tagli e graffi, in un modo veloce ed efficace [6]. L'amido assorbe l'acqua e il plasma, quindi favorisce una coagulazione rapida [7].
  6. 6
    Applica il perossido di benzoile per disinfettare l'area e contenere il sanguinamento. Imbevi un cotton fioc o un fazzoletto di perossido di benzoile ed esercita una pressione diretta sul brufolo. Aiuterà ad arginare l'emorragia e attaccherà i batteri responsabili delle impurità. Questo ti permetterà di prevenire la proliferazione batterica sul resto della pelle.
    • Il perossido di benzoile può seccare leggermente la pelle, quindi assicurati di applicare una crema idratante dopo averla lavata.
  7. 7
    Se l'emorragia non dovesse passare, rivolgiti al tuo medico. Un sanguinamento di poco conto (come questo) dovrebbe arginarsi nel giro di un minuto, nove al massimo. Se una ferita superficiale sanguina in maniera anormale e abbondante, questo può essere sintomo di anemia o un altro problema di coagulazione. Il tuo medico sarà in grado di fare una diagnosi e trattare i problemi di salute sottostanti che potrebbero contribuire all'emorragia.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Trattare il Brufolo dopo l'Emorragia

  1. 1
    Resisti alla tentazione di strizzare i brufoli [8]. Forse non vedi l'ora di far uscire il pus dalla pelle, ma dovresti lasciare che il foruncolo venga schiacciato da un dermatologo con strumenti professionali. Quando rompi un brufolo, i batteri che fuoriescono possono finire nei pori della pelle circostante, facendo estendere l'acne verso zone altrimenti sane. Schiacciando il brufolo rischi anche di causare altre emorragie, il che non è mai positivo.
    • Lo sviluppo di un brufolo dovrebbe fare il suo corso nel giro di 3-7 giorni, quindi medicalo con prodotti per uso topico e aspetta.
    • Vedila in questo modo: indubbiamente un brufolo non ha un bell'aspetto, ma almeno è temporaneo; se lo schiacciassi potrebbe rimanere una cicatrice, che non sarebbe solo altrettanto sgradevole da guardare, ma anche permanente. È meglio aspettare che il brufolo passi da solo piuttosto che rischiare di rovinare la pelle definitivamente.
  2. 2
    Continua a usare il perossido di benzoile [9]. Molti trattamenti antiacne reperibili sul mercato contengono questo principio attivo, quindi puoi trovarlo in diverse forme. A seconda delle tue preferenze, puoi usarlo sotto forma di lozioni, creme, gel, detergenti cremosi o schiumogeni. Oltre a eliminare i batteri responsabili degli sfoghi acneici, rimuove il sebo in eccesso e le cellule morte dalla superficie cutanea.
    • Cerca di non farlo finire sui vestiti, perché può scolorire i tessuti.
  3. 3
    Prova ad applicare l'acido salicilico [10]. I prodotti disponibili sul mercato che contengono questo principio attivo presentano diverse concentrazioni, quindi controlla la confezione per capire quale si adatta meglio alle tue esigenze. Come il perossido di benzoile, anche l'acido salicilico è reperibile in varie forme: salviette o dischetti medicati, creme, gel, detergenti cremosi e schiumogeni, persino shampoo.
    • L'acido salicilico può causare irritazioni cutanee al primo utilizzo, quindi applicane una piccola quantità per qualche giorno. Puoi aumentare gradualmente l'uso man mano che la pelle si abitua al prodotto.
    • Questi prodotti tendono a seccare la pelle. Assicurati di idratarla regolarmente. Se la secchezza dovesse peggiorare, riducine l'utilizzo.
    • Se hai brufoli aperti o scoppiati, non usare prodotti contenenti acido salicilico.
  4. 4
    Prova la Retin-A (tretinoina). È una crema topica che deve essere prescritta dal medico o dal dermatologo. Lavati le mani, quindi pulisci il viso con un detergente delicato; aspetta circa 20-30 minuti e poi applica la crema (se la pelle non è ben asciutta, la Retin-A potrebbe irritarla). Spalmane uno strato sottile sulle lesioni dell'acne prima di andare a letto o in generale la sera. Evita gli occhi, le orecchie e la bocca e lavati di nuovo le mani quando hai finito.[11]
    • Questa crema può rendere la pelle sensibile alla luce solare, quindi assicurati di limitare l'esposizione al sole e di usare una protezione solare e indumenti protettivi se esci all'aperto. Non applicarla mai sulle scottature.[12]
    • Consulta il medico se stai cercando di rimanere incinta.
  5. 5
    Lava il viso con delicatezza [13]. Erroneamente, molti pensano che strofinare la pelle aiuti a pulirla e a trattarla più velocemente. Invece, i movimenti vigorosi possono acuire l'acne. Irritano la cute e possono indebolire le sue difese naturali contro batteri e infezioni.
    • Scegli un detergente delicato, come il Cetaphil, che aiuti a mantenere la pelle idratata e pulita. Il modo migliore per applicarlo è usare le mani e le dita; lavatele bene prima di pulire il viso.
  6. 6
    Usa un prodotto seguendo le relative istruzioni [14]. Se ti viene consigliato di usarlo 2 volte al giorno, non pensare che applicarlo 4 volte al giorno sia doppiamente efficace. In realtà è vero proprio l'opposto: sconvolgendo l'equilibrio della pelle, puoi causare rossore, secchezza e irritazioni. La cute continuerà così ad avere molte imperfezioni e fastidi.
    • Non arrenderti subito. Molti trattamenti richiedono un bel po' di tempo per sortire un effetto positivo sulla pelle, quindi segui le istruzioni e sii paziente. Gli esperti raccomandano di aspettare almeno 6-12 settimane prima di decidere se una cura fa al proprio caso.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Eliminare un Brufolo

Come

Fermare o Curare i Brufoli

Come

Eliminare i Brufoli con il Filo Interdentale e il Collutorio

Come

Schiacciare un Brufolo

Come

Sbarazzarti di un Brufolo in una Notte

Come

Ridurre il Gonfiore e l'Arrossamento dei Brufoli

Come

Avere un Arco Mandibolare Definito

Come

Trattare una Irritazione alle Ascelle

Come

Sbarazzarsi un Brufolo Schiacciato in una Notte

Come

Rimuovere la Tintura per Capelli dalle Mani

Come

Trattare i Brufoli nelle Orecchie

Come

Rimuovere i Punti Neri dal Naso

Come

Rimuovere l'Abbronzatura

Come

Eliminare le Macchie di Nicotina dalle Dita
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 23 997 volte
Categorie: Cura della Pelle
Questa pagina è stata letta 23 997 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità