Come Fluidificare il Sangue in Modo Naturale

Il sangue tende a coagularsi per una serie di problemi di salute. La formazione di ostruzioni è molto pericolosa e può provocare ictus, palpitazioni, trombosi, attacchi cardiaci e ipertensione. I farmaci anticoagulanti che ti può prescrivere il medico, chiamati fluidificanti, in realtà non fluidificano il sangue, ma si limitano a evitare la formazione di coaguli (ostruzioni). Uno di questi medicinali è il warfarin, che agisce sulla vitamina K (che contribuisce al processo di coagulazione). Se il medico ritiene che per il tuo caso non siano necessari i farmaci, puoi usare alcuni rimedi naturali per rendere il sangue più fluido.

Metodo 1 di 2:
Ridurre l'Azione Coagulante

  1. 1
    Consulta un medico. Prima di mettere in pratica delle soluzioni per fluidificare il sangue di tua iniziativa, dovresti rivolgerti a un medico competente, per diversi motivi. Prima di tutto, fluidificare il sangue o evitare i coaguli può causare un eccessivo sanguinamento. In secondo luogo, molti prodotti e alimenti che aiutano questo processo interagiscono negativamente l'uno con l'altro o con i farmaci. Infine, se soffri di qualche altra patologia preesistente, questa potrebbe determinare quali agenti fluidificanti puoi o non puoi assumere.
  2. 2
    Prendi la nattochinasi. Cerca di aumentare l'assunzione di questa sostanza, che è in grado di ridurre il fibrinogeno, un elemento coagulante. La nattochinasi deriva dal natto, un alimento giapponese prodotto attraverso la fermentazione dei fagioli di soia. Questa sostanza è nota per essere un ottimo fluidificante in grado di ridurre il fibrinogeno, un composto naturale che interviene nel processo di coagulazione.[1]
    • Tutte le persone hanno bisogno del fibrinogeno per evitare emorragie, ma questo può aumentare con l'età e rendere il sangue più denso.
    • Quando il sangue è troppo denso tende a coagularsi.
    • La nattochinasi deve essere assunta a stomaco vuoto.
    • La dose consigliata è di 100-300 mg al giorno.[2]
    • Non prenderla, se tendi a sanguinare molto facilmente o se recentemente hai avuto un'ulcera sanguinante, hai subito un intervento chirurgico, un ictus o un infarto.[3]
    • Inoltre, non assumerla almeno due settimane prima di sottoporti a un intervento chirurgico.
  3. 3
    Prendi gli integratori di bromelina. Questo enzima, che deriva dall'ananas, aiuta a ridurre l'adesività piastrinica e inibisce la sintesi del fibrinogeno. Inoltre, è in grado di degradare direttamente la fibrina e il fibrinogeno, pertanto agisce come un fluidificante riducendo l'eccessiva coesione piastrinica.[4]
    • La dose media giornaliera è di 500-600 mg al giorno.[5]
    • Non prendere mai questo integratore con altri prodotti fluidificanti, altrimenti potresti provocare un eccessivo sanguinamento.[6]
    • Sebbene la bromelina sia presente in tutti i componenti dell'ananas, il solo consumo del frutto non offre benefici per la salute del sangue.[7]
  4. 4
    Mangia l'aglio. Questa pianta è ben nota per essere un fluidificante naturale del sangue, riduce il rischio di attacchi cardiaci, le placche (ateromi) e l'ipertensione. Il suo principio attivo è l'allicina, che è in grado di minimizzare i livelli di colesterolo e di trigliceridi nel sangue.[8]
    • Inoltre, ha delle proprietà antiossidanti che aiutano a prevenire gli effetti dannosi dei radicali liberi.[9]
    • Può anche limitare la formazione di vitamina K nell'intestino, riducendo così la produzione di piastrine che inducono la coagulazione.
    • La dose consigliata è di uno spicchio al giorno.
  5. 5
    Assumi più vitamina E. Assicurati di integrare la dieta con una quantità adeguata di vitamina E e magnesio per prevenire l'aggregazione piastrinica. La vitamina E è un fluidificante piuttosto potente e impedisce alle piastrine di unirsi tra loro formano coaguli. Inoltre, contrasta la formazione di una proteina essenziale per il processo di coagulazione.[10]
    • Prendi 15 mg di vitamina E ogni giorno per favorire la fluidificazione del sangue.
    • Puoi trovarla anche in alcuni alimenti, come il fegato, il germe di grano, le uova, le verdure a foglie scure, le mandorle, le nocciole, l'avocado e gli spinaci.[11]
    • Anche il magnesio favorisce il rilassamento dei vasi sanguigni, migliorando in questo modo l'ossigenazione.[12]
  6. 6
    Mangia le cipolle. Per evitare l'aggregazione piastrinica, aggiungi più cipolle nei tuoi piatti. Questa pianta contiene l'adenosina, che agisce come anticoagulante e, in quanto tale, previene la formazione di coaguli.[13]
    • Dovresti mangiare cipolle crude per ottenere i maggiori benefici.[14]
  7. 7
    Mangia lo zenzero per ridurre il rischio di trombosi. Questa pianta ha un gusto particolare dovuto al gingerolo, un composto in grado di fluidificare il sangue, limitando la coagulazione e l'aggregazione delle cellule e delle piastrine. Inoltre, riduce al minimo il livello di colesterolo che viene assorbito dall'organismo.[15]
    • Questa radice riduce la pressione del sangue rilassando i muscoli che circondano i vasi sanguigni.
    • Puoi mangiare lo zenzero crudo, in polvere o sotto forma di integratori. Il modo più efficace di consumarlo è di far bollire la radice.[16]
    • Sebbene alcune ricerche abbiano riscontrato che esistono delle correlazioni tra la fluidificazione del sangue e il consumo di zenzero, in realtà sono necessari ulteriori studi.[17]
  8. 8
    Aggiungi la curcuma nelle tue ricette. Il semplice fatto di arricchire i tuoi piatti con questa spezia, aiuta a tenere sotto controllo i coaguli di sangue. La curcuma viene usata in cucina come spezia ed è un rimedio naturale per molte malattie. L'elemento dalle maggiori proprietà anticoagulanti è la curcumina, che riduce la tendenza delle piastrine ad aggregarsi tra loro e a provocare coaguli.[18]
    • Dovresti consumarne tra 0,5 e 11 g al giorno. Gli effetti della curcumina sono simili a quelli dei farmaci fluidificanti, come il warfarin. Per evitare problemi, non assumere la curcuma con farmaci anticoagulanti.
    • Questa spezia è presente più spesso nella cucina tradizionale indiana e del Medio Oriente rispetto a quella occidentale.
  9. 9
    Fai attività fisica. Se ti alleni regolarmente e fai attività fisica, puoi aiutare il corpo a ridurre i livelli di vitamina K. In particolare, è più efficace un esercizio fisico intenso, in quanto aiuta anche a stimolare l'attivatore del plasminogeno, un anticoagulante molto potente che permette di ridurre i trombi in maniera efficace.[19][20]
    • La maggior parte degli atleti presenta una carenza di vitamina K.
    • Prova attività come il nuoto, esercizi di forza ad alta intensità o aerobici per ridurre i livelli di colesterolo.
    • Allenati tre o quattro volte a settimana.
    • Inizia con 5 o 10 minuti di riscaldamento prima di cominciare una sessione aerobica di 30-45 minuti.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Fluidificare il Sangue con Altri Metodi

  1. 1
    Integra l'alimentazione con il pesce o l'olio di pesce. Aumenta il consumo di piatti a base di pesce per sfruttarne gli effetti anticoagulanti. Questi alimenti contengono gli acidi grassi omega-3, che svolgono un'intensa azione fluidificante e riducono il rischio di malattie cardiovascolari.[21] I pesci particolarmente ricchi di omega-3 sono lo sgombro, le acciughe, il salmone, il tonno pinna gialla, le trote di lago e le aringhe.[22]
    • Le piastrine tendono ad aderire alle pareti dei vasi sanguigni formando coaguli e gli acidi grassi omega-3 riducono questa loro azione.[23]
    • Gli omega-3 inoltre rallentano il processo di coagulazione, evitando una rapida insorgenza di ictus o infarti.[24]
    • Assumine bassi dosaggi, per evitare qualunque tipo di complicazione, come emorragie o ictus emorragici.
    • Non prendere dosi maggiori di 3 g (3000 mg) di olio di pesce al giorno.[25]
  2. 2
    Bevi il tè di kombucha. Questa bevanda favorisce la fluidificazione del sangue ed è prodotta dalla leggera fermentazione del tè nero o verde, ottenuta grazie a una colonia simbiotica di batteri e lieviti.[26][27]
    • Tieni presente che non ci sono prove scientifiche circa la sua efficacia.[28] Tuttavia, diversi erboristi e sostenitori dei rimedi casalinghi citano un lungo elenco di benefici per la salute derivanti da questa bevanda.[29]
    • Il kombucha che viene prodotto in casa può provocare più danni che benefici e può portare a malattie dovute ai contaminanti presenti nella bevanda.[30]
    • Riducine l'assunzione o smetti di berlo una settimana prima di un intervento chirurgico.
    • Per lo stesso motivo, se hai delle mestruazioni particolarmente abbondanti, devi interromperne l'uso una settimana prima.
    • Alcuni degli effetti collaterali sono flatulenza, mal di stomaco, nausea, spossatezza, brufoli, sfoghi cutanei, diarrea o mal di testa.[31]
  3. 3
    Usa l'olio d'oliva. Questo grasso si ottiene dalla spremitura e triturazione delle olive. I polifenoli presenti in questo olio hanno proprietà antiossidanti, anticoagulanti e aiutano a mantenere il sangue adeguatamente fluido.[32]
    • L'olio extra vergine è quello non raffinato ottenuto con la prima spremitura, ha un sapore più delicato, un alto contenuto di fitonutrienti e antiossidanti.
  4. 4
    Bevi piccole quantità di vino rosso. Questa bevanda contiene delle sostanze dalle grandi proprietà anticoagulanti, come le proantocianidine e i polifenoli, che sono presenti negli acini di colore scuro e violaceo. La loro funzione è quella di prevenire la formazione prematura di coaguli nel sangue.[33]
    • Si dovrebbe mangiare un piccolo grappolo d'uva, o bere un bicchierino di vino, ogni giorno.
    • A tutt'oggi c'è un forte dibattito in merito ai benefici per la salute del vino rosso. Alcuni ricercatori affermano che l'uva sia salutare, mentre altri sostengono che tutti gli alcolici offrano questi benefici, quando vengono assunti con moderazione.[34]
    • Le donne possono consumare una bevanda alcolica al giorno per fluidificare il sangue, mentre gli uomini due. Le donne incinte o che allattano non devono mai bere alcolici.
    • Ricorda che consumare più di questa quantità giornaliera comporta delle conseguenze negative per la salute.
  5. 5
    Bevi il succo di melagrana. Si è riscontrato che è un ottimo fluidificante perché stimola la circolazione del sangue al cuore. Inoltre, riduce le placche presenti nelle arterie, che favoriscono la formazione di colesterolo, e abbassa il livello di colesterolo "cattivo".[35]
    • Mangia una manciata di chicchi di melagrana o bevi un bicchiere di succo ogni giorno.
  6. 6
    Mantieniti idratato. La maggior parte delle persone è tendenzialmente disidratata senza esserne consapevole. La disidratazione addensa il sangue, aumentando il rischio di coaguli. Dovresti bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno per mantenere un'adeguata idratazione ed evitare questa possibilità.[36]
    Pubblicità

Consigli

  • Altri alimenti che possono aiutarti a fluidificare il sangue sono: mirtilli, sedano, mirtilli rossi, ginkgo, ginseng, tè verde, ippocastano, liquirizia, niacina, papaia, trifoglio rosso, soia, iperico (erba di San Giovanni), grano e corteccia di salice (da cui proviene l'aspirina).
  • Molti integratori alimentari hanno proprietà anticoagulanti, come il partenio e la salvia miltiorrhiza.

Pubblicità

Avvertenze

  • Evita quegli alimenti e integratori che favoriscono la coagulazione del sangue, come l'erba medica, l'avocado, l'artiglio del gatto, il coenzima Q10 e le verdure a foglia verde scuro come gli spinaci.
Pubblicità
  1. https://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/vitamin-e
  2. https://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/vitamin-e
  3. http://www.magnesiumeducation.com/how-magnesium-works-why-it-is-important
  4. http://www.botanical-online.com/english/anticoagulants.htm
  5. http://www.botanical-online.com/english/anticoagulants.htm
  6. https://umm.edu/health/medical/altmed/herb/ginger
  7. https://umm.edu/health/medical/altmed/herb/ginger
  8. https://umm.edu/health/medical/altmed/herb/ginger
  9. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22531131
  10. http://www.hsph.harvard.edu/nutritionsource/vitamin-k/
  11. http://www.integrativeoncology-essentials.com/2013/03/reduce-your-risk-of-blood-clots-without-a-prescription/
  12. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/omega3-fatty-acids
  13. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/omega3-fatty-acids
  14. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/omega3-fatty-acids
  15. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/omega3-fatty-acids
  16. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/omega3-fatty-acids
  17. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/consumer-health/expert-answers/kombucha-tea/faq-20058126
  18. http://www.greenmedinfo.com/blog/18-healthy-reasons-sip-kombucha
  19. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/consumer-health/expert-answers/kombucha-tea/faq-20058126
  20. http://www.greenmedinfo.com/blog/18-healthy-reasons-sip-kombucha
  21. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/consumer-health/expert-answers/kombucha-tea/faq-20058126
  22. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/consumer-health/expert-answers/kombucha-tea/faq-20058126
  23. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17879993
  24. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/heart-disease/in-depth/red-wine/art-20048281?pg=2
  25. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/heart-disease/in-depth/red-wine/art-20048281?pg=2
  26. http://naturalbloodthinners.org/benefits-of-pomegranate-seeds-as-blood-thinner/
  27. http://www.heart.org/HEARTORG/GettingHealthy/PhysicalActivity/FitnessBasics/Staying-Hydrated---Staying-Healthy_UCM_441180_Article.jsp

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 107 561 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità