Come Fotografare i Fuochi d'Artificio

Che tu stia celebrando il Capodanno, il Natale o il Carnevale, è sempre forte la tentazione di scattare qualche fotografia dei fuochi d'artificio mentre esplodono in cielo. Dopotutto, uno spettacolo pirotecnico, se fatto bene, è sempre incredibile e con ogni probabilità non ti mancherà una macchina fotografica per immortalarlo. Sfortunatamente, le immagini scattate ai fuochi artificiali, di solito, non reggono il confronto con quelli veri. Se durante i momenti di festa sei stanco di fare fotografie che risultano continuamente sgranate, sfocate, sottoesposte o sovraesposte, continua a leggere questo articolo.

Passaggi

  1. 1
    Cambia il tuo approccio nei confronti della luce: anziché trattarla come pura illuminazione, considerala come un soggetto. Per fare ciò, dovrai cambiar modo di intendere l'utilizzo della macchina fotografica, poiché i fuochi artificiali generano la propria esposizione in modo autonomo.[1] Per preservare forma e colore, dovrai essere pronto a cambiare l'esposizione e a tenere in considerazione altri elementi, come il fumo generato dai fuochi stessi o le luci provenienti dagli edifici sullo sfondo. Sarà importante anche sapere come utilizzare al meglio la messa a fuoco della tua macchina fotografica, dato che i sistemi di focalizzazione automatici non riescono a gestire l'oscurità o le condizioni di scarsa illuminazione,[2] dunque preparati ad andare oltre al semplice "punta e clicca".
    • Uno spettacolo pirotecnico implica molti, molti fuochi, quindi stai pronto a sperimentare, possibilmente con una macchina digitale, in modo da avere un feedback immediato. Dal momento che i fuochi artificiali producono sostanzialmente una luce monocromatica (in base alla composizione chimica), i colori saranno definiti in base a una varietà di aperture e impostazioni ISO. Una lunga esposizione è essenziale per poter catturare le scintillanti evoluzioni prodotte dal gioco pirotecnico. Diverse aperture e settaggi ISO modificano la luminosità dell'ambiente circostante - gli ambienti pieni di luce possono essere fastidiosi, ma quelli con una luminosità più bassa sono molto più interessanti di quelli completamente bui. Tieni conto di tutto ciò nella scelta delle quantità di soggetti e sfondi. I parametri dell'apertura non sono molto importanti per quel che riguarda la profondità di campo dei fuochi d'artificio in lontananza, poiché saranno posti sostanzialmente all'infinito, e qualsiasi primo piano dovrebbe risultare velato ed indistinto in ogni caso - contano principalmente per l'esposizione generale; un'apertura relativamente ampia e un basso valore ISO restituiranno meno "rumore" (noise) rispetto a un'apertura stretta e a un elevato valore ISO.
  2. 2
    Trova la posizione ideale! Prova a capire approssimativamente il punto in cui scoppieranno i fuochi e assicurati un posto che abbia la visuale libera su quella zona. Se lo spettacolo è molto conosciuto, dovrai arrivare presto per trovare un luogo adatto. Cerca di individuare la direzione del vento e posizionati a favor di vento rispetto ai fuochi, in modo tale che i tuoi scatti non siano oscurati dal fumo, che altrimenti si troverebbe ad avanzare verso di te. Trova un posto in cui la maggior parte dell'illuminazione estranea alla tua scena non invada il campo, perché causerebbe una sovraesposizione.
  3. 3
    Piazza la macchina fotografica su di un treppiedi. I fuochi artificiali di solito accompagnano le feste, quindi non c'è da meravigliarsi se il loro ricordo è un po' confuso. Le fotografie, però, dovrebbero essere fresche e nitide. Immortalare i fuochi richiede lunghi tempi d'esposizione, quindi un treppiedi è il tuo più importante alleato. Non importa quanto sia ferma la tua mano: non lo è mai abbastanza.
    • Non allungare i sostegni inferiori o la colonna centrale del treppiedi. Tieni tutto il più possibile vicino al terreno, così da mantenere la macchina fotografica saldamente in posizione.
    • Una torcia elettrica può essere utilizzata per riempire le ombre.[3]
    • Assicurati che, ovunque si trovi, il treppiedi sia fuori dalla portata di altre persone che potrebbero calpestarlo. Se sei in mezzo alla folla, chiedi a un amico di fare da scudo, per essere sicuro che nessuno entri nell'inquadratura del tuo scatto mentre stai guardando verso l'alto.
  4. 4
    Controlla che i settaggi della macchina siano corretti. Anche se alcune macchine digitali hanno una modalità "fuochi d'artificio", per cui non devi preoccuparti dei parametri, è essenziale imparare a sistemare le impostazioni al meglio per scattare delle buone fotografie di fuochi artificiali. È meglio controllare questi parametri a tempo debito, poiché potrebbe risultare difficoltoso riuscire a distinguere i controlli della macchina fotografica al buio o in penombra. Un buon metodo per abituarsi a cambiare i parametri e imparare a conoscere i limiti della tua macchina fotografica è quello di controllare due volte prima di cominciare a scattare. I cambiamenti alle impostazioni che devi prendere in considerazione includono:
    • Impostare la messa a fuoco all'infinito. Sarai abbastanza lontano dai fuochi d'artificio per poter impostare la messa a fuoco della lente all'infinito e lasciarla lì. Se vuoi ingrandire una particolare del gioco pirotecnico, potresti aver bisogno di sistemare la messa a fuoco mentre effettui lo zoom. Se vuoi includere degli edifici o delle persone nello sfondo, è consigliabile metterli a fuoco. Se possibile, evita di utilizzare una messa a fuoco automatica, poiché, come abbiamo già visto, la maggior parte delle macchine fotografiche hanno difficoltà a sistemare la messa a fuoco in condizioni di scarsa illuminazione.
    • Utilizzare un'apertura minore. Imposta l'apertura ad un intervallo tra f5.6 e f16. Di solito f8 è una buona scelta, ma se stai scattando con una pellicola a ISO 200, puoi spingerti fino a f16.
    • Spegnere il flash. I fuochi artificiali sono sufficientemente luminosi e il flash non riuscirebbe a raggiungerli in ogni caso. Inoltre, può rendere opaca l'atmosfera della scatto e, quindi, diminuire il suo impatto.
    • Togliere ogni filtro o tappo dalla lente prima dello scatto.
    • Se la lente è dotata di IS (Canon) o VR (Nikon), spegnerla prima di scattare. Se utilizzi una macchina SLR o DSLR, molto probabilmente la lente monterà una IS (stabilizzazione dell'immagine) o una VR (riduzione della vibrazione) integrata. Se utilizzi una IS o una VR (sono sostanzialmente la stessa cosa, ma Canon e Nikon hanno voluto chiamarle in modo diverso), allora probabilmente sarai abituato a lasciarle impostate attorno al 100 percento tutto il tempo - il che generalmente è una buona idea. IS e VR sono progettate per avvertire una vibrazione (per lo più il tremore delle mani) e compensarla. Quando però non avvertono alcuna vibrazione... la creano. Spegnile per ottenere immagini più nitide. Questo consiglio vale non solo per immortalare i fuochi d'artificio, ma funziona in tutte le occasioni in cui utilizzi un treppiedi.
  5. 5
    Inquadra l'immagine prima di scattare. Osserva nell'obiettivo i primi scoppi per capire dov'è il centro dell'azione. Orienta la macchina fotografica verso quel punto e lasciala lì. Non devi guardare attraverso l'obiettivo mentre provi a scattare, poiché probabilmente scuoteresti la macchina o non troveresti il giusto tempo di scatto. Se stai cercando di ottenere delle foto ravvicinate, ovviamente dovrai inquadrare con più precisione la scena, e quindi dovrai fare più tentativi. Ancora una volta, inquadra con attenzione in modo da escludere fonti di luce che potrebbero distrarre dai fuochi artificiali o rendere sovraesposte le tue fotografie.
  6. 6
    Tieni aperto l'otturatore per catturare tutta la luce. A differenza di quanto può sembrarti, fintanto che il cielo è molto nero, lasciare aperto l'otturatore non causerà alcuna sovraesposizione.[4] Imposta l'esposizione al massimo. Per ottenere un'immagine più nitida possibile è meglio assicurarsi che nulla venga in contatto con la macchina durante l'esposizione. Utilizza una lunga esposizione automatica di trenta secondi o più. Se la tua macchina fotografica non è dotata di lunga esposizione automatica, andrà bene anche un cavo di scatto. Utilizza l'impostazione BULB (lampadina), che serve a tenere aperto l'otturatore fintantoché tieni premuto il pulsante. Una regola pratica è quella di aprire l'otturatore appena senti o vedi il razzo sparato in cielo e di lasciarlo aperto fino a che il fuoco non cominci a dissiparsi. Di solito impiega diversi secondi.
    • Per catturare i migliori effetti pirotecnici, i tempi di esposizione sono solitamente tra il mezzo secondo e quattro secondi, ma devi giudicare in base a come ti sembra più efficace.[5] Per un valore ISO di 100, l'esperto fotografo John Hedgecoe raccomanda di provare 4 secondi a f5.6.[6]
    • Quando effettui un controllo dell'esposizione, non puntare la macchina al centro della fonte di luce, perché altrimenti l'immagine rischia di risultare sottoesposta e le tracce luminose saranno deboli. Piuttosto, sperimenta diverse velocità dell'otturatore e, se ti è possibile, mantieni l'esposizione.[7]
    • Per utilizzare la messa a fuoco automatica nel buio della notte, prova a scattare prima una foto alle luci all'orizzonte. In questo modo, quando imposti la prossima esposizione al buio della notte, la lente sarà già impostata all'infinito. Prova anche a far partite l'esposizione lunga quando esplode un fuoco d'artificio di grandi dimensioni. In questo caso la messa a fuoco automatica assicurerà che lo scoppio successivo sarà ben a fuoco durante l'esposizione.
  7. 7
    Vivacizza il tutto. Persino le belle foto di fuochi artificiali possono essere noiose, se non hanno un tratto distintivo. Puoi rendere più interessanti le tue foto includendo gli edifici sullo sfondo o gli spettatori in primo piano. Per effettuare i tuoi scatti, scegli una prospettiva unica e singolare da cui immortalare lo spettacolo. Assicurati che la macchina sia stabile sul treppiedi e che la lunghezza focale e l'inquadratura siano giuste per l'altezza dei fuochi pirotecnici.
    • Nei luoghi ben illuminati, come i paesaggi di città, per fare uno scatto dall'angolatura ampia, prova a individuare l'altezza dei primi fuochi e utilizzala come riferimento per inquadrare l'intera scena. Cambia i tempi di esposizione alla tua macchina fissata al treppiedi in modo da catturare sia le esplosioni singole che quelle multiple.[8]

Consigli

  • Se hai un timer, utilizzalo per evitare la vibrazione da movimento.
  • Quando cerchi di catturare fuochi multipli, copri la lente (senza toccare il corpo macchina) con qualcosa di nero tra un'esplosione e l'altra. Un berretto nero o un pezzo di cartoncino nero andranno bene. Questo sistema evita che altre fonti luminose si sovraespongano durante la sequenza delle esplosioni. Colloca semplicemente la copertura di fronte alla lente quando un fuoco si è dissipato e rimuovila quando il successivo viene sparato in aria.
  • Utilizza una pellicola lenta o un'impostazione ISO lenta su una macchina digitale. Le scintille sprigionano un sacco di luce per la corretta esposizione. Questo trucco ha l'ulteriore beneficio di forzare la macchina fotografica automatica ad impiegare il maggior tempo possibile per l'esposizione. È un po' un controsenso, ma dovresti attenerti a velocità di pellicola tra i 50 e i 100 ISO. Di solito, si è tentati di ricorrere facilmente a velocità che arrivano fino a 200 ISO. Alcuni fotografi preferiscono una pellicola al tungsteno o impostare la macchina digitale nella funzione "luce al tungsteno", mentre altri scelgono un daylight film (una pellicola per la luce diurna) o impostare la macchina nella funzione "luce diurna". Con questi settaggi puoi ottenere differenti risultati. Se hai una macchina digitale, tieni impostata l'ISO tra i valori 50 e 100.
  • Prova a tener premuto a metà il pulsante del cavo di scatto prima di cominciare a scattare. Spingilo fino in fondo quando vuoi fare la foto. In alcune macchine fotografiche, questa procedura riduce il ritardo prima che cominci l'esposizione. Questo suggerimento è più utile nel caso in cui non puoi spegnere la messa a fuoco automatica.
  • La scelta della lente spetta a te in base alla distanza che ti separa dai fuochi artificiali e alla prospettiva che intendi ottenere. Una lente zoom è la migliore, se vuoi provare diversi tipi di scatto.
  • Questi passaggi si possono applicare anche a fonti di luce simili a quella dei fuochi pirotecnici, come quelle sprigionate da una saldatrice o dagli oggetti scintillanti.

Avvertenze

  • In base al tipo di scatto che vuoi ottenere, potresti notare che non tutti questi suggerimenti ti saranno d'aiuto. Il bello della fotografia è che si tratta sempre di sperimentare e trovare soluzioni personali con la propria macchina fotografica.
  • Se devi fotografare i fuochi artificiali del vicinato oppure se ti trovi a breve distanza dai fuochi, presta attenzione ai frammenti che cadono.

Cose che ti Serviranno

  • Una macchina fotografica digitale o analogica, con un tempo di esposizione molto elevato, è fondamentale. Un tempo di esposizione di 30 o più secondi è buono. Le macchine digitali hanno il vantaggio che ti consentono di vedere i risultati in tempo reale. Puoi vedere i tuoi errori direttamente sul posto e correggerli immediatamente.
  • Un treppiede per tenere ferma la macchina è indispensabile per ottenere buoni risultati. Non deve essere per forza un modello costoso; il più economico che riesci a trovare andrà bene. I modelli da tavolo si trovano a prezzi molto bassi.
  • Porta una torcia, dato che sarà buio! Puoi controllare i progressi delle tue foto e accedere al reset delle impostazioni, se necessario.

Riferimenti

  1. Michael Freeman, Mastering Digital Photography, p. 90, (2008), ISBN 978-1-905814-42-8
  2. John Hedgecoe, The new manual of photography, p. 73, (2008), ISBN 978-1-4053-3476-1
  3. John Hedgecoe, The new manual of photography, p. 105, (2008), ISBN 978-1-4053-3476-1
  4. Michael Freeman, Mastering Digital Photography, p. 90, (2008), ISBN 978-1-905814-42-8
  5. Michael Freeman, Mastering Digital Photography, p. 90, (2008), ISBN 978-1-905814-42-8
  6. John Hedgecoe, The new manual of photography, p. 105, (2008), ISBN 978-1-4053-3476-1
  7. John Hedgecoe, The new manual of photography, p. 105, (2008), ISBN 978-1-4053-3476-1
  8. Michael Freeman, Mastering Digital Photography, p. 91, (2008), ISBN 978-1-905814-42-8
  9. The Smithsonian Institution, http://photos.si.edu/firew/firew.html – research source
Mostra altro ... (4)

Informazioni sull'Articolo

ARTICOLO IN PRIMO PIANO

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 31 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Fotografia

In altre lingue:

English: Photograph Fireworks, Español: fotografiar fuegos artificiales, Português: Fotografar Fogos de Artifício, Русский: фотографировать фейерверки, 中文: 拍摄烟花, Français: photographier des feux d'artifice, Deutsch: Feuerwerk fotografieren, العربية: التقاط صور الألعاب النارية, 한국어: 불꽃놀이를 사진에 담는 방법, Bahasa Indonesia: Memotret Kembang Api

Questa pagina è stata letta 10 547 volte.
Hai trovato utile questo articolo?