Scarica PDF Scarica PDF

È compito dei genitori esseri pignoli, fare tante domande e tormentare i figli sulle faccende domestiche, giusto? Che si tratti dei tuoi, di quelli del tuo partner o dei compagni di classe, questi e altri atteggiamenti tipici di padri e madri risultano davvero fastidiosi e a volte possono essere addirittura stressanti. Non è una passeggiata avere a che fare con genitori irritanti, e nessun modo ti garantisce che riusciranno a smettere di comportarsi in questo modo, ma puoi adottare alcune misure per gestire il fastidio e mantenere la calma.

Metodo 1 di 3:
Avere a Che Fare con i Genitori se Sei Adolescente

  1. 1
    Pensa prima di parlare. Quando i tuoi partono con una predica o ti chiedono di pulire e mettere in ordine se ancora non hai finito quello che stai facendo, la tua prima reazione potrebbe essere quella di urlare o dire qualcosa di impertinente, ma questo comportamento rischia di peggiorare la situazione e probabilmente crea più problemi di quanti ne risolva. Per un momento prendi in considerazione le loro parole prima di gettarle al vento.
    • Anche se è difficile ascoltare tua madre quando ti tormenta, rispondendo in malo modo non farai altro che inasprire il confronto. [1] Se, ad esempio, ti annoia perché vuole sapere dove vai quando esci la sera e rispondi in maniera sprezzante o poco rispettosa, continuerà a farti pressione su questo argomento oppure potrebbe proibirti di uscire del tutto. In un caso simile, faresti bene a tirare un respiro profondo e a dirle con calma che sarai felice di chiamarla o inviarle un messaggio non appena arriverai dove previsto.
    • Stai attento all’uso del verbo "mi dispiace". "Mi dispiace veramente!", seguito da altre frasi (come "che non posso fare tutto alla perfezione!"), è una risposta che frequentemente infastidisce i genitori e, di solito, non fa che peggiorare la situazione. "Mi dispiace" può essere un'espressione molto forte, ma solo quando la usi sinceramente. Presentando ai tuoi genitori delle scuse sincere, puoi addolcirli quando ti assillano, ma sii pronto a modificare il tuo atteggiamento in maniera coerente con le tue scuse.
  2. 2
    Presta ascolto. A volte tutto quello che occorre fare è ascoltare tranquillamente i genitori in modo da calmare la situazione. Come chiunque altro, vogliono sapere di essere ascoltati e compresi.
    • Se mostri loro rispetto ascoltando quello che dicono con calma e pazienza, saranno più propensi a ricambiare il rispetto che dimostri e a essere meno opprimenti. Ad esempio, può sembrarti assurdo dover ascoltare tuo padre che parla dei pericoli legati all'alcol e alla guida, visto che da anni senti parlare di questo argomento a scuola. Tuttavia, per lui è importante poter condividere con te un'importante lezione di vita e sapere che lo hai ascoltato e capito. Quando presti attenzione a ciò che ha da dire, c'è una buona probabilità che smetta di farti la predica!
  3. 3
    Ricorda che sono dalla tua parte. Se risultano particolarmente fastidiosi perché ti riempiono di domande sui nuovi amici che stai frequentando o vogliono conoscere ogni dettaglio della tua interrogazione in chimica, il più delle volte vogliono solo essere sicuri che tu stia facendo le scelte giuste e che non ti metterai nei guai.
    • Tieni presente che fa parte del loro dovere garantire la sicurezza e il benessere dei figli. Ciò che ai tuoi occhi sembra prepotente o indiscreto è, in realtà, un atteggiamento che rientra nelle loro responsabilità, perciò per loro è necessario assicurarsi che tutto vada bene nella tua vita. Se lo interpreti sotto questa luce, si tratta effettivamente di un comportamento amorevole e premuroso!
  4. 4
    Non essere fiscale. Quando molte delle cose che dicono o fanno ti sembrano estremamente fastidiose, sei portato ad attribuire motivazioni non necessariamente aderenti alle loro intenzioni. Dal momento che non c'è modo di conoscere realmente quello che una persona pensa o il motivo che sta dietro un discorso o un'azione, è meglio non essere pedanti.[2]
    • In famiglia si tende a ribadire più e più volte gli stessi concetti, affinché i figli sappiano perché i genitori parlano o agiscono in un determinato modo. Tuttavia, facendo un passo indietro e rendendoti conto che non puoi leggere nel pensiero, guarderai la situazione da un altro punto di vista. Ad esempio, se i tuoi ti hanno tormentato al lungo per i danni causati al parafango della macchina appena comprata, penserai immediatamente che tua madre esita a prestartela perché non ha dimenticato il tuo errore e non si fida più di te. Se, invece, fai un passo indietro, capirai che esiste una serie di ragioni dietro al fatto che non voglia prestarti l'auto: potrebbe averne bisogno lei stessa, per esempio, o forse preferisce che tu finisca di studiare prima di uscire con i tuoi amici.
    • Se ti ritrovi a fare sempre le stesse discussioni, è meglio chiedere che cosa tu puoi fare per cambiare questo schema. C'è qualche comportamento che puoi modificare, qualche abitudine che potresti prendere o eliminare, affinché non continuino a infastidirti? Potrebbe essere così semplice come ricordarsi di raccogliere i calzini da terra!
  5. 5
    Includili in ciò che fai. Anche se trascorrere più tempo con dei genitori fastidiosi può sembrare una contraddizione, a volte le seccature che ti procurano potrebbero dipendere dal fatto che si sentono estromessi dalla tua vita. Trascorrere del tempo con loro – per esempio, invitandoli ad andare tutti insieme al centro commerciale o a stare in casa a guardare un film di venerdì sera invece di uscire con gli amici – può essere la soluzione affinché ti lascino in pace.
    • Brontolare e assillarti potrebbe essere un segnale del fatto che i tuoi preferirebbero essere considerati quando devi prendere decisioni importanti. Perciò, quando la prossima volta ti trovi in circostanze del genere, non trascurare di chiedere prima a tua madre e tuo padre come la pensano. Ti saranno grati per averli messi a parte della situazione e di aver chiesto il loro parere – d'altra parte, ti risparmierai un bel mal di testa in seguito (senza contare che potresti ricevere qualche utile consiglio).[3]
    • Includere nella propria vita un genitore fastidioso può dare risultati insperati soprattutto se si tratta della madre del fidanzato. Prova a coinvolgerla in qualche attività, come andare fuori a cena. In questo modo le potrai dimostrare che non ti senti in competizione affettiva con lei.[4]
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Avere a Che Fare con i Genitori se Sei Adulto

  1. 1
    Minimizza mentalmente la situazione. Appena salta fuori qualche seccatura con i tuoi genitori, fai qualche respiro profondo e cerca di rilassarti, staccandoti dal contesto. L'obiettivo è tenere controllare le reazioni naturali del corpo (il rilascio degli ormoni dello stress) quando i tuoi iniziano a infastidirti. Infatti, se lasciati incontrollati, gli ormoni possono aggravare la situazione e portare a una reazione di cui in seguito potresti pentirti.[5]
    • Per tirarti fuori da una determinata situazione, forse è necessario rassicurarli. Ad esempio, se ti secca che i tuoi ti chiedano qualcosa un secondo dopo che sei tornato a casa da una vacanza, magari dovresti spiegare brevemente che farai quello che ti chiedono non appena avrai avuto la possibilità di mangiare e rilassarti.[6]
    • Se puoi, allontanati dalla situazione. Abbandona la stanza o la zona, o almeno cerca di uscire dalla conversazione. Prova a farlo prima che le tue emozioni prendano il sopravvento.
    • Gli ormoni dello stress, responsabili della reazione di "fuga o lotta", sono il cortisolo e la noradrenalina.[7] Tale reazione è il modo in cui il corpo reagisce immediatamente quando deve scappare, ad esempio, dall'attacco di un orso, ma non è necessariamente utile quando tua madre ti chiede per l'undicesima volta se il tuo fidanzato ti ha fatto la proposta di matrimonio.
  2. 2
    Prendi la strada maestra. Quando i tuoi genitori fanno domande fastidiose o imbarazzanti, dai per scontato che hanno buone intenzioni e rispondi gentilmente, invece di perdere il controllo. In questo modo sbollirà la rabbia o l'irritazione.[8]
    • Può essere difficile dare per scontato che i genitori siano in buona fede quando ti infastidiscono ripetendo o facendo sempre le stesse cose, ma sfrutta a tuo vantaggio il fatto che conosci bene la situazione: prima di trovarti ancora una volta nelle medesime circostanze, pensa a ciò che in passato ha funzionato, quindi ripeti mentalmente la scena, questa volta immaginando come reagire di fronte a quegli aspetti che hanno dati i frutti sperati e valutando altre tattiche che ti aiutino a tenere tranquilla la situazione. Ad esempio, se i tuoi ti chiedono sempre quando andrai a vivere da solo, immagina ciò che devi dire e fare affinché la situazione non degeneri – in questo modo non avrai difficoltà quando di domenica a cena ti verrà rivolta inevitabilmente la stessa domanda.
  3. 3
    Cambia argomento. Niente ti impone di sorbirti fino alla fine una predica o una conversazione noiosa. Scegli un argomento prendendo spunto da ciò che dicono, e cambia discorso oppure fai un'osservazione a caso su qualcosa che vedi intorno a te. Potrebbe essere sufficiente a fermarli improvvisamente e a dirigere la conversazione su qualcos'altro.
    • Puoi cercare di cambiare argomento ridendo e scrollandoti di dosso domande o commenti scomodi. Forse non funzionerà sempre, ma è facile che i tuoi capiscano e vadano oltre.
    • Puoi fare un'osservazione sull'arredamento di casa, un commento sui vicini o una domanda su un parente.
  4. 4
    Passa all'offensiva. Se tutto ciò non dovesse risolvere il problema, forse è necessario provare qualche strategia offensiva per impedire che i tuoi genitori continuino a tormentarti o per comunicare loro che ti stai innervosendo.
    • Utilizza un sarcasmo gentile. Prova a dire qualcosa come: "Grazie per questa domanda inopportuna!", oppure, con una voce che simuli contentezza, "Questa conversazione è proprio quello che mi serviva nel mio giorno di riposo!". Se agisci in modo sprezzante alle domande dei tuoi genitori o se rispondi senza entusiasmo, probabilmente si renderanno conto che ti stanno infastidendo e ti lasceranno in pace.[9]
    • Cerca di arrivare a loro prima che loro arrivino a te. Se avverti che possano incominciare a infastidirti, magari girando attorno all'argomento con una serie di domande, cambia tema: ad esempio, chiedi del lavoro o degli amici, portandoli a parlare di qualcos'altro. Orientando la loro attenzione verso un'altra direzione, dirotterai il discorso da un argomento che sicuramente ti avrebbe irritato.[10]
    • Fai una domanda cui hanno difficoltà a rispondere, prima che abbiano la possibilità di scocciarti con una richiesta fastidiosa. Se sono all'oscuro di politica, religioni o magari hanno qualche perplessità sui mercati azionari, non esitare a porre un questione. Andando avanti su questo percorso, avrai la possibilità di gestire la conversazione.[11]
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Avere a Che Fare con i Genitori di un Bambino Affidato alle Tue Cure

  1. 1
    Stabilisci le aspettative in modo chiaro. Spesso i genitori sono fastidiosi perché lasciati a se stessi, liberi di decidere da soli come comportarsi. Se fin dall'inizio chiarisci le aspettative in materia di protocolli appropriati che riguardano aspetti quali pagamenti, vestiario, trasferimenti, comunicazione e così via, puoi limitare il loro modo di agire.[12]
  2. 2
    Presta ascolto. Molte volte i genitori sono seccanti perché ritengono di non essere ascoltati. Se li ascolti e dai loro l'opportunità di sfogarsi, potrai calmare la situazione e risolverai il problema.[13]
    • È indispensabile adottare una linea di comunicazione aperta. Se i genitori si sentono in grado di comunicare con te, riusciranno ad affrontare preoccupazioni e frustrazioni, evitando di infastidirti.
  3. 3
    Prendi tutto con semplicità. I reclami saranno frequenti, ma non lasciare che ti facciano dubitare di te stesso o delle tue capacità.[14] Le lamentele dei genitori non devono influenzarti, perciò prendile con un sorriso e, indipendentemente da quanto sembri difficile, sappi che riuscirai a superare questo momento.
    • Se hai a che fare con un genitore che si lamenta o che ti incolpa dei problemi del figlio, renditi conto che quasi sicuramente i dissapori dipendono dal genitore, non da te: presumibilmente si comporterà allo stesso modo con gli insegnanti e altri supervisori del bambino.[15]
  4. 4
    Sappi cosa vale la pena. Alcune discussioni meritano, altre meno. Sappi quando intervenire affinché la situazione peggiori e quando arrenderti. Se un genitore vuole qualcosa che non ti costa grandi sacrifici, accetta e sopporta![16]
    • Sii comprensivo, ma non farti calpestare. In altre parole, se qualche volta puoi ammorbidire le regole per rendere felici i tuoi genitori, senza recare danni a te stesso nel corso del tempo, potresti guadagnare un'amicizia e porre fine alle seccature.[17]
    • Tuttavia, non fare nulla che a lungo andare possa sacrificare la tua posizione, perché non ne varrà la pena, e utilizza questa tattica con moderazione, altrimenti sarai noto per trasgredire le regole e avrai una lunga coda di genitori disperati ed esasperanti davanti alla tua porta.[18]
    Pubblicità

Consigli

  • In molti casi, i genitori non intendono infastidire né sono consapevoli di essere seccanti. Non è nient'altro che il loro modo di comportarsi, maturato nel corso del tempo. Anche se non è una giustificazione né un dato di fatto necessariamente accettabile, dovresti sforzarti di mantenere le tue emozioni sotto controllo, a meno che tu non voglia litigare o trovarti in una situazione davvero scomoda.
  • Quando vieni seccato, prova a calmarti rendendoti conto che anche tu, a volte, puoi risultare fastidioso agli occhi degli altri. Nessuno è perfetto. Chi non ha mai irritato qualcuno!
  • Un'altra cosa da ricordare è che ricevere seccature può renderci fastidiosi. Tendiamo a inveire e infuriarci quando ci sentiamo infastiditi (e altèri), diventando persino intrattabili. Perciò, il fastidio può trasformarsi in una sorta di circolo vizioso, se non lo teniamo sotto controllo.[19]
  • Molte delle strategie che riguardano i propri genitori funzionano sia con i genitori del partner sia con quelli degli amici.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Fargli Sentire la Tua MancanzaFargli Sentire la Tua Mancanza
Smettere di Amare Qualcuno Che Non Ti AmaSmettere di Amare Qualcuno Che Non Ti Ama
Capire se un Ragazzo ti Cerca solo per il SessoCapire se un Ragazzo ti Cerca solo per il Sesso
Dire a una Ragazza che Ti Piace Senza Essere RespintoDire a una Ragazza che Ti Piace Senza Essere Respinto
Comportarti quando Ti Senti EsclusoComportarti quando Ti Senti Escluso
Capire se un Ragazzo Non è Più Interessato a TeCapire se un Ragazzo Non è Più Interessato a Te
Dimenticare una Persona che AmiDimenticare una Persona che Ami
Capire se Non Sei Più Innamorato del Tuo PartnerCapire se Non Sei Più Innamorato del Tuo Partner
Capire Quando la Tua Ragazza Vuole LasciartiCapire Quando la Tua Ragazza Vuole Lasciarti
Capire se l'Ex Tiene Ancora a TeCapire se l'Ex Tiene Ancora a Te
Capire se la Relazione è FinitaCapire se la Relazione è Finita
Capire se Alla Tua Ragazza Piace Qualcun AltroCapire se Alla Tua Ragazza Piace Qualcun Altro
Superare l'Ossessione per una PersonaSuperare l'Ossessione per una Persona
Dimenticarsi di una PersonaDimenticarsi di una Persona
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 18 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 6 333 volte
Questa pagina è stata letta 6 333 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità