Scarica PDF Scarica PDF

Le mestruazioni sono sempre una scocciatura, ma il fastidio aumenta quando durano a lungo. Mediamente la durata delle mestruazioni va da 4 a 6 giorni, ma talvolta il ciclo può essere più breve o più lungo. Se le mestruazioni sono più lunghe o abbondanti del solito è importante consultare il medico per determinare quale sia la causa. Nel frattempo puoi prendere dei provvedimenti che ti aiutino ad alleviare i sintomi fisici e a gestire le emozioni negative che molte donne sperimentano durante il ciclo. Al termine delle mestruazioni puoi fare degli esami per evitare che il problema si ripresenti in futuro. In termini medici le mestruazioni prolungate si definiscono "sanguinamento uterino anomalo" (o atipico) e richiedono una visita dal ginecologo.

Metodo 1 di 3:
Alleviare i Sintomi Fisici

  1. 1
    Prendi un antidolorifico. Spesso le mestruazioni prolungate sono accompagnate da crampi dolorosi. Potresti soffrire anche di mal di schiena e desiderare un po' di sollievo. Vai in farmacia e acquista un antidolorifico da banco, per esempio a base di ibuprofene, che ti aiuti ad alleviare il dolore. Segui attentamente le istruzioni relative al dosaggio.[1]
    • Esistono antidolorifici formulati in modo specifico per combattere i dolori mestruali: chiedi consiglio al tuo farmacista di fiducia.
  2. 2
    Allevia i crampi mestruali e il mal di schiena con una compressa calda. Puoi usare il calore in molti modi per trovare sollievo dai dolori causati dalle mestruazioni, per esempio prova a posizionare una boule elettrica nella zona addominale o lombare.[2]
    • In alternativa puoi fare una doccia bollente o un lungo bagno rilassante; il calore aiuterà i muscoli a distendersi.
    • Usa il calore come rimedio ogni volta che ne senti la necessità per tenere a bada i sintomi delle mestruazioni fino al termine del ciclo.
  3. 3
    Fai attività fisica a un livello leggero. Quando l'addome è colpito dai crampi è probabile che il tuo unico desiderio sia quello di rimanere accoccolata nel letto, ma muoverti un po' può aiutarti realmente a stare meglio. Cerca di fare un po' di attività fisica ogni giorno anche durante il ciclo per stimolare la produzione di endorfine e distrarre la mente dal dolore.[3]
    • Prova a nuotare lentamente o a eseguire alcuni esercizi a ritmo di musica per alleviare il dolore causato dalle mestruazioni.
    • Potrebbero essere necessarie diverse sessioni di attività fisica per ottenere benefici concreti, quindi è meglio programmarle in anticipo.
  4. 4
    Mangia in modo sano. Anche se hai una voglia matta di cibi dolci o molto salati, fai del tuo meglio per resistere. È normale avere voglie alimentari durante il periodo delle mestruazioni, ma cerca di mangiare in modo sano per sentirti meglio. Se le mestruazioni prolungate sono un problema ricorrente che ti accompagna per buona parte del mese, mangiare sano dovrebbe diventare una norma e non un'eccezione.[4]
    • È possibile che le banane e i fiocchi d'avena abbiano la capacità di alleviare i crampi mestruali, quindi la prossima volta prova a combatterli mangiando una tazza di porridge alla banana.
    • Evita invece gli snack salati, come noccioline e patatine, perché aggravano il gonfiore addominale.
  5. 5
    Combatti il mal di testa con il ghiaccio. I mal di testa da ormoni sono comuni durante il ciclo mestruale. Quando sopraggiunge il dolore, posiziona una compressa fredda sulla parte della testa che ti fa male. Avvolgi la compressa o il ghiaccio in un asciugamano per proteggere la pelle dal freddo intenso.[5]
    • Tieni la compressa in posa per una decina di minuti. Se il freddo ti dà sollievo, puoi ripetere l'applicazione ogni volta che ne senti il bisogno.
  6. 6
    Prova l'agopuntura. Molte persone combattono con efficacia il mal di testa usando l'agopuntura. Prendi appuntamento con un agopunturista della tua città e valuta i risultati. Puoi trovare un medico specializzato chiedendo consiglio ad amici o familiari o cercando in internet qualcuno che abbia buone referenze.[6]
    • Prenota in anticipo le sedute di agopuntura. Se le mestruazioni prolungate sono un problema ricorrente, prenota le sedute di agopuntura in anticipo per non dover sopportare il mal di testa a lungo.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Gestire le Emozioni Negative

  1. 1
    Bevi una tisana per alleviare lo stress. Purtroppo le mestruazioni sono spesso accompagnate da emozioni negative come ansia, irritabilità, tristezza o depressione. Quando il ciclo dura più del normale, il malessere sembra non avere fine. Bere una tisana calda può aiutarti a sconfiggere il cattivo umore: per esempio la camomilla, il limone e il basilico sacro sono notoriamente rilassanti.[7]
    • Prova varie tipologie di tisane per trovare quella che ti dà maggior sollievo.
    • Chiedi consiglio in un negozio specializzato in tè e tisane.
  2. 2
    Rilassati praticando yoga. Lo yoga ti aiuta ad alleviare l'ansia e promuove il buonumore. Prova a frequentare una lezione presso la tua palestra o in uno studio di yoga comodo da raggiungere. Invita un'amica per rendere l'esperienza ancor più piacevole.[8]
    • Scegli una pratica dolce o rivitalizzante se senti il bisogno di rilassarti e allontanare il malessere.
    • Se preferisci, puoi praticare yoga in casa seguendo uno dei numerosi video disponibili online.
    • Se le mestruazioni prolungate sono un problema frequente, dovresti provare a praticare yoga regolarmente.
  3. 3
    Trova il tempo di riposarti e rilassarti. Quando le emozioni negative ti assalgono, la soluzione può essere quella di prenderti una pausa, in special modo se le mestruazioni e il malessere ti accompagnano da diversi giorni. Allontana il senso di colpa e prenditi del tempo libero per concederti una pausa. Prenditi cura di te dedicandoti a un'attività in grado di farti sentire riposata e rinvigorita.[9]
    • Per esempio puoi accoccolarti comodamente sul divano e guardare la tua serie TV preferita.
    • In alternativa puoi concederti un massaggio o una pedicure se pensi che possa farti sentire meglio.
  4. 4
    Consulta il medico se senti il bisogno di un aiuto per combattere le emozioni negative. È normale sentirti depressa durante i primi giorni del ciclo mestruale. Se le mestruazioni durano molto più del solito, anche le emozioni negative e la depressione potrebbero accompagnarti per più tempo. Se questi sentimenti interferiscono con la tua vita quotidiana, consulta il medico per sapere quali farmaci possono aiutarti.[10]
    • Valuta con il medico i possibili effetti collaterali dei medicinali, come nausea o disturbi del sonno.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Valutare Cause e Trattamenti con il Medico

  1. 1
    Riconosci quando è necessario andare dal medico. Mediamente la durata delle mestruazioni va da 2 a 7 giorni. Prendi appuntamento con il medico se nel tuo caso il ciclo dura più a lungo o se il dolore e gli altri sintomi stanno peggiorando.[11]
    • Inizialmente puoi prendere appuntamento con il medico di base, ma è probabile che in seguito dovrai farti visitare da un ginecologo per capire qual è la causa e quale il trattamento giusto per le mestruazioni prolungate.
  2. 2
    Se fai uso della spirale, valuta con il medico se potrebbe essere la causa delle mestruazioni prolungate. Sfortunatamente i dispositivi intrauterini possono influire sulla durata e l'intensità del flusso mestruale. Se fai uso della spirale, parlane con il medico per valutare le eventuali responsabilità sulla durata del ciclo. Generalmente è un effetto che svanisce nel tempo.[12]
  3. 3
    Prova un contraccettivo orale. Dato che è ampiamente dimostrato che la pillola anticoncezionale è in grado di regolare il ciclo mestruale, il medico potrebbe suggerirti di iniziare a usare un contraccettivo orale. Gli ormoni contenuti nella pillola anticoncezionale contribuiscono a normalizzare il ciclo e ad alleviare i sintomi negativi che lo accompagnano. Oltre ai benefici, devi valutare con il medico anche i possibili effetti collaterali causati dalla pillola, come l'aumento di peso o la nausea.[13]
    • È importante assumere la pillola in modo regolare seguendo le istruzioni del medico.
    • La pillola anticoncezionale va assunta ogni giorno alla stessa ora, quindi metti una sveglia sul telefonino per non dimenticartene.
  4. 4
    Valuta con il medico altri metodi anticoncezionali. Se non vuoi avere l'obbligo di assumere la pillola ogni giorno, hai a disposizione un'ampia varietà di alternative. Per esempio puoi provare a usare la spirale, un dispositivo intrauterino che viene inserito nell'utero per prevenire una possibile gravidanza e ridurre il flusso mestruale. Il dispositivo rilascia nell'utero un ormone chiamato progestina che contribuisce alla riduzione del flusso.[14]
    • La spirale deve essere inserita da un medico.
    • Un'altra possibile alternativa è un impianto contraccettivo sottocutaneo. Consulta il medico per valutare quale potrebbe essere la soluzione migliore nel tuo caso.[15]
  5. 5
    Sottoponiti a un esame pelvico. Per poter formulare una diagnosi, il medico potrebbe prescriverti una serie di esami. Non temere: nella maggior parte dei casi si tratta di esami che non provocano dolore, ma anche nel caso in cui dovessi avvertire un leggero fastidio non durerà a lungo.[16]
    • Programma la data degli esami tra una mestruazione e l'altra.
    • Preparati a doverti svestire dalla vita in giù. Se vuoi, puoi chiedere che sia presente un'infermiera per sentirti più a tuo agio.
  6. 6
    Se necessario, sottoponiti a ulteriori esami. Il medico potrebbe aver bisogno di altre informazioni e prescriverti ulteriori esami, per esempio le analisi del sangue o delle urine. In alcuni casi potrebbe essere necessaria anche un'isteroscopia, ovvero un esame che consente di esaminare meglio l'utero. Anche in questo caso, non temere: si tratta di esami di routine. Ricorda che il tuo medico vuole solo aiutarti a stare meglio.[17]
  7. 7
    Cura le patologie correlate al problema delle mestruazioni prolungate. Se i risultati degli esami hanno evidenziato la causa del disturbo, collabora con il medico per trovare una cura adatta. Per esempio, se ha scoperto la presenza di un fibroma uterino, potrai ricorrere ai farmaci o a un piccolo intervento chirurgico.[18]
    • Se ti è stata diagnosticata la malattia infiammatoria pelvica, il medico potrebbe prescriverti una terapia a base di antibiotici.
    • Sentiti libera di chiedere un secondo parere se preferisci valutare altre opzioni.
  8. 8
    Impara a identificare i sintomi dell'anemia, possibile conseguenza della perdita di sangue. A causa delle mestruazioni prolungate le riserve di ferro dell'organismo potrebbero ridursi, dato che questo elemento è necessario per costituire nuovi globuli rossi. Se le riserve sono in esaurimento, può subentrare l'anemia e in tal caso è necessario andare dal medico per farti prescrivere un integratore di ferro. La lista di sintomi da tenere sotto controllo include:[19]
    • Cute pallida.
    • Debolezza.
    • Stanchezza.
    Pubblicità

Consigli

  • Rispetta i limiti del tuo corpo: non fare sforzi se non ti senti bene.
  • Consulta il medico ogni volta che sei preoccupata riguardo alla tua salute.
  • Mediamente le perdite durante un ciclo mestruale sono di circa 30 ml, ma si considerano normali fino a 60 ml.
Pubblicità

Avvertenze

  • In caso di perdite eccessive è importante consultare il medico perché potrebbe essere necessario un trattamento di emergenza.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Fare il Bagno con le MestruazioniFare il Bagno con le Mestruazioni
Far Cessare il Ciclo MestrualeFar Cessare il Ciclo Mestruale
Stimolare l'Arrivo delle MestruazioniStimolare l'Arrivo delle Mestruazioni
Inserire gli Ovuli VaginaliInserire gli Ovuli Vaginali
Rimpicciolire il SenoRimpicciolire il Seno
Prevenire i Grossi Coaguli di Sangue Durante le MestruazioniPrevenire i Grossi Coaguli di Sangue Durante le Mestruazioni
Riconoscere le Perdite di Sangue da ImpiantoRiconoscere le Perdite di Sangue da Impianto
Fare gli Esercizi di KegelFare gli Esercizi di Kegel
Fermare un Abbondante Ciclo Mestruale in Modo NaturaleFermare un Abbondante Ciclo Mestruale in Modo Naturale
Trattare le Lesioni VaginaliTrattare le Lesioni Vaginali
Capire se Hai Avuto un Aborto SpontaneoCapire se Hai Avuto un Aborto Spontaneo
Togliere un Assorbente Interno IncastratoTogliere un Assorbente Interno Incastrato
Evitare la Gravidanza senza Usare il PreservativoEvitare la Gravidanza senza Usare il Preservativo
Abbreviare il Ciclo MestrualeAbbreviare il Ciclo Mestruale
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Luba Lee, FNP-BC, MS
Co-redatto da:
Comitato di Revisione Medica
Questo articolo è stato co-redatto da Luba Lee, FNP-BC, MS. Luba Lee lavora come Infermiera di Famiglia Iscritta all’Albo in Tennessee. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche alla University of Tennessee nel 2006. Questo articolo è stato visualizzato 10 481 volte
Categorie: Salute Donna
Questa pagina è stata letta 10 481 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità