Come Gestire il Tempo durante gli Esami

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 14 Riferimenti

In questo Articolo:Sostenere l'EsamePrepararsi per l'EsameMettere in Pratica il Piano

Superare con successo un esame è una capacità che in genere si acquisisce con un po' di pratica. Ottenere un buon voto non dipende solo da quanto riesci a ricordare di quello che hai imparato durante le lezioni, ma anche dal mantenere un buon ritmo per avere tutto il tempo necessario per svolgere ogni sezione del compito. Una buona gestione del tempo ti garantisce di superare brillantemente la prova.

Parte 1
Sostenere l'Esame

  1. 1
    Rispondi prima alle domande semplici. Una buona tecnica durante gli esami è dare priorità ai quesiti più facili. L'obbiettivo è di completare queste parti in fretta, preferibilmente più velocemente rispetto a quanto preventivato, per avere del tempo in più da dedicare alle domande più complesse.[1]
    • Il problema che può sorgere con questa strategia, rispetto a dedicare a ciascuna sezione il tempo previsto, è saltare un quesito pensando che sia più difficile di quanto non sia in realtà; potresti anche correre il rischio di non riuscire a ritornare sulle parti tralasciate.
  2. 2
    Concentrati sul valore della domanda. Dopo aver risolto i problemi più semplici, dedica il tempo ai quesiti dal punteggio maggiore. È molto più sensato passare 10 minuti su una domanda da 20 punti invece che lo stesso tempo su 10 problemi da un punto ciascuno. In altri termini, investire 10 minuti per guadagnare 20 punti con una domanda è molto più "redditizio" che impiegarli per ottenere 10 punti con 10 domande.[2]
    • Il testo dell'esame dovrebbe riportare chiaramente il valore o il peso percentuale di ogni sezione o quesito; se hai dei dubbi, chiedi all'insegnante.
  3. 3
    Controlla l'orologio. Indossane uno per rispettare il tempo che hai deciso di dedicare a ogni parte dell'esame; non ti è concesso portare un cellulare e potrebbe non esserci un orologio alla parete, devi quindi procurarti uno strumento per mantenere il ritmo.[3]
  4. 4
    Non avere fretta. Se hai studiato, ti sei esercitato, hai letto l'enunciato dell'esame e organizzato il tempo, non hai alcun motivo di sentirti impaziente. Potresti provare un po' d'ansia o voler accelerare per finire presto il test, ma la gestione del tempo è una questione di ritmo; mantieni quindi un "passo" regolare e attieniti al piano.[4]
  5. 5
    Fai un paio di respiri profondi. Dopo aver completato ogni sezione, concediti pochi secondi di pausa e respira prima di continuare; in questo modo, non procedi in maniera frettolosa e puoi organizzare efficacemente il tempo. È anche un buon metodo per prepararti mentalmente al prossimo quesito.[5]
  6. 6
    Sii pronto agli imprevisti. Non importa quanto tu abbia studiato per il test e con quanta precisione abbia organizzato il tempo a tua disposizione, c'è sempre qualcosa che può andare storto; tuttavia, non è la fine del mondo e non dovresti per questo uscire dal programma che hai stabilito. Tieni in considerazione la possibilità che possano manifestarsi degli intoppi e sii pronto a ogni eventualità.[6]
    • Porta con te almeno due penne o due matite;
    • Se la calcolatrice è consentita, tieni anche delle batterie di scorta;
    • Porta dei fogli o un quaderno in più;
    • Dovresti anche organizzare un piccolo kit per le emergenze con delle caramelle balsamiche, una gomma, dei cerotti e il burrocacao.

Parte 2
Prepararsi per l'Esame

  1. 1
    Riconosci il formato dell'esame. Che tu stia affrontando un esame standardizzato o un compito in classe, probabilmente puoi sapere in anticipo qual è la struttura del test; questa informazione ti aiuta a studiare e ti fornisce un'idea di come gestire la materia.[7]
    • Per esempio, se l'insegnante ti ha detto che ci saranno tre domande a risposta aperta rispondendo alle quali devi mettere in relazione degli argomenti macroscopici con testi specifici che hai letto durante le lezioni, devi cominciare a riflettere sulle argomentazioni e sulla tesi da cui partire.
    • Se invece ci saranno 15 quesiti a risposta multipla e altrettanti con risposta "vero o falso", dovresti studiare concentrandoti soprattutto sui fatti e sulle date.
  2. 2
    Procurati le dispense. Se devi superare un esame standardizzato, ci sono diverse guide a disposizione; ciascuna di queste offre esercizi, materiale di studio e consigli per affrontare la prova. La dispensa è in genere corredata da alcune simulazioni d'esame, grazie alle quali puoi conoscere il tuo livello di preparazione e valutare la tua prestazione.[8]
    • La biblioteca della zona o della scuola potrebbe mettere a disposizione queste guide che puoi consultare solo nella biblioteca stessa.
    • Puoi trovare delle copie anche online a un prezzo davvero ridotto.
  3. 3
    Esercitati a rispondere alle domande aperte. In questo modo, puoi sottoporre il tuo elaborato a diverse persone e ottenere dei riscontri, ad esempio puoi chiedere consigli all'insegnante oppure al centro per la scrittura dell'università. Questi feedback ti aiutano a identificare le parti del saggio che devono essere sviluppate e ad acquisire una certa familiarità con la scrittura; più ti eserciti e più rapido ed efficiente diventi.[9]
    • Il docente potrebbe fornirti delle domande aperte d'esempio, se glielo chiedi; potrebbero essere i testi d'esame degli anni precedenti o solo dei quesiti che il professore ritiene utili come esercizi.
    • Non dare per scontato che l'insegnante o il centro per la scrittura rilegga la tua tesi; chiedi con educazione se qualcuno è disposto a farlo e ad offrirti dei consigli.
  4. 4
    Ripassa i tuoi punti deboli. Dedica più tempo agli argomenti su cui puoi migliorare perché è un approccio che si rivela utile in qualche modo; ti consente di essere più preparato nella materia in cui non sei molto portato e di preoccuparti meno quando la incontrerai durante il test; questo ti permette anche di sviluppare delle strategie per gestire tali argomenti in maniera rapida ed efficiente.[10]
    • Un buon esempio di questa situazione è la sezione verbale del GRE. Molte persone pensano che sia la parte più complessa a cui si debba dedicare parecchio studio attraverso le flashcard e lo sviluppo di strategie per i significati, i sinonimi e gli antonimi delle parole.
  5. 5
    Organizza un piano di studio. Fai in modo che sia realistico e di poterlo rispettare; così facendo, ti assicuri di dedicare abbastanza tempo allo studio adattandolo alle tue necessità e di riuscire a gestire accuratamente il tempo durante il test.[11]
    • Esistono dei modelli gratuiti di calendari e programmi di studio che puoi scaricare da internet.
    • Alcune agende per studenti sono già dotate di pagine dedicate al piano di studio.

Parte 3
Mettere in Pratica il Piano

  1. 1
    Leggi tutte le domande. Una volta ricevuto il testo d'esame, leggilo tutto attentamente ancora prima di prendere la penna. Questo ti permette di individuare le informazioni importanti nascoste fra le righe e capire se ci sono delle domande che puoi scegliere (ad esempio l'enunciato dell'esame ti chiede di rispondere solo a uno dei tre quesiti elencati).[12]
    • La lettura di tutto il testo consente di capire il formato dell'esame e di adattare o modificare la programmazione che hai stabilito.
  2. 2
    Sviluppa un budget del tempo. Hai letto la prova d'esame e sai com'è organizzata; concediti quindi un minuto per dividerla in sezioni e decidere quanto tempo dedicare a ciascuna. In linea generare, hai bisogno di più tempo per le domande a risposta aperta rispetto a tutte le altre.[13]
    • I quesiti "vero/falso" o a risposta multipla sono quelli che richiedono meno tempo per rispondere; dovresti stabilire un minuto per domanda, anche se 30 secondi dovrebbe essere una stima più realistica. Dedica almeno metà del tempo concesso per l'esame alle domande discorsive.
    • Prevedi inoltre qualche minuto per rileggere le risposte prima di consegnare il test. Non c'è nulla di peggio di dover ripetere il test solo perché hai commesso dei banali errori di calcolo o hai invertito l'ordine delle risposte.
  3. 3
    Sviluppa una strategia. A questo punto, hai letto tutti i quesiti o stabilito una gestione del tempo, non ti resta che decidere da dove "attaccare" il test. Potresti cominciare con le domande discorsive, dato che in genere richiedono un tempo maggiore rispetto a barrare una casella con la risposta corretta. Al contrario, potresti iniziare dalle frasi da completare perché sono quelle in cui devi impegnare le tue abilità mnemoniche.[14]
    • Dato che hai svolto parecchi esercizi, dovresti avere una buona idea generale della strategia migliore da mettere in atto ancora prima di presentarti al'esame.
    • Se devi sostenerne uno standardizzato, le guide dello studente dovrebbero indicarti qual è il metodo migliore per superarlo e utilizzare il tempo in maniera efficiente.

Consigli

  • Concediti il tempo per soddisfare le normali esigenze quotidiane oltre che studiare.
  • Scrivi il programma con delle penne colorate per renderlo più vivace.
  • Cerca di mantenere la calma quanto più possibile durante il test.

Avvertenze

  • Essere di fretta prima di un esame ti fa perdere ancora di più la concentrazione e ti induce a dimenticare il materiale necessario.
  • Studiare tutta la notte prima dell'esame funziona raramente.
  • Non studiare la stessa materia per troppo tempo perché ti affatichi mentalmente.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Tecniche di Apprendimento

In altre lingue:

English: Manage Time for Tests, Español: gestionar el tiempo en los exámenes, Português: Administrar o Tempo Durante uma Prova, Français: gérer son temps lors d'un examen

Questa pagina è stata letta 1 317 volte.
Hai trovato utile questo articolo?