Come Gestire le Persone che Ti Criticano

Scritto in collaborazione con: Trudi Griffin, LPC

In questo Articolo:Reazione a CaldoSviluppare una StrategiaPrendersi Cura di Sé14 Riferimenti

Non è affatto bello sentirsi insultati. Le critiche, le prese in giro e le offese possono ferire nel profondo. Puoi però affrontare i responsabili di tali insulti per convincerli a smetterla e a lasciarti in pace. Devi semplicemente imparare a prenderti cura di te e a reagire correttamente.

1
Reazione a Caldo

  1. 1
    Evita di reagire subito. Quando qualcuno prova a buttarti giù, affronta la situazione senza reagire di impulso. Una replica tagliente o una risposta arrabbiata non farà che gettare legna sul fuoco. Gli darai infatti quello che vuole: una reazione da parte tua [1]. Un'altra cosa: non ti farà bene reagire spinto dalla rabbia o da altre emozioni negative. Rischi di fare o dire qualcosa di cui potresti pentirti [2].
    • Fai uno o due respiri profondi per mantenere la calma.
    • Conta lentamente fino a cinque mentre cerchi di tranquillizzarti.
  2. 2
    Non vendicarti. Forse hai la tentazione di ripagarlo con la stessa moneta, ma una reazione del genere ti farà abbassare al suo stesso livello. Può inoltre accrescere la tensione, quindi non risolverà affatto il problema [3].
    • Proprio come succede quando reagisci d'impulso, provare a vendicarti gli darà quello che vuole.
    • Per quanto tu ti senta tentato, non rispondere ai commenti e alle pubblicazioni scortesi online scrivendo post sulla stessa linea.
    • Non spettegolare su questa persona. Ti farà sentire bene momentaneamente, ma non ti aiuterà affatto a risolvere il problema [4].
  3. 3
    Ignoralo. A volte il silenzio è l'arma migliore [5]. Se ignori una persona che ti insulta, le neghi il piacere di ottenere una reazione da parte tua. Eviterai così di sprecare tempo ed energie per qualcuno che non ne vale la pena. Inoltre, il suo pessimo comportamento verrà messo ancora di più in risalto dal tuo atteggiamento impeccabile.
    • Comportati come se non ti avesse detto niente.
    • Continua a fare quello che stavi facendo senza guardarla nemmeno.
    • A meno che questa persona non sia particolarmente ostinata, probabilmente ti lascerà in pace quando si sentirà ignorata.
  4. 4
    Invitala a smettere. È un metodo diretto per incitarla a darsi una calmata. Se ignorarla non ti ha dato risultati, oppure la situazione è particolarmente fastidiosa o dolorosa, invitarla a smettere può aiutare a risolvere il problema.
    • Assicurati di mantenere la calma. Guardala negli occhi ed esprimiti con un tono di voce controllato, sicuro, chiaro.
    • Per esempio, se un compagno di scuola ti insulta, respira profondamente e digli con calma: "Smettila di offendermi!".
    • Se è un collega di lavoro, potresti provare a dire: "Non gradisco il modo in cui ti rivolgi a me e il modo in cui parli di me. Ti invito a smettere di insultarmi".
    • Se si tratta di un amico e non era sua intenzione offenderti, potresti dirgli: "So che non l'hai fatto apposta, ma quello che hai detto mi ha ferito. Per favore, non denigrarmi in questo modo".

2
Sviluppare una Strategia

  1. 1
    Cerca di capire il motivo del suo comportamento. Le persone insultano per svariate ragioni. Non sempre lo fanno di proposito e non sempre hanno intenzione di ferire [6]. Comprendere il motivo per cui qualcuno si comporta in un certo modo può aiutarti a capire come agire di conseguenza.
    • Qualcuno lo fa per insicurezza o gelosia. Prova a sentirsi meglio con se stesso denigrando gli altri [7].
    • Altri lo fanno perché vogliono colpire qualcuno o attirare l'attenzione su di sé [8]. Per esempio, pensa a quel collega che critica il tuo operato proprio davanti al supervisore.
    • Altri non se ne rendono nemmeno conto o non sono semplicemente in grado di comunicare con efficienza. Per esempio, pensa a una nonna che dice al nipote: "Bella maglia, ti copre bene la pancia".
    • A volte le persone non hanno intenzione di essere antipatiche o ferire e pensano che le proprie prese in giro siano bonarie. Pensa per esempio a quell'amico che ti chiama "nano" perché non sei particolarmente alto [9].
  2. 2
    Stabilisci dei limiti. Alcuni commenti sono fastidiosi, ma è possibile ignorarli. Altri sono crudeli e antipatici, quindi vanno affrontati [10]. Stabilire dove si trova questa linea di confine ti aiuterà a determinare come comportarti di volta in volta.
    • Per esempio, le prese in giro di tuo fratello sono antipatiche, però sai che non dice sul serio e non ha intenzione di ferirti. In genere non è nemmeno il caso di intervenire, a meno che non esageri.
    • Se però un collega di lavoro fa sempre commenti antipatici e tu ti senti scosso, devi intervenire.
    • Se gli insulti sono discriminatori o frequenti, la persona in questione sta oltrepassando ogni limite e va messa in riga.
  3. 3
    Parla con colleghi e compagni. Le persone che non ti conoscono bene ma ti offendono probabilmente hanno cattive intenzioni (o forse sono semplicemente importune per natura). Senza fare scenate, spiega che non sei disposto ad accettare questo comportamento.
    • Se possibile, parlane in privato. Il tuo interlocutore non si sentirà così sotto pressione, inoltre la conversazione sarà rispettosa e completamente incentrata su questo argomento.
    • Potresti dirgli: "Durante la riunione hai commentato la mia idea con una certa asprezza. Apprezzo le opinioni costruttive, ma non gli insulti. Ti chiedo per favore di non farlo di nuovo".
    • Se comincia a insultarti mentre cerchi di dargli spiegazioni, metti fine alla conversazione.
    • Se il comportamento prosegue o peggiora, è necessario denunciarlo a chi di competenza.
  4. 4
    Mostrati assertivo con amici e fratelli. All'inizio può trattarsi di prese in giro innocue, ma a volte si esagera, quindi bisogna invitare l'altra persona a fare un passo indietro. Non ridere quando le dici di smetterla e non insultarla anche tu. Non ti prenderà sul serio e la situazione non cambierà. Mostrati assertivo quando inviti qualcuno a smetterla, con un tono di voce calmo e chiaro.
    • Per esempio "Ahahah, smettila, non vedi che hai le orecchie come Dumbo?" non è un modo efficace per invitare tua sorella a smettere di prenderti in giro.
    • Guardala negli occhi, quindi con un tono di voce calmo e serio prova a dirle: "Ok, ora basta. So che per te è divertente, ma a me dà veramente fastidio, quindi ti chiedo per favore di smetterla".
    • Se non la smette subito, dille: "Ero serio quando ti ho detto di smetterla", quindi vai via. Probabilmente verrà a cercarti e si scuserà. A volte le persone che ti sono più vicine non capiscono quando fai sul serio.
  5. 5
    Mostrati rispettoso con i superiori. A volte genitori, insegnanti o supervisori feriscono, spesso senza neanche rendersene conto. Parla con loro per spiegare che ti senti infastidito da questo comportamento e vuoi che la smettano. Acquisiranno una maggiore consapevolezza dei propri atteggiamenti e dei tuoi sentimenti. È un passo importante da fare per affrontare la situazione a lungo termine [11].
    • Rivolgiti alla divisione di risorse umane e vedi che cosa ti consigliano per gestire gli insulti di un superiore.
    • Se te la senti, parlagli in privato. La conversazione sarà così meno imbarazzante per entrambi.
    • Prova a dire: "Mi sento ferito quando dice che il mio lavoro è stupido" o "So che non sempre il mio rendimento è perfetto, ma la prego di non darmi del pigro. Questo mi ferisce".
    • Se non te la senti di parlarci personalmente o pensi che il tuo superiore ti stia insultando di proposito, dillo a un altro adulto di cui ti fidi o comunicalo alla divisione di risorse umane.

3
Prendersi Cura di Sé

  1. 1
    Non prendertela. Le parole di una persona riflettono quello che è lei, non quello che sei tu. Se fosse felice, non sprecherebbe tutto questo tempo per offendere la gente. Inoltre, è probabile che faccia lo stesso con gli altri, non solo con te. Se ti lasci toccare dalle sue offese, allora le permetti di vincere. Non lasciare che le sue opinioni intacchino la tua autostima o ti facciano stare male con te stesso [12].
    • Elenca tutte le tue qualità migliori per ricordarti che vali.
    • Metti nero su bianco quello che ha detto di te. Per ogni offesa, scrivi tre cose allo scopo di confutarla.
    • Fai una lista di tutte le cose belle che gli altri dicono di te.
  2. 2
    Utilizza delle strategie per gestire lo stress. È stressante avere a che fare con una persona negativa, specialmente se avete interazioni regolari. Impara a usare delle tecniche che ti aiutino a combattere lo stress per affrontare la persona in questione e la tensione che provoca.
    • Pratica la respirazione profonda e la meditazione per mantenere la calma in sua presenza.
    • Pratica la consapevolezza, perché può aiutarti ad affrontare lo stress e magari anche a ignorare la persona che ti dà fastidio.
    • Prova a fare movimento, per esempio jogging o nuoto, per scaricare la tensione.
  3. 3
    Chiedi aiuto. Se una persona ti offende in continuazione o ci va giù pesante, dovresti dirlo a qualcuno e chiedere aiuto, specialmente se si tratta di una figura che ha autorità, come un insegnante, un genitore o un supervisore. Avere una rete di sostegno ti aiuterà in diversi modi. Le persone che ti appoggiano possono difenderti nel bel mezzo dalla tempesta o denunciare l'accaduto [13].
    • Confidati con qualcuno. Spiegagli nel dettaglio la situazione per aiutargli a capirla. Chiedigli una mano per affrontare la persona che ti offende.
    • Puoi semplicemente chiedere a un amico di stare al tuo fianco quando parli con la persona che ti offende per invitarla a smettere.
    • Puoi anche denunciare la persona in questione a chi di competenza.
  4. 4
    Frequenta persone positive. Circondarti di gente che ha un atteggiamento positivo è utile per gestire lo stress comportato dalla situazione che stai vivendo. Ti aiuta anche a prenderti cura di te in generale. Stare in compagnia di gente positiva può combattere lo stress, farti dimenticare la persona che ti ha offeso e come ti ha fatto sentire [14].
    • Cerca di fare amicizia e di parlare regolarmente con persone che ti risollevano l'animo.
    • Non parlare e riparlare della persona che ti ha offeso: fai qualcosa di divertente!

Avvertenze

  • Se ti senti minacciato o temi che possano farti del male, chiama immediatamente le autorità di competenza.
  • Se le offese sono dovute a fattori come razza, età, sesso, orientamento sessuale o disabilità, assicurati di documentare l'incidente e denunciarlo.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Trudi Griffin, LPC. Trudi Griffin lavora come Counselor Professionale Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Counseling Psicologico Clinico alla Marquette University nel 2011.

Categorie: Interazioni Sociali

In altre lingue:

English: Deal With People Who Put You Down, Español: lidiar con la gente que te menosprecia, Português: Lidar com Pessoas que o Colocam Para Baixo, Русский: вести себя с людьми, которые вас унижают, Deutsch: Mit Menschen umgehen die dich demütigen, Français: gérer les personnes qui vous rabaissent, Bahasa Indonesia: Menyikapi Orang yang Merendahkan Anda, Nederlands: Omgaan met mensen die je naar beneden halen, العربية: التعامل مع الأشخاص الذين يهينونك, ไทย: รับมือกับคนที่ทำให้คุณรู้สึกแย่, Tiếng Việt: Xử lý khi bị người khác xúc phạm, 中文: 应对贬低你的人, 日本語: 不快なことを言ってくる相手に対処する

Questa pagina è stata letta 33 840 volte.
Hai trovato utile questo articolo?