Come Gestire una Classe

3 Parti:I Principi della ClasseCoinvolgere gli StudentiGestire gli Studenti Problematici

Sei un insegnante esperto desideroso di dare una rinfrescata al tuo metodo di insegnamento o sei alle prime armi e non vedi l'ora che arrivi il primo giorno di scuola? In entrambi i casi, imparare a gestire una classe è un aspetto fondamentale del tuo lavoro. L'ambiente che sarai in grado di creare sarà importante quanto la materia da insegnare. Puoi imparare come creare un ambiente di studio semplice, efficiente e ospitale per i tuoi studenti, indipendentemente dalla loro età, dalla materia e dal tipo di classe che hai di fronte.

Parte 1
I Principi della Classe

  1. 1
    Semplifica le regole. Ogni classe deve avere degli obiettivi chiari e semplici quanto a comportamento e rispetto delle regole. Normalmente, per gli studenti più giovani è sufficiente annunciare oralmente le regole e affiggerle da qualche parte in modo che siano visibili, mentre studenti più grandi avranno bisogno di scriverle ciascuno sul proprio quaderno.
    • Punta a un massimo di cinque regole di base, o categorie di regole, altrimenti rischi che qualcuna non venga presa in considerazione.[1]
  2. 2
    Utilizza solo regole concrete e di una certa rilevanza che sarai in grado di far rispettare. È importante evitare di includere regole troppo generiche all'interno del regolamento di classe o tentare di far rispettare regole futili che non riuscirai comunque a tenere sotto controllo. Potrebbe essere sgradevole ripulire i banchi dalle gomme da masticare al termine dell'anno scolastico, ma cercare di evitare che si verifichi il problema è una perdita di tempo. Concentrati su cose più importanti.
    • Non è necessario consegnare ai tuoi studenti una lista completa di oggetti proibiti in classe quali gomme da masticare, cellulari e altre apparecchiature elettroniche. Basta scrivere “Vietate le distrazioni” e confiscare oggetti di questo tipo non appena si presenta il problema.
  3. 3
    Sii chiaro. È sempre meglio avere delle regole semplici e saperle spiegare. Ricorda di ripetere le informazioni più importanti e controllare che siano state recepite. Poni delle domande ai tuoi studenti per mantenere viva la loro attenzione, o ripeti regole e indicazioni importanti più di una volta per accertarti che ti stiano ascoltando.
  4. 4
    Educa i tuoi studenti. Ogni classe è diversa dall'altra. Gli studenti più giovani avranno bisogno di regole semplici, mentre gli adolescenti dovrebbero già avere maggiore consapevolezza di cosa ci si aspetta da loro. Dei bravi insegnanti sanno come adattarsi al contesto e cambiare l'approccio in base al gruppo di studenti che hanno davanti.
    • Ricordati di spiegare ogni giorno come si articolerà la lezione. Evita di lanciarti nella lezione sperando che i tuoi studenti ti seguano. Ai tuoi studenti piacerà sapere perché stai facendo ciò che stai facendo.
  5. 5
    Istituisci una quotidianità sistematica. All'inizio di ogni anno, dedica qualche giorno a consolidare quello che sarà il modo di lavorare in classe. Esistono tanti modi per organizzare una lezione, e la maggior parte di questi dipende da cosa vuoi fare e dalla materia che insegni, ma appena gli studenti entrano in classe è importante che abbiano già un'idea di cosa si farà quel giorno.
    • Prova a schematizzare alla lavagna le attività prima che inizi la lezione. In questo modo, avrai un punto di riferimento nel corso della lezione e gli studenti avranno un'idea di cosa succederà. Potresti addirittura scrivere alla lavagna delle istruzioni precise, in modo da permettere loro di iniziare a lavorare senza aspettare le tue spiegazioni.
    • In alternativa, potrebbe essere utile spostare l'ordine delle attività durante la settimana. Se le interrogazioni risultano pesanti il venerdì all'ultima ora, prova a programmarle nelle prime ore del lunedì.
  6. 6
    Assumi un atteggiamento positivo. Alcuni insegnanti pensano che comportarsi come quelli vecchio stampo estremamente severi sia un buon metodo per confermare la propria autorità (anche se l'insegnamento richiede un certo livello di severità), ma è importante mantenere un'atmosfera positiva e ricordarsi di elogiare regolarmente i propri studenti. Se ti capita di assumere un atteggiamento negativo, ricordati tuttavia di dire almeno una cosa positiva ogni giorno rivolta a tutta la classe, ed elogia gli studenti uno a uno.
    • È inevitabile che l'insegnamento preveda anche feedback negativi. Tuttavia, prova a limitarli quanto più possibile e discuti su cosa si può migliorare, piuttosto che sugli errori degli studenti. Guarda avanti, non indietro. Insegna a te stesso a dire “possiamo migliorare in questo” piuttosto che “hai sbagliato in questo”.
    • Non esagerare nell'elogiare lo studente. Anche se i tuoi studenti sono giovani, non mostrarti accondiscendente con loro. Non dire ai tuoi studenti che il tema era perfetto se in realtà non lo era. Elogia il lavoro svolto dalla classe, il comportamento e l'impegno dimostrati e non la qualità, almeno fin quando non sarà il caso di farlo.

Parte 2
Coinvolgere gli Studenti

  1. 1
    Sperimenta cose nuove. Se sei coinvolto, lo saranno anche i tuoi studenti. Capirai velocemente cosa funziona e cosa no, quindi non aver paura di correre dei rischi e intraprendere nuovi progetti, modi di insegnare e attività. Puoi abbandonare gli esperimenti falliti quando si presenta il problema. Fai in modo di non perdere di vista il divertimento.
    • Punta ad avere almeno una lezione nuova o un progetto nuovo da proporre ogni anno, in modo da mantenere vivo il tuo coinvolgimento. Se funziona, continua a riproporre la nuova idea. Se non funziona, non parlarne più.
    • Evita sistemi complessi di gestione del comportamento basati sul punteggio. I sistemi basati sulla ricompensa – comprensivi di una serie complicata di regole di comportamento – e altri metodi simili tendono a confondere gli studenti, più che a motivarli. Punta alla semplicità.
  2. 2
    Riduci al minimo i discorsi. Meno cose hai da dire ogni giorno, migliore sarà la tua classe. Qualsiasi sia la materia di insegnamento, è meglio mantenere in attività gli studenti, piuttosto che lasciare che stiano seduti ad ascoltare passivamente la tua lezione. Cerca di limitare questo atteggiamento quanto più possibile, e fai in modo che la lezione sia fondata sull'attività.
  3. 3
    Interpella i tuoi studenti di continuo. In questo modo, gli studenti non potranno distrarsi e si sentiranno più coinvolti dalla lezione. Il risultato è che gli studenti si sentiranno incoraggiati a partecipare e a parlare quando hanno qualcosa da dire, piuttosto che aspettare di essere interpellati nel momento in cui potrebbero non avere la risposta esatta.
  4. 4
    Prevedi ogni giorno una serie di attività. È un'ottima idea svolgere di tanto in tanto delle attività ludiche, suddividere la classe in piccoli gruppi o fare degli esercizi di scrittura libera individualmente nell'arco della stessa lezione. Tuttavia, evita di svolgere troppe attività dello stesso tipo durante una lezione o nell'arco della settimana. Prova a intervallare diversi tipi di attività per mantenere un contesto vivace ed evitare di cadere nella monotonia.
  5. 5
    Valuta la possibilità di istituire delle giornate a tema durante la settimana. Ad esempio, prevedi ogni lunedì degli esercizi da svolgere individualmente e ogni venerdì delle attività di gruppo. Svolgi queste attività con regolarità di settimana in settimana, in modo che i tuoi studenti siano in grado di anticipare parte del lavoro mentre tu avrai meno cose da spiegare.
  6. 6
    Concedi frequentemente delle pause. È utile assegnare compiti brevi e semplici per poter interrompere il lavoro e la monotonia, piuttosto che assegnare dei progetti lunghi e complessi sui quali gli studenti si ingolferanno. Valuta la possibilità di suddividere i compiti in piccole parti per semplificare il lavoro ai tuoi studenti e mantenere vivo il loro coinvolgimento.

Parte 3
Gestire gli Studenti Problematici

  1. 1
    Esponi chiaramente quali sono le conseguenze di una certa azione prima che gli studenti si comportino male. La maggior parte dei problemi legati alla disciplina si gestiscono meglio quando si cerca di prevenirli. Se ci sono studenti problematici nella tua classe, è importante avere chiari i provvedimenti da prendere e agire tempestivamente.
    • Se uno studente dimentica di portare il libro di testo a scuola, quale provvedimento vuoi prendere? E se accade di nuovo? E se ti sfida apertamente? Non dovresti ridurti a cercare una risposta a queste domande nel momento stesso in cui si verifica il problema. Decidilo prima.
  2. 2
    Sii fedele alla linea da adottare. Se inizi a fare delle eccezioni per alcuni studenti, il resto della classe se ne renderà conto e ne risentirà la tua credibilità davanti alla classe. Se punisci uno studente per aver chiacchierato in classe, devi punire anche gli altri per lo stesso motivo. Per questo, è importante istituire solamente delle regole che sarai in grado di far rispettare.
    • Non sempre si tratta di regole dissuasive per gli studenti. Ricordati che i tuoi studenti dimenticheranno spesso di portare l'astuccio, si distrarranno durante la lezione e in generale non rispetteranno le regole: è inevitabile. Se non riesci a far rispettare la regola “tre errori in una verifica corrispondono a un'insufficienza”, ci puoi scommettere che succederà spesso, ma allo stesso tempo incoraggerà i tuoi studenti a rileggere il proprio compito prima della consegna.
  3. 3
    Parla con i tuoi studenti più difficili singolarmente e in privato. Di norma, non è una buona idea parlare agli studenti problematici davanti a tutta la classe. Ti si potrebbe facilmente ritorcere contro in breve tempo, specialmente se sei un insegnante alle prime armi. Piuttosto, è fondamentale allontanare dalla classe il clown della situazione o il piantagrane e parlare loro in privato. Ti renderai conto che la corazza esteriore di questi studenti inizierà a incrinarsi quando sarete solo voi due.[2]
    • Convoca i genitori dello studente problematico, se necessario. Spesso, portare i genitori dello studente dalla propria parte può essere un metodo rapido ed efficace per tenere a bada gli studenti più difficili da gestire.
  4. 4
    Tieni la classe a una temperatura leggermente più alta. Idealmente, la classe non dovrebbe essere né troppo calda né troppo fredda per avere i migliori risultati nel rendimento degli studenti.[3] Di tanto in tanto, però, ti capiterà di avere una classe piena di studenti distratti e rompiscatole difficili da calmare. Se ti trovi ad avere seri problemi con il comportamento dei tuoi studenti, valuta la possibilità di alzare la temperatura della classe di qualche grado per tenerli in uno stato di sonnolenza.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Istruzione & Comunicazione

In altre lingue:

English: Manage a Classroom, Português: Controlar a Sala de Aula, Русский: руководить классом, Español: manejar un salón de clase

Questa pagina è stata letta 9 791 volte.

Hai trovato utile questo articolo?