Come Gestire una Cognata Esaltata

Se pensi che tua cognata sia esaltata o meno, dipende da cosa significa per te essere esaltati. Ma alcuni dei segnali che possono indicare che tua cognata non rispetta i tuoi bisogni includono l’invio massivo di SMS indignati, la richiesta di partecipare a conversazioni telefoniche ricche di pettegolezzi, e il voler costantemente rimanere aggiornata su tutto ciò che fai. Potrebbe soprattutto cercare di puntare i riflettori su di sé ogni volta che la famiglia si riunisce. Se stai passando un momento difficile per colpa di tua cognata e vuoi che finisca, impara a gestire le sue ingerenze, che molto spesso si verificano per il modo in cui tu reagisci.

Metodo 1 di 5:
Mitigare il Melodramma

  1. 1
    Realizza che potresti avere a che fare con una melodrammatica. Le dinamiche di una cognata sono complesse soprattutto se durante la maggior parte della sua vita a costretto la sua famiglia a servirla e riverirla. La melodrammatica fa delle scenate pazzesche, con la conseguenza di attirare l’attenzione di tutti su di sé.
    • Durante il prossimo evento in famiglia siediti e osserva solamente. Nota se interagisce con gli altri membri della famiglia e come reagiscono loro. Se molte persone si mostrano accondiscendenti nei suoi riguardi e le danno corda, allora vuol dire che è stata abituata a comportarsi così.
    • Considera cosa accade quando introduce un argomento facendone un dramma. Gli altri membri della famiglia si precipitano a concordare con lei su quanto siano “oltraggiosamente” alti i prezzi di asilo/elettricità/shampoo/toeletta del cane/manutenzione della macchina/ecc.? Confermano le sue illazioni il più velocemente possibile, producendo in tal modo ancora più lamentele? Ciò mostra che loro le consentono di esprimere questa visione del mondo lagnosa e che sono tristemente abituati ad assecondarla. Non puoi cambiare loro, ma puoi fissare un nuovo modello non lamentandoti a tua volta.
    • Nota ciò che succede quando non sei d’accordo con lei. Mette il broncio, ha uno scatto d’ira o cerca di denigrarti? Visto che è molto importante sostenere le tue idee, se reagisce in maniera molto infantile, dovrai imparare a gestire la cosa con cura. Impara non a dissentire, ma a non trovarti d’accordo. C’è una sottilissima linea che separa questi due concetti, ma tutto si basa su farle realizzare il suo bisogno inconscio (notami, prenditi cura di me, aiutami, ecc.) senza distruggerle la sua visione del mondo.
  2. 2
    Non farti coinvolgere nel melodramma. Tua cognata può sfogarsi, sfiatarsi e maledire tutto ciò che vuole, ma non c’è bisogno di farsi trascinare dalla sua negatività. Evita di prendere ciò che dice sul personale, più sono esaltate le azioni e le reazioni, più si sta arrampicando sugli specchi per provocarti e cercare di riportare l’attenzione su di lei. Lasciala mettere al centro dell’attenzione a casa sua, ma non rimanere li per farla sfogare su di te. Se la situazione si fa troppo pesante, di’ semplicemente che tornerai quando si sentirà più calma e vattene. Allo stesso modo, se succede a casa tua, dille che è l’ora di andare (puoi anche far finta di avere un appuntamento o di dover andare a dormire presto, se proprio vuoi utilizzare una scusa educata).
    Pubblicità

Metodo 2 di 5:
Gestire ciò che Innesca le tue Reazioni

  1. 1
    Guarda dentro te stesso. Può essere difficile farlo quando qualcuno sta cercando di provocarti. Ma è importante, perché sono le tue reazioni che le permettono di capire se può continuare a farlo. Ecco alcune delle cose da considerare:
    • Se resti in silenzio c’è il rischio che pensi che tu sia ottuso, sbalordito da ciò che dice o che covi del rancore. Scegli quale, sarà probabilmente felice di pensare tutte e tre le cose. E userà il tuo silenzio per continuare a sostenere il suo punto di vista alle spese dei tuoi. Se sei accondiscendete e sorridente, ti stai trasformando in uno zerbino.
    • Metti in discussione ciò che dice e probabilmente penserà che il tuo partner ha sposato una personcina rabbiosa, piena di risentimento e triste che la odia e che farebbe di tutto per separarlo dal fratello (o sorella). Potresti pensare che stai cercando di difenderti, ma per lei si basa tutto sul fatto che non ti importi di ciò che pensa e che stai cercando di denigrarla. Ciò non significa che non c’è spazio per il disaccordo. Significa solo che la maniera in cui ridefinisci il suo modo di comprendere la situazione deve essere fatto con cura.
  2. 2
    Fissa dei limiti. Afferma i fatti riguardo al tema su cui ti sta pressando, in maniera ferma ma educata, ed evita di farti coinvolgere emotivamente nella discussione. Se riesci ad affermare le cose in maniera semplice, rimanendo attaccata ai fatti ed evitando di trasformarle in accuse contro di lei, non avrà scampo. Sappi che potrebbe continuare a provare rancore per il fatto che hai espresso il tuo punto di vista in maniera risoluta e autoefficace, ma ciò non ti dovrebbe impedire di chiarificare la tua posizione. Fondamentalmente, non può far altro che rispettare qualcuno che non discute, perde la calma o si morde la lingua ma che presenta in maniera assolutamente chiara dove si trovano i propri limiti. E anche se non è lei a farlo, tutti gli altri vedranno chiaramente che sei la persona più tranquilla nella stanza.
    • Per esempio, facciamo conto che tua figlia Giovannina stava correndo fuori ed è caduta per terra. Tua cognata insiste che deve andare dal dottore o che potrebbe accadere qualcosa di terribile. Sei sicuro che non accadrà nulla del genere, e sai di essere un buon genitore, ma tua cognata continua a importunarti aumentando l’intensità delle cose spiacevoli che potrebbero accadere se non segui il suo consiglio. Presenta questo discorso a tua cognata in maniera molto serena e calma “È molto gentile da parte tua l’aver notato che Giovannina si è sbucciata un ginocchio ma sono davvero convinto che andrà tutto bene. È una cosa che capita, e le serve per imparare a gestire il mondo esterno. Non ha bisogno di una visita dal dottore.” E poi basta, non è necessario alimentare ancora la discussione. Se tua cognata continua a provare, sorridi e cambia il soggetto della conversazione. Rifiutati di ritornare sull’argomento.
    Pubblicità

Metodo 3 di 5:
Tu e il Tuo Partner

  1. 1
    Parla col tuo partner dei tuoi sentimenti. Evita di utilizzare epiteti ingiuriosi, insultare, o insinuare qualcosa su sua sorella. Cerca invece di esprimere i tuoi sentimenti quando la situazione si fa insopportabile ogni volta che sei in sua presenza. Il tuo partner non può biasimare i tuoi sentimenti, quindi affermali in maniera chiara e ponderata. Ciò mette al corrente il tuo partner riguardo al fatto che hai riconosciuto il comportamento di tua cognata per ciò che è, e che hai scelto di non accettare più di esserne vittima.
    • Per esempio, “Giorgia, quando tua sorella parla continuamente di quanto è difficile mantenere l’istruzione privata dei suoi figli, mi sento claustrofobica perché lei non sa quando smettere. Dato che noi possiamo a malapena permetterci il mutuo, mi stressa sentire questa conversazione che va avanti per tutta la sera. Mi piacerebbe smettere di ritrovarmi in questa situazione da adesso in poi, semplicemente facendole capire di aver preso consapevolezza del suo problema, ma non permettendole di discuterne tutta la sera, e vorrei che tu mi aiutassi a trovare ulteriori argomenti di conversazione che non includono il denaro. Pensi che sia qualcosa che puoi aiutarmi a fare?
  2. 2
    Chiedi al tuo partner di pensare attentamente al modo in cui lui parla dei problemi familiari. Digli che ami sapere cosa fa tua cognata ma che non ti piace ascoltare i melodrammi che spesso accompagnano queste discussioni. Aiuta il tuo partner a capire cosa intendi tu per “melodramma” e cosa intendi per “notizie vere” e in poco tempo, entrambi imparerete a parlare delle questioni familiari in maniera molto più stimolante senza finte tragedie.
    • Fai un cenno gentile al tuo partner ogni qual volta senti che tua cognata ripete la sua farsa melodrammatica a casa tua. Puoi anche sviluppare un segnale speciale, invece di doverlo comunicare ogni volta.
    • Fissa il divieto di fare pettegolezzi a casa (o in qualunque altro posto). Avvisatevi a vicenda quando notate che le vostre discussioni stanno vertendo sui pettegolezzi e interrompeteli. Non importa se pensi che vengano detti dei pettegolezzi su di te, tu sei la persona più matura quando decidi di non farti coinvolgere in questo genere di comportamento.
    Pubblicità

Metodo 4 di 5:
Affrontare gli SMS e le Chiamate di tua Cognata

  1. 1
    Evita di rispondere se non ne vale la pena. Non rispondere a ogni SMS che non è direttamente collegato alle questioni familiari, ai messaggi positivi o a qualcos’altro di perfettamente normale. Se ti arrivano SMS in cui c’è scritto l’oltraggio che ha provato per le cose che le sono successe, quanto la infastidisce qualcosa che secondo lei hai fatto o pettegolezzi sulla famiglia e gli amici, non risponderle.
    • Se ti senti arrabbiato e vuoi subito inviarle una risposta a tono, un rimprovero o una giustificazione, non farlo. Prendi la tua rabbia o l’irritazione come il segno che devi ignorare la questione. I messaggi rabbiosi possono solo finire per angustiarvi entrambi.
  2. 2
    Se tua cognata ti fa perdere le staffe, mantieni l’interazione sui social network al minimo. Se tua cognata ti va proprio innervosire ed è melodrammatica, probabilmente i social network a cui è iscritta riflettono questi suoi tentativi di attirare l’attenzione su di se. Potresti essere facilmente trascinato in una delle sue invettive o melodrammi se vedi costantemente i suoi aggiornamenti di stato su Facebook e i suoi ultimi tweet.
    • Se ti richiede l’amicizia, puoi fare una delle seguenti cose:
      • Uno. Ignora semplicemente la sua richiesta. Quando ti chiede qualcosa in proposito, dille che non usi i social network molto per parlare di cose importanti (o in generale).
      • Due, rispondi dicendo “No, grazie. Non accetto nuove richieste al momento per colpa di lavoro/privacy/sovraccarico, ecc.” Puoi anche aggiungere qualcosa del tipo, “inoltre ci vediamo così spesso che preferisco parlare faccia a faccia”.
      • Tre, sistema tutte le impostazioni su privato in modo che non possa vedere i tuoi contatti. Non dirle nulla, oppure dille che hai smesso di usare i social network o che hai solo una piccola cerchia di amici che non hai intenzione di estendere al momento. Se le dici di non aver ricevuto nessuna richiesta di amicizia, ovviamente te la rimanderà, ma potresti guadagnare abbastanza tempo per farle dimenticare la cosa, promettendo che investirai e allungando i tempi, rifiutandoti di prendere di nuovo l’argomento.
      • Quattro, offrile un’alternativa più neutrale. Chiedile di diventare amica su Pinterest e concentrati solamente sulle ricette e l’artigianato. Nulla di razzista o di malevolo, ovviamente.
    • Cerca di evitare la terminologia “amici” quando si parla di rifiutare o accettare la sua richiesta. Sfortunatamente l’utilizzo di questo termine sui social network ha portato le persone a prenderla sul personale. Molte persone sono semplicemente degli appassionati, o dei conoscenti, non degli amici. Potrebbe sentirsi disprezzata se le fai capire che la stai rifiutando come “amica”.
    • Se ti segue già su uno o più social network, puoi considerare l’idea di bloccarla e di impostare la privacy su alcuni siti. Molto probabilmente dovrai spiegare cos’è successo (con una scusa decente, ad esempio, “Facebook ha di nuovo cambiato le impostazioni sulla privacy, probabilmente se non entri sul mio profilo non vedi la maggior parte delle cose che condivido”). Se è una melodrammatica, non solo lo noterà, ma si sentirà anche offesa!
  3. 3
    Fai attenzione se preferisci persistere e provare ad essere suo amico online, e via telefono. Se si comporta in maniera offensiva, è consigliabile registrare ciò che dice per poterlo mostrare al tuo partner o ad altri membri della famiglia, se necessario. Conserva i messaggi, le mail, i messaggi vocali, ecc. Non è per cercare il marcio in maniera deliberata, ma è un buon modo per proteggerti se la situazione dovesse andare fuori controllo. Tuttavia, dovrebbe essere solo l’ultima alternativa, se riesci a gestire tua cognata in pubblico, tutti capiranno davvero chi è la persona che si comporta bene e chi è l’esaltata.
    Pubblicità

Metodo 5 di 5:
Un Futuro Migliore Insieme

  1. 1
    Vai per la tua strada. Hai sposato il tuo partner, non la sua famiglia. Anche se i membri della sua famiglia fanno parte del pacchetto, non fanno parte della tua intimità e non condividono lo stesso percorso che state affrontando voi. Se fai capire chiaramente che non ti interessano gelosia, insinuazioni, pettegolezzi o voci di corridoio, prima o poi tua cognata capirà che il suo atteggiamento, il suo cipiglio e la sua cattiveria non ti scalfiscono come prima. Infine, il fatto di infastidirti cesserà di procurargli soddisfazione e passera in maniera riluttante a qualcun altro da perseguitare e molestare.
    • Passa meno tempo con tua cognata. In che modo finisci nel suo percorso? Anche se ti può sembrare obbligatorio legare con lei, puoi sempre cercare dei modi di ridurre il tempo che passate assieme. Ad esempio, chiedi agli altri membri della famiglia di incontrarvi quando lei non ha la possibilità di venire. Non farlo sempre, o avrà la scusa adatta per lamentarsi, ma non è necessario che ci sia sempre anche lei con gli altri membri della famiglia. Se vivi molto lontano e devi vederla una volta all’anno, rimani a casa tua per darti un attimo di respiro.
    • Fai delle passeggiate, esci fuori e non rimanere troppo quando ci sono dei lunghi eventi in famiglia che ti fanno perdere le staffe. La famiglia conosce sa ciò che ti fa perdere le staffe più di tutti e, sfortunatamente, ad alcuni di loro piace farlo. In questi eventi tua cognata probabilmente ha delle persone alleate che può mettere in gioco per essere ancora più cattiva, quindi meno tempo passi vicino a queste persone inclini alle lamentele, meglio è.
  2. 2
    Ascolta davvero. Quando sei con tua cognata, cerca di ascoltarla attivamente e di comprenderla, anziché alzare un muro per difenderti. Quando arriva in cima alla sua montagna di lamentele, invece di raggiungerla, dicendo “se pensi che ti vada male, dovresti stare nei miei panni”, cerca invece di concentrarti su di lei e cerca di comprendere cos’è che davvero la porta a lamentarsi, spettegolare e punzecchiare. Se rendi la situazione impersonale, potresti rimanere sorpreso quanto puoi scavare. Per risponderle, falle capire che hai capito il suo dolore con dei commenti neutri, come “Mi dispiace che tu abbia dovuto passare tutto questo per pagare una bolletta elettrica. Deve essere difficile avere quattro figli che usano tanta elettricità ogni giorno”. Non offrire consigli, non dirle come gestiresti tu il problema e non ti offrire mai di pagarle qualcosa per risolvere i suoi problemi. Sono fatti suoi, tu li comprendi e basta.
  3. 3
    Mostra compassione. Se tua cognata è stata fastidiosa più di una volta e ha persino farro delle cose per metterti in ridicolo o denigrarti, con molta probabilità ci riproverà, anche se non stai al gioco. Ma se sei pronto e capisci da dove derivano questi attacchi (insicurezza, solitudine, senso di abbandono, bisogno di avere le cose sotto controllo, ecc), puoi avere compassione delle sue azioni e prendere il melodramma in maniera impersonale. Se non le dai corda, sarà obbligata a smettere di continuare e finirà di vederti come un possibile bersaglio.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 11 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Famiglia
Questa pagina è stata letta 18 841 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità