Come Gestire una Nuora Scomoda

Nel corso degli anni è stato detto molto riguardo alle suocere difficili, ma cosa succede se è la nuora (o il genero se è per questo) quella che genera un'atmosfera di conflitto e di disputa? Se la tua relazione con una tua nuora o con un tuo genero è complicata e hai la sensazione di camminare su un campo minato ogni volta che passate del tempo insieme, dovrai procedere con cautela. Accettare il fatto che è questa la persona che tuo figlio o tua figlia ha deciso di sposare è importante e ci sono delle cose che puoi fare per “oliare gli ingranaggi” e per preparare la strada per un andamento più liscio di questa relazione piena di intralci. Per esempio, se tuo figlio e la sua consorte hanno effettivamente bisogno di assistenza psicologica, puoi intervenire per aiutarli a ottenerla. Per una leggibilità più fluida, questo articolo si concentra sulla gestione di una nuora difficile, ma gli stessi consigli possono essere applicati a un genero scomodo.

Passaggi

  1. 1
    Rispetta la scelta di tuo figlio. Tuo figlio ama questa donna, per quanto tu non riesca a capire cosa ci trovi in lei. Ricorda la vecchia canzone “Quando un uomo ama una donna, se lei non è adatta a lui, lui non riesce a capirlo. Secondo lui, lei non può fare nulla di male. Lui darebbe le spalle al suo miglior amico se dovesse parlar male di lei”. Questa è una verità assoluta, dunque, nell'affrontarla, per quanto i tuoi sentimenti reali siano diversi, non dovresti mai dire una parola contro di lei davanti a tuo figlio.
  2. 2
    Sii sempre cordiale nei suoi confronti. Lei potrebbe essere una zoticona incapace e rozza. Potrebbe essere volgare e insensibile. Potrebbe bestemmiare come un marinaio quando tutta la tua famiglia si reca in chiesa. Potrebbe effettivamente essere poco gentile e crudele, una manipolatrice narcisista che non vuole mai perdere il controllo e che non si fa scrupoli nel calpestare gli altri pur di ottenere tutto quello che vuole. Non c'è niente che tu possa fare al riguardo. Sii educata così come lo saresti con uno sconosciuto. L'unica vera eccezione a questo si presenta quando hai dei nipoti (per esempio tuo figlio ha fratelli che hanno figli) e lei dice parolacce come una pazza davanti a loro; in questo caso potresti dire, in maniera pacata, “Oh, possiamo moderare il linguaggio davanti ai bambini? Potrebbero mettersi nei guai dicendo quella parola e non voglio che la imparino qui. Grazie”. Per quanto lei ti faccia perdere le staffe, mantieni la calma e mostrati tranquilla, composta ed educata.
  3. 3
    Determina i tuoi confini in base alla tua comodità. Magari non vuoi supportare questa unione più di quanto sia assolutamente necessario per mantenere un rapporto almeno minimo con tuo figlio. Questa scelta spetta a te. Dunque, stabilisci i limiti in modo che siano chiari sin dall'inizio. Se tua nuora fa dei commenti beffardi o maliziosi riguardo a un altro membro della famiglia (magari l'altra tua nuora), dici “Beh, forse non ha un forte senso della moda, ma è una delle persone più dolci che io conosca e le voglio davvero bene”. Questo le farà capire in un modo calmo e non critico che non sei interessata ad ascoltare le sue osservazioni derisorie nei confronti di questa persona. Se si presenta a casa tua senza essere stata invitata, non farla entrare, fermala sulla soglia e dici in maniera rammaricata ma ferma “Mi dispiace, Alice”; poi, aggiungi qualcosa che devi fare, affermando “Stavo per uscire per alcune commissioni, sono proprio di corsa. Ma sai una cosa, sarebbe molto meglio se chiamassi prima di venire, così non arriverai proprio mentre sono sotto la doccia, ballando nuda o facendo qualsiasi altra cosa”. Infine, fai un largo sorriso e vai dentro. Ti dice che le piacerebbe accompagnarti? Dille che devi passare a prendere un'amica e che avevi programmato da tempo questo incontro con lei. Spiegale che riesci a trascorrere ben poco tempo con questa amica e che tu non apprezzeresti se lei portasse con sé qualcun altro all'ultimo minuto, che rispetti questo tempo che ritagliate per voi. “La prossima volta che verrai, fammelo sapere in anticipo, così potrò riprogrammare il mio incontro con Barbara o chiederle se le darebbe fastidio invitare anche te; possiamo fare un tentativo la prossima volta!”. Rimani positiva.
  4. 4
    Non dimenticare che lei potrebbe essere la madre dei tuoi nipoti. Controllerà l'accesso a tutta la progenie che risulterà dal matrimonio con tuo figlio. La tua migliore chance per poterli visitare è mantenere una relazione cordiale e amichevole, mordendoti la lingua se vuoi che la situazione rimanga civile. Non criticare le sue abilità di genitore, non alterarti se cambia i piani all'ultimo minuto, lasciandoti fuori al freddo quando avevi pianificato di passare a prendere i bambini a casa sua per tenerli durante il weekend. Questo è uno dei modi in cui certe persone controllano le situazioni e gli altri (leggi Come Riconoscere una Relazione Manipolatoria e Autoritaria). La cosa migliore che tu possa fare è capire che lei ha l'ultima parola riguardo a quello che possono fare i suoi figli. E non illuderti di avere tanti diritti: i tribunali non tendono a stare dalla parte dei nonni, a meno che la madre e/o il padre vengano dichiarati non idonei per prendersi cura dei figli o che non vengano arrestati per un reato. Cerca solo di fare del tuo meglio per mantenere una relazione aperta, per quanto la tua lingua stia sul punto di esplodere.
  5. 5
    Parla con tuo figlio. Ma attenta. Non devi solo vuotare il sacco con una litania riguardante i tratti odiosi di tua nuora. Piuttosto, prova a seguire un approccio diplomatico, non critico. Afferma il problema e poi richiedi la soluzione che ritieni più valida per te:
    • Esempio 1: tua nuora avrebbe dovuto portare i tuoi nipoti a casa tua per fermarsi a dormire venerdì sera, ma non ci è andata. Aspetti per un'ora e mezza prima di chiamare tuo figlio, preoccupata e triste, per scoprire che i loro piani sono cambiati e che hanno deciso di rimandare la visita. Saggiamente, aspetta per un giorno e poi telefona a tuo figlio per discutere di un modo più adatto a tutti per gestire questo problema.
      • Tu: “Luca, ci avete chiesto se ci avrebbe fatto piacere tenere i bambini il weekend scorso. Alice avrebbe dovuto portarli qui alle 5 venerdì pomeriggio e passarli a prendere domenica, a mezzogiorno. Invece, non si è fatta vedere venerdì e, quando ormai erano le 6:30, abbiamo iniziato a preoccuparci. Ho dovuto chiamare te per sapere che i vostri piani erano cambiati, ed entrambi lo sapevate da giovedì”.
      • Luca (tuo figlio) risponde: “Mamma, mi dispiace. Pensavo che Alice ti avesse chiamato e lei pensava che avrei chiamato io, c'è stato un malinteso tra di noi, siamo davvero impegnati e ci è passato di mente ripensare alla telefonata da farti. I piani sono cambiati all'ultimo minuto, quindi sono dispiaciuto per questo”.
      • Tu: “Capisco che siate molto impegnati, ma è già successo in passato e il fatto è che sembra che Alice non abbia mai voglia di chiamare quando i piani cambiano; quello che accade ogni singola volta è che io devo chiamare te per sapere cosa sta succedendo. Questo è molto sconsiderato, Luca, e lo sai. Anche io e tuo padre abbiamo le nostre vite e siamo sommersi di cose da fare. Non abbiamo preso impegni lo scorso weekend in modo che i bambini potessero venire e fermarsi da noi, tuo padre ha rifiutato un invito per andare a pescare con i suoi amici. In futuro, vorrei che telefonassi almeno un giorno prima se i piani dovessero cambiare, ma, nella maniera più assoluta, mi piacerebbe che fossi tu colui che se ne occupa, non dovresti affidare la telefonata ad Alice. Non voglio essere la classica suocera rompiscatole né causarti problemi con tua moglie. Ma non voglio neanche essere ignorata e messa da parte e, che sia intenzionale o no, questo mi fa sentire come uno zerbino. Dunque, possiamo giungere a un accordo riguardo al fatto che, in futuro, se dovessero cambiare i piani e doveste tirarvi indietro, sarai tu a chiamare e non Alice?”.
    • Esempio 2: hai il problema opposto. Alice passa da te senza avvisarti e ti lascia costantemente i bambini, senza darti la possibilità di organizzare del tempo da dedicare a te stessa e trattandoti come se fossi la sua domestica o la sua babysitter personale, sempre disponibile quando lei ne ha bisogno.
      • Tu: “Alice, mi dispiace, non posso occuparmi dei bambini in questo momento”.
      • Alice: “Oh, so che è con scarso preavviso” (in realtà, non c'è stato alcun preavviso). “Ma ti prego, devo fare quella cosa...” (nel frattempo spinge i bambini verso la porta).
      • Tu (rimanendo risoluta sulla porta): “Tesoro, mi dispiace, questa volta non posso. Mi piacerebbe, ma ho davvero bisogno di un minimo di preavviso. Ho dei piani che non posso cancellare e non posso portare i bambini con me”.
      • Non indebolirti pur di mantenere la pace. Non funzionerà. Lei continuerà a farlo e tu continuerai a ribollire di rabbia e, alla fine, potresti scoppiare e dire qualcosa di poco gradevole, che causerà un'enorme spaccatura nella tua famiglia. Invece, difendi gentilmente, ma con fermezza, il tuo territorio, e determina chiaramente i confini. In seguito, chiama tuo figlio.
      • Tu: “Suppongo che Alice ti abbia detto che oggi sono stata 'cattiva' perché non ho potuto fare da babysitter ai bambini”.
      • Luca: “Sì” (probabilmente lo capisce e non è arrabbiato con te, ma è esasperato perché sua moglie ne sta facendo un dramma e non sa come fare in modo che lasci correre).
      • Tu: “Mi sento male al riguardo, ma tesoro, anch'io ho una vita, e ultimamente sembra proprio che Alice parta dal presupposto che io sia in grado di tenere i bambini ogni volta che lei ha voglia di andare a fare shopping con le sue amiche o qualunque altra cosa abbia intenzione di fare. Non mi piace essere data per scontata. Non voglio che scoppi la Terza Guerra Mondiale qui e non voglio ferire i suoi sentimenti; voglio bene ai bambini e voglio sempre stare con loro, ma Luca, ho bisogno di un minimo di preavviso. Un po' di apprezzamento per il fatto che per me non è facile tenere dei bambini piccoli. Per quanto voglia loro del bene, sto invecchiando, ho allevato i miei figli e penso di meritarmi almeno un po' di rispetto; Alice dovrebbe chiedermi in anticipo se sono disponibile a fare da babysitter invece di comparire all'improvviso e scaricare i bambini. Puoi parlare con lei per favore? Penso che la prenderà meglio se le parole vengono da te, ma, in futuro, vorrei davvero che mi chiamasse prima. Anche solo un paio d'ore anticipo, ma avere almeno l'opzione di rispondere sì o no mi farebbe sentire molto meglio".
      • Anche in questo caso, non importa quanto tu creda che Alice sia stata scortese e antipatica, è meglio affrontare semplicemente i tuoi sentimenti invece di criticarla. Luca capirà certamente e, se riesci a fare in modo che parli con sua moglie invece di spingerti a continuare a dirle di no, questo renderà più semplice il vostro rapporto. Tuttavia, se Luca fa un tentativo e non ottiene alcun risultato perché sua moglie è semplicemente una di quelle persone che pensano di avere il diritto di fare quello che vogliono, indipendentemente da quanto questo causi inconvenienti agli altri, allora dovrai soltanto determinare dei confini più marcati, senza deviare. Un suggerimento: mai fare da babysitter, a meno che tu non riceva un preavviso di almeno 24 ore, ma assicurati che sia Luca sia Alice siano consapevoli di questo. Dichiara di avere una vita tua e che, se ti chiedono di tenere d'occhio i bambini un giorno prima, sarai molto più che disposta a fare da babysitter; se non lo fanno, non potrai dare una mano. In altre parole, se ti chiama e ti chiede di tenere i bambini un'ora prima di passare da casa tua, rispondi solo dicendole che hai già preso altri impegni. Se ti mantieni su una posizione ferma e non le permetti di sopraffarti, ma, invece, la informi solo pazientemente e con calma senza dare troppe spiegazioni, presto capirà che non può aspettarsi certe cose da te.
  6. 6
    Accetta la realtà dei fatti. Se tuo figlio ha avuto dei figli con questa donna, per quanto tu abbia una bassa stima di lei, i bambini hanno bisogno della loro mamma. Provare a far allontanare i bambini dalla madre non farà che causare una certa separazione tra te e tuo figlio, e i suoi piccoli. Piuttosto, scendi a patti con questo: magari lei non è la nuora che sognavi, ma è quella che ti è toccata. Fai in modo di avere un qualsiasi tipo di relazione possibile con lei, allo scopo di mantenerti in contatto con tuo figlio e con i tuoi nipoti.
  7. 7
    Male che vada, comportati in maniera gentile. Se sai che questa ragazza è vanesia, adulala. Se sai che spettegola, trova semplicemente un altro posto in cui stare, così non ne verrai coinvolta. Se dice parolacce e questo ti offende, mai farglielo notare nella sua casa, ma potresti chiedere di abbassare il tono nella tua. Se è eccessivamente critica riguardo alla tua cucina, al tuo senso dell'arredamento e ai tuoi vestiti, lascia perdere e basta. Impara a gestirla, per quanto sia insopportabile. Ascolta educatamente e molto attentamente quello che dice e poi vai avanti per la tua strada e fai esattamente quello che preferisci. Se questa donna è praticamente intrattabile, questa potrebbe essere la strada migliore che tu possa percorrere. Se è pericolosa, questo è un altro paio di maniche (esempio: la ragione per cui a volte è difficile dipende dal fatto che si ubriaca, abusa di droghe, ecc.) e dovresti effettivamente metterti in contatto con i servizi di protezione infantile, o un'istituzione equivalente, in un caso del genere.
  8. 8
    Segui la corrente. Impara a essere rilassata. Non guadagni nulla se non fai che lamentarti di lei con tuo figlio. Se hai espresso i tuoi sentimenti, hai tracciato dei confini netti e hai chiesto a tuo figlio di intervenire, e il tutto ha avuto dei risultati scarsi e non positivi, allora segui solo il flusso. Tutto quello che puoi fare è non permetterle di calpestarti costantemente con aspettative irragionevoli, pretendendo che le offra servizi di babysitter, ecc. Se è una vera vipera e fa commenti critici o maliziosi, fai finta di non aver sentito. E mai dire qualcosa di critico o di sgradevole su di lei ai tuoi nipoti: dopotutto è la loro mamma e, per quanto ti piacerebbe che la situazione fosse diversa, la mamma batte sempre la nonna, almeno fino a quando i bambini non saranno abbastanza maturi da capire che questa donna è una persona difficile, confusa e narcisista. Prova solo ad andarci d'accordo per il bene dei bambini, in modo da poter essere un'influenza affinché nelle loro vite ci siano stabilità e compassione, magari riuscendo anche a mitigare alcuni dei danni che lei sta facendo loro.

Consigli

  • Capire semplicemente che non puoi cambiarla, puoi solo cambiare le tue reazioni a lei, può essere molto liberatorio.
  • Accetta il fatto che alcune persone sono proprio come l'acqua e l'olio, non si mescoleranno bene. Questo non è detto che sia perché lei ha un cuore di pietra, o viceversa. Potrebbe solo dipendere dal fatto che le vostre personalità sono incompatibili. A nessuno vanno a genio tutti. Se puoi solo accettare che lei non sarà mai la tua persona preferita e provare ad apprezzare quei momenti in cui puoi stare bene in sua compagnia, la situazione sarà più gestibile.
  • Cerca di non prendertela con tuo figlio.
  • Evita di digrignare i denti per ore dopo che ha fatto un commento antipatico o spietato. Ricorda che le sue osservazioni cattive dicono molto più di lei che di te.
  • Dimostra rispetto, anche quando lei non lo fa.
  • Un atteggiamento positivo e la buona volontà di trarre il meglio da qualsiasi situazione che crei interferenze con questa donna ti aiuteranno a lungo termine.
  • Cerca di capire che il suo modo di essere potrebbe derivare dalla sua timidezza o dai suoi problemi a fidarsi della gente, o magari è troppo impaziente di sentire accettazione da parte della famiglia e, in questa impazienza, potrebbe oltrepassare i confini normali. Questo potrebbe sembrare una specie di pomo della discordia, ma, in realtà, la situazione potrebbe migliorare con il passare del tempo, in relazione al fatto che lei si sentirà maggiormente benvenuta e parte della famiglia. Se sei stata accogliente nei suoi confronti, ma lei ti ha respinta, continua a estendere la mano di benvenuto finché non sarà capace di afferrarla come una persona matura, non come una bambina dispotica e fuori controllo o come una sconosciuta fredda, distante o disdegnosa.

Avvertenze

  • Qualsiasi commento duro che le rivolgi non verrà gradito da tuo figlio. Controllati.
  • La frustrazione che proverai nei suoi confronti probabilmente segnerà tutto il vostro rapporto. Se puoi provare a “resettarlo” ogni volta che la vedi, in altre parole a ricominciare da zero ogni singola volta, allora non tratterrai vecchi rancori né alimenterai le vecchie delusioni, nel tuo cuore non terrai un conteggio di tutti i torti che ti ha fatto.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 27 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Gestire Rapporti Difficili

In altre lingue:

English: Deal With a Difficult Daughter in Law, Español: lidiar con una nuera difícil, Русский: вести себя с придирчивой невесткой, Português: Lidar com uma Nora Inconveniente, Deutsch: Eine gute Schwiegermutter sein, Français: gérer une belle‑fille insupportable, Bahasa Indonesia: Menghadapi Menantu Perempuan yang Sulit, Nederlands: Omgaan met een moeilijke schoondochter, العربية: التعامل مع زوجة ابن صعبة المراس, Tiếng Việt: Đối phó với con dâu khó tính, 中文: 和强势的儿媳相处, ไทย: รับมือกับลูกสะใภ้จอมแสบ

Questa pagina è stata letta 18 019 volte.
Hai trovato utile questo articolo?