Come Giocare a Biliardo

I giochi del Biliardo sono divisi in due tipologie: la cosiddetta carambola, che si gioca su un tavolo senza buche, e il cui l'obiettivo è quello di far rimbalzare il boccino contro altre palle o contro i birilli sul tavolo; e il biliardo americano, che si gioca su un tavolo provvisto di buche, e il cui scopo consiste nel far finire in buca le varie palle colorate, dopo averle colpite con il boccino. Questa modalità di gioco si chiama anche "pool". Qui tratteremo le basi della carambola - e le sue varianti - oltre che l'equipaggiamento necessario e la strategia. La carambola implica grandi doti, che includono spesso le sponde e i cosiddetti "trick shots". Se già conosci il pool, la prossima cosa da fare è imparare la carambola!

Metodo 1 di 3:
Parte Prima: Padroneggiare le Regole

  1. 1
    Procurati un amico e un tavolo da biliardo. La carambola, in ogni sua variante, prevede due giocatori. Può anche esserci un terzo giocatore, ma la carambola di base è per due persone. Avrai bisogno di un tavolo da biliardo internazionale "senza buche" di dimensioni standard, 310 cm x 168 cm (misure esterne). Questo "senza buche" è molto importante. "Potresti" giocare su un tavolo da pool, ma ti accorgeresti presto che quelle buche possono intralciare e potenzialmente rovinare il gioco. Qui di seguito trovi tutto ciò che dovresti sapere (e alcune cose che non dovresti) a proposito del tavolo:
    • Quei diamanti sono fatti per essere usati! Se sai come funziona la geometria, puoi utilizzarli per indirizzare il tuo tiro. Vedremo questo argomento più avanti.
    • Il lato dal quale il primo giocatore effettua il break (il primo colpo, o "spaccata") si chiama "testa" o lato corto. Il lato opposto viene chiamato "piede", mentre i lati lunghi sono chiamati laterali.
    • L'area dietro cui si effettua la spaccata, dietro il lato corto, si chiama "kitchen".
    • I professionisti giocano su tavoli riscaldati. Il calore permette alle biglie di rotolare in maniera più fluida.
    • Il tavolo è verde perché gli occhi dei giocatori possano fissarlo a lungo senza problemi. A quanto pare gli occhi umani riescono a gestire il verde molto meglio degli altri colori.
  2. 2
    Determina chi comincia per primo con il "lagging". In pratica, entrambi i giocatori allineano il proprio boccino vicino alla sponda imbottita (la parte finale del tavolo da cui effettui la spaccata), colpiscono la palla, e vedono di chi è il boccino che ritorna più vicino alla sponda, rallentando fino a fermarsi. Il gioco non è nemmeno iniziato, e già occorre una buona dose di abilità!
    • Se colpisci il boccino dell'altro giocatore, perdi la tua occasione per decidere chi comincerà. Se invece vinci il lagging, è regola comune che tu cominci per secondo. Il giocatore che effettua la spaccata generalmente spreca il proprio turno nel disporre le biglie in gioco, e non può avvalersi di un tiro strategico.
  3. 3
    Prepara il gioco. Entrambi avrete bisogno di una stecca per principianti (le avete utilizzate per il lagging, vero?). Le stecche da carambola sono in effetti più corte e leggere delle loro controparti da biliardo americano, con un puntale -la parte bianca sulla cima- più corto e un manico più grosso. A questo punto ti serviranno tre biglie: un boccino bianco (che viene chiamato anche solo "bianco"), un boccino bianco con un puntino nero sopra (lo "spot"), e una biglia da colpire, tipicamente chiamata "rossa". A volte si può utilizzare un boccino giallo al posto dello spot.
    • La persona che vince il lag decide quale, tra bianco e spot, sarà il proprio boccino. Sono solo preferenze personali. La biglia rossa viene piazzata nella zona del piede. Si tratta del punto in cui verrebbe piazzato il triangolo nel pool, per la cronaca. Il boccino dell'avversario viene messo nella zona di testa, dove normalmente si effettua la spaccata nel pool. Il boccino del primo giocatore viene quindi piazzato vicino alla sponda di testa (in linea con il punto di testa), ad almeno 15 centimetri dal boccino dell'avversario.
      • Risulta ovvio che, se il tuo boccino è in linea con quello del tuo avversario, diventa molto difficile colpire entrambe le biglie sul tavolo. Ecco perché se vinci il lag, ti conviene optare per far cominciare l'altra persona.
  4. 4
    Scegli assieme al tuo compagno le regole che vuoi applicare. Come in ogni gioco vecchio di secoli, anche nella carambola ci sono molte varianti. Alcune la rendono più facile, altre più difficile, altre ancora rallentano o velocizzano il gioco. Quanto tempo avete a disposizione? E quali sono le vostre abilità?
    • Per cominciare, ogni tipo di carambola prevede di fare un punto colpendo entrambe le biglie sul tavolo. È il "come" farlo che cambia:
      • Nella carambola classica, ottieni un punto colpendo in qualsiasi modo entrambe le biglie. Si tratta della variante più semplice.
      • Nella carambola a una sponda, devi colpire una sponda prima che venga spostata la seconda biglia.
      • Nella variante a tre sponde, devi colpire tre sponde prima che le biglie si fermino.
      • La carambola "balkline" elimina l'unica pecca di questo sistema. Se riesci a piazzare entrambe le biglie in un angolo, potresti, presumibilmente, colpirle a ripetizione. Nella carambola balkline si stabilisce che non è possibile ricevere punti da un tiro effettuato mentre le biglie si trovano nella stessa area (spesso il tavolo viene suddiviso in 8 sezioni).
    • Una volta stabilito come ottenere i punteggi, decidi a che punto vuoi fermare il gioco. Nella carambola a una sponda, solitamente ci si ferma a 8 punti. Ma la carambola a tre sponde è molto difficile, e in questo caso faresti meglio a fermarti a 2!
  5. 5
    Gioca la tua partita! Muovi il braccio all'indietro, poi in avanti, seguendo un movimento oscillatorio. Il resto del corpo dovrebbe rimanere immobile mentre colpisci il boccino, lasciando che la stecca si fermi naturalmente. Queste sono le regole, tutto ciò che devi fare è colpire entrambe le biglie con il boccino. Tecnicamente, ogni turno viene definito "cannone". Esistono inoltre regole più specifiche:
    • Il giocatore che comincia deve colpire la palla rossa (sarebbe comunque strano colpire l'altra).
    • Se segni un punto, hai diritto a un altro tiro.
    • Effettuare uno "slop" (segnare un punto "per sbaglio") generalmente viene considerata un'infrazione.
    • In ogni momento devi sempre tenere un piede per terra.
    • "Saltare" una biglia è considerato un fallo, così come colpire una biglia mentre questa è ancora in movimento.
  6. 6
    Controlla il punto in cui la cima della stecca dovrebbe congiungersi al boccino. Puoi farlo mentre ti eserciti nei tiri. Allinea la stecca con il punto in cui colpiresti la biglia se potessi farlo direttamente. Quindi cerca di mirare quel punto.
    • Molto spesso, vorrai colpire il boccino direttamente al centro. Alcune volte, vorrai colpirlo su un fianco o sull'altro per impartirgli un effetto di rotazione, detto anche "English", così da far viaggiare la biglia verso un lato. Occasionalmente, potresti voler colpire il boccino al di sotto del centro, per fargli scavalcare una biglia che non vuoi colpire e colpirne invece una che vuoi spostare.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Parte Seconda: Padroneggiare la Stecca e la Postura

  1. 1
    Afferra correttamente la stecca. La mano che usi per colpire dovrebbe afferrare il manico della stecca in maniera rilassata e leggera, con il pollice che fa da supporto e l'indice, il medio e l'anulare che sostengono la presa. Il polso dovrebbe essere rivolto verso il basso, in modo che non si muova di lato mentre effettui il tiro.
    • La mano che porta il colpo dovrebbe solitamente afferrare la stecca all'incirca 15 cm dalla parte posteriore del baricentro della stecca stessa. Se sei basso, potrebbe essere più comodo spostare la presa più avanti rispetto a quel punto; se sei alto, vale il discorso inverso.
  2. 2
    Metti le dita della mano libera attorno alla punta, in modo da formare un ponte. In questo modo eviterai che la stecca si muova lateralmente quando colpisci. Ci sono tre tipi principali di ponti: quello chiuso, quello aperto e quello a "ponte ferroviario".
    • Per un ponte chiuso, metti l'indice attorno alla stecca e usa le altre dita per tener ferma la mano. Questa presa offre un maggior controllo sulla stecca, soprattutto quando tiri molto forte.
  3. 3
    Per un ponte aperto, forma una sorta di V con il pollice e l'indice. La stecca vi scorrerà attraverso e potrai usare le altre dita per impedirle di muoversi lateralmente. Il ponte aperto è più adatto per tiri più morbidi e viene preferito dai giocatori che hanno difficoltà a utilizzare il ponte chiuso. Una variante del ponte aperto è il ponte elevato, in cui devi alzare la mano per far passare la stecca al di sopra di una biglia che intralcia il colpo diretto al boccino.
    • Utilizza il ponte ferroviario quando il boccino è troppo vicino alla sponda per poterci infilare la mano dietro. Appoggia la stecca sopra la sponda e tieni ferma la punta con la mano libera.
  4. 4
    Allinea il corpo con il tiro, quindi con il boccino e la biglia che intendi colpire. Il piede che corrisponde alla mano di tiro (il destro se sei destrorso, il sinistro se sei mancino) dovrebbe toccare questa linea immaginaria formando un angolo di 45 gradi. L'altro piede dovrebbe stare a una distanza comoda da quest'angolo, e avanti rispetto al primo.
  5. 5
    Posizionati a una distanza comoda. Questo dipende da tre fattori: l'altezza, la portata, e la posizione del boccino. Più il boccino è lontano rispetto al tuo lato del tavolo, più dovrai allungarti.
    • La maggior parte dei biliardi richiede che tu tenga almeno un piede sul pavimento mentre tiri. Se non riesci a farlo in maniera comoda, potresti aver bisogno di tentare un colpo differente, oppure di ricorrere ad un ponte meccanico per tener ferma la punta della stecca mentre effettui il tiro.
  6. 6
    Posizionati verticalmente rispetto al tiro. Il mento dovrebbe stare leggermente al di sopra del tavolo, in modo da poter osservare la stecca nel modo più orizzontale possibile. Se sei alto, dovrai piegare il ginocchio davanti, o entrambi, per metterti in posizione. Dovrai anche inchinarti in avanti sui fianchi.
    • Il centro della testa, oppure il tuo occhio dominante, dovrebbe allinearsi con il centro della stecca senza inclinarsi. Alcuni giocatori professionisti inclinano la testa comunque.
    • Molti giocatori di biliardo americano tengono la testa dai 2,5 ai 15 cm al di sopra della stecca, mentre alcuni giocatori di snooker arrivano a toccare, o quasi, la stecca con la testa. Più avvicini la testa, e maggiore sarà la precisione, a scapito dell'ampiezza di movimento per oscillare avanti e indietro.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Parte Terza: Sperimentare con la Strategia e le Varianti di Gioco

  1. 1
    Cerca sempre il tiro migliore. Questo dipende dalla posizione delle biglie sul tavolo. Nelle carambole che lo consentono puoi tentare dei colpi che raggruppino insieme le biglie, in modo da far più punti possibili facendole rimbalzare le une contro le altre (ovviamente non nella variante balkline). Osserva gli angoli e il modo in cui sono disposti. Prendi anche in considerazione le sponde, se ti possono essere d'aiuto!
    • In alcuni casi, il tiro migliore non è quello che serve a fare punti (tiro offensivo), ma quello che riesce a piazzare il boccino in un punto in cui diventi difficile per l'avversario realizzare un tiro vincente (vale a dire un tiro difensivo).
    • Prova qualche tiro di riscaldamento se ne hai bisogno. In questo modo preparerai il tuo braccio al tiro vero e proprio.
  2. 2
    Impara a conoscere il "sistema dei diamanti". Si tratta di matematica, certo, ma una volta capito, il meccanismo diventa molto semplice. Ogni diamante ha un numero. Prendi il numero del diamante che il boccino colpirebbe all'inizio (chiamato posizione del boccino), quindi sottrai l'angolo naturale (il numero del diamante sul lato corto). Il risultato ottenuto è il numero del diamante che dovresti mirare!
  3. 3
    Gioca al "biliardo artistico". In questa specialità i giocatori cercano di completare 76 diverse varianti di allineamento iniziale, secondo diversi livelli di difficoltà. Quando hai disposto il tavolo, preparati col tuo amico a effettuare un po' di trick shots. Chi riesce a completare i più difficili?
    • Se la carambola a una sponda è semplice, prova a passare a quella a due sponde. La carambola a tre è quasi impossibile, anche per i professionisti! Se riesci a gestire quella a due sponde, dovresti cominciare a giocare per soldi!
  4. 4
    Colpisci il boccino in modi diversi. Il modo in cui il boccino colpisce le altre biglie determina il modo in cui queste si muovono. Questo effetto si chiama "proiezione" e può essere determinato dall'angolo con cui il boccino colpisce l'altra biglia, dalla quantità di English impartita al boccino, o da entrambi. I giocatori di carambola che hanno fatto pratica e hanno studiato gli effetti dei propri tiri, usano queste conoscenze quando giocano al pool.
    • Prenditi del tempo per sperimentare! Più sarai in grado di vedere le diverse opzioni che hai di fronte, tanto più diventerai bravo e ti divertirai giocando. Utilizza le tue abilità nella carambola per cominciare a giocare a pool, 9-palle, 8-palle o persino lo snooker.
    Pubblicità

Consigli

  • Tieni il braccio con cui colpisci parallelo alla linea di tiro e perpendicolare al tavolo mentre effettui il colpo. Alcuni giocatori professionisti non lo fanno, ma hanno trovato altri modi per compensare il loro angolo d'attacco.
  • I giocatori più esperti utilizzano i kick shot e i bank shot per far rimbalzare il boccino, o un'altra biglia colpita da questo, fuori dalle guide delle sponde, così da colpire più biglie o imbucarle. Alcuni tavoli da biliardo sono segnati con simboli di diamanti sui lati, che servono come guide per indirizzare questi tipi di colpi.

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 9 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Giochi | Sport & Fitness
Questa pagina è stata letta 13 737 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità