Le bocce sono un gioco rilassante e molto strategico praticato fin dall’antichità. Sebbene l’origine delle bocce risalga probabilmente all’antico Egitto, il gioco iniziò a prender piede tra i Romani, sotto l’imperatore Augusto[1] . Furono gli immigrati italiani a renderlo popolare negli Stati Uniti e nel mondo agli inizi del XX secolo. Oggi le bocce rappresentano un modo piacevole ma molto competitivo di trascorrere qualche ora all’aperto in compagnia degli amici.

Parte 1 di 3:
Preparativi

  1. 1
    Prendi il tuo set di bocce. I set standard contengono otto sfere colorate – 4 di un colore e quattro di un altro – ed una sfera più piccola chiamata “pallino”.
    • La dimensione delle bocce viene spesso associata al livello di abilità dei giocatori: le più piccole tendono ad essere usate dai principianti o dai bambini, quelle più grandi dai più esperti. Le bocce standard hanno un diametro fisso di 107 mm ed un peso di 920 g.[2]
    • Un set di bocce standard può essere acquistato per pochi euro, mentre un set professionale può arrivare a costare anche più di 100 euro.
  2. 2
    Fai le squadre con i tuoi amici. Una partita di bocce può essere giocata da due giocatori singoli, uno contro l’altro, o da due squadre di due, tre o quattro giocatori. Giocando con un set di 8 palle, fare squadre di cinque giocatori non è consigliabile, dato che non tutti avrebbero la possibilità di fare il loro lancio.
  3. 3
    Scegli il campo di gioco. Se non hai a disposizione un campo di bocce, puoi sempre giocare “alla libera” (cioè all’aperto e su un terreno irregolare), anche se servirsi di un campo è comunque consigliabile. Un campo di bocce dovrebbe misurare al massimo 4 m in larghezza e 27,5 m in lunghezza (anche se per giocare va bene qualsiasi area di dimensioni simili).
    • I campi regolamentari sono circondati ai lati da una barriera alta, nella maggior parte dei casi, 20 cm al massimo.
    • Traccia una linea al di là della quale i giocatori non possono mettere il piede quando lanciano.
    • Alcuni giocatori preferiscono conficcare un piolo al centro del campo per segnare il punto oltre al quale il pallino deve essere lanciato all’inizio del gioco. Questa è comunque una delle tante varianti del gioco e non la norma.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Giocare

  1. 1
    Sorteggiate quale delle squadre tirerà il pallino. Non è così importante chi inizia per primo, dato che le squadre si alterneranno nel lancio del pallino all’inizio di ogni manche.
  2. 2
    Lanciate il pallino. La squadra che è stata sorteggiata ha ora due possibilità per lanciare il pallino in una determinata zona del campo (lunga 5 m e terminante 2,5 m prima della fine dell'area di gioco). Se la prima squadra non riesce a piazzare il pallino in questa zona, l’altra squadra guadagna l’opportunità di lanciarlo.
    • Come accennato in precedenza, un altro sistema di regole contempla che il pallino debba sorpassare un piolo piazzato al centro del campo.
    • Se giochi “alla libera”, tira il boccino dove vuoi, facendo in modo che non resti troppo vicino alla linea di lancio per non rendere il gioco troppo facile.
  3. 3
    Dopo aver lanciato il pallino, si iniziano a lanciare le bocce. La squadra che ha lanciato il pallino lancia anche la prima boccia. Lo scopo è di far arrivare le bocce il più vicino possibile al pallino. I giocatori non devono sorpassare la linea di tiro, che viene tracciata approssimativamente a 25 m dalla fine del campo di gioco.
    • Ci sono diversi modi per lanciare la sfera. Alcuni preferiscono lanciare la sfera tenendola da sotto e facendole compiere una parabola a mezz’aria o lanciandola bassa a livello del terreno. Altri invece preferiscono lanciare tenendo la mano sopra la boccia e facendole fare una parabola del tutto simile a quella ottenuta con l’altro tipo di lancio.
  4. 4
    Ora è il turno della seconda squadra. Uno dei giocatori della seconda squadra ha ora l’occasione di lanciare la sua boccia per avvicinarsi il più possibile al pallino.
  5. 5
    Determinate quale squadra ha ora diritto a lanciare tutte le sue bocce. La squadra la cui boccia è più distante dal pallino deve ora lanciare in successione le bocce che le sono rimaste, cercando di avvicinarle il più possibile al pallino.
    • Il pallino si può colpire. Rimane sempre e comunque il fulcro del gioco e spostarlo cambia semplicemente il punto dove si deve mirare.
    • Se la boccia rimane a contatto col pallino si realizza un “biberon”[3] (che viene conteggiato due punti se la posizione delle sfere non cambia durante il proseguimento della partita).
  6. 6
    Ora è il turno della squadra che ha ancora le sue tre bocce da lanciare. Al termine della manche, tutte ed otto le bocce dovrebbero esser state lanciate.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Conteggio dei Punti e Proseguimento del Gioco

  1. 1
    Determinate quale boccia è più vicina al pallino. Al termine dei lanci, la squadra che più si è avvicinata al boccino è l’unica che prende punti (uno o più, a seconda della posizione delle sue altre bocce).
  2. 2
    Viene assegnato un punto per la boccia più vicina al pallino. Se la seconda boccia più vicina è sempre della stessa squadra, viene assegnato un altro punto (la stessa cosa vale per la terza e la quarta boccia); in caso contrario il conteggio si interrompe.
    • Se due bocce di squadre differenti sono alla stessa distanza dal pallino, non viene assegnato alcun punto e si prosegue con la manche successiva.
  3. 3
    Spostatevi dall’altra parte del campo ed iniziate un’altra manche. Al termine di ogni manche vengono annotati i punti ed i giocatori si portano sull’altro lato del campo di gioco.
  4. 4
    Continuate a giocare finché una squadra non raggiunge 12 punti (in alternativa 15 o 21).[4]
    Pubblicità

Consigli

  • Potete anche giocare tanto per divertirvi, senza annotare il punteggio.

Pubblicità

Avvertenze

  • Lancia le bocce con attenzione e gioca seriamente. Sono molto dure e piuttosto pesanti: potresti anche sfondare il cranio a qualcuno!
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Set di bocce
  • Area di gioco (di almeno 20 x 150 m)
  • Vernice spray o qualcosa di simile per segnare le righe sul campo
  • Perno da piantare al centro del campo (opzionale)

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 12 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 20 370 volte
Categorie: Giochi
Questa pagina è stata letta 20 370 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità