"Go" è un gioco in cui due giocatori si contendono un territorio; si tratta probabilmente del più antico gioco da tavolo al mondo. Le regole sono semplici e si può letteralmente imparare a giocare in pochi minuti. Molti entusiasti del gioco lo reputano una vera e propria arte; le sue variazioni quasi infinite lo rendono troppo complesso persino per i computer più avanzati. Imparare a giocare è facile, ma per giocare bene servono molto tempo e allenamento. Continua a leggere per prendere familiarità con questo gioco antico e intrigante!

Parte 1 di 3:
Il Tavoliere e le Pietre

  1. 1
    Usa una grigia standard 19x19. Nella tavola da gioco standard, detta Goban, ci sono 19 linee orizzontali e 19 verticali che si intersecano. Puoi usare un tavoliere già pronto, o all'occorrenza prepararne uno tu stesso.
    • A volte si gioca su tavole più piccole. Spesso si gioca sulla 13x13 o sulla 9x9 per delle partite più rapide o per ragioni didattiche.
    • Ci dovrebbero essere nove punti segnati sulla griglia (su terza, nona e quindicesima linea). Si chiamano "hoshi", o "stelle" e servono come punti di riferimento su cui piazzare le pietre per le partite ad handicap.

    Curiosità: nel 2015, un sistema automatizzato chiamato AlphaGo ha imparato a giocare a Go, riuscendo a battere il campione umano.[1]

  2. 2
    Prepara 361 pietre bianche e nere. Questa è la quantità standard per una partita sul goban 19x19, ovviamente se giochi su griglie più piccole te ne serviranno di meno.
    • Tradizionalmente il nero gioca con 181 pietre e il bianco con 180, perché il nero ha la prima mossa.
    • Puoi tenere le pietre vicino al tavoliere, in delle ciotole (o "goke").
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Le Regole

  1. 1
    Si gioca a turni. Tradizionalmente il nero gioca per primo.
    • Si gioca sulle intersezioni della griglia e le pietre possono essere giocate anche sui bordi - nelle intersezioni a T e sugli angoli.
    • Una volta giocata una pietra, non si può più muovere (a meno che non venga catturata e rimossa).
  2. 2
    Conquista territori. Questo può avvenire in due modi diversi:
    • Controllando dei territori. Il territorio è una zona vuota circondata da pietre dello stesso colore. Più grande è il territorio delimitato dalle tue pietre, più punti guadagni.
      • Anche gli angoli possono essere usati come confine.
    • Mettendo una delle tue pietre all'interno del tuo territorio perdi dei punti; valuta attentamente questo tipo di mossa.
  3. 3
    Usa le pietre catturate. Tieni le tue pietre connesse tra loro per catturare i pezzi del tuo avversario.
    • Le pietre dello stesso colore su punti adiacenti, collegate da un tratto della griglia orizzontale o verticale, si dicono connesse. Non sono connesse se sono adiacenti solo in diagonale.
    • Se riempi con le tue pietre tutti i punti adiacenti a una pietra o a un gruppo connesso di pietre del tuo avversario, puoi catturarle. Una volta catturate, rimuovile dal tavoliere e tienile da parte come prigionieri. Ricorda che catturare è raramente un compito facile; il tuo avversario non aspetterà pazientemente che giochi tutte le mosse necessarie!
    • Tra i confini dei territori dei due giocatori, non ci possono essere dei punti lasciati vuoti e non reclamati.
  4. 4
    Conquista tutto il territorio per finire la partita. Entrambi i giocatori passano il turno e la partita finisce. Rimuovi le pietre avversarie dai rispettivi territori.
    • Metti tutte le pietre catturate nei territori dell'avversario. Di conseguenza, l'avversario vedrà ridotto il suo punteggio a causa della perdita delle sue intersezioni.
    • Una pietra catturata vale quindi 2 punti. Entrambi i giocatori perdono un punto per ogni prigioniero, uno perdendo il prigioniero, l'altro perdendo il territorio in cui viene inserito, mantenendo la differenza dei punteggi costante. Conta quanti punti (le intersezioni) ognuno dei due controlla dopo questa fase.
    • Catturare è ciò che fa questo un gioco di strategie. Ricorda che mentre conquistare ulteriori territori è l'obiettivo principale del gioco, devi tuttavia pensare sempre a difendere.
  5. 5
    Impara il lessico. Essendo un antico gioco giapponese, ci sono molti termini da conoscere.
    • Libertà - una intersezione vuota adiacente a una pietra
    • Atari - una situazione in cui una pietra o un gruppo possono venire catturati alla mossa successiva.
      • Per esempio, "La tua pietra bianca nell'angolo è in atari, fai attenzione!"
    • Occhio - uno singolo spazio vuoto isolato all'interno di un gruppo.
      • Se c'è un "occhio" all'interno di un gruppo di pietre, catturare diventa impossibile, dal momento che non tutti gli spazi sono occupati.
    • Suicidio - mettere una pietra in uno spazio che può essere catturato.
    • Ko - una situazione in cui una pietra che ha eseguito una cattura, può essere ricatturata immediatamente, tornando alla situazione precedente in un ciclo infinito. Per evitarlo si proibisce la ricattura immediata, si è obbligati a giocare prima una mossa altrove sul goban.
    • Sente - giocare per primo, avvantaggiandosi in determinate situazioni di gioco.
    • Gote - giocare per secondo, rispondendo alla mossa dell'avversario, sacrificando un vantaggio in una determinata posizione.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Giocare una Partita

  1. 1
    Trova un avversario. L'ideale sarebbe trovare qualcuno che sa già come giocare, per avere un esempio migliore da seguire nelle prime partite e togliersi ogni dubbio.
    • Puoi cercare un avversario dal vivo o su un server online. Per giocare dal vivo, controlla sul sito della FIGG (Federazione Italiana Giuoco Go) l'elenco dei club più vicini a te. Per giocare online, ecco una lista dei server più usati:
    • IGS
    • KGS
    • OGS
    • DGS
    • Yahoo
    • MSN Zone
    • Goshrine
    • 361points
    • BreakBase
  2. 2
    Inizia una partita scegliendo un colore. In una partita ad handicap, il giocatore più forte prende il bianco e il nero mette tra 2 e 9 pietre sugli hoshi, prima che il bianco inizi.
    • Per una partita alla pari, i colori sono scelti a caso. Siccome il nero ha un vantaggio a giocare per primo, il bianco viene compensato prendendo il "komi", una piccola quantità di punti aggiuntivi che aggiungerà al suo punteggio a fine partita.
    • Il valore del komi può cambiare, tra 5 e 8 punti in base a regole e tradizioni, ma in gran parte dei tornei si usa un komi di 6,5 punti. Il mezzo punto evita anche di avere dei pareggi.
    • I giocatori occidentali giocano tipicamente secondo le regole giapponesi, dove il komi ammonta a 6,5.
  3. 3
    Gioca la prima pietra, se sei il giocatore nero e non hai pietre di handicap. Tradizionalmente si gioca nel quadrante in alto a destra.
    • Questa mossa iniziale determina quale lato del quadrante ogni giocatore andrà a conquistare.
    • Le pietre di handicap sono considerate la prima mossa del nero, in una partita ad handicap.
  4. 4
    Giocate alternativamente le pietre successive. Ricorda che si gioca sulle intersezioni, non negli spazi vuoti tra di esse.
    • Un giocatore può decidere di passare, se pensa di non avere mosse utili rimaste da giocare. Un "passo" è una chiara indicazione del desiderio di finire la partita e passare al conteggio dei punti.
      • Se entrambi i giocatori passano, la partita è finita.
  5. 5
    Decidi la tua strategia. Ci sono generalmente due opzioni: reclamare più territorio possibile in maniera pacifica, o invadere quelli del tuo avversario catturando le sue pedine.
    • Se un giocatore posa una pietra che toglie l'ultima libertà a un gruppo di pietre connesso, questo gruppo è morto e viene rimosso dal gioco (catturato).
    • L'unica eccezione a questa regola è nel caso si presentasse un ko, in questo caso la regola del ko proibirebbe di catturare, costringendo prima a giocare una mossa altrove. Ko in giapponese significa "eternità", questa regola è necessaria per garantire la conclusione di una partita.
  6. 6
    Finisci la partita quando entrambi i giocatori passano. Bianco e nero devono entrambi decidere che non vale più la pena di mettere altre pietre.
    • Il giocatore che ha conquistato più territori e catturato più pietre vince la partita. Le pietre catturate possono essere messe nei territori nemici per diminuire il loro punteggio, come visto in precedenza.
  7. 7
    Conta i punti. Una volta che entrambi i giocatori decidono di passare potete decidere di usare il conteggio delle aree o dei territori
    • Nel conteggio delle aree, ogni giocatore conta un punto per ogni pedina presente sul tavoliere e per ogni intersezione libera all'interno del suo territorio. Il bianco quindi aggiunge il komi al suo punteggio.
    • Nel conteggio dei territori, ogni giocatore posiziona ogni singolo prigioniero all'interno dei territori del nemico. Il bianco quindi aggiunge il komi al suo punteggio.
    • Entrambi i metodi finiscono solitamente per dare lo stesso risultato, ma talvolta potrebbero variare di un punto.
    Pubblicità

Consigli

  • Un vecchio proverbio suggerisce di perdere le prime cinquanta partite il più rapidamente possibile. Si tratta di un buon consiglio, perché perdendo queste partite si incontreranno tutti gli errori più comuni, imparando a evitarli e aiutandoti a concentrarti su strategie più complesse e interessanti.
  • Mantieni la calma, anche se succede qualcosa di inaspettato. Una partita può cambiare radicalmente direzione a causa di una mossa imprevista o di un errore. Resta concentrato e limita i danni! Se proprio non ci riesci, puoi sempre arrenderti e passare alla partita successiva.
  • Gioca partite dimostrative con giocatori più forti. Sono partite in cui il giocatore più esperto fa in modo di creare situazioni e mosse utili per stimolare le risposte migliori, eventualmente da commentare a fine partita.
  • Leggi le regole pubblicate su Yahoo, dal momento che sono quelle più dettagliate (anche in merito alle strategie di gioco). Tuttavia, non è raccomandabile giocare sul loro server in quanto il loro sistema di ranking si basa più sugli scacchi piuttosto che sul sistema giapponese che è normalmente più diffuso.

Pubblicità

Avvertenze

  • Anche se le regole del Go sono semplici e naturali, esistono diverse piccole varianti nelle regole ufficiali usate nel mondo. Spesso si tratta di differenze tecniche o riferite a situazioni molto rare, quindi non devi preoccupartene all'inizio. I set di regole più usati sono quelle giapponesi, cinesi, Nneozelandesi, AGA (americane) e ING.
  • Le partite online sono spesso veloci, quindi fai attenzione al tempo!
  • Sii educato con gli altri giocatori, di persona e online. Saluta prima di iniziare e ringrazia a fine partita, indipendentemente da sconfitta o vittoria.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 33 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 9 133 volte
Categorie: Giochi
In altre lingue
Questa pagina è stata letta 9 133 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità