Come Giocare a Poker

6 Parti:Come IniziareGiocare a Texas Hold'emSviluppare la propria StrategiaGiocare in Modo più ProfessionaleImparare le Varianti più Diffuse del PokerComprendere le Mani del Poker

Il poker è un gioco che si può imparare in giorni o anni, ma per padroneggiarlo serve tutta la vita. Esistono molte varianti, ciascuna con le proprie regole, ma la più nota è il Texas Hold'em. Le basi restano sempre le stesse: si tratta di un gioco di fortuna, strategia e che richiede buone doti di osservazione. Ha delle componenti psicologiche, come saper interpretare il linguaggio del corpo dei giocatori al tavolo per capire quando passare, bluffare o smascherare il bluff di un avversario. Una volta comprese le regole di base, le mani e il gergo del gioco, puoi iniziare a concentrarti sulla strategia, in modo da diventare un maestro.

Parte 1
Come Iniziare

  1. 1
    Impara a memoria le dieci combinazioni di cinque carte più semplici e il loro punteggio (dal più alto al più basso). Questo passaggio è fondamentale per avere successo nel poker. Per iniziare a prendere familiarità con le varie mani, stampa una tabella e studiala. Conoscere i punteggi ti aiuterà a capire quando è il momento di puntare, bluffare o passare:
    • Ricorda che se due giocatori con la stessa combinazione si affrontano, la mano vincente è quella con le carte dal valore più alto. Se due mani sono identiche (i semi non hanno importanza), i giocatori pareggiano e il piatto viene diviso equamente tra i due.
  2. 2
    Gioca per la gloria o pochi euro con gli amici. Se sei un principiante, non puntare denaro reale oppure stabilisci una posta molto bassa. Abituati a usare le fiches e a considerare i piatti utilizzando monete di piccolo taglio per le tue puntate. Si tratta di un modo divertente e non troppo impegnativo per fare pratica con le tue nuove capacità e tentare la fortuna.
    • Puoi anche imporre un limite basso per tutti i giocatori, come 2 € o 5 € e limitarti a guardare quando hai finito le fiches.
  3. 3
    Impara le regole di comportamento al tavolo. Nessuno vuole sentirsi inadeguato durante una partita di poker, quindi apprendi alcune delle norme da seguire in modo da sembrare più esperto e sentirti più a tuo agio. Ricorda di rispettare gli altri giocatori e se non sai cosa fare in una specifica circostanza, cerca di essere discreto e non dare troppo nell'occhio.[1]
    • Fai attenzione al gioco, in modo da sapere quando è il tuo turno di parlare. Se sei distratto rallenti il gioco, manchi di rispetto agli altri giocatori e li fai irritare.[2]
    • Di solito è accettabile fare due chiacchiere al tavolo verde, mentre provocare verbalmente gli avversari, rivelare le proprie carte e mentire riguardo alla propria mano sono generalmente considerati comportamenti scorretti. Se non stai giocando con amici, limitati a fare qualche commento o a scambiare poche parole.[3]
    • Invece di fare slow rolling, cioè rivelare una mano vincente all'avversario dopo aver perso tempo, rispetta gli altri giocatori e mostra subito tutte le tue carte al termine della mano.[4]
  4. 4
    Impara a fare il mazziere. Se non sei seduto a un casinò, probabilmente i giocatori al tuo tavolo si alternano nel ruolo di mazziere o dealer, quando sono nella posizione di bottone. Il dealer mescola le carte, poi le distribuisce in senso orario, dal primo giocatore alla sua sinistra, terminando con se stesso. Le carte devono essere date coperte, una alla volta, finché tutti non ne hanno cinque (o 2 nel Texas Hold'em).
    • Le carte che restano nel mazzo vengono messe coperte al centro del tavolo e distribuite ai giocatori partendo dalla prima.
    • Dopo ogni mano, il bottone, che indica chi fa il mazziere, passa al giocatore alla sinistra di chi ha distribuito le carte.
    • Se il dealer è sempre la stessa persona, ad esempio come avviene nei casinò, solo il bottone viene passato da chi lo possiede al giocatore alla propria sinistra (quello che ha ricevuto le carte per primo nella mano precedente).

Parte 2
Giocare a Texas Hold'em

  1. 1
    Impara i quattro giri di puntate del Texas Hold'em. Questa versione del poker è considerata la più nota (è molto diffusa in televisione e su internet). In ogni mano, i giocatori possono fare check (passare la parola a quello seguente), chiamare, rilanciare o foldare (lasciare). Il dealer distribuisce due carte a ciascun partecipante, poi scopre le carte comuni al centro del tavolo: inizia dal flop (3 carte), poi il turn (1 carta) e infine il river (1 carta). Dopo i quattro giri di puntate, i giocatori che non hanno lasciato la mano rivelano le proprie carte allo showdown.[5]
  2. 2
    Valuta i rischi della tua mano di partenza. Nel primo giro di puntate è importante sapere se le carte che possiedi sono abbastanza buone da essere giocate, nella speranza che insieme a quelle comuni tu possa ottenere una buona combinazione. Nel Texas Hold'em, inizi la mano con due carte e devi decidere se puntare o foldare.
    • Dovresti quasi sempre rilanciare se la tua mano è una coppia di 10, di figure o di assi. Anche asso-re e asso-regina sono buone mani. Se ti viene distribuita una di queste combinazioni, punta prima del flop, in modo da aumentare il valore del piatto.
  3. 3
    Impara con quali mani chiamare "pre-flop. Si tratta del giro di puntate prima del "flop", quando il mazziere scopre tre carte comuni. Se hai asso e figura o due figure consecutive di semi diversi, sei in buona posizione per chiamare.
    • Anche due carte consecutive dello stesso seme sono una buona mano;
    • Se hai una coppia bassa, dovresti tentare la fortuna e chiamare. Non rilanciare, perché si tratta di una mano che non ha molto valore e che viene battuta spesso da coppie più alte.

Parte 3
Sviluppare la propria Strategia

  1. 1
    Impara quando e come foldare. Il segreto del successo nel poker è sapere quando lasciare una mano e accettare di perdere parte del tuo stack (le tue fiches) o quando invece proseguire e rischiare di perdere più fiches, sapendo che hai buone possibilità di vincere il piatto.
    • Se dopo il flop hai una mano che non interagisce con le carte comuni, fai check e passa. Non continuare a puntare denaro con una combinazione che non può vincere.
    • Se dopo il flop hai una buona mano, punta. In questo modo farai lasciare le mani più deboli e aumenterai il valore del piatto.
  2. 2
    Decidi se vale la pena di "andare a pescare". In questo caso prosegui una mano nella speranza di ottenere le carte che ti servono. Se la tua mano può vincere in base alle carte che usciranno al turn e al river, devi valutare se vale la pena restare in gioco. Il calcolo delle probabilità può aiutarti a prendere questa decisione. Se decidi di continuare, devi bluffare finché non completi la tua combinazione.
    • Se la carta che ti serve non viene scoperta, puoi bluffare o passare. In alcuni casi, se sei un abile attore e hai fortuna, puoi vincere un'intera partita con una brutta mano.
  3. 3
    Esercitati e osserva altri giocatori per sviluppare reazioni rapide. Più giochi e osservi, più diventerai abile e veloce. Dato che tutte le partite di poker sono diverse, è importante avere un buon istinto invece di provare a imparare a memoria e applicare sistemi complessi. Prova a reagire alle situazioni che si presentano e guarda come si comportano gli altri giocatori.
  4. 4
    Considera attentamente il tuo bankroll. Finché sei un principiante, non dovresti mai investire nel poker più di quando sei disposto a perdere per divertimento. Il bankroll rappresenta il denaro che desideri impegnare al tavolo e non dovresti mai aggiungere altri soldi dopo che l'hai esaurito completamente. Attendi di aver guadagnato abbastanza da poter perdere di nuovo quella somma e gioca per divertirti.
    • Di solito viene consigliato ai principianti di giocare solo in tavoli in cui possono permettersi di perdere senza problemi 200 puntate al limite più alto. Di conseguenza, se il limite è di 5 €, il tuo bankroll dovrebbe essere di 1000 € e non dovresti rischiare di più.
    • Se il poker diventa una vera passione, prendi nota di vincite e perdite. Questo ti aiuterà a capire se il tuo nuovo hobby è redditizio nel lungo termine.
    • Ricorda che devi prendere nota dei redditi dovuti al gioco d'azzardo, in modo da non finire nei guai con il fisco.
  5. 5
    Impara a leggere i tell più diffusi nel poker. Al tavolo verde è più importante osservare i tuoi avversari rispetto alle tue carte. Si tratta di un aspetto avanzato del gioco, ma è sempre utile riconoscere i tell (i segnali che tradiscono forza o debolezza) degli altri giocatori e ancora di più quelli che mostri tu. Fai attenzione alle abitudini di puntata, ad esempio puntare presto, spesso (magari con mani deboli) o tardi in una mano (come tentativo di intimidazione). Anche i segnali del linguaggio del corpo possono darti informazioni sulla forza della mano degli avversari e conoscendo quelli più frequenti, imparerai a evitarli tu stesso, in modo da mantenere la tua strategia segreta.[6]
    • Alcuni tell classici includono respirazione accelerata, sospiri, narici dilatate, rossore, occhi lucidi, sbattere le palpebre velocemente, deglutire eccessivamente o un aumento delle pulsazioni nel collo o nelle tempie.
    • I giocatori mettono spesso la mano davanti alla bocca per nascondere un sorriso, mentre le loro mani tremano quando sono nervosi.
    • Se un giocatore osserva le proprie fiches al momento del flop, probabilmente ha una buona mano.
    • Se un giocatore mediocre cerca di impressionarti fissandoti, probabilmente sta bluffando.
  6. 6
    Impara a riconoscere i giocatori "chiusi" e quelli aggressivi. In questo modo riuscirai a determinare le loro abitudini di puntata e valutare meglio le loro mani. Puoi notare se un avversario è chiuso o prudente se lascia spesso nei primi giri di puntate, restando in gioco solo quando ha buone carte.
    • I giocatori molto chiusi non perdono grandi somme, ma spesso vengono individuati in breve tempo da quelli più esperti. Dato che hanno la tendenza a non rischiare molto denaro, spesso possono essere convinti a foldare da un bluff.
    • I giocatori aggressivi amano prendere rischi e spesso rilanciano nei primi giri di puntata, prima di valutare i comportamenti degli avversari al tavolo.

Parte 4
Giocare in Modo più Professionale

  1. 1
    Fai "check" per evitare di puntare. Puoi usare questo termine se sei il primo a parlare o se tutti i giocatori prima di te hanno fatto check. Con un check nel tuo turno all'inizio di una mano, decidi di non aggiungere fiches al piatto, ma piuttosto passare la parola all'avversario seguente.
    • Nei giri di puntate seguenti, con il "check" indichi che desideri restare nella mano e che non aggiungerai altre fiches se non sarà qualcun altro a puntarle.
    • Se un altro giocatore rilancia, nessuno può più fare "check"; quando la parola torna a te, dovrai chiamare la puntata, rilanciare o foldare.
  2. 2
    Puoi dire "apro" se nessuno ha ancora puntato e vuoi farlo per primo. Ad esempio, puoi aumentare l'ante (la fiches di partecipazione alla mano) di 1 € o della puntata minima concordata. Se decidi di non aprire, i turni proseguono in senso orario, finché un giocatore non apre o tutti fanno check. Se tutti passano la parola, è il momento di scegliere da una a quattro carte da cambiare o annunciare il "servito", tenendo l'intera mano. Se le carte restanti nel mazzo non bastano a completare tutti i cambi, quelle scartate dai giocatori che le hanno già ricevute vengono mescolate e distribuite.
    • Il mazziere deve mescolare le carte scartate e aggiungerle in fondo al mazzo.
  3. 3
    Puoi dire "chiamo" se desideri pareggiare la puntata dell'ultimo giocatore che ha puntato. Ad esempio, se il giocatore alla tua destra ha appena puntato 10 € e ora è il tuo turno, puoi dire "chiamo" o call per pareggiare quella cifra. A quel punto, metti al centro del tavolo 10 € in fiches.
  4. 4
    "Rilancia" per aumentare la puntata. Questa strategia consente di aumentare il valore del piatto. A seguito di un rilancio o un controrilancio, inizia un nuovo giro di puntate in cui i giocatori rimasti nella mano devono chiamare o rilanciare l'ultima puntata per proseguire, oppure foldare. Se tutti i partecipanti chiamano o passano, senza controrilanci, la mano prosegue.[7]
    • Se un giocatore punta 20 € e pensi di avere una mano vincente o vuoi tentare un bluff, puoi rilanciare quando tocca a te dicendo "rilancio a 30 €".
    • Tuttavia, non dire "Vedo i tuoi 20 e rilancio di 10...". Anche se si tratta di un comportamento visto spesso nei film, in realtà è piuttosto scorretto al tavolo.[8]
  5. 5
    "Folda" quando vuoi lasciare una mano. Lasciare o foldare significa scartare le tue carte e abbandonare il piatto, insieme a tutte le tue puntate fino a quel momento. Attendi di ricevere la mano seguente se hai ancora fiches o se non hai raggiunto il tuo limite di perdita. Per abbandonare una mano quando tocca a te, metti le carte coperte sul tavolo e spingile sulla pila degli scarti.[9]
    • Puoi foldare in qualunque momento della mano quando è il tuo turno. Puoi anche chiedere il cambio delle fiches, alzarti dal tavolo o restare a guardare.[10]
  6. 6
    Mostra le tue carte al termine della mano. Questa fase è nota come showdown. Una volta che tutti i giocatori che non hanno foldato dicono "check" o chiamano, devono scoprire le proprie carte. Osserva le mani scoperte; chi ha la combinazione più alta si aggiudica il piatto. In caso di parità, il piatto viene diviso equamente tra i vincitori.

Parte 5
Imparare le Varianti più Diffuse del Poker

  1. 1
    Impara le basi del poker all'italiana. Questa variante ha spesso regole personalizzate che vengono stabilite all'inizio della partita, ad esempio se usare i jolly o altre matte, quali carte sono alte o basse. L'obiettivo del gioco è simile a quello del Texas Hold'Em: ottenere la migliore mano di cinque carte, ma senza sfruttare carte comuni.
    • Determina la struttura delle puntate e decidi se giocherete con un limite fisso, con uno dettato dal piatto o senza limiti.[11]
    • Decidi chi fa le carte chiedendo "Chi fa il mazziere per primo?". In base al gruppo con cui stai giocando e al luogo dove vi trovate, il mazziere può essere scelto dal caso o di comune accordo. In alternativa, l'organizzatore o il padrone di casa può decidere di distribuire le carte per primo.
  2. 2
    Impara il 3-card draw. In questo gioco si comincia con l'ante. Il mazziere poi distribuisce tre carte a ciascun giocatore e tutti i partecipanti devono decidere se puntare o foldare. Alla fine della mano, il mazziere svela le carte e chi ha la mano migliore si aggiudica il piatto.[12]
  3. 3
    Impara alcune delle varianti meno note. Se diventi un vero appassionato del gioco o se vuoi impressionare gli amici con la tua conoscenza del poker, impara le regole di altre varianti, come Straight Poker, 5-Card Stud, 7-Card Stud, Lowball, Omaha, Pineapple, Crazy Pineapple, Cincinnati e Dr. Pepper.

Parte 6
Comprendere le Mani del Poker

  1. 1
    Impara a memoria i nomi e le carte che compongono le mani, poi concentrati sul loro significato:
    • La mano migliore è la "scala reale", composta da 10, Jack, Regina, Re e Asso dello stesso seme (cuori, quadri, fiori o picche). Due scale reali di diversi semi pareggiano se non è indicato diversamente dalle regole della specifica variante.
    • Una "scala a colore" è composta da cinque carte consecutive dello stesso seme.
    • "Poker" indica una mano con quattro carte dello stesso valore (e semi diversi naturalmente), accompagnate da una quinta carta qualsiasi (ad esempio quattro assi e un nove). Se hai quattro assi, considera che nessun asso è disponibile per gli altri giocatori, che quindi non possono avere una scala reale.
    • Un "full" è composto da un tris e da una coppia;
    • Un "colore" è composto da cinque carte dello stesso seme;
    • Una "scala" è composta da cinque carte consecutive ma di colori diversi.
    • Tre carte dello stesso tipo sono un "tris". In questo caso la tua mano di cinque carte è completata da due carte qualsiasi.
    • La "doppia coppia" è una mano composta da due carte dello stesso valore, più altre due carte dello stesso valore (diverso dal primo), più una carta qualsiasi.
    • La "coppia" indica due carte dello stesso valore. In questo caso la mano di cinque carte è completata da tre carte qualsiasi.
    • "Carta alta" è la mano dal punteggio più basso (in questo caso si dice che non hai "niente"). Le cinque carte in tuo possesso sono tutte di valore diverso, non sono consecutive e non sono tutte dello stesso seme.

Consigli

  • Se non partecipi a un cash game (gioco a soldi veri), scegli una persona che faccia da banco. Sarà la responsabile della distribuzione e del controllo delle fiches.
  • Puoi assegnare a qualcuno il ruolo di segnapunti, in modo da prendere nota delle vincite e delle perdite dei giocatori, oltre alla classifica.
  • Puoi bluffare, o portare gli avversari a credere che tu abbia una mano molto migliore di quella che hai, puntando somme elevate. Se i tuoi avversari credono al tuo bluff, puoi vincere il piatto anche con una mano debole.
  • Non puntare più di quanto sei disposto a perdere. Passa la mano se gli altri giocatori alzano troppo la posta.
  • Guardare i tornei con giocatori professionisti è un ottimo modo per studiare le dinamiche del gioco. Puoi guardarli in televisione o su internet.

Avvertenze

  • Ricorda che il poker e i giochi d'azzardo in generale possono dare moltissima dipendenza. Non esagerare e non rischiare cifre troppo elevate.
  • Se sviluppi un problema con il gioco d'azzardo, puoi rivolgerti a gruppi di sostegno o chiamare la linea nazionale di supporto.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Giochi

In altre lingue:

English: Play Poker, Español: jugar póquer, Deutsch: Poker spielen, Português: Jogar Pôquer, Français: jouer au poker, Русский: играть в покер, Bahasa Indonesia: Bermain Poker, Tiếng Việt: Chơi bài Xì tố (Poker), Nederlands: Pokeren

Questa pagina è stata letta 57 904 volte.

Hai trovato utile questo articolo?