Come Giustificarti Quando non hai Fatto i Compiti

In questo Articolo:Inventare una Scusa ElaborataPrendere Tempo e Forzare la VeritàDire la VeritàRiferimenti

In teoria, bisogna sempre essere disposti a prendere sul serio la scuola e fare regolarmente i compiti. A volte, però, gli impegni personali diventano un ostacolo ed è impossibile prepararsi. Esistono diversi metodi per confezionare una spiegazione, onesta o meno, da dare all'insegnante e giustificarsi.

1
Inventare una Scusa Elaborata

  1. 1
    Inventa delle scuse che sembrino plausibili. Se la tua unica soluzione è quella di creare una scusa più elaborata, oppure vuoi essere audace, fallo con attenzione. Molte scuse classiche, come "Il cane mi ha mangiato i compiti", sono note agli insegnanti, quindi non ci crederanno [1]. È difficile ingannare un professore con molti anni di esperienza alle spalle: ricorda che ha avuto a che fare con numerosi studenti e scuse. Ne ha sentite di tutti i colori, dunque spesso si rende conto che quelle più bizzarre sono false [2].
  2. 2
    Rovina i compiti che dovresti consegnare in modo che l'insegnante non possa accusarti di non averli fatti. Dovrebbero essere illeggibili o in pessime condizioni, così puoi dimostrare una prova per giustificarti.
    • Sgualcisci e strappa i fogli. Potrai dire all'insegnante che sono volati via dalla finestra, quindi investiti da una macchina o calpestati.
    • Spargi della terra o dell'acqua sul foglio e spiega che è caduto in una pozzanghera.
    • Versa qualcosa di scuro (come del succo o dell'inchiostro) sul foglio, in modo che sia illeggibile.
  3. 3
    Inventa una scusa di natura tecnologica.
    • Per esempio, se devi salvare il lavoro su una chiavetta USB, puoi spiegare di avere avuto un problema con il file.
    • Se ti viene chiesto di mandare il file via e-mail o mediante un altro mezzo elettronico, puoi inviare "accidentalmente" un documento diverso o la bozza "sbagliata" (per esempio, potrebbe indicare solo il tuo nome e contenere la prima parte del compito). Potresti addirittura comprare dei file danneggiati [3].
    • Ricorda che i tuoi insegnanti possono saperci fare con la tecnologia e conoscere tutti questi trucchetti, quindi a volte è necessario essere creativo [4].
  4. 4
    Prova una scusa meno creativa che potrebbe comunque funzionare: potresti dire che i compiti ti sono caduti dallo zaino, hai preso la cartellina sbagliata prima di uscire di casa o sei dovuto andare a un funerale.
  5. 5
    Quando puoi, fingi di avere fatto tutti i compiti. Per esempio, nel caso dei compiti di matematica, puoi scrivere cifre o risposte a caso per dare l'impressione di avere completato gli esercizi. Ricorda solo che non è un metodo veloce. Tra l'altro, se l'insegnante dovesse guardare il foglio da vicino, ti coglierebbe in flagrante.
  6. 6
    Evita quelle scuse che ti si ritorcerebbero contro. Per esempio, se dici che hai dimenticato i compiti in un'altra parte della scuola, l'insegnante può chiederti di andare a prenderli, quindi verrai beccato.

2
Prendere Tempo e Forzare la Verità

  1. 1
    Fai finta di essere preparato, per quanto ciò non sia vero.
    • Se la materia in questione è all'ultima ora, o quasi, potresti riuscire a fare i compiti prima di andare a scuola, durante un'altra lezione o nella ricreazione.
    • Puoi consegnare i compiti sbagliati, per esempio quelli di un'altra materia, o che sono stati corretti già. Prima che l'insegnante si accorga dell'errore, potrai finire quelli giusti o consegnarli il giorno dopo e scusarti per la confusione.
    • Copia le risposte da un amico, così avrai qualcosa da consegnare. Assicurati che non abbia problemi ad aiutarti. Questo metodo funziona solo quando si tratta di compiti a cui gli studenti devono dare le stesse risposte, o quasi.
  2. 2
    Dichiara di essere malato. Ricorda che in molti casi ti servirà una giustificazione scritta da un medico per dimostrare all'insegnante che hai dovuto rivolgerti a uno specialista o che sei dovuto andare all'ospedale, e che quindi fare i compiti è stato impossibile.
  3. 3
    Chiedi a tua madre o a tuo padre di scriverti una giustificazione.
    • Una mossa pericolosa: puoi scrivere una giustificazione falsa al posto di un tuo genitore spiegando perché non sei riuscito a fare i compiti.
    • Se decidi di falsificare una giustificazione, ricorda che l'insegnante potrebbe accorgersene. Qualora dovesse coglierti in flagrante, dovrai subire la punizione dei tuoi genitori e quella della scuola.

3
Dire la Verità

  1. 1
    Cerca di essere onesto. È sempre meglio dire la verità e spiegare all'insegnante il motivo per cui non sei riuscito a fare i compiti. Una scusa sincera può aiutare molto.
    • Potresti dire: "Sono molto dispiaciuto, ma ho avuto un contrattempo e non sono riuscito a fare i compiti. Potrebbe giustificarmi per questa volta? Li consegnerò domani e prometto che non succederà più".
    • Cerca di essere semplice e diretto, non seccare l'insegnante con scuse lunghe e farneticanti.
  2. 2
    Se non sei preparato, assumitene la responsabilità. Ammetti che non hai fatto i compiti e, invece di incolpare qualcun altro o qualcos'altro, riconosci la tua negligenza.
    • Per esempio, dovresti dire: "So che non ci sono scuse e riconosco che la responsabilità è mia. Avrei dovuto fare i compiti. Mi dispiace di non essere preparato, non succederà di nuovo".
    • Così facendo dimostri maturità, quindi l'insegnante potrebbe rispettare la tua onestà.
  3. 3
    Pensa a un motivo valido che impedirebbe di fare i compiti. Ti servirà qualcosa di più convincente di un semplice "Me ne sono dimenticato" per persuadere il professore.
    • Forse hai un sovraccarico di lavoro e sei stressato (questo è particolarmente convincente in tempo di esami).
    • Se circostanze che sfuggono al tuo controllo, per esempio una malattia o una morte in famiglia, ti hanno impedito di fare i compiti, spiegalo.
    • Puoi anche spiegare che non hai capito il compito assegnato, che hai avuto difficoltà a completarlo o che ti sei sentito sotto pressione a causa dei tempi di consegna, quindi hai bisogno di qualche altro giorno.
  4. 4
    Ricorda che anche il tuo insegnante è impegnato. Cerca di dirgli subito che non sei riuscito a fare i compiti.
    • Se eviti di scusarti di punto in bianco e all'ultimo momento, sarà più probabile che l'insegnante ti giustifichi.
    • Potresti anche riuscire a chiedere una proroga, in modo da consegnare i compiti in un secondo momento.
    • Cerca di capire la personalità del tuo insegnante. In particolare, devi sapere se è flessibile e disposto a perdonare con facilità. Quando gli spieghi la tua situazione, cerca di sembrare triste, serio, agitato e così via, a seconda della scusa specifica utilizzata.

Consigli

  • L'approccio più efficace? Provare a fare i compiti in maniera puntuale, invece di cedere alla tentazione di giustificarti. Non provare a farlo troppo spesso. In questo modo, quando ne avrai veramente bisogno, l'insegnante sarà più predisposto a capirti.
  • Dopo aver usato una scusa, alla fine dovrai comunque consegnare i compiti, anche se in ritardo.
  • Se riesci a fare i compiti, anche solo una parte o un lavoro di scarsa qualità, potresti comunque consegnarli. Un lavoro parziale può essere preferibile a un foglio completamente in bianco. A volte gli insegnanti sono comprensivi in questi casi e possono aiutarti. Se vuoi, puoi anche spiegare che ti piacerebbe migliorarlo e consegnarlo in un secondo momento.
  • Se hai fatto i compiti, ma li hai dimenticati a casa sul serio, cerca di spiegare onestamente l'accaduto. Se l'insegnante lo consente, consegnali il giorno dopo.

Avvertenze

  • Se vieni colto in flagrante perché hai usato una scusa, preparati ad affrontarne le conseguenze. Parla con il tuo insegnante in modo maturo, spiegagli che hai problemi di temporeggiamento, un carico di lavoro eccessivo, difficoltà con la materia e così via.
  • Se l'insegnante scopre che hai mentito, questo può causarti gravi problemi con la tua scuola, la tua famiglia o i tuoi amici.
  • Cerca di non mentire: se dici bugie ripetutamente, rischi di non avere la coscienza a posto.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 201 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Cose di Scuola

In altre lingue:

English: Excuse Yourself from Unfinished Homework, Español: dar excusas por tareas sin terminar, Русский: придумать оправдание, если вы не выполнили домашнее задание, Français: trouver une excuse pour ne pas avoir fait ses devoirs, Deutsch: Sich für ungemachte Hausaufgaben entschuldigen, Bahasa Indonesia: Membuat Alasan jika Belum Mengerjakan Tugas, Nederlands: Je verontschuldigen als je huiswerk niet af is, العربية: إيجاد عذر لعدم القيام بالواجب المنزلي

Questa pagina è stata letta 36 058 volte.
Hai trovato utile questo articolo?