Come Guarire dall’Intervento di Protesi Mammarie

Nel 2010, circa 300.000 donne hanno subito un intervento di protesi mammarie nei soli Stati Uniti, rendendo l'ingrossamento del seno la procedura di chirurgia estetica più richiesta del Paese. Le protesi mammarie vengono posizionate chirurgicamente sotto la pelle del seno di una donna per renderlo più grande o più pieno. Le protesi mammarie possono anche essere messe per fornire a dei seni asimmetrici le stesse dimensioni. Una volta subito l’intervento, il seno può richiedere diverse settimane per guarire. Segui questi passaggi per sapere come guarire dopo un impianto di protesi mammarie.

Passaggi

  1. 1
    Ascolta il tuo medico. Le istruzioni per il recupero vengono fornite dal medico in modo specifico caso per caso. In base all’età, agli attributi fisici e ai problemi di salute il medico ti dirà cosa puoi e cosa non puoi fare nelle settimane successive all'intervento chirurgico.
  2. 2
    Evita qualunque cosa richieda una forza eccessiva, abrasioni o movimenti, come il sollevamento di oggetti pesanti, giocare a tennis o saltare su un trampolino. Questo è importante, perché non devi creare stress o tensione alle incisioni chirurgiche o ai nuovi impianti.
  3. 3
    Assumi le medicine prescritte. Dopo l'intervento chirurgico, ti verranno prescritti dei farmaci da applicare direttamente sulle cicatrici o da prendere per via orale, per aiutare la guarigione e/o ridurre il dolore. I farmaci riducono anche il rischio d’infezione.
    • Applica il farmaco topico prescritto dal medico sulle cicatrici e sui seni. Questo aiuterà a guarire le ferite e il tessuto esternamente. Alcuni farmaci topici svolgono l’azione di intorpidire il dolore successivo alla chirurgia.
    • Prendi i farmaci che ti ha prescritto il medico per via orale. Ti aiuterà a guarire le cicatrici del seno e dei tessuti interni, oltre a fornire sollievo dal dolore.
  4. 4
    Applica una crema idratante con burro di karitè per il seno. Dopo l'intervento chirurgico, il seno può diventare rosso, caldo o lucido perché la pelle è stata allungata. Applicando del burro di karitè, puoi impedire alla pelle di sviluppare smagliature.
  5. 5
    Indossa un reggiseno di supporto che riduca il movimento del seno. Il più adatto in questo contesto è il reggiseno atletico/sportivo. Mantieni in tuo nuovo seno il più fermo possibile per guarire velocemente. Un reggiseno che non fornisce il sostegno necessario comporta uno stress eccessivo e tensione sui nuovi impianti.
  6. 6
    Dormi sulla schiena fino a 10 giorni dopo l'intervento chirurgico. Fare troppa pressione sul seno dormendoci sopra potrebbe rompere le suture, con conseguente dolore eccessivo e un ulteriore intervento medico per riparare gli strappi.
    Pubblicità

Consigli

  • La maggior parte dei chirurghi plastici offre delle consulenze gratuite alle potenziali pazienti. Parla con un medico per valutare se il processo di una protesi al seno è qualcosa che sei pronta ad affrontare. La chirurgia può essere dolorosa, e il tempo di recupero dura diverse settimane.
  • Se hai dei dubbi durante la convalescenza dalla chirurgia, consulta il medico.

Pubblicità

Avvertenze

  • Evita di esporre al sole le cicatrici per almeno 6 mesi o un anno dopo l'intervento chirurgico.
  • Non guidare per 24 o 48 ore dopo l'intervento. Sarai ancora piuttosto stordita dopo l’anestesia e potrai sentirti piuttosto dolente, e ciò potrebbe interferire con la capacità di guidare in sicurezza.
  • La chirurgia plastica non è una scienza esatta. Anche se la maggior parte delle pazienti è felice dei risultati, non c’è alcuna garanzia che l'intervento abbia successo. A volte un singolo intervento chirurgico può non ottenere risultati ottimali, quindi può rendersi necessario un secondo intervento.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Chirurgo plastico
  • Protesi mammarie
  • Farmaco prescritto dal medico
  • Reggiseno sportivo/atletico

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Salute Donna
Questa pagina è stata letta 2 425 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità