Come Identificare i Sintomi dell'Ipoglicemia

Scritto in collaborazione con: Jennifer Boidy, RN

In questo Articolo:Identificare i Sintomi dell'Ipoglicemia ModerataCapire di Avere un Calo di ZuccheriIdentificare i Sintomi in Caso di Ipoglicemia AcutaPrevenire l'Ipoglicemia28 Riferimenti

Riconoscere i segnali d'allarme dell'ipoglicemia (un basso livello di zuccheri nel sangue) significa andare alla ricerca di un'ampia gamma di sintomi e comportamenti accertati. Un'ipoglicemia leggera (con un livello di zuccheri nel sangue inferiore a 70 mg/dl) può produrre nausea, nervosismo e un'irregolarità del battito cardiaco. I segnali d'allarme di un'ipoglicemia media (con un livello di zuccheri nel sangue inferiore a 55 mg/dl) includono sbalzi d'umore, emicranie e confusione mentale. In caso di ipoglicemia acuta (con un livello di zuccheri nel sangue inferiore a 35-40 mg/dl) il paziente può arrivare a soffrire di svenimenti, convulsioni e ipotermia.[1] Le persone diabetiche hanno maggiori probabilità di diventare ipoglicemiche e di correre gravi rischi per la salute se non vengono curate adeguatamente. Fai del tuo meglio per evitare di sviluppare questa pericolosa patologia, per esempio mangiando uno spuntino sano prima e dopo aver fatto esercizio fisico e tenendo sotto controllo il livello di zuccheri nel sangue se soffri di diabete.

Parte 1
Identificare i Sintomi dell'Ipoglicemia Moderata

  1. 1
    Nota se soffri di disturbi allo stomaco. In caso di concentrazione di zuccheri nel sangue bassa, potresti sperimentare una perdita di appetito o la nausea.[2] La nausea è una sensazione di malessere o fastidio allo stomaco. Nei casi più acuti, seppur rari, può portare al vomito.[3]
  2. 2
    Nota se hai moltissimo appetito. La fame deriva sempre parzialmente da una bassa concentrazione di zuccheri nel sangue. Più il livello è basso e più ti senti affamato. L'ipoglicemia moderata può indurre un appetito esagerato.[4]
    • Se questo è l'unico segnale che indica uno scarso livello di zuccheri nel sangue, è probabile che tu possa risolvere la situazione mangiando qualcosa di leggero ma nutriente, per esempio una banana.
  3. 3
    Nota se ti senti particolarmente nervoso. Se ti accorgi di essere particolarmente teso o irritabile, includi l'ipoglicemia tra le possibili cause. Osserva se compi dei movimenti involontari inusuali, per esempio senti il bisogno di muovere freneticamente un piede quando sei seduto o di camminare avanti e indietro nella stanza per scaricare la tensione, inoltre controlla se il battito cardiaco è più accelerato del solito.[5]
    • In alcuni casi, il nervosismo dovuto all'ipoglicemia può provocare anche tremori o episodi di agitazione intensa.
  4. 4
    Nota se hai la pelle fredda, umida o sudata. Il fatto di avere la cute sudaticcia può indicare che soffri di ipoglicemia. Ispeziona la pelle alla ricerca di questi sintomi, toccandola e notando se è pallida o lucida a causa del sudore.[6]
    • Nel caso tu soffra di ipoglicemia notturna, caratterizzata da un abbassamento del livello di zuccheri nel sangue durante il sonno, potresti svegliarti molto sudato, al mattino o nel mezzo della notte.
  5. 5
    Tieni monitorato il battito cardiaco. Se il tuo cuore batte troppo velocemente (tachicardia) potrebbe essere un sintomo dell'ipoglicemia. Il problema potrebbe essere accompagnato anche da brevi episodi di aritmia o palpitazioni cardiache.[7] La tachicardia è una forma di accelerazione del battito cardiaco ed è un disturbo comune nei casi di ipoglicemia moderata.[8]
    • Il modo migliore per diagnosticare le palpitazioni o altre irregolarità del battito cardiaco è quello di farsi visitare dal proprio medico. Se il disturbo si presenta frequentemente potrebbe essere provocato da una patologia aggiuntiva e non solo dall'ipoglicemia, quindi è molto importante farti controllare da un medico.
    • Potresti riuscire a distinguere le palpitazioni cardiache anche prestando molta attenzione alle sensazioni che ti trasmette il tuo corpo. Per esempio quando il cuore batte troppo velocemente, potresti avvertire dei colpi all'interno del petto.
    • In molti casi, tuttavia, la tachicardia non causa alcun sintomo.[9]

Parte 2
Capire di Avere un Calo di Zuccheri

  1. 1
    Nota se soffri di sbalzi di umore. Un cambio repentino nello stato d'animo può assumere diverse forme. Ogni reazione che si discosta dal tuo normale livello di ansia, rabbia, agitazione o irritabilità potrebbe indicare una carenza di zuccheri nel sangue.[10] Se ti accorgi di aver cambiato umore in modo improvviso senza nessuna ragione apparente, la causa potrebbe essere un livello di glucosio nel sangue troppo basso.[11]
    • Se tu o la persona che sospetti abbia un calo di zuccheri siete irrequieti, ansiosi o irascibili per natura, cercare la presenza di sbalzi d'umore come sintomo potrebbe risultare inutile.
  2. 2
    Nota se la tua funzionalità cognitiva sembra compromessa. Le difficoltà cognitive si riferiscono a un'ampia gamma di disturbi mentali, tra cui confusione, problemi di concentrazione e un'incapacità generale di pensare con chiarezza.[12] Se tu o la persona che stai esaminando dimostrate di avere difficoltà nello stare mentalmente concentrate per un tempo prolungato, la ragione potrebbe essere imputabile a un calo di zuccheri.[13]
  3. 3
    Prendi nota degli eventuali mal di testa. Queste emicranie possono interessare tanto la zona delle tempie quanto quella della parte superiore o posteriore del cranio. Se sono dovute a un basso livello di zuccheri nel sangue, possono essere accompagnate da episodi di vertigini o visione offuscata.[14]
    • Nel caso tu soffra di ipoglicemia notturna (caratterizzata da un abbassamento del livello di zuccheri nel sangue durante il sonno), il mal di testa potrebbe presentarsi al mattino appena sveglio.[15]
  4. 4
    Nota se ti senti debole. Spesso la carenza di glucosio nel sangue induce una sensazione di fatica e di stanchezza. Se senti il bisogno di sdraiarti, sederti o rilassarti perché hai poca energia, potresti avere una quantità insufficiente di zuccheri nel sangue.[16]
    • Molte persone che soffrono di ipoglicemia notturna affermano di svegliarsi sentendosi stanche, anziché ristorate, come ci si dovrebbe aspettare dopo una notte di riposo.
  5. 5
    Vai alla ricerca di una mancanza di coordinazione. Quando il livello di glucosio nel sangue si abbassa, puoi perdere la capacità di controllare le tue funzioni motorie. Parlare in modo chiaro e comprensibile potrebbe risultare difficoltoso e potresti muoverti in modo maldestro o avere un'andatura barcollante.[17]

Parte 3
Identificare i Sintomi in Caso di Ipoglicemia Acuta

  1. 1
    Preoccupati se vieni colpito da convulsioni. Possono essere causate da un calo eccessivo del livello di zuccheri nel sangue. Chiama subito il medico perché si tratta di un segnale d'allarme da non sottovalutare. I segnali che indicano che stai avendo le convulsioni includono:[18]
    • Movimenti incontrollabili della testa e degli occhi;
    • Sudorazione intensa e forte ansia;
    • Postura inusuale;
    • Difficoltà nel parlare.
  2. 2
    Constata eventuali episodi di perdita di coscienza. Se ti capita di svenire o anche semplicemente di essere colto da una forte sonnolenza, potresti soffrire di ipoglicemia grave.[19] Nei casi estremi la malattia può portare al coma, ovvero a un periodo prolungato di incoscienza dal quale è difficile risvegliarsi.[20]
    • Puoi comprendere di aver perso conoscenza se ti sei svegliato inspiegabilmente sul pavimento o in una posizione inusuale che non ricordi di aver assunto volontariamente.
    • Se è una persona diabetica a perdere conoscenza, falle rapidamente un'iniezione di glucagone (un ormone utilizzato per aumentare il livello di zuccheri nel sangue), se sai come fare. Chiama immediatamente i servizi di emergenza medica.[21] Non tentare di somministrare alimenti o bevande a una persona incosciente.
    • Se non hai a disposizione il glucagone, non sai come iniettarlo o se la somministrazione del farmaco si rivela inefficace dopo 10 minuti, chiama immediatamente un'ambulanza.
  3. 3
    Nota se la temperatura del corpo è stranamente bassa. Se è possibile, misurati la febbre per identificare uno dei principali sintomi di una grave carenza di glucosio. Se la tua temperatura corporea è inferiore a 35 °C, entrerai in una condizione di ipotermia, caratterizzata da tremori seguiti da un funzionamento anomalo degli organi. Chiama immediatamente i servizi di emergenza medica se ti accorgi di essere affetto da ipotermia.[22]

Parte 4
Prevenire l'Ipoglicemia

  1. 1
    Mangia a orari regolari. Dovresti fare tre pasti al giorno, uno appena sveglio, un altro a metà giornata e l'ultimo durante la sera. Saltare un pasto o assumere una quantità insufficiente di carboidrati rispetto a quanti ne ha bisogno il corpo potrebbe causare un calo pericoloso del livello di zuccheri nel sangue.[23]
    • Se sei costretto a saltare un pasto, mangia almeno uno spuntino, per esempio della frutta secca mista, dei crackers o una banana.
  2. 2
    Mangia prima e dopo l'esercizio fisico. Fare attività fisica richiede molta energia e generalmente il livello di zuccheri nel sangue ha un calo dopo un allenamento intenso. Assumi una fonte di carboidrati entro tre ore da quando hai finito di fare esercizio, ma non durante l'ora che ne precede l'inizio. Alla fine dell'allenamento, mangia una fonte di proteine e carboidrati (per esempio un frullato proteico) entro 20 minuti per evitare che il livello di glucosio si abbassi.[24]
  3. 3
    Monitora il livello di zuccheri nel sangue. Se hai il diabete, tienilo controllato regolarmente, come ti è stato indicato dal medico. Puoi farlo usando un glucometro, ovvero un misuratore di glicemia. Se ancora non ne hai acquistato uno, chiedi consiglio al medico per sceglierne uno preciso e affidabile.[25]
    • Segui le indicazioni della casa costruttrice per essere certo di usarlo nel modo giusto.
  4. 4
    Cura l'ipoglicemia in modo tempestivo. Se hai notato i sintomi della malattia, è importante iniziare una terapia il prima possibile. Dovresti assumere circa 15 g di glucosio o carboidrati semplici, attendere 15 minuti e poi misurare nuovamente il livello di zuccheri nel sangue. Se la condizione di ipoglicemia permane, assumine altri 15 g. Se il pasto seguente non avrà luogo prima di 1-2 ore, mangia uno spuntino dopo che il livello di glucosio è tornato normale. Prova le seguenti fonti di carboidrati semplici:[26]
    • 120 ml di succo di frutta o di una bibita non dietetica;
    • 1 cucchiaio di zucchero o miele;
    • 1 bicchiere di latte scremato;
    • Integratore di glucosio in compresse o in gel (segui le indicazioni sulla confezione).
  5. 5
    Informa i familiari in merito alle tue condizioni di salute. Sapendo che sei diabetico i membri della tua famiglia e i tuoi amici potranno tenerti d'occhio e intervenire se dovessero notare dei sintomi allarmanti. Rilevando la carenza del livello di zuccheri in modo tempestivo, potresti evitare il rischio che insorgano dei problemi più seri associati all'ipoglicemia.[27]
    • Indossa un bracciale salvavita che riporti il tuo stato di salute e tieni nel portafoglio una tessera che racchiuda tutte le tue informazioni sanitarie. Se ti trovassi in una situazione d'emergenza e non fossi in grado di comunicare (per esempio perché sei incosciente), quei dati aiuteranno il personale medico a capire di quali cure hai bisogno.[28]

Consigli

  • Se presenti frequentemente i sintomi dell'ipoglicemia, ma non ti è stato diagnosticato il diabete, consulta il tuo medico.

Riferimenti

  1. http://www.med.umich.edu/intmed/endocrinology/patients/Hypoglycemia.htm
  2. https://kidshealth.org/en/parents/hypoglycemia.html#catcheckupsubcat
  3. http://www.med.umich.edu/intmed/endocrinology/patients/Hypoglycemia.htm
  4. http://www.med.umich.edu/intmed/endocrinology/patients/Hypoglycemia.htm
  5. http://www.med.umich.edu/intmed/endocrinology/patients/Hypoglycemia.htm
  6. http://www.med.umich.edu/intmed/endocrinology/patients/Hypoglycemia.htm
  7. http://www.nhs.uk/Conditions/Hypoglycaemia/Pages/Symptoms.aspx
  8. http://www.med.umich.edu/intmed/endocrinology/patients/Hypoglycemia.htm
  9. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/tachycardia/home/ovc-20253857
Mostra altro ... (19)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Jennifer Boidy, RN. Jennifer Boidy è un'Infermiera Iscritta all'Albo che lavora nel Maryland. Ha conseguito il Diploma in Scienze Infermieristiche presso il Carroll Community College nel 2012.

Categorie: Salute

In altre lingue:

English: Spot Low Blood Sugar Warning Signs, Español: identificar los signos de advertencia de un bajo nivel de azúcar en la sangre, Português: Detectar os Sinais da Hipoglicemia, Русский: распознать признаки гипогликемии, Français: détecter les signes avant coureurs d'hypoglycémie, Deutsch: Warnzeichen für niedrigen Blutzucker erkennen

Questa pagina è stata letta 1 450 volte.
Hai trovato utile questo articolo?