Scarica PDF Scarica PDF

Ogni tanto tutti hanno bisogno di stare un po' di tempo da soli. A causa dello stress e delle pressioni esercitate a scuola, sul lavoro o nelle relazioni interpersonali è normale desiderare dei momenti da dedicare esclusivamente a se stessi. Esistono periodi in cui le persone possono farti innervosire o metterti agitazione. In questi casi, desideri tenerle lontane per non complicarti la vita. Puoi evitarle prendendo le dovute distanze, bloccandole su Internet e imparando a gestire il tuo stato d'animo.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Prendere le Distanze

  1. 1
    Sii sempre educato. Anche se intendi allontanare definitivamente qualcuno dalla tua vita, non dimenticare di essere sempre gentile. In questo modo, lascerai una porta aperta in caso tu voglia riprendere i rapporti in futuro. Inoltre, eviterai di peggiorare la situazione e coinvolgere altre persone.[1]
    • Non dimenticare mai le buone maniere, soprattutto se sono presenti altre persone. Non dare una cattiva impressione perché c'è qualcuno che vuoi tenere a distanza. Ad esempio, se ti chiede come stai, rispondi con naturalezza: "Tutto bene, grazie". Con questa breve risposta gli farai capire che non desideri proseguire la conversazione, senza ignorarlo o dire qualcosa di sgarbato.
  2. 2
    Allontanati dai posti in cui potresti interagire con chi non vuoi. È probabile che in determinate situazioni, come in ufficio o a scuola, sarai costretto a vedere regolarmente la persona o il gruppo di persone che intendi evitare. Escogitando delle soluzioni per sottrarti al rischio di incontrarle, riuscirai a tenerti alla larga da loro più facilmente.[2]
    • Impara i loro orari. In questo modo sarai in grado di evitare qualsiasi genere di contatto, persino una semplice chiacchierata o uno scambio di opinioni. Ad esempio, se sai che vanno a prendere l'aperitivo nello stesso bar ogni settimana, scegli un altro locale per incontrarti con i tuoi amici e colleghi.
    • Tieni presente che alcune persone potrebbero impiegare un po' di tempo prima di capire che le stai evitando.
  3. 3
    Limita i contatti. Se non puoi fare a meno di interagire con qualcuno, limita quanto più possibile i rapporti. Rispondi alle domande, ai messaggi di testo o alle telefonate solo lo stretto indispensabile. In questo modo fisserai dei limiti e potrai ridurre qualsiasi tipo di stress, ma anche fargli capire che non vuoi avere a niente che fare con lui.[3]
    • Rispondi in modo conciso, ma gentile. Ad esempio, se ti invia una lunga e-mail, puoi decidere se accettarla o no. Replica brevemente, scrivendo: "Grazie per le informazioni, Marco. Darò un'occhiata e ti risponderò appena posso".
    • Sii breve ed educato quando esprimi un commento. Una semplice frase come "Grazie per il tuo aiuto. Sei stato davvero gentile", seguita dalla precisazione che devi tornare a quello che stavi facendo, indicherà chiaramente che non desideri trattenerti oltre.
    • Quando parli con qualcuno, non lasciare spazio a ulteriori sviluppi nella conversazione. Ad esempio, puoi dire: "Grazie per il tuo intervento. Buona giornata".
  4. 4
    Mantieni le distanze con le conoscenze in comune. Se stai cercando di evitare una persona che ha rapporti con amici, parenti o colleghi che fanno parte della tua vita, ti conviene stabilire dei limiti o prendere le distanze anche con loro. Con una simile strategia potrai liberarti di lei più facilmente.[4]
    • Tieni conto che, allontanandoti da alcune persone per eliminarne altre dalla tua vita, rischi di essere escluso da determinati contesti sociali. Prova a declinare gli inviti di chi ti è simpatico dicendo: "Grazie, Carolina, ma ho già un impegno stasera. Porta a tutti i miei più cari saluti".
    • Proponi un incontro individuale per evitare situazioni potenzialmente complicate. Prova a dire: "Mi piacerebbe vederti, Carolina, ma ho problemi a uscire con gli altri. Possiamo andare a cena insieme la prossima settimana? Magari da sole?".
    • Frequenta singolarmente gli amici in modo da mantenere i rapporti con ognuno di loro senza il rischio di incontrare chi vuoi evitare.
    • Considera l'idea di prendere le distanze come un'opportunità per cimentarti in nuove attività e conoscere altre persone, se vuoi.
  5. 5
    Sii chiaro. Nonostante i tuoi sforzi, è probabile che l'altra persona non colga il tuo messaggio. Quindi, se le comunichi con gentilezza quali sono le tue intenzioni, c'è la possibilità che esca completamente dalla tua vita.[5]
    • Sii sincero e cortese, senza tergiversare. Prova a esprimerti con franchezza: "Mi sembra che non abbiamo molto in comune. Sarebbe meglio se interrompessimo la nostra amicizia. Ti auguro tutto il bene possibile".
    • Se si tratta di un collega, puoi dire: "Aldo, penso sia meglio se parlassimo solo il minimo indispensabile. Per il resto, buone cose".[6]
    • Comunicalo direttamente alla persona interessata o al gruppo. Se è più facile, invia un'e-mail o un biglietto scritto a mano. Così facendo, sarai più sicuro della tua decisione e dimostrerai rispetto verso gli altri.[7]
    • Concentra il discorso su te stesso: "Adesso ho bisogno di pensare a me stesso. Credo sia meglio se evitassimo di rimanere in contatto". In questo modo, l'altra persona uscirà dalla tua vita senza sentirsi offesa.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Bloccare le Persone su Internet

  1. 1
    Elimina le amicizie virtuali. È normale usare Facebook, Tumbler, Instagram, Snapchat e i blog per comunicare con gli altri. Al tempo stesso, potresti essere subissato di immagini e commenti riguardanti la persona o il gruppo che desideri evitare. Allontanandoti dai social network, potrai mantenere le distanze con chi non vuoi frequentare.[8]
    • Bloccala o non seguirla più. Puoi anche eliminare o disattivare il tuo account per evitare di controllarla. Queste tattiche non solo fanno intuire che non desideri avere contatti, ma possono anche aiutarti a guadagnare tempo prezioso per te stesso.
    • Rispondi cortesemente alle domande che riguardano la tua decisione: "Onestamente, voglio prendermi un periodo per concentrarmi su me stesso" oppure "Ho bloccato Francesco perché penso che il nostro rapporto era diventato svantaggioso e negativo. Ho bisogno di allontanarmi temporaneamente da lui".
  2. 2
    Gestisci la corrispondenza. Le e-mail servono per mettere in contatto le persone e spesso sono il canale di comunicazione preferito nelle scuole e nei luoghi di lavoro. Se c'è qualcuno che vuoi evitare, impara a gestire i messaggi di posta elettronica in modo efficace e professionale.[9]
    • Crea una cartella speciale dedicata alla persona o al gruppo da cui intendi prendere le distanze. In questo modo, potrai decidere se e quando rispondere.
    • Rispondi tempestivamente alle e-mail che non puoi ignorare. Sii semplice e conciso in modo da far capire che vuoi limitare i contatti.
    • Se puoi evitare la persona e sei sicuro di voler tagliare tutti i ponti con lei, blocca completamente i suoi messaggi.
  3. 3
    Evita di rispondere alle chiamate telefoniche e ai messaggi di testo. La persona o il gruppo da cui vuoi tenerti a distanza potrebbe provare a chiamarti, lasciare messaggi vocali o inviare SMS. In questi casi, blocca il numero di telefono o semplicemente ignora i messaggi. Così facendo, non solo contrasterai ogni forma di comunicazione da parte sua, ma farai anche capire che non desideri essere contattato.[10]
    • Controlla l'ID del chiamante prima di rispondere al telefono. Puoi facilmente evitarlo se memorizzi il suo numero.
    • Elimina immediatamente i messaggi vocali e di testo. In questo modo, non sentirai la sua voce e non vedrai i messaggi, quini eviterai di stressarti ulteriormente.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Gestire il proprio Stato d'Animo

  1. 1
    Individua quello che stai provando. La decisione di chiudere i rapporti con una o più persone potrebbe dipendere da diversi motivi: esperienze negative, rottura sentimentale o cambiamento di obiettivi. Determinando il motivo per cui intendi escluderle dalla tua vita, riuscirai ad affrontare la situazione in maniera più costruttiva.[11]
    • Stila un elenco delle ragioni che ti hanno portato a questa scelta. Ti aiuterà a capire se la possibilità di evitarle sia più utile del fatto di allontanarti completamente da loro. Ad esempio, se scrivi: "Anna mi ha offeso. Non voglio vederla", forse ti conviene non frequentarla per un po' di tempo. Tuttavia, se scrivi: "Massimo ha tradito la nostra amicizia portandomi via la fidanzata", forse è il caso di eliminare definitivamente dalla tua vita il tuo amico e la tua ex ragazza.
  2. 2
    Trova un po' di tempo per te stesso. Se hai solo bisogno di allontanarti da qualcuno, dedica questo periodo a te stesso. Infatti, potrai concentrarti su altro e goderti nuove esperienze senza l'influenza di qualcosa che rischia di stressarti o renderti infelice.[12]
    • Prendi in considerazione una pausa dalle attività sportive o extrascolastiche, dagli incontri di famiglia o dagli impegni professionali. Fai sapere agli altri: "Mi piacerebbe unirvi a voi, ma ho bisogno di un po' di tempo per me stesso".
  3. 3
    Cerca un aiuto professionale. Il fatto di ridurre i contatti con molte persone potrebbe indicare un problema più grave. C'è il rischio che la depressione e l'ansia siano all'origine di una perdita di interesse verso amici, familiari e colleghi. Se scopri di allontanarti dalle persone che ti vogliono bene senza una valida ragione, considera la possibilità di consultare un medico per escludere uno stato depressivo o ansioso. Quest'ultimo potrebbe anche aiutarti a gestire i vari stati d'animo.[13]
    • Prendi appuntamento presso uno psicoterapeuta, uno psicologo o uno psichiatra. Sarà in grado di diagnosticare se un disturbo dell'umore ti induce a tenerti a distanza dalle persone.
    • Spiega al terapeuta il motivo per cui stai cercando assistenza psicologica. Rispondi a tutte le domande che potrebbe rivolgerti. Sarà in grado di darti un'idea più chiara del motivo per cui tendi a escludere le persone dalla tua vita.
  4. 4
    Non sentirti in colpa. Non è una cosa negativa eliminare dalla propria vita i rapporti poco sani, stressanti o deleteri. Fintantoché gestisci la questione con maturità ed educazione, non devi giustificare il tuo comportamento.
    • Probabilmente qualcuno ti chiederà delle spiegazioni, ma resta fermo sulla tua decisione. Cogli l'occasione per stabilire dei paletti.
    • Se qualcuno non è d'accordo, non sentirti in dovere di affrontare l'argomento.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Lanciare una Maledizione su QualcunoLanciare una Maledizione su Qualcuno
Capire se Piaci a una Ragazza da un SMSCapire se Piaci a una Ragazza da un SMS
Smettere di Ridere nei Momenti meno OpportuniSmettere di Ridere nei Momenti meno Opportuni
Divertirti con i Tuoi AmiciDivertirti con i Tuoi Amici
Trattenere la Cacca in Situazioni ImbarazzantiTrattenere la Cacca in Situazioni Imbarazzanti
Trovare Buoni Argomenti di ConversazioneTrovare Buoni Argomenti di Conversazione
Rispondere a un RingraziamentoRispondere a un Ringraziamento
Iniziare una Conversazione OnlineIniziare una Conversazione Online
Gestire la FamaGestire la Fama
Evitare di Vomitare Quando sei UbriacoEvitare di Vomitare Quando sei Ubriaco
Fare Sesso TelefonicoFare Sesso Telefonico
Vendicarsi di QualcunoVendicarsi di Qualcuno
FlirtareFlirtare
Dire a un Ragazzo che Ti PiaceDire a un Ragazzo che Ti Piace
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Evan Parks, PsyD
Co-redatto da:
Psicologo Clinico Abilitato
Questo articolo è stato co-redatto da Evan Parks, PsyD. Il Dottor Evan Parks è uno psicologo clinico abilitato e un professore aggregato presso il Michigan State University College of Human Medicine. Con oltre 25 anni di esperienza, si specializza nell'aiutare le persone a gestire il dolore cronico attraverso l'approccio ACT (terapia dell'accettazione e dell'impegno) al Mary Free Bed Rehabilitation Hospital. Ha anche esperienza con trattamenti che spaziano dalla gestione dello stress alla flessibilità mentale. Ha scritto il libro "Chronic Pain Rehabilitation: Active Pain Management That Helps You Get Back to the Life You Love". Ha conseguito una laurea di primo livello in Teologia alla Cedarville University, una laurea di secondo livello in Counseling alla Western Michigan University e un dottorato in Psicologia Clinica al Forest Institute of Professional Psychology. Questo articolo è stato visualizzato 2 451 volte
Categorie: Interazioni Sociali
Questa pagina è stata letta 2 451 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità