Il pianoforte è uno strumento unico, interessante e divertente da suonare. Potresti pensare che sia impossibile diventare un bravo pianista senza anni di costose lezioni di musica, ma non è sempre così. Se conoscerai le note, le tonalità, gli accordi e farai molta pratica, potrai imparare da solo a suonare il piano.

Parte 1 di 3:
Suonare a Orecchio

  1. 1
    Trova un pianoforte o una tastiera su cui esercitarti. Se non hai uno di questi strumenti a casa, puoi chiederli in prestito a un amico. Il pianoforte è preferibile perché il suono generato dalle corde pizzicate è autentico e perché possiede tutti gli 88 tasti, al contrario della tastiera. Tieni in considerazione i fattori seguenti quando fai la tua scelta.[1]
    • I pianoforti sono molto più costosi delle tastiere, ma in alcuni negozi di strumenti potrai noleggiarli.[2]
    • Dovrai far accordare il piano se è un modello vecchio o d'epoca, per non abituare l'orecchio a suoni scorretti. Spesso i vecchi pianoforti perdono l'accordatura, soprattutto se non sono stati suonati regolarmente. Perciò se il tuo strumento prende la polvere da anni, chiedi l'aiuto di un accordatore professionista.
    • Se non riesci a trovare un pianoforte, le tastiere sono ottime alternative. Sono poco costose, non perdono mai l'accordatura, offrono molti suoni e funzionalità per migliorare la tua musica. Inoltre, sono facili da trasportare e non occupano molto spazio. Per questi motivi, sono perfette per un principiante; potrai sempre iniziare con una tastiera e passare al pianoforte in seguito.[3]
    • Trova una tastiera per principianti. I tasti di questi strumenti speciali si illuminano nell'ordine in cui dovrai suonarli, per aiutarti a imparare più velocemente i brani. Spesso sono accompagnati da libri e video che ti aiuteranno ad apprendere la teoria musicale.
  2. 2
    Siediti davanti al tuo strumento e prendi familiarità con esso. Suonalo e trova le note centrali, i bemolle, i diesis, le note basse e quelle alte. Ascolta con attenzione ogni suono e individua le differenze. Continua a esercitarti finché non riuscirai a distinguere tutte le note.
  3. 3
    Impara le tonalità maggiori. Per riuscire a identificare i suoni che senti, dovrai conoscere le tonalità maggiori. Per semplificare l'apprendimento, alcune persone assegnano dei numeri alle note. Ad esempio, 1 - Do; 2 - Re; 3 - Mi; 4 - Fa; 5 - Sol; 6 - La; 7 - Si; 8 - Do. Osserva come 1 e 8 rappresentano entrambi un Do, ma di altezze diverse; il Do abbinato all'1 è quello centrale.[4]
    • Quando avrai imparato ad associare i numeri alle note, potrai usarli per identificare le canzoni. Ad esempio, Mary Had a Little Lamb ha una progressione Mi-Re-Do-Re-Mi-Mi-Mi, che puoi rappresentare come 3-2-1-2-3-3-3.[5]
    • Se non hai alcuna base di teoria musicale, dovrai procedere per tentativi.
  4. 4
    Impara gli accordi. Le canzoni sono composte principalmente da variazioni di accordi. Li sentirai in tonalità diverse, ma saranno composti dalle stesse note e individuarli è fondamentale per imparare una canzone a orecchio. Perciò, impara a suonare gli accordi di base e a eseguirli sul pianoforte, per prendere familiarità con il loro suono e riconoscerli. Così, anche se non ricorderai il nome di un accordo, saprai che suono ha. Dovresti anche essere in grado di capire se un accordo è basso o alto e, grazie a questa informazione, individuarlo sulla tastiera.[6]
    • Ad esempio, le note Do, Mi e Sol costituiscono un accordo semplice, che dovresti riconoscere prima come Do maggiore.[7]
  5. 5
    Nota gli elementi che si ripetono. Tutte le canzoni sono composte da schemi musicali. Gli accordi si ripetono spesso con un beat o un ritmo costanti. Se riuscirai a identificare gli schemi che senti, sarà molto più semplice riprodurre le canzoni che ascolti. Sarai in grado di imparare quali accordi sono legati ad altri e questo ti aiuterà a capire come sono costruite le melodie e le strutture armoniche, che con il tempo riuscirai a replicare.[8]
  6. 6
    Impara a cantare a bocca chiusa. Questa tecnica ti aiuta a ricordare o a comporre una canzone, che poi potrai ripetere sul pianoforte. Ti basterà canticchiare la musica, poi sedere al piano e cercare di riprodurla. Quando saprai quali dovrebbero essere gli accordi e le note, dovresti riuscire a ripeterli a orecchio.
  7. 7
    Impara la corretta posizione delle dita. Per suonare nel modo giusto, dovrai sapere con quali dita premere i tasti. Il modo migliore per farlo è apprendere la diteggiatura da un manuale di pianoforte per principianti. Normalmente, ogni dito sarà abbinato a un numero. Ad esempio, il pollice è 1 e il mignolo 5. Grazie a questi testi potrai apprendere con quale dito suonare ogni nota.
  8. 8
    Fai pratica. Ascolta molte canzoni, poi prova a canticchiarle e a riprodurle con il pianoforte. In alternativa, scegli un brano che ti piace e cerca di suonarlo a orecchio, usando le tecniche che hai appreso. Per diventare un bravo pianista serve molto esercizio, perciò cerca di suonare almeno tre volte a settimana.[9]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Apprendere le Basi del Pianoforte

  1. 1
    Impara alcune delle informazioni di base sul pianoforte. Questo strumento ha 88 tasti. Quelli bianchi sono chiamati naturali, perché, se premuti, producono una nota naturale. I tasti neri sono definiti accidentali, perché producono note bemolli o diesis.[10]
    • Esistono sette note naturali sulla tastiera: Do-Re-Mi-Fa-Sol-La-Si;
    • Ci sono cinque accidentali per ottava, che possono essere diesis o bemolle;
    • Impara i nomi del pentagramma per la mano sinistra e di quello per la mano destra: chiave di basso e chiave di alto.
  2. 2
    Usa libri didattici. Non hai a disposizione un insegnante, perciò questi testi dovranno essere la tua guida. Troverai molti libri utili nei negozi di musica e nelle librerie, che possono accompagnarti passo per passo nell'apprendimento della lettura degli spartiti, delle scale più semplici, della progressione degli accordi, fino ad arrivare all'esecuzione di semplici brani.[11]
    • Sfrutta strumenti multimediali come i DVD. Anche su YouTube potrai trovare molte risorse preziose. Se apprendi meglio in modo visivo, questi metodi ti aiuteranno, perché potrai vedere una persona che suona correttamente un brano.
  3. 3
    Studia le note. Dovrai imparare dove si trovano sul pianoforte, qual è il loro suono e come sono scritte sul pentagramma. Per farlo, puoi scriverti dei bigliettini che ti aiutino.[12] Potresti anche acquistare degli adesivi da mettere sui tasti del piano per riconoscere meglio le note, oppure comprare dei libri per principianti che insegnano a leggere la musica.
    • Prendi familiarità con gli accordi più comuni. Inizia da quelli maggiori, poi passa ai minori.[13]
  4. 4
    Impara il corretto posizionamento delle dita. Usa dei testi didattici per apprendere come suonare le note. È importantissimo farlo con le dita giuste. Se non adotterai una tecnica corretta, non riuscirai a suonare le scale.[14]
  5. 5
    Esercitati a suonare le scale. Servirà per prendere familiarità con le note e con i loro suoni. Se stai imparando a leggere uno spartito, suonare durante la lettura ti aiuta ad apprendere la posizione delle note e la loro rappresentazione sul pentagramma. Suona le scale con una mano alla volta, poi usale entrambe.
  6. 6
    Impara delle canzoni semplici. Usando i testi didattici a tua disposizione, segui le lezioni. Apprenderai come suonare brani semplici e come posizionare le dita nel modo corretto. La pratica con le canzoni più facili ti aiuterà anche a ricordare dove si trovano le note e a leggere meglio gli spartiti. Inizia con un brano in Do Maggiore. Poi, passa alle tonalità minori, per conoscere anche quelle.
    • Per imparare un brano musicale, prova per prima cosa a suonare la melodia e la linea di basso separatamente. Quando riuscirai a eseguire bene entrambe le parti, prova a suonarle insieme.
  7. 7
    Esercitati il più possibile. Per imparare a suonare il pianoforte serve moltissima pratica. Suona leggendo uno spartito per migliorare nella lettura della musica, nella diteggiatura e nell'esecuzione. Dovresti programmare almeno 3-4 sessioni di mezz'ora a settimana. Non passare all'argomento successivo finché non avrai imparato alla perfezione quello che stai affrontando.[15]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Assumere un Insegnante

  1. 1
    Cerca un insegnante. Prendere delle lezioni di piano è il metodo più costoso (ma più efficace) per imparare a suonare. Un bravo insegnante sa come aiutare i principianti ad apprendere le basi di uno strumento nel modo corretto. Grazie a lui potrai evitare le cattive abitudini che richiedono molto tempo per essere corrette.
    • Chiedi aiuto al tuo insegnante sulla lettura degli spartiti, la diteggiatura e l'esecuzione;
    • Chiedi al tuo insegnante di spiegarti dove si trovano le note sullo spartito e sul pianoforte.
  2. 2
    Decidi con che frequenza vedere l'insegnante. Il tuo obiettivo è imparare da solo a suonare il pianoforte, perciò non vorrai vedere troppo spesso un professionista. Incontra l'insegnante una volta al mese, per verificare i tuoi progressi o fare domande sugli argomenti che ti mettono in difficoltà. Ad esempio, potresti chiedere se riesci a suonare una canzone seguendo il tempo giusto.
  3. 3
    Fai pratica. Di nuovo, dovrai esercitarti molto per imparare a suonare. Molte persone che prendono lezioni di piano si esercitano diverse volte a settimana. Perciò tu cerca di fare pratica 2-3 volte a settimana – o anche tutti i giorni se preferisci. Le sessioni dovrebbero essere di almeno 30 minuti, ma ricorda di dedicare del tempo anche all'apprendimento della teoria musicale e al solfeggio. Non ti servirà una tastiera per imparare meglio quegli argomenti.[16] .
    Pubblicità

Consigli

  • Per quanto possa essere allettante, cerca di non suonare con il pedale di risonanza abbassato. In questo modo, il suono sarà più chiaro e noterai più facilmente gli errori, che ti aiuteranno a migliorare.
  • Se suoni un altro strumento con accordatura diversa (Si b, Mi b o Fa), ti sarebbe utile imparare a trasporre le note, in modo da poter suonare le canzoni che conosci anche sul pianoforte in modo corretto. L'accordatura in Si b è probabilmente la più facile, perché le note non si spostano di molto: vanno trasposte al massimo di un tono verso sinistra, tranne il Do e il Fa, che finiscono rispettivamente sui tasti del Si b e del Mi b. Su Internet troverai molte guide per imparare a trasporre l'accordatura e, quando ne sarai in grado, ti si aprirà un nuovo mondo di possibilità, perché potrai suonare qualsiasi canzone su qualsiasi strumento.
  • Suona la melodia con la mano destra e resisti alla tentazione di farlo con entrambe le mani. All'inizio potrebbe aiutarti a suonare meglio, ma te ne pentiresti se diventasse una cattiva abitudine che dovrai dimenticare.
  • Usa libri e video.

Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Imparare a Suonare la Chitarra da Autodidatta

Come

Leggere Tablature per Chitarra

Come

Imparare le Scale sulla Chitarra

Come

Cambiare le Corde di una Chitarra

Come

Suonare il Violino

Come

Cambiare le Corde di una Chitarra Classica

Come

Suonare l'Ukulele

Come

Montare una Tracolla sulla Chitarra

Come

Accordare un Ukulele

Come

Accordare una Chitarra Acustica

Come

Suonare la Tromba

Come

Suonare la Batteria

Come

Suonare gli Accordi con la Chitarra

Come

Collegare la Chitarra al Computer Portatile
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 44 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 306 467 volte
Categorie: Strumenti Musicali
Questa pagina è stata letta 306 467 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità