Come Imparare il PHP e il MySQL

In questo Articolo:Passi InizialiCreare Script PHP di BaseCreare un Database in MySQLCreare un Modulo per l'Inserimento dei Dati nel DatabaseProseguire con l'Apprendimento7 Riferimenti

PHP (acronimo ricorsivo di "PHP: Hypertext Preprocessor") è un linguaggio di scripting interpretato ed è uno dei linguaggi di programmazione più usati per creare e gestire le pagine web, dato che offre funzionalità ben maggiori del semplice HTML. MySQL è un motore per database che permette di creare e gestire database in modo semplice ed efficiente. Usati insieme questi due strumenti sono in grado di offrire la possibilità di creare e gestire siti web e database complessi e molto strutturati. Quando ci si approccia a strumenti come il PHP e MySQL le cose da imparare sono davvero molte, tuttavia configurare i server e imparare a padroneggiare le funzionalità basilari richiede una quantità di tempo limitata. Leggi questo articolo per scoprire quali sono i primi passi da compiere per imparare a programmare in PHP e MySQL.

Parte 1
Passi Iniziali

  1. 1
    Comprendi cosa sono il PHP e MySQL. Il primo è un linguaggio di scripting interpretato con cui è possibile creare script interattivi. Gli script creati tramite il linguaggio PHP verranno poi eseguiti su un server web e il risultato ottenuto verrà inviato al browser che lo visualizzerà sullo schermo dell'utente finale in HTML. Il linguaggio PHP permette di creare siti web interattivi focalizzati sull'enfatizzare l'esperienza dell'utente finale. MySQL è un motore di database relazionali open-source completamente gratuito. Permette di creare, modificare e gestire database, multipli ospitati su un server. La combinazione di questi due strumenti molto potenti (PHP e MySQL) permette di creare siti di e-commerce, forum, videogiochi e molto altro.
    • Utilizzando il linguaggio PHP è possibile creare moduli per l'inserimento di informazioni da parte dell'utente finale, creare e modificare file su un server web, inviare e ricevere cookie, controllare l'accesso ai dati, criptare le informazioni e molto altro ancora.
  2. 2
    Affitta un server web o creane uno personalizzato. Per poter utilizzare il linguaggio PHP e il motore MySQL è necessario configurare prima un server web. Per creare un server web occorre installare l'apposito software su un qualsiasi computer con i requisiti hardware richiesti.
    • Questa guida spiega come scegliere un servizio di hosting economico e affidabile con cui creare un server web remoto.
    • Questo articolo invece spiega come creare un server web personalizzato direttamente sulla propria rete LAN.
  3. 3
    Raccogli le risorse necessarie. Esistono due modi per imparare a programmare in PHP e MySQL. Sul web hai a disposizione corsi di formazione, libri, forum e risorse che possono essere di grande aiuto per imparare a padroneggiare al meglio il PHP e MySQL.
    • Il sito web più conosciuto e utilizzato è w3schools.com. Si tratta di un sito web didattico in cui viene spiegato come creare e sviluppare un sito web che offre strumenti interattivi con cui è possibile imparare velocemente le nozioni di base.
    • È inoltre disponibile una gran varietà di libri. Alcuni dei manuali più famosi e utilizzati includono "Learning PHP, MySQL, JavaScript, & CSS" scritto da Robert Nixon e "PHP and MySQL Web Development" scitto da Luke Welling.
    • Controlla se le strutture didattiche della tua zona organizzano corsi di PHP e MySQL. Controlla anche le associazioni private o i centri culturali presenti nel tuo territorio, potrebbero offrire corsi gratuiti da cui iniziare con facilità per poi proseguire da solo. Frequentare corsi tenuti da professionisti esperti è un ottimo modo per poter ampliare velocemente le proprie conoscenze potendo porre domande e osservare la creazione e l'esecuzione di codice dal vivo.
  4. 4
    Scarica gli strumenti necessari. Per poter iniziare a programmare in PHP e creare e gestire database con MySQL hai la necessità di scaricare e installare alcuni strumenti software. Mentre per creare uno script in PHP è sufficiente un editor di testo qualsiasi scoprirai ben presto che utilizzarne uno creato appositamente per la programmazione ti renderà la vita molto più semplice.
    • Ecco un elenco degli editor gratuiti più diffusi e utilizzati: Notepad++, Komodo Edit, NetBeans ed Eclipse.
    • Alcuni dei programmi a pagamento più usati per creare codice PHP includono: PhpStorm, Adobe Dreamweaver e PHP Designer.
    • Per poter utilizzare MySQL hai la necessità di installare l'apposito software su un server web.

Parte 2
Creare Script PHP di Base

  1. 1
    Avvia l'editor di testo che hai scelto di usare. Il codice PHP può essere creato utilizzando qualsiasi editor di testo, ma usarne uno dedicato alla programmazione (cioè che metta automaticamente in evidenza la sintassi) semplificherà le cose dato che il programma sarà molto più leggibile.
  2. 2
    Crea un semplice sito web. Il codice PHP è inserito all'interno dei normali file HTML che compongono un sito web. Per poter visualizzare a video il risultato della tua programmazione in PHP occorre partire dalla creazione di un semplice sito web:
    <html>
    <body>
    <h1>Test in PHP</h1>
    </body>
    </html>
    
  3. 3
    Crea uno script ECHO. Il comando "echo" serve per stampare a video del semplice testo. Si tratta di una delle funzionalità di base del linguaggio PHP ed è di grande aiuto per imparare la sintassi quando si è solo all'inizio del processo di apprendimento. Tutti gli script PHP iniziano con il tag <?php e finiscono con il tag ?>. Ogni istruzione dello script deve terminare con il carattere ";".
    <html>
    <body>
    <h1>Test in PHP</h1>
    <?php
    echo "Questo è il mio primo script in PHP";
    ?>
    </body>
    </html>
    
  4. 4
    Commenta il codice degli script PHP. Si tratta di un passaggio importante e di una buona regola che andrebbe adottata per qualsiasi linguaggio di programmazione. I commenti presenti nel codice non vengono mostrati all'utente finale, ma hanno lo scopo molto importante di permettere agli altri programmatori di capire velocemente cosa fa lo script. Inoltre ti permetteranno di ricordare perché hai strutturato il codice in un determinato modo (o perché hai fatto determinate scelte) quando dovrai modificarlo in futuro. [1]
    <html>
    <body>
    <h1>Test in PHP</h1>
    <?php
    // Questo è un commento che occupa una singola riga.
    echo "Questo è il mio primo script in PHP";
    /*
    Questo è un commento che 
    occupa più righe
    */
    ?>
    </body>
    </html>
    
  5. 5
    Crea uno script che utilizzi le variabili. Le variabili sono oggetti che permettono di memorizzare dei valori e che vengono gestite all'interno dello script. Utilizzando la sintassi PHP puoi manipolare le variabili in base alle tue esigenze per poi mostrare il risultato finale all'utente. Le variabili sono uno strumento molto potente degli script PHP e sono facilmente individuabili perché vengono tutte precedute dal simbolo "$".[2]
    <html>
    <body>
    <h1>Test in PHP</h1>
    <?php
    /*
    Questo script esegue la somma di due variabili 
    e mostra a video il risultato finale (16).
    */
    $x=4;
    $y=12;
    $z=$x+$y;
    echo $z;
    /*
    In PHP i nomi delle variabili sono case-sensitive, quindi se hai 
    dichiarato la variabile $x=4, e successivamente digiterai il nome $X 
    farai riferimento a una variabile inesistente e 
    otterrai un risultato diverso da quello atteso.
    */
    ?>
    </body>
    </html>
    
  6. 6
    Crea uno script che descriva l'uso della struttura logica "If/Else". Gran parte delle funzionalità che possono essere implementate mediante gli script PHP implicano l'uso dei comandi "If" e "Else". Utilizzando questi comandi puoi condizionare l'esecuzione di interi blocchi di istruzioni. Sono molto utili per creare messaggi personalizzati o per controllare lo stato di una connessione.[3]
    <html>
    <body>
    <h1>Test in PHP</h1>
    <?php
    $t=date("H");
    /*
    Viene definita la variabile "$t" in cui viene memorizzata l'ora attuale
    nel formato a 24 ore tramite la funzione (date) e il parametro (H).
    L'ora fa riferimento a quella impostata sul server.
    */
    if ($t<"20")
       {
       echo "Buona giornata.";
       }
    else
       {
       echo "Buonanotte.";
       }
    /*
    Se l'ora attuale è inferiore alle 20, verrà visualizzato il messaggio "Buona giornata."
    al contrario verrà visualizzato il messaggio "Buonanotte."
    */
    ?>
    </body>
    </html>
    

Parte 3
Creare un Database in MySQL

  1. 1
    Connettiti al server MySQL. Prima di poter creare, modificare o gestire un database occorre connettersi al server su cui è installata l'istanza di MySQL. Per eseguire questo passaggio puoi utilizzare l'interfaccia a linea di comando di MySQL oppure creare uno script PHP che è la soluzione che verrà mostrata in questa sezione. Per creare una connessione via codice si utilizza la funzione mysqli_connect(server, nome utente, password) function.[4]
    <?php
    $connection=mysqli_connect("example.com","admin","password1");
    /*
    In questo modo verrà creata una connessione al server MySQL del sito example.com
    utilizzando l'utente "admin" e la password "password1".
    */
    if (mysqli_connect_errno())
      {
      echo "Connessione al server MySQL non riuscita: " . mysqli_connect_error();
      }
    //Se la connessione non è avvenuta verrà visualizzato un messaggio di errore
    ?>
    
    • La connessione al database verrà assegnata alla variabile "$connection". In questo modo avrai la possibilità di gestirla o farvi riferimento con facilità in qualsiasi punto dello script.
    • Per scoprire come creare un database utilizzando l'interfaccia a linea di comando di MySQL fai riferimento a questo articolo.
  2. 2
  3. 3
    Crea un database. Dopo esserti connesso al server MySQL puoi scrivere il codice per la creazione di un nuovo database. Quest’ultimo non conterrà alcun dato all'inizio. Nel prossimo passaggio scoprirai come creare una tabella. Per creare un database si utilizza il comando CREATE DATABASE.
    <?php
    $connection=mysqli_connect("example.com","admin","password1");
    if (mysqli_connect_errno())
      {
       echo "Connessione al server MySQL non riuscita: " . mysqli_connect_error();
      }
    $sql="CREATE DATABASE miodatabase";
    if (mysqli_query($connection,$sql))
      {
      echo "Database miodatabase creato con successo";
      }
    else
      {
      echo "Errore nella creazione del database: " . mysqli_error($connection);
      }
    ?>
    
  4. 4
    Aggiungi una tabella al database che hai creato nel passaggio precedente. Dopo aver stabilito la connessione al server MySQL e aver creato un nuovo database, sei pronto per la creazione di una tabella in cui potrai iniziare a memorizzare i dati che ti fornirà l'utente tramite le pagine web del sito. La struttura della tabella può avere qualsiasi forma e dipende dalla natura dei dati che dovrà memorizzare. La tabella di esempio che viene creata da questo script è composta da tre campi: "Nome", "Cognome" e "Età". Il nome della tabella sarà "Utenti".
    <?php
    $connection=mysqli_connect("example.com","admin","password1", "miodatabase");
    if (mysqli_connect_errno())
      {
      echo "Connessione al server MySQL non riuscita: " . mysqli_connect_error();
      }
    $sql = "CREATE TABLE Users 
    (
    PID INT NOT NULL AUTO_INCREMENT, 
    PRIMARY KEY(PID),
    Nome CHAR(30),
    Cognome CHAR(30),
    Età INT
    )";
    /*
    Ogni campo della tabella necessita di essere dichiarato associandolo a un tipo di dato 
    (CHAR, INT, VARCHAR, eccetera).
    Nel caso di un campo di tipo CHAR occorre specificare anche la lunghezza massima 
    della stringa che potrà contenere che in questo esempio è 30.
    Il parametro AUTO_INCREMENT permette al database di incrementare automaticamente
    il valore del campo PID di un'unità ogni volta che viene aggiunto un nuovo record.
    Sostanzialmente si tratta di un campo numerico che verrà utilizzato come chiave primaria
    della tabella e che identificherà univocamente ciascun record al suo interno.
    */
    if (mysqli_query($connection,$sql))
      {
      echo "Tabella Utenti creata con successo";
      }
    else
      {
      echo "Errore durante la creazione della tabella: " . mysqli_error($connection);
      }
    ?>
    

Parte 4
Creare un Modulo per l'Inserimento dei Dati nel Database

  1. 1
    Crea un modulo in HTML. Questo strumento permetterà all'utente finale di memorizzare le sue informazioni all'interno del database utilizzando le pagine del sito web. Nello specifico i dati forniti verranno prima memorizzati in un file e poi inseriti all'interno della tabella del database che hai creato nei passaggi precedenti. Quando l'utente cliccherà sul pulsante "Invia", dopo aver compilato tutti i campi richiesti, i dati verranno inviati al file "insert.php".[5]
    <html>
    <body>
    
    <form action="insert.php" method="post">
    Nome: <input type="text" name="nome">
    Cognome: <input type="text" name="cognome">
    Età: <input type="text" name="età">
    <input type="submit">
    </form>
    
    </body>
    </html>
    
  2. 2
    Crea il file insert.php. Dopo aver creato il modulo di inserimento dei dati dovrai procedere alla creazione del file "insert.php" che dovrà gestire il trasferimento delle informazioni al database. Per poter inserire i dati all'interno della tabella "Utenti" del database dovrai utilizzare l'istruzione SQL INSERT INTO.
    <?php
    $connection=mysqli_connect("example.com","admin","password1", "miodatabase");
    if (mysqli_connect_errno())
      {
      echo "Connessione al server MySQL non riuscita: " . mysqli_connect_error();
      }
    $sql="INSERT INTO Utenti (Nome, Cognome, Età)
    VALUES
    ('$_POST[nome]','$_POST[cognome]','$_POST[età]')";
    //l'istruzione "POST" permette di recuperare i dati che l'utente ha inserito nel modulo.
    if (!mysqli_query($connection,$sql))
      {
      die("Errore: " . mysqli_error($connection));
      }
    echo "1 record aggiunto con successo";
    
    mysqli_close($connection);
    //Questo comando chiude la connessione al database dopo aver completato l'inserimento dei dati.
    ?>
    

Parte 5
Proseguire con l'Apprendimento

  1. 1
    Scopri cosa si può fare con il linguaggio PHP. Oltre alla gestione e all'interazione con i database, il linguaggio PHP permette di compiere molte altre operazioni. È possibile aprire file, inviare e-mail, creare cookie, avviare una sessione privata e molto altro ancora. Le potenzialità del linguaggio PHP sono praticamente infinite e questo è il motivo per cui molti sviluppatori di siti web utilizzano la piattaforma PHP.
  2. 2
    Analizza il lavoro degli altri programmatori. Uno dei modi più veloci per imparare a utilizzare il PHP consiste nell'esaminare il codice scritto dagli altri utenti e adattarlo alle tue esigenze. Mentre non esiste un metodo che permetta di visionare il codice PHP di un sito web senza avere accesso diretto al server su cui è ospitato[6], esistono moltissimi forum e community nel web in cui potrai trovare porzioni di codice che ti saranno di aiuto per risolvere i tuoi problemi.
    • GitHub è uno dei repository più conosciuto e utilizzato in cui potrai trovare codice open-source e collaborare con altri sviluppatori.[7]
  3. 3
    Impara come proteggere i dati in PHP. Oggigiorno la sicurezza nel web è diventata un aspetto molto importante, se non fondamentale, quindi essere certo che il tuo codice non presenti falle nella sicurezza dei dati è essenziale. Questo aspetto è estremamente importante soprattutto se devi gestire password o informazioni relative a metodi di pagamento. Assicurati che i moduli HTML, gli script PHP e i database che andrai a creare siano a prova di intrusione.
    • Leggi questo articolo per scoprire in dettaglio come si crea uno script per effettuare il login utilizzando il linguaggio PHP e MySQL.

Consigli

  • Come avviene per qualsiasi altro linguaggio di programmazione, commentare con attenzione il proprio codice è molto importante. Per compiere al meglio questo passaggio impara come si creano i commenti all'interno del codice PHP.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 24 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Programmazione

In altre lingue:

English: Learn PHP and MySQL, Español: aprender PHP y MySQL, Русский: изучить PHP и MySQL, Français: apprendre le PHP et MySQL, 中文: 学习PHP和MySQL, Português: Aprender PHP e MySQL, Deutsch: PHP und MySQL lernen, Bahasa Indonesia: Belajar Bahasa Pemrograman PHP dan MySQL

Questa pagina è stata letta 25 309 volte.
Hai trovato utile questo articolo?