Scarica PDF Scarica PDF

Il tamil è un linguaggio della famiglia dravidica, un gruppo di lingue parlate in India, nel sudest asiatico e in alcune nazioni come Pakistan e Nepal. Il tamil è diffuso principalmente nell'India del sud ed è la lingua ufficiale degli stati di Tamil Nadu, Puducherry, delle isole Andaman e Nicobar.[1] È anche la lingua ufficiale di Sri Lanka e Singapore, oltre a essere molto usato in Malesia. Nel mondo, ci sono circa 65 milioni di persone che parlano tamil. Si tratta di una lingua nata oltre 2.500 anni fa, con una lunga e ricca tradizione letteraria di poesia e filosofia. Impararla può aprirti un mondo di possibilità!

Parte 1
Parte 1 di 4:
Imparare l'Alfabeto Tamil

  1. 1
    Prendi familiarità con la scrittura. L'alfabeto di questa lingua ha 12 vocali, 18 consonanti e un carattere noto come āytam che non rientra in quelle categorie. Tuttavia, dato che il tamil è una lingua sillabica e non alfabetica, cioè i simboli rappresentano unità fonetiche che includono consonanti e vocali, esistono 247 combinazioni fonetiche in totale. Molte di queste sono scritte aggiungendo segni diacritici alle 31 lettere di base per indicare le variazioni.
    • Il tamil viene scritto da sinistra a destra in righe orizzontali, proprio come l'italiano.[2]
    • A questo indirizzo puoi trovare una tabella dell'alfabeto tamil di base.
  2. 2
    Studia le vocali. L'alfabeto tamil prevede 12 vocali, scritte come lettere indipendenti quando compaiono all'inizio di una sillaba. La loro forma varia se sono abbinate a una consonante o se vanno pronunciate in modo lungo o breve (le vocali lunghe hanno una durata circa doppia rispetto a quelle brevi). In alcuni casi, vengono aggiunti dei segni diacritici alla fine delle consonanti per rappresentare le vocali, ma in altri, i segni sono inseriti in posizioni diverse.[3]
    • a e ஆ aa[4]
      • Come avviene per molte altre lingue del sud dell'Asia, le consonanti tamil sono accompagnate per definizione dal suono அ a, quindi அ a non cambia quando viene aggiunto a una consonante.[5]
      • Quando ஆ aa viene aggiunto a una consonante, si usa un segno diacritico che lo rappresenta dopo la lettera, come nella parola கா kaa.
    • i e ஈ ii
      • Quando இ i viene aggiunto a una consonante, si usa un segno diacritico alla fine della lettera, come nella parola கி ki.
      • Quando ஈ ii viene aggiunto a una consonante, si usa un segno diacritico sopra la lettera, come nella parola கீ kii.
    • u e ஊ uu
      • Quando உ u viene aggiunto a una consonante, si usa un segno diacritico che lo rappresenta sotto la lettera, come in கு ku.
      • Quando ஊ uu viene aggiunto a una consonante, si usa un segno diacritico alla fine della lettera, come in கூ kuu.
    • e e ஏ ee
      • Quando எ e viene aggiunto a una consonante, si usa una forma modificata davanti alla lettera, come in கெ ke.
      • Quando ஏ ee viene aggiunto a una consonante, si usa un segno diacritico che lo rappresenta davanti alla lettera, come in கே kee.
    • ai
      • Quando ஐ ai viene aggiunto a una consonante, si usa una forma modificata davanti alla lettera, come in கை kai.
    • o e ஓ oo
      • Quando ஒ o viene aggiunto a una consonante, si usano i segni diacritici che indicano e e aa prima e dopo la lettera, come in கொ ko.
      • Quando ஓ oo viene aggiunto a una consonante, si usano i segni diacritici che indicano ee e aa prima e dopo la lettera, come in கோ koo.
    • au
      • Quando ஔ au viene aggiunto a una consonante, il segno diacritico per e viene scritto prima della lettera e un altro segno diacritico viene scritto dopo, come in கௌ kau.
    • In tamil esistono alcune combinazioni di vocali non standard che non seguono queste regole. Puoi trovare l'elenco completo delle eccezioni qui: http://www.omniglot.com/writing/tamil.htm.
  3. 3
    Studia le consonanti tamil. Il tamil ha 18 consonanti di base divise in tre gruppi: vallinam (consonanti dure), mellinam (consonanti morbide e nasali) e idayinam (consonanti medie). Alcune di esse non hanno un'equivalenza diretta in italiano, quindi è importante ascoltarle se ne hai la possibilità.
    • Consonanti Vallinam: க் k, ச் ch, ட் t, த் th, ப் p, ற் tr
    • Consonanti Mellinam: ங் ng, ஞ் ng , ண் n, ந் n, ம் m, ன் n
    • Consonanti Idaiyinam: ய் y, ர் r, ல் l, வ் v, ழ் l, ள் l
    • Esistono anche alcune consonanti prese in prestito dal sanscrito, di solito definite come lettere "Grantha", in riferimento all'alfabeto originale utilizzato per scrivere il tamil. Questi suoni sono piuttosto comuni nel moderno tamil parlato, ma non lo sono altrettanto nel tamil scritto classico. Ecco le lettere:
      • ஜ் j
      • ஷ் sh
      • ஸ் s
      • ஹ் h
      • க்ஷ் ksh
      • ஸ்ரீ srii
    • Infine, esiste una lettera speciale, ஃ akh, definita āytam. Di solito viene utilizzata nel tamil moderno per indicare suoni stranieri, come f e z.[6]
  4. 4
    Ascolta una registrazione delle vocali e delle consonanti tamil. Sul sito web della University of Pennsylvania puoi trovare file audio di tutti questi suoni.[7] Se riesci a trovare un madrelingua tamil disposto ad aiutarti leggendo per te le lettere, ancora meglio!
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 4:
Comprendere le Basi

  1. 1
    Trova del materiale didattico per iniziare le lezioni. Su internet puoi trovare molte risorse in grado di aiutarti a imparare il tamil e ti servirà anche un buon dizionario. Se conosci l'inglese, puoi utilizzarlo come gradino intermedio e sfruttare la maggiore quantità di risorse a tua disposizione, come il dizionario Oxford Inglese-Tamil, pubblicato dalla sezione indiana dell'Oxford University Press, che contiene oltre 50.000 voci ed è considerato il vocabolario standard per chi desidera imparare il tamil. Anche l'università di Chicago offre sul suo sito un dizionario gratuito completo attraverso il servizio Digital Dictionaries of South Asia.[8]
    • La University of Pennsylvania offre una serie di 36 lezioni sulla grammatica e la costruzione delle frasi in lingua tamil.
    • La University of Texas at Austin propone una serie di lezioni sulla lingua e la cultura Tamil.[9]
    • Il Central Institute of Indian Languages offre lezioni online sulla scrittura, la grammatica e la costruzione delle frasi in tamil. Le lezioni d'esempio sono gratuite e l'accesso completo al corso costa 50 $ o 500 R.[10]
    • Polymath ha una serie completa di lezioni sulla lingua tamil, incluse una lista molto estesa di parole e lezioni su pronomi, tempi verbali e domande comuni.[11]
    • Language Reef ha una serie di 14 semplici lezioni sul tamil.[12]
    • Quando hai raggiunto un livello più avanzato, la University of Michigan offre 11 lezioni gratuite in tamil intermedio, con file audio ad accompagnare ogni lezione.[13]
    • Il governo di Tamil Nadu ha creato un'accademia virtuale online che contiene giochi, una raccolta di risorse in lingua tamil e lezioni.[14] La maggior parte del contenuto è gratuita, anche se alcune lezioni sono a pagamento.
  2. 2
    Procurati qualche buon libro. Il testo di riferimento più importante è A Reference Grammar of Spoken Tamil di Harold F. Schiffman, professore emerito di Cultura e linguistica dravidica all'università della Pennsylvania.[15] Se desideri imparare a parlare il Tamil, questo libro ti sarà utilissimo, perché il tamil parlato è molto diverso da quello scritto, che è rimasto pressoché invariato dal tredicesimo secolo.
    • Tamil for Beginners di Kausalya Hart è al momento fuori produzione, ma potresti riuscire a trovarlo nei negozi di libri usati.[16]
    • Colloquial Tamil: The Complete Course for Beginners di E. Annamalai e R.E. Asher si concentra esclusivamente sul tamil parlato e contiene registrazioni che accompagnano le lezioni. Il ritmo delle spiegazioni può essere leggermente veloce per un principiante, ma è molto consigliato.[17]
    • La University of Pennsylvania ha pubblicato il libro Tamil Language in Context, che include un DVD con dei video di dialoghi registrati da madrelingua tamil.[18]
    • Il governo di Tamil Nadu pubblica gratuitamente un e-book per principianti che introduce l'alfabeto tamil e contiene le basi della grammatica.[19]
  3. 3
    Impara a conoscere la struttura di base delle frasi. Il tamil è una lingua inflessionale, cioè in cui le parole sono modificate utilizzando prefissi o suffissi che ne indicano la persona, il numero, il tempo, lo stato d'animo e la voce. Le frasi non hanno sempre soggetto, verbi e complementi oggetto, ma se questi elementi sono presenti, l'ordine più comune è soggetto-oggetto-verbo o oggetto-soggetto-verbo.[20]
    • In tamil è possibile realizzare frasi semplici unendo due nomi o due frasi, senza neppure aggiungere un verbo! In questo caso, il primo nome fa da soggetto e l'altro da predicato (la parte che aggiunge un'informazione in merito al soggetto e agisce da verbo).
      • Ad esempio, potresti dire அங்கவை Angavai பல் வைத்தியர் pal vaiththiyar per dire "Angavai è un dentista". Per negare questo tipo di frase, aggiungi la parola இல்லை illai "not" al termine del periodo.
    • Le frasi in imperativo sono usate spesso in tamil per fare richieste e dare ordini. Esistono due modi per utilizzare l'imperativo: quello informale o intimo e quello formale o educato. Il contesto sociale ti aiuta a decidere qual è la forma più appropriata; ad esempio, non usare mai il modo informale con gli anziani, le cariche pubbliche o altre persone a cui comunemente si concede più rispetto.
      • Il modo informale/intimo utilizza la radice del verbo senza inflessioni. Ad esempio, பார் Paar significa "Guarda". Usa questa forma con gli amici stretti e i bambini; non viene usata spesso nelle conversazioni con le persone che non conosci bene, a meno che tu non voglia insultarle.
      • Il modo formale/educato aggiunge l'inflessione plurale alla radice del verbo. Ad esempio, பாருங்கள் paarunkal è la forma plurale di paar, ma dovresti usarla in occasioni formali anche quando ti rivolgi a una persona sola.
      • Se vuoi essere particolarmente educato, puoi aggiungere l'interrogazione ஏன் een "perché" alla forma imperativa formale. Ad esempio, பாருங்களேன் paarunkaleen significa "Perché non guardi ___?.
  4. 4
    Comincia dalle parole semplici. Il tamil è una lingua antica e complessa, quindi è improbabile che tu riesca a padroneggiarla e a parlare in modo fluente da subito. Imparare alcune delle parole più usate può aiutarti a comunicare con gli altri anche quando non hai ancora la completa familiarità con la grammatica.
    • Essere in grado di ordinare i piatti locali è uno dei motivi migliori per imparare una nuova lingua quando viaggi. I cibi tamil più comuni includono சோறு choru (riso), சாம்பார் sambar (una zuppa di lenticchie), ரசம் rasam (una zuppa a base di tamarindo), தயிர் tayir (yogurt o caglio) e வடை vada (frittelle salate). Potresti vedere scritto சாம்பார் சாதம் caampaar caatam (riso al curry) o மீன் குழம்பு miin kulampu (curry di pesce), un piatto famoso nelle regioni meridionali dell'India. ஒபுட்டு Oputtu è un piatto dolce, simile a una pizza, a base di cocco. Controlla se una pietanza è காரம் kaaram "piccante" prima di ordinarla! Se vuoi un caffè, una bevanda classica Tamil Nadu, chiedi un காபி kaapi. Se preferisci, puoi prendere un தேநீர் teeniir (tè). Il cameriere potrebbe augurarti மகிழ்ந்து உண்ணுங்கள் Magizhnthu unnungal, "Buon appetito" (letteralmente buon pasto).
    • Negoziare sul prezzo è una pratica comune nella cultura indiana. Se vuoi comprare qualcosa, inizia proponendo பாதி விலை paati vilai o "metà prezzo". A quel punto, tu e il venditore cercherete di accordarvi su un prezzo che vada bene a entrambi. Probabilmente cercherai di portare a casa articoli மலிவானது malivaanatu "che costano poco", mentre il venditore ti spingerà su qualcosa di più விலை அதிகமானது vilai atikamaanatu "costoso". Puoi anche chiedere se il negozio accetta கடன் அட்டை katan attai "carte di credito" o solo பணம் panam "contanti".
    • Se non ti senti bene, queste parole possono aiutarti: மருத்துவர் maruttuvar "medico", மருத்துவ ஊர்தி maruttuvuurti "ambulanza",
  5. 5
    Impara a fare domande. In tamil le domande sono formate aggiungendo una parola interrogativa alla fine di una frase. Devi sapere che l'accento posto sulla parola da aggiungere può cambiare il signficato.[21] Le parole più comuni includono என்ன enna "cosa", எது edu "quale (cosa)", எங்கே engkee "dove", யார் yaar "chi" e எப்பொழுது/எப்போது eppozhutu/eppoodu "quando".
    • Ad esempio, potresti dire உங்கள் பெயர் என்ன? Unga peru enna?, che significa "Qual è il tuo nome?". La risposta appropriata è என் பெயர் En peyar ___ "Il mio nome è ____".
    • Il "punto interrogativo" ஆ viene aggiunto alla fine di un sostantivo o di una frase per trasformarli in una domanda dalla risposta sì o no. Ad esempio, mettendo ஆ dopo la parola பையனா Paiyaṉaa "ragazzo", formeresti la domanda "È un ragazzo?".
    • Ecco altre domande comuni che vale la pena imparare: எனக்கு உதவி செய்வீங்களா? Enakku udhavi seivienkalaa? "Puoi aiutarmi?", புதிய என்ன? Putiya eṉṉa? "Novità?", நீங்கள் எப்படி இருக்கிறீர்கள்? Niinkal eppati irukkiriirkal? "Come stai?", இது என்ன? Itu enna? "Che cos'è?".
  6. 6
    Impara alcune espressioni comuni. Per iniziare a fare conversazione in tamil, puoi imparare alcune delle frasi di uso comune. Prova a cominciare da தமிழ் பேச முடியுமா? Tamiḻ peeca muṭiyumaa? "Sai parlare Tamil?" e நான் தமிழ் கற்றல் Naan tamil karral "Sto imparando il tamil".[22]
    • Puoi anche imparare காலை வணக்கம் Kaalai vanakkam "Buongiorno!" e நல்ல இரவு Nalla iravu "Buonanotte!".[23]
    • அது எவ்வளவு செலவாகும்? Atu evvalavu celavaakum? "Quanto costa?" è una frase utile quando fai compere. Anche நன்றி Nanri "Grazie!", வரவேற்கிறேன்! Varaveerkireen "Prego!" e மன்னிக்கணும் Mannikkanum "Mi scusi" o "Sono spiacente" sono sempre espressioni utili.
    • நான் நோய்வாய்ப்பட்டவாறு உணருகிறேன் Naan nooyvaayppattavaaru unarukireen significa "Mi sento male". Puoi chiedere dove si trova la farmacia più vicina con மருந்துக் கடை அருகில் எங்கு உள்ளது? Maruntuk katai arukil enku ullatu?[24]
    • Se vuoi fare un brindisi per un amico, puoi dire நல் ஆரோக்கியம் பெருக Nal aarokkiyam peruga, che all'incirca significa "Spero che la tua buona salute si accumuli!".
    • Se le cose diventano troppo complicate, puoi dire புரியவில்லை Puriyavilai (m) o புரியல Purila (f), "Non capisco". மெதுவாக பேசுங்கள் Medhuvaaga pesungal (m) o மெதுவா பேசுங்க Medhuvaa pesunga (f) significa, "Per favore, puoi parlare più lentamente". Puoi anche chiedere அதை ____ தமிழில் எப்படி சொல்லுவீர்கள்? Adhai ____ thamizhil eppadi solluveergal? "Come si dice ____ in Tamil?".
    • காப்பாத்துங்க! Kaappathunga significa "Aiuto!".
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 4:
Espandere le proprie Conoscenze

  1. 1
    Controlla se sono disponibili dei corsi nella tua zona. Molte università, in particolare quelle specializzate nello studio delle lingue orientali, offrono corsi di tamil, a volte aperti a tutti. Se vivi in una zona dove la presenza di immigrati indiani o del sud dell'Asia è abbondante, probabilmente troverai dei corsi di questa lingua offerti dalla comunità.
  2. 2
    Leggi molto in tamil. Leggi i blog e i quotidiani su internet per imparare le parole più usate. Anche i libri per bambini sono un ottimo punto di partenza, perché sono pensati per lettori che stanno ancora apprendendo la lingua e spesso fanno uso di illustrazioni e altri supporti didattici.
    • Il Ministero dell'Istruzione del governo di Tamil Nadu ha creato un sito da cui è possibile scaricare molti libri di testo gratuiti; questi volumi vengono usati nelle scuole pubbliche di Tamil Nadu, dalle elementari al liceo.
    • Anche TamilCube offre un'ampia raccolta di racconti in tamil disponibili gratuitamente.[25]
  3. 3
    Ascolta il tamil parlato. Trova video su YouTube, film, canzoni in tamil e ascolta la lingua il più possibile. L'ideale è avere un amico madrelingua con cui fare pratica.
    • Omniglot offre alcuni esempi di testo in tamil registrato a voce.[26]
    • Anche il sito web Spoken Tamil propone molte lezioni e registrazioni audio.
    Pubblicità

Parte 4
Parte 4 di 4:
Esercitare le proprie Capacità

  1. 1
    Trova qualcuno con cui parlare. Diventa amico di una persona che conosce il tamil e chiedile di fare conversazione. Puoi domandarle di farti conoscere parole nuove e paragonare il tuo vocabolario al suo. Potresti persino imparare qualcosa sulla grammatica e la cultura!
  2. 2
    Guarda film in tamil con sottotitoli in italiano o in inglese. Anche se i film in tamil non sono diffusi come quelli in Hindu (il prodotto dell'industria cinematografica indiana, nota come "Bollywood"), ne esistono comunque moltissimi! Cerca su Netflix, su YouTube e nei negozi di DVD.
    • Esistono film tamil per tutti i gusti: Poriyaalan è un thriller d'azione, Appuchi Gramam è un film di fantascienza epico a tema apocalittico, Burma è un film comico-noir sul furto di auto e Thegidi è una storia d'amore.[27]
  3. 3
    Entra in un gruppo di lingua (o crealo tu). In teoria, dovresti riuscire a trovarne uno su internet o cercando tra le bacheche della tua zona. Se nessuno ha avviato un gruppo di tamil nella tua area, creane uno tu! Un gruppo di conversazione ti aiuta a incontrare altre persone interessate a studiare il tamil e ad apprendere meglio la cultura di quella regione.
    • Meetup.com è un sito molto usato per creare e trovare gruppi di lingua, ma puoi anche contattare un'università locale, che dispone di molte più risorse.
  4. 4
    Visita un centro culturale. Nelle metropoli, puoi trovare spesso centri culturali pensati per servire la popolazione tamil locale. Tuttavia, anche in alcune piccole città esistono centri culturali ed eventi indiani, quindi potresti comunque incontrare qualcuno che conosce il tamil e che è disposto a condividere con te il suo sapere. Si tratta di un'ottima occasione anche per imparare a conoscere meglio la cultura e le tradizioni di questa regione.[28]
  5. 5
    Viaggia in una nazione in cui si parla tamil. Una volta apprese le basi della lingua, esplora il mondo! Il tamil viene parlato diffusamente in India, Sri Lanka, Singapore e Malesia, ma esistono anche grandi gruppi di immigrati in Canada, Germania, Sudafrica e Indonesia. நல்ல அதிர்ஷ்டம் Nalla atirstam "Buona fortuna!"
    Pubblicità

Consigli

  • Nella cultura indiana è molto importante essere amichevoli ed educati. Chi parla tamil è quasi sempre pronto a salutarti anche se non ti conosce, quindi preparati a sorridere e ricambiare il saluto! Gli uomini possono offrirti una stretta di mano, ma le donne lo faranno raramente.
  • La cultura tamil dà grande importanza agli ospiti, quindi spesso i padroni di casa fanno di tutto per assicurarsi che si sentano a loro agio. Ad esempio, come ospite, è importante provare almeno un boccone di tutti i piatti che vengono serviti a un pasto; se non lo facessi saresti considerato maleducato e metteresti in imbarazzo il padrone di casa. Non dire mai "Non ne voglio più/non mi va più" quando vieni servito; se durante un pasto sei sazio, puoi dire போதும் Pootum "Basta così". Meglio ancora se prosegui con நன்றி Nanri "Grazie".
Pubblicità

Avvertenze

  • Se non sei certo se utilizzare un'espressione formale o una informale durante una conversazione, non rischiare e usa quella formale. La cortesia è estremamente importante nella cultura indiana e in quella tamil, quindi non correre il rischio di offendere qualcuno per sbaglio!
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 14 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 5 884 volte
Categorie: Lingue
Questa pagina è stata letta 5 884 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità