Scarica PDF Scarica PDF

Se hai sempre desiderato un lussureggiante prato verde smeraldo, ma il tuo è pieno di erbacce, a tratti spoglio e con macchie di erba ingiallita, la soluzione migliore è impiantare un prato fatto di zolle pronte. Acquistando le zolle pronte, in pratica, è come se ti risparmiassi il lavoro preparatorio, che consiste nel seminare e far crescere un'erba fitta e sana. Tutto quello che devi fare è assicurarti che il terreno sottostante fornisca le condizioni ottimali perché le zolle mettano radici, così avrai quel prato perfetto che hai sempre sognato. Continua a leggere per imparare come preparare il terreno, selezionare, posare le zolle e, infine, come prenderti cura del tappeto erboso perché duri a lungo.

Parte 1
Parte 1 di 4:
Preparare il Terreno

  1. 1
    Scopri la composizione del suolo. Se in passato hai avuto problemi a far crescere un prato sano, il problema è probabilmente legato alla composizione del terreno. Se il suolo è composto da un'argilla molto compatta, le radici dell'erba non sono in grado di ricavare l'ossigeno di cui hanno bisogno per crescere; se ha troppa sabbia, non riesce a trattenere l'acqua e le sostanze nutritive vicino alle radici. L'erba cresce meglio in un suolo fertile e argilloso che drena bene: se il tuo suolo non corrisponde a questa descrizione, devi correggerlo nel modo giusto. Porta un campione di terreno presso un vivaio locale e chiedi a un esperto di aiutarti a determinarne la composizione, oppure, se vuoi farlo da solo, scava un buco nel terreno e riempilo d'acqua. Osserva cosa succede:
    • Nel suolo sabbioso il drenaggio avviene in una frazione di secondo. Ciò significa che è necessario introdurre 5 cm di compost extra o di terriccio per contenere le sostanze nutrienti intorno alle radici dell'erba.[1]
    • Il suolo compatto argilloso trattiene l'acqua, rendendo il drenaggio molto lento. Aggiungi 5 cm di materia organica extra come torba, concime animale, foglie o rifiuti da giardino, per fare in modo che le radici dell'erba non soffochino.
  2. 2
    Controlla il pH del terreno. L'alcalinità del suolo influisce notevolmente sulla crescita dell'erba. Il livello di pH ideale è compreso tra 6 e 6,5. Per scoprire se il pH del suolo sia all'interno di questo intervallo, utilizza un kit di analisi del terreno acquistandolo in un negozio di giardinaggio e invia un campione di terra a un laboratorio per farlo analizzare. Per ricevere i risultati, in genere, bisogna aspettare un paio di settimane.
    • Se il suolo ha un pH uguale o inferiore a 6, è troppo acido, ma si può correggere con l'aggiunta di calce. Parla con un giardiniere professionale per determinare la quantità di calce da aggiungere, oppure rivolgiti a un esperto di torbe e affini.
    • Se il suolo ha un pH uguale o superiore a 6,5, è troppo alcalino per l'erba, ma si può correggere aggiungendo zolfo o gesso. Per sapere il dosaggio esatto delle sostanze da aggiungere, contatta un esperto.
  3. 3
    Libera il giardino dalle ostruzioni. Rimuovi le decorazioni del prato, le pietre più grandi, i rami e qualsiasi altra cosa che potrebbe ostruire il passaggio. Togli anche eventuali mattoni e altri materiali da costruzione. Elimina tutto ciò che sia maggiore di 7,5 cm di diametro, per evitare che, lavorando il giardino, la motozappa non rimanga impigliata negli oggetti che trova.
  4. 4
    Rimuovi le erbacce. Per ottenere migliori risultati, usa un'erbicida almeno due settimane (anche di più) prima di cominciare il tuo progetto. Questo ucciderà tutte le erbacce indesiderate e aiuterà a impedirne la ricrescita.
  5. 5
    Appiana le zone del giardino che non sono ben livellate. Se ci sono fossi, monticelli irregolari o grosse buche, sarà più difficile posare le zolle ordinatamente. Sgrossando il suolo e livellandolo, inoltre, si crea una superficie liscia che aiuta a eliminare i problemi di drenaggio. Non è un'operazione da fare obbligatoriamente, ma è altamente consigliabile se si vuole ottenere un prato perfetto.
    • Per livellare un'area particolarmente vasta, usa una fresatrice montata su un trattore. Sono piuttosto costose da acquistare, ma si possono affittare presso negozi di articoli per il giardinaggio o per il fai-da-te.[2]
    • Le aree più piccole possono essere livellate a mano. Usa utensili manuali, come zappe da giardino o rastrelli, per rompere il terreno e addolcire sia i pendii, sia i bordi intorno alle buche e ai fossi.
  6. 6
    Ara il giardino smuovendo la terra fino ad arrivare a una profondità di almeno 15 cm. Prendi in prestito, affitta o compra una motozappa con la quale smuovere la parte superiore del suolo (circa 15 cm) del tuo giardino. L'aratura del terreno serve a renderlo meno compatto, per far sì che le radici dell'erba possano respirare meglio e attecchire. Smuovi il terreno con lo stesso metodo che utilizzi per tagliare il prato, dividendolo in sezioni e lavorandolo riga per riga.
    • L'aratura serve non solo a preparare il terreno per la posa delle zolle d'erba, ma anche a controllare le infestanti, rivoltando le erbacce che stanno per germogliare.
    • Se il terreno è particolarmente compatto e carico di argilla, smuovilo fino a una profondità di 20 cm invece di 6 cm, per assicurarti che le radici dell'erba abbiano abbastanza spazio per crescere senza essere compattate.
  7. 7
    Spargi 5 cm di terriccio o di compost e altre sostanze correttive sul suolo. Utilizza un terriccio di buona qualità o del compost per creare un letto ricco di humus su cui posare le zolle. Se hai stabilito che il terreno ha bisogno di altro compost, materia organica, calce o zolfo per raggiungere le condizioni ottimali, spargi allo stesso tempo anche queste sostanze. Passa ancora una volta con la motozappa sul tuo giardino per mescolare il compost, il terriccio e gli altri correttivi.[3]
    • Per spargere il terriccio, il compost e le altre sostanze puoi usare le mani o prendere in affitto un macchinario adatto.
  8. 8
    Usa uno spargitore per spargere il fertilizzante. Questo passaggio fa sì che le zolle abbiano tutti i nutrienti di cui hanno bisogno per crescere in modo sano. Di solito, per iniziare, si raccomanda di usare un fertilizzante ad alta concentrazione di fosfato. [4] Spargilo in maniera uniforme e disponilo nel terreno seguendo le istruzioni indicate nella confezione.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 4:
Acquistare le Zolle

  1. 1
    Misura il tuo prato. Per misurare l'intera area che prevedi di coprire con le zolle, serviti di un metro a nastro. Potrebbe essere utile creare uno schizzo del prato e annotare sia la lunghezza sia la larghezza delle diverse zone in cui è suddiviso. Quando arriva il momento di acquistare le zolle, devi sapere le misure esatte delle varie aree del tuo prato. Se la quantità di zolle è insufficiente, il prato sarà irregolare e non crescerà in modo sano come dovrebbe. Un numero eccessivo di zolle potrebbe essere una spesa considerevole, dal momento che di solito costano 0,30 euro al metro quadrato. [5]
    • Se il giardino non è rettangolare, suddividilo in rettangoli, triangoli o altro tipo di sezione che ti permetta di misurare con più facilità. Calcola l'area di ogni singola sezione e poi sommale per ottenere il totale.
  2. 2
    Acquista le zolle presso un'azienda locale specializzata nella posa dei tappeti erbosi. Scegli una ditta a cui altre persone nella tua zona si sono rivolte in precedenza con risultati eccellenti. L'azienda dovrebbe offrirti una varia scelta tra i tipi di erba che possono crescere meglio nella tua zona. Non essere tentato di ordinare le zolle da un'azienda situata in un luogo lontano da te solo perché mette in bella mostra dei magnifici tappeti erbosi sul suo sito web; è probabile che quel tipo di prato non cresca bene nel tuo clima. Scegli un'azienda affidabile e consulta i suoi rappresentanti commerciali per capire quale erba e quali zolle siano la scelta migliore per il tuo giardino.
    • Conviene scegliere un'erba che sia nativa della tua zona, per garantire che cresca bene nel tuo clima. Le erbe della stagione fresca o microterme (erbe che crescono più velocemente in primavera e in autunno), come poa, loglio perenne, festuca arundinacea e festuca rubra rubra crescono meglio nelle regioni dove gli inverni sono freddi e le estati sono calde. Le erbe della stagione calda o macroterme (graminacee che prosperano in un clima molto caldo) come paspalum, cyndon e zoysia, crescono meglio nelle zone calde e nelle regioni subtropicali.
    • Al momento di decidere quale erba acquistare, prendi in considerazione anche l'uso che vuoi fare del tuo prato. Hai intenzione di calpestarlo con frequenza? Vuoi praticarvi delle attività sportive? Vuoi organizzare feste? O magari desideri solo un bel prato da contemplare dalla finestra? Alcune varietà d'erba sono più robuste, altre sono più morbide, alcune sono di difficile manutenzione, altre ancora hanno colori più vivaci. Spiega al rivenditore il tipo di prodotto che stai cercando.
    • Chiedi al rivenditore se taglia e consegna le zolle nello stesso giorno. Le zolle che rimangono in giacenza per diversi giorni prima della consegna non si mantengono fresche e sane.
  3. 3
    Programma la data della consegna in modo da poter posare le zolle il giorno stesso. È importante posare le zolle lo stesso giorno in cui vengono consegnate. Un'attesa troppo lunga fa sì che le zolle si secchino e può danneggiare le radici. Dai alle zolle la possibilità di crescere sane, posandole sul terreno appena arrivano. Vengono consegnate in lunghi rotoli e l'intera operazione di posa dovrebbe richiedere soltanto un giorno.
    • Le zolle sono piuttosto pesanti e arrivano solitamente in robusti pallet da circa 140 metri quadrati o anche di più. Un singolo pallet può arrivare a pesare più di una tonnellata, quindi un furgoncino potrebbe non essere sufficiente. Prima di confermare l'ordine, controlla se per la consegna viene richiesta una quantità minima e se possono trasportare il materiale direttamente sul luogo.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 4:
Posare le Zolle

  1. 1
    Annaffia il terreno. Per far sì che le zolle attecchiscano bene, è necessario che il terreno sia fresco e umido. Non deve essere bagnato fradicio: prima di iniziare la posa delle zolle basta usare un irroratore per inumidire delicatamente tutto il suolo.
  2. 2
    Inizia a posare la prima zolla partendo dal lato più lungo. Srotola il primo pezzo di zolla accanto a un vialetto o a una strada. Disponila in modo che il bordo della zolla sia esattamente allineato con il bordo del giardino, senza sbavature o sporgenze. Srotola delicatamente l'intero pezzo di zolla in modo che il lato più lungo sia interamente coperto. Dopo aver allineato bene il lato più lungo sarà più facile posare il resto della zolla.
    • Partendo dalla metà, invece, sarebbe più difficile posare le zolle in modo ordinato, senza lasciare vuoti o estremità più corte.
    • Assicurati di srotolare ogni pezzo di zolla nella stessa direzione. Se srotoli una zolla al contrario avrà un aspetto diverso da quella accanto e dovrai aspettare che l'erba cresca prima di arrivare a un aspetto omogeneo.
  3. 3
    Disponi le zolle come si fa con i mattoni. Taglia il secondo pezzo di zolla a metà, in senso longitudinale, e disponila direttamente adiacente alla prima. Le zolle dovrebbero essere disposte secondo uno schema sfalsato, come si fa con i mattoni. Questo tipo di disposizione rende le giunture tra zolla e zolla meno evidenti.[6] Assicurati che i bordi delle zolle collimino senza sovrapporsi. Non lasciare spazi tra le giunture; se i bordi rimangono esposti saranno inclini a seccarsi lasciando macchie marroni sul prato. Continua a posare le zolle in questo modo fino a coprire completamente l'intero giardino e fai in modo che le giunture non siano visibili.
    • Servendoti di normali cesoie o forbici da giardino, ricava dalle zolle dei pezzi più piccoli per colmare gli spazi vuoti o per riempire gli angoli.
    • Tuttavia, conviene lasciare le zolle in pezzi molto grandi, per quanto sia possibile. Non tagliarle in pezzi più piccoli, a meno che non sia strettamente necessario, perché i pezzi piccoli sono più inclini a seccarsi prima che attecchiscano.
    • Mentre posi le zolle, evita di camminarci o inginocchiartici sopra, perché si potrebbero formare delle bolle d'aria o delle rientranze.
  4. 4
    Posa le zolle seguendo un andamento trasversale attorno al pendio, invece che dall'alto verso il basso. Posare le zolle orizzontalmente lungo il pendio, piuttosto che in verticale, impedirà l'erosione del terreno. Quando le radici dell'erba avranno attecchito, tratterranno il terreno sottostante mantenendolo al suo posto. Se le zolle venissero posate in verticale, in particolare sui pendii più ripidi, potrebbe accadere che le strisce di zolla comincino a gonfiarsi scivolando verso il basso, invece di restare ferme nella loro posizione lungo il pendio.
    • Se necessario, acquista delle "graffette" per il giardino in modo da "spillare" la zolla sul terreno. Assicurati di evidenziarle in qualche modo, in modo da poterle rimuovere una volta che la zolla attecchisce.
  5. 5
    Disponi le zolle nelle parti curve del giardino. Dal momento che la chiave è mantenere le zolle in grossi pezzi, se possibile, prova a disporle lungo le parti curve del giardino rimodellandone la forma, invece di tagliarle a pezzi. Avvolgi un grande pezzo di zolla sulla parte curva del giardino pizzicandola nei punti giusti in modo che la forma della zolla si adatti perfettamente all'andamento della curva. Utilizza le forbici da giardino per recidere le parti in rilievo che hai pizzicato, ricavandone due piccoli pezzi triangolari. Hai creato, in pratica, due rientranze a forma di dardo, consentendo alla zolla di assumere una forma semicircolare. Premi insieme i due "dardi" in modo che si dispongano uno accanto all'altro, senza spazi vuoti.[7]
  6. 6
    Taglia le zolle per posarle intorno agli alberi e ad altri ostacoli. Se incontri un albero o un altro ostacolo è necessario disporvi le zolle intorno, avvolgendole sopra l'oggetto e tagliandole con cura in modo che la loro forma si adatti alla base dell'oggetto. Conserva i ritagli in modo da poterli utilizzare in caso di eventuali piccoli spazi vuoti da riempire in seguito.
    • Quando posi una zolla intorno ad un albero, non appoggiarla a ridosso della base del tronco. Disporla proprio sopra le radici potrebbe danneggiare l'albero. Piuttosto, ritaglia una lunetta semicircolare sul bordo della zolla, in modo che rimanga distante alcuni centimetri dalla base del tronco.[8]
    • Se nel tuo giardino hai molti alberi o altri ostacoli da aggirare, ti conviene usare una fresa specifica per tagliare le zolle, perché se usassi delle normali cesoie da giardino impiegheresti troppo tempo.
    Pubblicità

Parte 4
Parte 4 di 4:
Manutenzione del Prato

  1. 1
    Cammina sul terreno con un rullo da giardino. Riempilo d'acqua per tre quarti e passalo sull'intero giardino su cui hai posato le zolle. Questo permette alle radici delle zolle di aderire al terreno sottostante prima di annaffiare.
  2. 2
    Annaffia a fondo per le prime due settimane. Mantenere l'erba umida durante le prime settimane è essenziale. Durante questo periodo, le radici dell'erba attecchiscono e iniziano a crescere. Se non ci fosse acqua in abbondanza, questo processo rallenterebbe o si fermerebbe e le zolle morirebbero prima di attecchire. Dopo le prime due settimane, innaffia l'erba un paio di volte a settimana per evitare che si secchi.
    • Utilizza un sistema di irrigazione per garantire che il prato venga innaffiato in modo uniforme.
    • Non aspettare che l'erba diventi gialla, prima di bagnarla. Controlla il suolo mettendo un dito nel terreno. Se resta umido fino a una profondità di molti centimetri, allora va bene. Se il terreno è secco in superficie o fino a una profondità di 3-4 centimetri, è ora di bagnarlo.
    • L'erba che cresce in zone ombreggiate deve essere annaffiata con meno frequenza, dal momento che trattiene più a lungo la rugiada.
    • Annaffia solo fino a quasi creare una pozzanghera. Se la zolla si rialza dal terreno, significa che hai usato troppa acqua.
  3. 3
    Quando l'erba arriva a un'altezza di 7,5 cm, tagliala riducendola a 5 cm. Tagliandolo spesso con il tosaerba, il prato si mantiene in salute. Non tagliare l'erba più corta di 5 cm, per evitare di avvicinarti troppo alle radici.
    • Assicurati che le lame del tosaerba siano sempre pulite e affilate. Taglia l'erba seguendo movimenti sempre differenti per assicurare che cresca in modo omogeneo.
    • L'erba recisa puoi buttarla via, ma è meglio lasciarla sul prato, perché ne migliora la salute agendo come fertilizzante.
  4. 4
    Trascorsi trenta giorni, fertilizza nuovamente il prato. Usa lo stesso fertilizzante che hai adoperato all'inizio, per rinnovare il prato a distanza di un mese dalla posa delle zolle. Questa operazione è necessaria per sostituire le sostanze nutritive che possono essere state eliminate dopo trenta giorni di irrigazione continua. Trascorso il primo mese, ti basterà fertilizzare il prato una o due volte a stagione per sostituire le sostanze nutritive a beneficio degli anni futuri.
  5. 5
    Prenditi cura del tuo prato liberandolo dalle erbacce. Effettua una manutenzione periodica irrigandolo, tagliandolo e fertilizzandolo: è il modo migliore per mantenere l'erba sana e robusta, ma anche per tenere lontane le erbe infestanti. Le erbacce tendono a diffondersi quando l'erba del prato è a chiazze, infatti per natura tendono a insinuarsi nei punti scoperti del terreno. Se fai attenzione a non lasciare zone prive d'erba sul tuo prato, non dovrai preoccuparti delle erbacce.
    • Se ti accorgi che, in qualche zona del prato, le zolle sembrano morte, sostituiscile al più presto. Strappa la vecchia zolla, arricchisci il terreno sottostante con del compost e posa la nuova zolla verificando che le giunture combacino perfettamente con l'erba sana su entrambi i lati. Così facendo, eviterai che le erbacce spuntino laddove la zolla è morta.
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Kit per l'analisi del suolo
  • Motozappa
  • Compost e altre sostanze correttive, come calce, materia organica o sabbia
  • Fertilizzante
  • Rotoli di zolle
  • Fresa o cesoie
  • Spruzzatore

wikiHow Correlati

Scassinare una Serratura con una Forcina
Ritrovare degli Oggetti SmarritiRitrovare degli Oggetti Smarriti
Calcolare le Ore Necessarie al Filtraggio della PiscinaCalcolare le Ore Necessarie al Filtraggio della Piscina
Eliminare il Troncone di un Albero
Usare un DeumidificatoreUsare un Deumidificatore
Salvare un Cactus MorenteSalvare un Cactus Morente
Alzare il pH di una PiscinaAlzare il pH di una Piscina
Eliminare e Prevenire le Alghe Verdi in una PiscinaEliminare e Prevenire le Alghe Verdi in una Piscina
Gonfiare un Materasso ad Aria
Abbassare la Temperatura senza Aria CondizionataAbbassare la Temperatura senza Aria Condizionata
Uccidere una VespaUccidere una Vespa
Togliere le Macchie dagli Indumenti Bianchi
Potare la MentaPotare la Menta
Conservare una Stella Marina per DecorazioniConservare una Stella Marina per Decorazioni
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Anthony "TC" Williams
Co-redatto da:
Giardiniere Paesaggista Professionale
Questo articolo è stato co-redatto da Anthony "TC" Williams. Anthony "TC" Williams è un Giardiniere Paesaggista Professionale nell’Idaho. È Presidente e Fondatore di Aqua Conservation Landscape & Irrigation, un’Entità Aziendale di Paesaggistica Registrata nell’Idaho. Questo articolo è stato visualizzato 15 940 volte
Categorie: Casa & Giardino
Questa pagina è stata letta 15 940 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità