Non è facile sapere come rivolgersi a un prete della Chiesa cattolica romana attraverso una lettera, perché all'interno del clero esistono molti ranghi. Tuttavia, se vuoi essere rispettoso, è necessario seguire il giusto protocollo. Questo articolo ti spiegherà come scrivere ai preti di diverso rango.

Parte 1 di 3:
Scrivere a un Sacerdote

  1. 1
    Indirizza la lettera a un sacerdote secolare. Sulla busta devi scrivere le parole "Al Reverendo Padre" seguite da nome e cognome del destinatario. In alternativa, puoi scrivere "Al Reverendo" accompagnato da nome e cognome. Non dimenticare la preposizione articolata "al". Ecco un esempio: "Al Reverendo Padre Michele Rossi".
    • Il saluto dovrebbe essere "Egregio Padre" oppure "Reverendo Padre". Se la lettera è molto formale, dovresti scrivere "Reverendo Padre" seguito da nome e cognome oppure "Egregio Padre".[1]
    • Se conosci bene il prete, allora puoi limitarti a "Egregio Padre" seguito o meno dal cognome.[2] Concludi la lettera con questa formula: "La prego di accogliere, Reverendo Canonico (nome e cognome) l'espressione dei miei sentimenti deferenti" seguita dal tuo nome e cognome.[3] In alternativa, puoi chiudere con le parole: "Con rispetto e devozione in Cristo" e il tuo nome.
  2. 2
    Scrivi una lettera a un prete di un ordine religioso. Sulla busta scrivi: "Rev." seguito da nome e cognome del destinatario, aggiungendo poi le indicazioni dell'ordine religioso a cui appartiene.
    • La differenza sostanziale risiede nell'aggiunta delle iniziali dell'ordine religioso, ad esempio: "Al Reverendo Padre Michele Rossi, O.S.B.", dove O.S.B indica l'Ordine di San Benedetto.
    • Dovresti salutare il destinatario con le parole: "Reverendo Padre" e concludere la lettera con: "La prego di accogliere, Reverendo Padre, l'espressione dei miei sentimenti deferenti" seguita dal tuo nome e cognome.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Rivolgersi agli altri Capi Cattolici

  1. 1
    Scrivi al papa. Rivolgiti correttamente a questa autorità, dato che si tratta della più alta carica nella gerarchia cattolica. Sulla busta scrivi: "A Sua Santità Papa Francesco". È accettabile la formula: "Al Sommo Pontefice, Sua Santità Papa Francesco".
    • Nei saluti dovresti scrivere: "Santissimo Padre" oppure "Sua Santità". Quando ti rivolgi al papa in persona e non per iscritto, devi sempre usare la formula di cortesia "Sua Santità". L'indirizzo a cui scrivere è: Palazzo Apostolico, 00120 Città del Vaticano.
    • Concludi la lettera in maniera appropriata. Un cattolico dovrebbe scrivere: "Della Santità Vostra obbedientissimo figlio" seguito da nome e cognome del mittente.
    • Se non sei un fedele cattolico, allora dovresti concludere con: "La prego di accogliere, Beatissimo Padre, l'espressione della mia alta stima" oppure "La prego di accogliere, Santità, l'espressione della mia alta stima". Una formula di chiusura accettabile è: "Con rispetto e devozione in Cristo".[4]
  2. 2
    Scrivi a un cardinale. Sulla busta devi annotare le seguenti parole: "A Sua Eminenza Reverendissima il Cardinale (nome e cognome) Vescovo o Arcivescovo di (città)".
    • Quando ti rivolgi per iscritto a un cardinale usa la forma allocutiva "Vostra Eminenza Reverendissima". Nella gerarchia ecclesiastica, il cardinale è secondo solo al papa. Quando devi parlargli di persona, utilizza sempre le parole "Vostra Eminenza".
    • Se sei cattolico, puoi chiudere la lettera con le parole: "Con devoto (o filiale) ossequio" e il tuo nome e cognome. Oppure puoi scrivere: "Sperando nella Vostra benedizione, porgo i miei rispettosi saluti". [5]
  3. 3
    Rivolgiti a un arcivescovo. Sulla busta dovresti scrivere: "A Sua Eccellenza Reverendissima, Monsignor (nome e cognome), Arcivescovo di" e il nome della città a cui è assegnato.
    • La forma allocutiva dovrebbe essere "Vostra Eccellenza Reverendissima". Quando parli con l'arcivescovo in persona, usa sempre il titolo "Vostra Eccellenza".
    • Concludi la lettera in questo modo: "La prego di accogliere, Signor Arcivescovo, l'espressione della mia alta stima" oppure "Con rispetto e devozione in Cristo" seguito dal tuo nome e cognome.
  4. 4
    Rivolgiti al vescovo. Sulla busta scrivi l'indirizzo secondo questo esempio: "A Sua Eccellenza Reverendissima, Monsignor Rodolfo Cetoloni, Vescovo di Grosseto".
    • La formula di cortesia è sempre "Vostra Eccellenza Reverendissima".
    • Concludi la lettera con queste parole: "Con devoto (o filiale) ossequio" oppure con "Sperando nella Vostra benedizione, porgo i miei rispettosi saluti".
  5. 5
    Rivolgiti a un frate o a una suora. Nel caso dovessi scrivere a un frate, usa queste parole: "Reverendo Frate" seguite dal nome e cognome del destinatario e le iniziali dell'ordine a cui appartiene.
    • Il saluto dovrebbe essere: "Reverendo Frate" seguito dal cognome. Per concludere la lettera, puoi semplicemente annotare queste parole: "La prego di accogliere, Reverendo Frate, l'espressione dei miei sentimenti deferenti" e poi il tuo nome e cognome.
    • Se devi scrivere a una suora, annota queste parole sulla busta: "Reverenda Suora (nome e cognome)". La formula allocutiva è "Reverenda Suora" e il suo cognome. Per concludere la lettera scrivi: "La prego di accogliere, Reverenda Suora, l'espressione dei miei sentimenti deferenti".
  6. 6
    Rivolgiti a un abate. In questo caso, dovresti scrivere: "Reverendo Padre", il suo nome e cognome e di seguito le iniziali dell'ordine. Ricorda che in base all'ordine religioso di appartenenza potrebbe cambiare il titolo; per esempio, per i certosini è "Ministro Generale", per i trappisti è "Abate Generale" e così via.
    • La forma allocutiva è "Reverendo Padre".
    • Concludi la lettera con: "La prego di accogliere, Reverendo Padre, l'espressione dei miei sentimenti deferenti".
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Seguire la Giusta Etichetta di Fronte al Clero

  1. 1
    Segui l'etichetta generale per quanto riguarda la corrispondenza. Se si tratta di una lettera formale, usa la carta intestata. Puoi realizzarla tu stesso, inserendo il tuo nome e le informazioni di contatto al centro della pagina, sul bordo superiore.
    • Non far rientrare i paragrafi. Lascia un'interlinea doppia fra ogni paragrafo e accertati inoltre che questi siano allineati con il tuo nome e le informazioni di contatto che si trovano in alto a sinistra della pagina.
    • Usa della carta di buona qualità con una busta abbinata. Ricorda di riportare il mittente anche sulla busta.
  2. 2
    Quando hai a che fare con il clero, sii sempre formale. Non è accettato rivolgersi a un sacerdote con il suo nome, ad esempio "Padre Luca". Al contrario, dovresti usare il cognome (Padre Rossi) oppure il semplice appellativo "Padre".[6]
    • Nel passato ci si rivolgeva al prete come "Reverendo" e puoi ancora usare questo appellativo, per dimostrare di avere a cuore le tradizioni e di essere molto rispettoso.
    • Ovviamente, se un sacerdote ti chiede di essere chiamato per nome (Padre Luca), puoi farlo senza alcun problema. Tuttavia, in certe situazioni è considerata una mancanza di rispetto.
  3. 3
    Ricorda il protocollo quando ti devi relazionare con i sacerdoti. Alzati quando un prete entra nella stanza e non dovresti sederti finché egli non ti dice di farlo.
    • Se sei un uomo, togliti il cappello in presenza di un sacerdote e baciagli la mano. Questo è considerato un gesto per onorare il fatto che il prete consacra l'Eucaristia.
    • Mostra lo stesso rispetto quando ti congedi da un sacerdote.
    Pubblicità

Consigli

  • Quando scrivi a un prete cattolico, usa carta da lettere bianca e inchiostro nero.
  • Nei dizionari e anche online puoi trovare dei suggerimenti di stile da utilizzare quando ci si rivolge a preti di vari ranghi della Chiesa ortodossa, ortodossa russa ed episcopale.

Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Diventare un Prete Cattolico

Come

Scrivere una Favola

Come

Mettere gli Accenti sulle Parole

Come

Scrivere una Breve Descrizione di Se Stessi

Come

Scrivere in Terza Persona

Come

Scrivere un Discorso Come Rappresentante di Istituto

Come

Scrivere un Mito

Come

Avere una Bella Firma

Come

Scrivere una Lettera Motivazionale

Come

Scrivere una Lettera di Conferma

Come

Scrivere una Poesia

Come

Scrivere una Lettera al Sindaco della Tua Città

Come

Scrivere una Lettera

Come

Analizzare la Calligrafia (Grafologia)
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 132 817 volte
Categorie: Scrittura
Questa pagina è stata letta 132 817 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità