Come Infondere il Senso di Indipendenza e Sicurezza nei Figli

In questo Articolo:Formare il Senso di IndipendenzaAiutare a Sviluppare il Senso di IndipendenzaCircoscrivere e Allargare i LimitiRiferimenti

La maggior parte dei genitori, o di chi ne fa le veci, passano periodi in cui sono combattuti tra il desiderio che i loro figli rimangano per sempre bambini e la prospettiva che diventino abbastanza indipendenti da poter fare le cose per conto proprio. In particolare, le madri tendono ad assumersi un ruolo di maggiore di responsabilità verso i figli, che spesso non le induce a sostituirsi in tutto a discapito della possibilità di aspettarsi di più da loro. Continuando a fare tutto per un figlio, si ostacola la crescita emotiva e si rallenta l'indipendenza.


In realtà, a ogni età i figli cercano di conquistare la propria indipendenza, ma al tempo stesso temono anche la separazione che comporta tale indipendenza. È importante da parte dei genitori e dei tutori incoraggiare gradualmente, ma sinceramente, il passaggio verso una maggiore autonomia durante la loro crescita. Il tuo ruolo, pertanto, dovrà essere quello di attenuare le paure, mostrando ciò che è possibile e dando un senso di sicurezza riguardo al fatto che li accompagnerai, indipendentemente da quello che cercheranno di fare.

1
Formare il Senso di Indipendenza

  1. 1
    Forma il senso di indipendenza. Insegnando ai tuoi figli l'indipendenza, ricorda prima di tutto di essere indipendente per conto tuo. Esiste un sano equilibrio, necessario in tutti i rapporti, che ti aiuta a mantenere la tua indipendenza e la tua soggettività. Se sei in grado di resistere al distacco, i tuoi figli potranno apprenderlo da te.
    • Se sei un genitore o un tutore troppo coinvolto, inevitabilmente sorgeranno problemi. Ad esempio, il cosiddetto genitore elicottero[1] non può sopportare di essere messo da parte dal figlio, ma si muove su ogni cosa che fa per "stargli vicino" e "garantirgli sicurezza". Questo atteggiamento spesso comporta ansia e preoccupazione e richiede uno sforzo personale per cercare di superarlo. I bambini sottoposti a tale modello genitoriale possono provare ansia e timore di diventare indipendenti. Fai del tuo meglio per gestire le tue paure e non trasmetterle ai tuoi figli.
    • Osserva come i tuoi figli assorbono il rapporto tra te e il tuo partner. I comportamenti di dipendenza reciproca e subordinazione possono inviare inutili segnali ai bambini, che a loro volta possono imparare ad avere paura della separazione. Per il bene tuo e dei tuoi figli cerca di eliminarli.
  2. 2
    Insegna ai tuoi figli che il distacco non è un male. Aiutali a vedere che è accettabile e di tanto in tanto preferibile stare da soli, disapprovare pacificamente il parere altrui o desiderare di trascorrere del tempo per conto proprio.
    • Cerca di dare l'esempio di un conflitto sano davanti ai tuoi figli. Le urla e le accuse non devono far parte dell'educazione dei figli, ma è necessario argomentare ciò che è importante con calma e moderazione in modo che i ragazzi imparino che questo è l'atteggiamento più utile. Senz'altro ci saranno momenti in cui perderai la pazienza – invece di fingere che non è mai successo, chiedi sempre scusa. Se i figli sono abbastanza grandi, spiegati.
  3. 3
    Cerca opportunità per mostrare un esempio dei tuoi piccoli successi personali. Potrebbe essere qualcosa di semplice come aprire un barattolo, senza arrenderti se non riesci, cercando di farlo senza l'aiuto di nessun altro. Richiama l'attenzione dicendo parole come: "Guarda, mamma ce l'ha messa tutta, non si è arresa e ce l'ha fatta!". I bambini vedranno che tenti di portare a termine le cose da solo e molto spesso con successo.
    • Alcuni bambini hanno la tendenza a rinunciare subito. È ancora più importante infondere perseveranza in questo tipo di bambini e incoraggiarli a riprovare. Non criticare i loro sforzi, ma favorisci la loro crescita attraverso ripetuti tentativi. Alla fine porteranno a termine il loro compito grazie alla lezione appresa e al tuo sostegno.
    • Quando non riesci in qualcosa, adotta strategie di soluzione del problema. È importante quanto l'autoincensamento in seguito a un successo. Insegna con le azioni che non solo si può sopravvivere a un fallimento, ma che quest'ultimo è uno stimolo a fare qualcos'altro o a cimentarsi in un ulteriore tentativo in virtù della lezione appresa.
    • Ricorda ai tuoi figli che, se pensano di non poter fare le cose da soli, sarai accanto a loro e li assisterai. Tuttavia, tieni presente che questo aiuto può essere un aiuto fisico, così come un semplice incoraggiamento verbale, perché sai che il compito da portare avanti è fattibile e che trarranno grande beneficio se lo realizzeranno da soli.

2
Aiutare a Sviluppare il Senso di Indipendenza

  1. 1
    Osserva i tuoi figli giocare e nella vita di tutti i giorni. Presta particolare attenzione alla loro simpatie e antipatie. Cerca l'occasione per parlare con loro di ciò che stanno facendo o di quello con cui stanno giocando. Individua come possono migliorare il loro modo di giocare mediante semplici cambiamenti che possono capire da sé, come aggiungere un libro per costruire una rampa per le automobiline o metterlo nel punto in cui posizionano i piedi quando imparano a pedalare sulla bicicletta.
  2. 2
    Sollecita e consiglia tuo figlio nei piccoli compiti. Imparerà che la sua opinione è importante per te. Seguendo i suoi suggerimenti, lo aiuterai ad alimentare una sana autostima mentre cresce (piuttosto che imporre inefficaci stimoli dall'esterno). Quindi, è un tuo dovere incoraggiare i suggerimenti del bambino e fare in modo che siano un bene prezioso per svolgere i suoi compiti.
    • Puoi dire qualcosa come: "Sono così felice che hai pensato di mettere il pane in questa cesta. Così preparare la cena sarà molto più facile".
  3. 3
    Coinvolgi i tuoi figli nelle faccende domestiche quotidiane che riguardano le loro cose. Per i bambini, come del resto per chiunque, è molto facile individuare gli oggetti che usano e con cui hanno familiarità, offrendo il loro aiuto per metterli a posto. Anche se a volte significa tornare indietro e "pulire veramente" nella zona di cui sono responsabili, è importante sforzarsi di trasmettere il senso di responsabilità verso gli oggetti personali.
    • Quando hanno finito di mangiare, incoraggiali a mettere i piatti nel punto in cui vanno lavati, ovvero nel lavandino o nella lavastoviglie.
    • Se vuoi che puliscano la loro camera, inizia con obiettivi raggiungibili, per esempio chiedendo loro dove vanno i libri e poi lasciando che li mettano a posto. L'obiettivo consiste nell'affidare un piccolo processo decisionale in modo indipendente quando si tratta dei loro effetti personali. Questo suggerimento può estendersi anche all'igiene personale.
    • L'aiuto in casa può cominciare da quando hanno all'incirca 3 anni, in un primo momento con piccoli compiti, dopodiché con difficoltà sempre più grandi durante la crescita.

3
Circoscrivere e Allargare i Limiti

  1. 1
    Stabilisci momenti sia strutturati che non strutturati da trascorrere in solitudine. Lascia che i tuoi figli scelgano dove essere e che cosa fare entro limiti già fissati. Questa possibilità può includere una serie di scelte strutturate e sicure. Si tratta di momenti in cui non devono condividere nulla né parlare con altri, ma solo imparare a svagarsi in totale autonomia. Se da parte tua presenti con entusiasmo questo scenario, può essere visto in modo eccitante dal bambino.
    • Un esempio potrebbe essere: "È arrivato il tempo da dedicare a te stesso, perciò puoi sedere sul divano o a tavola e leggere un libro, disegnare o giocare con i puzzle". Il fatto di starsene per conto proprio tendenzialmente viene visto come una cosa negativa, perché spesso lo identificano come "tempo scaduto" o "vai nella tua camera da solo". Purtroppo, questo atteggiamento non fa altro che confondere il bambino, il quale accomuna la solitudine alla cattiveria. Se lo incoraggi a dedicare del tempo a se stesso, puoi guadagnarti subito un po' di spazio quando hai realmente bisogno di una pausa, senza avere ripercussioni negative.
    Questa è l'occasione per presentare l'idea di starsene per conto proprio come un aspetto positivo e non come una punizione, in modo che possano acquisire autonomia nella vita in generale.
  2. 2
    Aiuta i tuoi figli a vedere la noia come una reazione sana che insegni loro a trovare e raggiungere soluzioni. Il tuo compito non è smorzare la noia nei bambini, ma fornire un ambiente sicuro in cui possano esplorare nella loro immaginazione per sbloccare la situazione e risolvere da soli il problema della noia. Se elimini costantemente questa possibilità, avranno difficoltà ad attenuare questa sensazione e a trovare sbocchi interni per alleviare la noia, magari lasciando la porta aperta a comportamenti rischiosi. Concediti una pausa e concedi un momento anche alla noia.
  3. 3
    Estendi gradualmente i confini non strutturati. Man mano che i bambini crescono, aspettati una maggiore indipendenza da parte loro e concedi loro momenti più strutturati. La fiducia nei tuoi figli può fare molto per aiutarli a maturare in modo sano. Riusciranno a considerare la loro indipendenza come un privilegio, non come qualcosa di cui aver paura.

Consigli

  • Ricorda di non insegnare l'egoismo, mentre trasmetti il senso di indipendenza. Abbiamo tutti bisogno di amore, rispetto, fiducia e sicurezza. È possibile conquistarle mediante le interazioni sociali con familiari e amici.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 11 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Genitori

In altre lingue:

English: Encourage Independence and Confidence in Children, Español: fomentar independencia y confianza en los niños, Русский: подтолкнуть детей к самостоятельности и уверенности

Questa pagina è stata letta 2 637 volte.
Hai trovato utile questo articolo?