Come Innaffiare le Orchidee

2 Parti:Sapere quando AnnaffiareAnnaffiare Correttamente

Le orchidee sono diventate delle piante molto popolari, e un'ornamento che è possibile vedere in molte case. Nei negozi di fiori e nelle serre, oggi si possono trovare una varietà meravigliosa di questi fiori speciali. In natura, le orchidee selvatiche crescono solitamente sui tronchi degli alberi, le loro radici sono esposte al sole, all'aria e all'acqua. Le orchidee in vaso richiedono un metodo di annaffiatura particolare, che imita il loro ambiente naturale. Bagna le orchidee sporadicamente, quando il loro terriccio è quasi asciutto.

Parte 1
Sapere quando Annaffiare

  1. 1
    Annaffia sporadicamente. Nessuna varietà di orchidea ha quotidianamente bisogno di acqua. Infatti troppa acqua può far marcire le radici e la pianta finirebbe per morire. A differenza della maggior parte delle piante d'appartamento, le orchidee vanno annaffiate solo quando il terriccio comincia ad asciugarsi troppo. Bagnarle in questo modo, ricrea le condizioni naturali in cui vivono.
    • Alcune specie di orchidee hanno organi per immagazzinare l'acqua. Se hai un'orchidea che ha l'abilità di immagazzinare acqua, come il genere cattleyas o oncidiums, lascia asciugare completamente la pianta prima di annaffiarla. Se invece hai un'orchidea sprovvista di organi per conservare l'acqua, come la phalaenopsis o la paphiopedilums, bagnala prima che sia completamente asciutta.
    • Se non sei sicuro del tipo di orchidea che possiedi, annaffia la pianta quando il terriccio è quasi asciutto, ma contiene ancora un po' di umidità.
  2. 2
    Prendi in considerazione il clima in cui vivi. La frequenza con cui annaffierai l'orchidea dipende dal livello di umidità nell'aria, l'esposizione al sole e la temperatura dell'aria. Questi fattori variano a seconda del paese e la casa in cui cresce l'orchidea, perciò non esiste una regola sulla frequenza con cui bagnare le orchidee. Dovrai sviluppare una routine in base alle condizioni climatiche e ambientali in cui si trova la tua orchidea.
    • Se la temperatura in casa tua è fredda, annaffia l'orchidea con meno frequenza rispetto a quando la temperatura è più alta.
    • Se l'orchidea si trova su una finestra esposta al sole, avrà bisogno di essere annaffiata più spesso di quanto non faresti se fosse in una zona più all'ombra.
  3. 3
    Controlla se il terriccio nel vaso è asciutto. Il terriccio asciutto indica che la pianta ha bisogno di essere annaffiata. Quello delle orchidee è solitamente composto di corteccia o muschio, e quando ha un aspetto secco e polveroso, significa che la pianta ha bisogno d'acqua. Ma guardando solamente al terriccio, non avrai le giuste indicazioni per sapere se la pianta ne ha bisogno o meno.
  4. 4
    Solleva il vaso per controllare il suo peso. Il vaso sarà più leggero quando è il momento di dare acqua all'orchidea. Se è pesante, significa che c'è ancora acqua. Con il tempo imparerai a distinguere facilmente quando il peso del vaso diminuisce fino ad aver bisogno di essere annaffiato e quando invece è ancora saturo d'acqua.
    • Il vaso che contiene ancora acqua ha anche un aspetto diverso. Se l'orchidea è in un vaso di terracotta, questo avrà un aspetto più scuro quando è pieno d'acqua, e si schiarirà con il diminuire dell'acqua.
  5. 5
    Fai un test con il dito. Questo è il modo migliore per sapere se l'orchidea ha bisogno d'acqua. Infila il mignolo nel terriccio, facendo attenzione a non disturbare le radici della pianta. Se non lo senti umido, o se lo senti poco umido, significa che la pianta ha bisogno d'acqua. Se, invece, senti subito che il terriccio è umido, non è ancora necessario. Nel dubbio, lascia passare ancora un giorno o due.

Parte 2
Annaffiare Correttamente

  1. 1
    Assicurati che il vaso abbia i fori per il drenaggio dell'acqua. Puoi annaffiare correttamente un'orchidea solo se si trova in un vaso con i fori sul fondo, da cui l'acqua in eccesso può uscire. Se hai acquistato un'orchidea in un vaso senza fori, rinvasala in uno appropriatamente forato. Usa un terriccio specifico per le orchidee invece di uno normale generico.
    • Cerca vasi specifici per orchidee. Questi vasi sono generalmente realizzati in terracotta e hanno ulteriori fori di drenaggio sui lati. Dovresti riuscire a trovarli dove vengono esposti tutti gli altri tipi di vasi.
    • Se non vuoi rinvasare l'orchidea, usa il metodo dei cubetti di ghiaccio. Questo è un rimedio veloce per bagnare l'orchidea senza doverla rimettere in un vaso adeguato. Metti l'equivalente di 1/4 di acqua gelata (3 cubetti di ghiaccio di media grandezza) sul terriccio. Lascia che il ghiaccio si sciolga. Aspetta circa una settimana prima di ripetere l'operazione. Questo metodo, a lungo termine, non è salutare per la pianta, ma funziona se non vuoi rinvasare l'orchidea in un vaso più adatto.
  2. 2
    Metti l'orchidea sotto il rubinetto dell'acqua. Un modo facile per annaffiare l'orchidea è quello di metterla sotto il rubinetto e lasciare che l'acqua scorra a temperatura ambiente. Usa un rubinetto con il diffusore, se possibile, perché è meno aggressivo per la pianta rispetto al getto normale. Lascia scorrere l'acqua per circa un minuto, facendola penetrare nel terriccio e drenare nei fori.
    • Non usare acqua trattata con anticalcare o altre sostanze chimiche. Se possiedi una specie particolare di orchidea, è preferibile annaffiarla con acqua distillata o acqua piovana.
    • L'acqua deve drenare velocemente attraverso il vaso. Se ti sembra che lo faccia troppo lentamente o non dreni affatto, probabilmente stai usando un terriccio troppo denso.
    • Dopo aver annaffiato l'orchidea, controlla il peso del vaso. In questo modo potrai capire quando il peso è diminuito e l'orchidea ha bisogno di essere annaffiata un'altra volta.
  3. 3
    Annaffia di mattina o nel pomeriggio. L'acqua in eccesso avrà tutto il tempo per evaporare prima che diventi buio. Se invece rimane nel vaso tutta la notte, può far marcire le radici o causare l'insorgere di batteri e malattie nella pianta.
    • Se noti dell'acqua in eccesso sulle foglie, toglila con la carta assorbente.
    • Dopo l'annaffiatura controlla il sottovaso e vuotalo dell'acqua in eccesso, in maniera da evitarne il contatto con l'orchidea.
  4. 4
    Nebulizza la tua orchidea. Dal momento che le orchidee prosperano in climi umidi, nebulizzare l'orchidea è un ottimo modo per mantenerla sana, soprattutto perché ciò impedisce alle radici di asciugarsi. Riempi un flacone spray con acqua, quindi nebulizza la pianta alcune volte al giorno (a seconda dell'ambiente in cui vivi: i climi più asciutti richiedono più nebulizzazione, per quelli umidi ne può bastare una al giorno).
    • Se non sai se la tua orchidea ha bisogno di ulteriore nebulizzazione, controlla se è secca.
    • Non lasciare che l'acqua si raccolga sulle foglie.
    • È possibile trovare un flacone spray nella maggior parte dei grandi magazzini oppure online.

Consigli

  • Quando un'orchidea fiorisce o sta mettendo foglie nuove, avrà bisogno di una maggiore quantità d'acqua.
  • Il substrato per le orchidee è generalmente grossolano e poroso, per permettere all'aria di fluire, anche se allo stesso tempo ha la capacità di trattenere l'umidità. Le serre e i negozi specializzati vendono terricci e substrati per orchidee già pronti.
  • Durante i periodi di riposo, tra una fioritura e l'altra, l'orchidea potrà essere annaffiata di meno. Questo accade generalmente in autunno inoltrato e metà inverno, a seconda della specie.
  • La quantità dell'acqua da dare all'orchidea dipende dalla grandezza della pianta e non da quella del vaso.
  • Le temperature basse e la poca luce faranno in modo che l'orchidea abbia bisogno di meno acqua.
  • Nelle zone molto umide le orchidee avranno bisogno di meno acqua delle orchidee in condizioni climatiche più secche. Un'umidità del 50-60% è l'ideale per la pianta.

Avvertenze

  • Se usi fertilizzanti solubili in acqua, potrebbero far accumulare sali nel substrato o terriccio che eventualmente danneggerebbero l'orchidea. Non usare fertilizzanti con l'annaffiatura.
  • Un'orchidea morirà velocemente in un vaso saturo d'acqua.
  • Un'orchidea con foglie flosce e molli potrebbe essere il risultato di troppa acqua, che ha fatto marcire le radici o, al contrario, il terriccio è troppo asciutto. Tocca sempre il substrato prima di annaffiare.

Fonti e Citazioni

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Giardinaggio

In altre lingue:

English: Water Orchids, Español: regar las orquídeas, Русский: поливать орхидеи, Português: Regar Orquídeas, Français: arroser des orchidées, Deutsch: Orchideen gießen, Bahasa Indonesia: Menyiram Anggrek, Nederlands: Orchideeën water geven

Questa pagina è stata letta 126 651 volte.

Hai trovato utile questo articolo?