Scarica PDF Scarica PDF

Se non riesci a capire con certezza quando il tuo cane ha bisogno di uscire, probabilmente pensi che sarebbe tutto molto più facile se solo lui potesse comunicartelo! Anche se può sembrare una richiesta eccessiva nei confronti di un cane, l'addestramento è in realtà piuttosto facile. A seconda delle preferenze tue e del tuo cane, puoi decidere di insegnargli a suonare un campanello, a portarti il guinzaglio o ad abbaiare.

Metodo 1
Metodo 1 di 3:
Usare il Metodo del Campanello

  1. 1
    Appendi un campanello alla porta di casa. Assicurati che sia ad una distanza raggiungibile dal cane e sufficientemente potente da riuscire a sentirlo anche se non sei nella stessa stanza. Inoltre, deve essere abbastanza resistente, in modo che il cane non possa romperlo.[1]
    • Puoi anche usare un campanello senza fili, a patto che il tuo cane sia in grado di premere il pulsante.[2]
    • Se ti sembra che il cane sia spaventato dal suono del campanello, prova ad attutirlo con del nastro adesivo; suonalo più volte per abituarlo al suono e rimuovi gradualmente il nastro adesivo. Una volta che il cane non è più infastidito dal suono puoi procedere con l'addestramento.[3]
  2. 2
    Fai suonare il campanello al cane. Prima di portarlo fuori, sollevagli ogni volta la zampa con delicatezza e aiutalo a suonare il campanello, dopodiché fallo subito uscire. Continua con questa operazione per alcune settimane, fino a che il cane non impara a suonare il campanello da solo.[4]
    • Se il tuo cane non è particolarmente motivato ad uscire, premialo ogni volta che lo porti fuori, in modo da rinforzare l'addestramento.[5]
    • Nel caso in cui il cane stia ancora imparando a fare i propri bisogni all'aperto, assicurati di ricompensarlo anche ogni volta che lo fa con successo.
  3. 3
    Garantisci sempre una risposta. Una volta addestrato il cane a suonare il campanello, assicurati di portarlo fuori ogni volta che lo fa o rischierai di confonderlo e di fargli abbandonare il comportamento positivo.[6]
    • Continua a ricompensarlo per alcune settimane (o anche più a lungo) ogni volta che suona il campanello.
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 3:
Insegnare al Cane a Portarti il Guinzaglio

  1. 1
    Tieni il guinzaglio in un punto accessibile. Se vuoi insegnare al cane a portarti il guinzaglio quando vuole uscire, devi tenerlo in un posto che sia alla sua portata.[7]
    • L'ideale sarebbe un punto vicino alla porta di casa, possibilmente in un cesto, in modo che sia facilmente raggiungibile.
  2. 2
    Fagli tenere il guinzaglio. Per cominciare l'addestramento, prendi il guinzaglio, dallo al tuo cane prima di uscire e attendi alcuni secondi mentre lo tiene stretto in bocca. Quindi dagli un premio e portalo fuori. Ripeti l'operazione finché il cane non sembra propenso a tenere il guinzaglio per farti piacere.[8]
    • Se lo lascia cadere, rimettiglielo in bocca e ripeti l'operazione finché non lo tiene stretto per alcuni secondi.
  3. 3
    Allontanati. Una volta che il cane si è abituato a tenere il guinzaglio in bocca mentre siete entrambi vicini alla porta, è tempo di passare al livello successivo dell'addestramento. Dopo avergli dato da tenere il guinzaglio, comincia lentamente ad allontanarti. Fermati ad alcuni passi di distanza e incoraggialo a venire da te con il guinzaglio, ricompensandolo ogni volta che lo fa. Ripeti l'operazione finché il cane non sembra a suo agio con l'esercizio.[9]
    • Una volta abituato, potrebbe iniziare a seguirti con il guinzaglio in bocca senza che tu debba chiamarlo.
  4. 4
    Aumenta gradualmente la distanza. Mano a mano che l'addestramento avanza, dovresti essere in grado di allontanarti sempre di più fino a che il cane non ti porta il guinzaglio di sua spontanea iniziativa senza nessun aiuto da parte tua.[10]
    • Questo metodo può risultare inefficace con i cani a cui non piace giocare a "riporta".
    • Assicurati di rispondere prontamente facendolo uscire quando ti riporta il guinzaglio. Continua a premiarlo per un po' di tempo in modo da rinforzare il suo comportamento.
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 3:
Addestrare il Cane ad Abbaiare quando ha Bisogno di Uscire

  1. 1
    Insegna al tuo cane ad abbaiare a comando. Prima di poterlo addestrare ad abbaiare quando ha bisogno di uscire, devi insegnargli ad abbaiare a comando o a "parlare". È un trucco abbastanza facile da insegnare, anche se potrebbe non essere adatto nel caso di cani che abbaiano già molto.[11]
    • Per cominciare, portalo a uno stato di eccitazione mostrandogli il suo giocattolo preferito, producendo un suono oppure facendo qualsiasi altra cosa che lo faccia abbaiare.
    • Quando abbaia, premialo. Cerca di ricompensarlo quando abbaia una volta soltanto, per non incoraggiarlo ad abbaiare in continuazione.
    • Quando sei riuscito a farlo abbaiare regolarmente con questo metodo, aggiungi un segnale manuale o un comando vocale e usalo insistentemente finché non impara ad abbaiare a comando.
    • Prosegui con l'addestramento e rinforza il suo comportamento premiandolo ogni volta che "parla" a comando.
    • Non ricompensare il cane quando abbaia casualmente, ma solo quando sei tu a chiedergli espressamente di farlo.
  2. 2
    Fallo abbaiare vicino alla porta. Una volta che è in grado di parlare a comando, puoi proseguire insegnandogli ad abbaiare come segnale per uscire. Comincia avvicinandoti alla porta e chiedendo al cane di abbaiare. Portalo immediatamente fuori non appena lo fa.[12]
    • Come per gli altri metodi di addestramento, se per il tuo cane uscire non è una ricompensa sufficiente, dagli un ulteriore premio mentre lo porti fuori.
  3. 3
    Sii costante. Maggiore è la tua costanza nell'addestrarlo, più rapido sarà il suo apprendimento. Fallo abbaiare ogni volta che uscite e imparerà ben presto che può chiederti di uscire ripetendo il medesimo comportamento.[13]
    Pubblicità

Consigli

  • Tutti questi metodi sono più efficaci se il cane è già stato educato a non fare i bisogni in casa. Insegnare a un cane a fare i propri bisogni all'aperto è un compito diverso rispetto a insegnargli a comunicare quando vuole uscire.
  • Indipendentemente dal metodo che decidi di utilizzare, è molto importante capire di che cosa ha bisogno il tuo cane per essere motivato. Per molti cani l'incentivo è dato dal cibo, ma con altri funzionano meglio altri premi, come i giocattoli. Ad alcuni cani piace così tanto uscire che non hanno bisogno di alcun premio aggiuntivo per imparare questi trucchetti.[14]
Pubblicità

Avvertenze

  • Una volta che il tuo cane ha imparato a farti sapere che vuole uscire, potrebbe abusarne e suonare il campanello, abbaiare o portarti il guinzaglio ogni volta che vede un animale fuori dalla porta di casa.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Riconoscere un Cane che Sta per MorireRiconoscere un Cane che Sta per Morire
Punire il CanePunire il Cane
Prendersi Cura di un Cane dopo la SterilizzazionePrendersi Cura di un Cane dopo la Sterilizzazione
Insegnare al Tuo Cane i Comandi di BaseInsegnare al Tuo Cane i Comandi di Base
Far Smettere al Cane di Leccarsi le Zampe con Rimedi CasalinghiFar Smettere al Cane di Leccarsi le Zampe con Rimedi Casalinghi
Far Smettere di Abbaiare il Cane del VicinoFar Smettere di Abbaiare il Cane del Vicino
Rimuovere Vecchie Macchie di Urina di CaneRimuovere Vecchie Macchie di Urina di Cane
Difendersi dall'Attacco di un CaneDifendersi dall'Attacco di un Cane
Riconoscere i Sintomi di Displasia dell'Anca nei CaniRiconoscere i Sintomi di Displasia dell'Anca nei Cani
Far Ingrassare un CaneFar Ingrassare un Cane
Insegnare a un Cane a Non Abbaiare alle PersoneInsegnare a un Cane a Non Abbaiare alle Persone
Solidificare le Feci del tuo CaneSolidificare le Feci del tuo Cane
Lessare il Pollo per i Cani
Calmare un Cane Maschio quando la Femmina è in CaloreCalmare un Cane Maschio quando la Femmina è in Calore
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Pippa Elliott, MRCVS
Co-redatto da:
Veterinaria del Royal College of Veterinary Surgeons
Questo articolo è stato co-redatto da Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali. Questo articolo è stato visualizzato 4 576 volte
Categorie: Cani
Questa pagina è stata letta 4 576 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità