Come Inserire Barre di Rinforzo nel Cemento

Costruire con il cemento implica molti passi da compiere per raggiungere i migliori risultati, compresa la creazione della struttura di contenimento, il livellamento, il collocamento e la chiusura. Una fase critica è rappresentata dall'inserimento corretto delle barre di rinforzo. Questo articolo spiega come eseguirlo.

Passaggi

  1. 1
    Pianifica il progetto. Per costruzioni con struttura in cemento, un ingegnere e un architetto di solito eseguiranno dei disegni tecnici e procureranno informazioni specifiche sulle misure, la configurazione, il collocamento delle barre nella lavorazione del cemento. Il tuo primo compito sarà dunque quello di progettare la fabbricazione e la collocazione, così come realizzare il programma di lavoro.
  2. 2
    Compra le barre. Per progetti semplici come la costruzione di fondamenta classiche e lastre di rinforzo, puoi tranquillamente comprare le barre necessarie in un centro di forniture per costruzioni o magazzini per il miglioramento delle abitazioni. Per applicazioni complesse come le travi di livellamento, muri delle fondamenta, serbatoi e altri progetti, avrai bisogno di alcune forme specifiche realizzate da specialisti. Ecco alcuni esempi:
    • Staffe. Sono barre apposite che sostengono il rinforzo laterale in una certa posizione, spesso chiamata "gabbia". Le staffe creano una struttura che mantengono le barre più grandi in posizione, che siano esse rotonde, quadrate, rettangolari o anche di una combinazione di forme.
    • Perni. Sono solitamente a forma di "L", oppure sono barre dritte con una piegatura di 90 gradi su di una estremità.
    • Barre ad angolo. Anche queste a forma di "L", con ogni "lato" della L della stessa lunghezza.
    • Barre curvate di compensazione. Questi oggetti partono da semplici forme a "Z", fino a complesse forme ad angolo e sono utilizzate in passaggi e punti d'appoggio in cemento.
    • Forcelle. Sono barre a forma di "U", spesso utilizzate per collegare due o più "tappeti" di barre e per dare forza laterale alla colata di cemento.
    • Bastoncini da lecca-lecca. Come indica il nome, sono barre diritte con una piegatura ad "U" ad una estremità o ad entrambe, sempre per collegare due o più gruppi di barre paralleli.
  3. 3
    Consulta il tuo "progetto di rinforzo". Se compri le barre da un produttore, il fornitore rivedrà i progetti del tuo ingegnere e del tuo architetto e realizzerà un "progetto d'acquisto" con i dettagli e le etichette per ogni tipo di barra usata nel progetto. Per progetti semplici, dovrai fornire, nei progetti di costruzione, i requisiti di spazio e le misure delle barre. Usa questi documenti per determinare quale barra ti serve e dove collocare ognuna di esse.
  4. 4
    Scegli il metodo che utilizzare per "legare" le barre. In molte occasioni, le barre di rinforzo sono legate con fili di acciaio temperato, o acquistato in rotoli molto pesanti, o, se utilizzi un filo di legame "a sacco", fornito in gruppi di fili già tagliati con anelli alle estremità. I secondi sono più semplici per gli inesperti, ma a volte più costosi. La prima soluzione è la scelta dai costruttori del settore, i cosiddetti rodbusters.
  5. 5
    Prepara l'area in cui sarà collocato il cemento. Il terreno dovrà essere livellato e compattato dopo i livellamenti necessari, gli scavi, e i preparativi per l'installazione delle strutture per acqua ed elettricità. Traccia il perimetro o le linee per la collocazione del cemento in seguito al livellamento, al compattamento e ai test di idoneità.
  6. 6
    Decidi se collocare il cemento prima di installare le barre. Per i punti d'appoggio in cui sono utilizzate barre di rinforzo, la struttura per la colata è realizzata per prima, per i muri e le travi di livellamento in cemento, un lato della struttura può essere costruita prima di inserire le barre, ma queste ultime devono essere collocate prima che la struttura sia completata, così da poter essere legate sul posto. Per le lastre in cemento, la terra al di sotto delle lastre è spesso pre-trattata contro le termiti, e, prima di legare le barre, viene installata una barriera o una protezione contro l'umidità.
  7. 7
    Ristruttura" le barre. Ciò implica rimuovere le barre singole, le staffe e i perni dai rispettivi gruppi secondo i calcoli di posizionamento. Un esempio può essere quello di una lastra che misura 3,5 m x 3,5 m con barre di rinforzo centrate a 20 cm in una direzione e a 30 cm nell'altra. Calcola la misura delle barre necessaria per ogni direzione, segna due o tre barre con le misure appropriate per ogni direzione, e conta i segni per determinare quante barre servono per ogni direzione. Spesso, i disegni di collocamento sono precisi, come, per esempio "18 barre numero 5, 4,5 m di lunghezza, una metà per ogni direzione.. Ciò significa che hai bisogno di 18 barre di misura 5 (del diametro cioè di 1,58 cm), con 9 barre per ogni direzione e le file superiori perpendicolari a quelle sul fondo.
  8. 8
    Lega le barre. Questo è lo scopo primario dell'articolo. Legare le barre perché restino nella stessa corretta posizione è decisivo per raggiungere la forza desiderata e completare la struttura in cemento.
  9. 9
    Colloca ogni barra nella sua posizione secondo il risultato scaturito dai passaggi precedenti. Le "barre da progetto" o (barre marcate) possono essere segnate con un evidenziatore di saponaria, un pennarello, un pastello di legno o una vernice a spray.
  10. 10
    Scegli il tipo appropriato di legame da utilizzare. Per i "legami a sacco" (o legami "a scatto", da non confondere con i legami a scatto descritti in seguito. Per gruppi di lastre normali, dove la forza del cemento nell'interazione con le barre è minima, e il movimento delle barre è improbabile, usare un semplice, unico groviglio di fili per ogni inserimento, stretto insieme leggermente, è sufficiente. Questo legame è conosciuto come legame a scatto, e può essere realizzato con il legame a scatto ed il "circuito" descritti in precedenza. Può essere fatto semplicemente anche con un paio di pinze da 25 cm e un bel po' di filo tenuto sulla cintura del rodbuster in una bobina. Per altre applicazioni dove la forza del cemento può spostare le barre, o dove c'è bisogno di più forza per tenere le barre nella giusta posizione, possono essere utilizzati legami più complessi. Qui ne troverai alcuni, con una spiegazione semplificata di come sono fatti:
    • Legami a 8. Sono fatte tirando il filo intorno alla barra posteriore rispetto all'operatore, diagonalmente sulla barra anteriore, indietro intorno alla posteriore, diagonalmente nella direzione opposta sulla barra anteriore, e quindi avvolgendolo intorno al filo iniziale. Puoi tagliare il filo in eccesso e piegare le estremità verso il nodo così da non far uscire fili taglienti. Questi legami aiuteranno a tenere insieme le barre perpendicolari e a prevenire fastidiosi problemi e movimenti diagonali.
    • Legami a sella. Sono simili ai legami a 8. Comincia col passare il filo dalla bobina sulla barra posteriore, poi sulla barra anteriore restando parallelo alla barra stessa. Passalo poi dietro la barra posteriore e ancora intorno alla barra anteriore sul lato opposto. Lega insieme le due estremità, taglia il filo iniziale e piega le estremità rimaste. Questo legame è spesso utilizzato quando leghi barre per muri e altre applicazioni verticali, dove il rodbuster si arrampicherà per accedere ai punti più alti del muro. I legami a 8 e a sella possono essere intercambiabili, anche se, tecnicamente, ci sono dei vantaggi nell'uso dell'uno o dell'altro a seconda delle circostanze.
    • Combinazioni di legami a 8 e a sella con "fasciature" aggiuntive lungo le barre verticali possono essere utilizzati per aumentare la presa dei legami così da non far scivolare le barre in basso quando il peso viene caricato su di esse o il cemento è versato nella struttura per la colata.
  11. 11
    Usa le pinze per stringere al meglio i legami. Per tutti i legami descritti in precedenza, tira il capo del filo della bobina con la tua mano dominante (d'ora in poi si consideri la sinistra, sarà il contrario per chi ha la destra non dominante). Afferra l'estremità del filo con la pinza nella mano destra e conficcalo o spingilo dietro la barra illustrata nel primo passo della descrizione del legame scelto. Piega o gira ad angolo l'estremità verso il punto in cui afferrerai il capo di filo nel prossimo passo, quindi raggiungilo da quel lato, riprendilo ancora con le pinze, tiralo verso il prossimo punto in cui lo girerai, tirando abbastanza filo libero per chiudere il nodo. Fai resistenza sul filo con la mano sinistra, così che si pieghi per bene contro la barra che stai avvolgendo in ogni passo della tecnica. Rilascia il filo in modo che le pinze possano essere utilizzate per tenerlo e fallo facendo girare l'estremità intorno alla barra e stringendo i due capi con forza.
  12. 12
    Lega tutte le barre necessarie nella giusta posizione. Controlla il progetto per verificare che ogni componente sia al posto giusto. Spesso, nei rinforzi strutturali in cemento, troverai alcuni elementi aggiuntivi che si interfacciano con le barre illustrate fino ad ora. Ecco alcune cose da notare:
    • Perni bloccanti. Quando si collocano delle fondamenta in cemento con unità in muratura (blocchi) su di esse, vedrai che il progetto richiede l'installazione di perni bloccanti, o di barre verticali per rinforzare le celle in un determinato spazio, affinché il blocco successivo abbia la forza sufficiente a sopportare le condizioni a cui sarà esposto o ad aiutare a sostenere di carichi in quanto parte portante della costruzione. Queste barre sono legate alle bare delle fondamenta (barre d'appoggio) in un punto al centro di ogni singolo blocco. Per collocarli correttamente dovrai stabilire la "linea del muro", che determina l'interlinea tra queste celle. Se il progetto inizia da un angolo, usando un blocco regolare di 20x40 cm, puoi piazzare il primo perno 10 cm al di qua della linea esterna del muro, 10 cm dall'angolo e poi distanziare le ulteriori barre alla distanza desiderata contando per multipli di 20 cm. Per esempio a 40, 60, 80 cm. Questa è chiamata interlinea della struttura a blocchi.
    • Perni per paratie. Nei casi in cui un appoggio non è completato in un'unica colata di cemento, avrai bisogno di un perno fuori dalla paratia della struttura così da stringere in maniera strutturale il successivo legame al primo. Assicurati che il perno si estenda abbastanza da garantire che il rinforzo laterale si sovrapponga adeguatamente per mantenere la forza delle barre usate. La sovrapposizione è di solito calcolata in "diametri di barra". Un esempio è la barra numero 5 menzionata in precedenza. Ha un diametro di 1,60 cm e la sovrapposizione necessaria dovrà essere del diametro di 40 barre. Moltiplicando 1,6 per 40 si avranno 64 cm.
    • Ricorda che nel cemento strutturale, altri tipi di incastri e inserti possono essere necessari. Colloca la barra in un modo per il quale sia possibile l'installazione di bulloni stabilizzanti, manicotti, saldature di sostegno, inserti o altri articoli nelle proprie posizioni senza interferenze. In termini generali, questi articoli richiedono un posizionamento molto preciso, quindi controbilanciare con una o due barre può essere utile.

  13. 13
    Supporta e mantieni le barre. Una volta che il tappeto o la gabbia è assemblata, devi tenere in posizione le barre così che vengano coperte completamente dal cemento. Sostegni delle barre o mattoni di cemento sono spesso utilizzati per questo scopo. Colloca questi articoli in uno spazio che non permette alle barre di piegarsi o cedere tanto da non permettere al cemento di coprire tutto. Per un passaggio spesso 30 cm, la disposizione delle barre deve essere posizionata a 10 cm dal fondo del cemento, e gli spazi liberi sui lati devono essere tra i 5 e i 10 cm.
  14. 14
    Osserva la configurazione delle barre mentre il cemento viene collocato. Se vi sono dei cambiamenti, supporta le bare con uno strumento manuale come una pala incastrata così da avere sufficiente forza di leva per tenere la posizione, o variare la direzione della colata di cemento così che la forza venga applicata in direzione opposta.
  15. 15
    Un casco o una protezione diversa deve proteggere dalle barre esposte mentre ci si lavora accanto. Barre che sono "tagliate", o recise meccanicamente hanno superfici molto appuntite nel punto del taglio. Molti operai del settore hanno subito seri danni fisici; alcuni sono anche morti cadendo dai perni delle barre. Speciali "berretti per barre" fatti di plastica ad alto impatto con del metallo all'interno sono chiesti da alcuni regolamenti.

Consigli

  • Compra attrezzi di qualità se pensi di lavorare molto sulle barre di rinforzo. Bobine e pinze economiche non sopporteranno il logorio dell'utilizzo quotidiano.
  • Controlla due volte i disegni di posizionamento, soprattutto per i perni, perché perni posizionati male devono essere eliminati, altri nuovi devono essere saldati chimicamente in luoghi adeguati, con conseguenti considerevoli spese.
  • Tieni le barre conservate in casse per prevenire la ruggine e la copertura di sabbia. Una minima costituzione di ruggine aggraverà la frantumazione della barra in seguito.

Avvertenze

  • Indossa i corretti indumenti di sicurezza a lavoro. I guanti sono particolarmente importanti.
  • Le estremità delle barre e dei fili tagliati possono essere incredibilmente appuntite.
  • I berretti per la protezione da oggetti che possono conficcarsi sono obbligatori.

Cose che ti Serviranno

  • Barre e un progetto di collocazione delle barre.
  • Pinze o un filo a molla per legare.
  • Filo e bobine.
  • Matite per segnare, saponaria o vernice.
  • Nastro per misurare.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Fai da Te

In altre lingue:

English: Tie Rebar, Español: sujetar barras de refuerzo, Português: Amarrar Ferragens para Construção, Русский: собрать арматурную конструкцию

Questa pagina è stata letta 2 149 volte.

Hai trovato utile questo articolo?