Le installazioni fai-da-te per la cucina sono sempre più alla portata di tutti. Sebbene sia comunque necessario lavorare duro, magari con l'aiuto di un amico, ecco come ottenere un ottimo risultato senza troppo sforzo.

Metodo 1 di 6:
Preparazione

  1. 1
    Prepara tutto.
  2. 2
    Misura bene lo spazio e pianificalo. Se sostituirai mobili esistenti, potresti usare la loro sistemazione come punto di riferimento. Altrimenti, crea un nuovo schema che si adatti meglio alle tue aspettative.
    • L'impresa che ti venderà i mobili ti informerà sulle misure disponibili. Trovate un punto di incontro in base alle tue esigenze. Ricorda che le misure standard sono più economiche di quelle personalizzate.
    • Fatti un'idea anche sulle opzioni per la rifinitura, lo stile, i materiali e gli attrezzi che utilizzerai.
    • Disegna la disposizione dei mobili, anche se l'architettura non è il tuo forte: tutto questo ti servirà ad avere un programma da seguire.
    • Controlla l'elevazione dei mobili pensando alla tua altezza e a quella del soffitto. Molti mobiletti da collocare in alto presentano uno spazio aperto superiore ed un'altezza standard, mentre altri toccano il soffitto.
    • Se uno dei mobili andrà messo sul lavandino o sul forno, assicurati di lasciare dello spazio al di sotto per lavorare in cucina, per attaccare le luci e per la cappa aspirante.
    • Quasi tutti i sistemi hanno mobili speciali da sistemare sotto il lavandino o in certi angoli. Scopri come funzionano ed incorporali all'interno della pianificazione.
    • I mobili superiori dovranno allinearsi con quelli inferiori ed adattarsi alle finestre e agli altri elementi sui muri.
    • Prendi in considerazione l'uso che fai della cucina. Questo progetto ha senso per le tue necessità?
  3. 3
    Procurati tutto l'occorrente. Fai una lista. Non dimenticare le viti e le zeppe per livellare i mobili.

    • Togli i mobili vecchi, dai quali potrai ricavare viti e chiodi.
    • Svuota completamente i mobili prima. In questo modo, potrai spostarli con più facilità.
    • Rimuovi gli sportelli e gli scaffali prima di spostarli. Quasi tutti i ripiani vanno semplicemente alzati per essere tolti, mentre altri necessitano di essere svitati.
    • Assicurati di supportare i mobili inferiori mentre togli le viti di supporto. Se si tratta di un pezzo unico, dovrai separarlo per evitare di danneggiare i muri adiacenti.
  4. 4
    Tinteggia la stanza e, se necessario, sostituisci la pavimentazione. Entrambi i passaggi possono essere eseguiti anche con questi elementi presenti, tuttavia, meglio che lo spazio sia vuoto. Sistema i battiscopa dopo aver installato i mobili. Se opti per un pavimento di legno o con piastrelle, valuta lo spessore del materiale sul quale verranno poggiati i mobili.
    Pubblicità

Metodo 2 di 6:
Appendere i Mobili Superiori

  1. 1
    Inizia con i mobili superiori.
  2. 2
    Monta i mobili ma non gli sportelli. La maggior parte di essi presenta delle istruzioni. Prenditi tutto il tempo utile per un montaggio sicuro.
  3. 3
    Usa un rilevatore di montanti per localizzare i tubi metallici, solitamente collocati ad approssimativamente 40-60 cm di distanza. Misura i muri dal soffitto per stabilire l'altezza dei mobili.
  4. 4
    Inizia da un'estremità o da un angolo. Qualsiasi parte tu scelga, fatti aiutare per sollevare i mobili e sostenerli fino a quando non verranno fissati.
    • Mentre il tuo aiutante sostiene il mobile, assicurati che sia ben livellato. Trapana i fori e fissa tutto. Utilizza viti adatte al legno.
    • Assicurati che sia tutto ben avvitato prima di riempire i mobili.
    Pubblicità

Metodo 3 di 6:
Installazione dei Mobili Inferiori

  1. 1
    Inizia a lavorarci dopo aver fissato quelli superiori.
  2. 2
    Individua l'armadietto più alto ed adatta gli altri alla sua elevazione (è più facile che seguire la procedura inversa).
  3. 3
    Fai un test per valutare la sistemazione. Se i mobili hanno un pannello sul retro, fai tutti i tagli necessari per le prese elettriche e per l'impianto idraulico.
  4. 4
    Livella sia la parte superiore che quella inferiore dei mobili. Ricorda che installerai una superficie di lavoro, dunque il livello dovrà essere uniforme.
  5. 5
    Fissa i mobili alla parete.
    Pubblicità

Metodo 4 di 6:
Ripiano di Lavoro

  1. 1
    Sistemalo dopo aver concluso l'installazione dei mobili inferiori.
  2. 2
    Prendi le misure per adattarlo all'apertura del lavandino e a quella del forno. Se lasci dello spazio extra, potrai poi sigillare le estremità. .
    • Se il ripiano è un pannello di particelle rivestito con laminato, taglialo con una lama adatta per il compensato invece di usare una sega circolare.
    • Tagliare il pannello capovolto ridurrà le scheggiature, ma sostieni il pezzo fino a quando non avrai finito il lavoro.
    • Per tagliare l'apertura del lavandino, capovolgi il pannello e disegna con una matita il contorno del bordo esterno e dell'orlo che dovrai tagliare. Attacca del nastro adesivo di carta sul primo contorno e taglia la parte al suo interno con un seghetto da traforo. Se non riesci a segare, trapana un piccolo foro per poter inserire lo strumento.
    • Sigilla tutte le superfici tagliate prima di installare il ripiano per realizzare con successo il prossimo passaggio.
    • I ripiani più durevoli possono essere di marmo sintetico, di granito naturale o di un'altra pietra, di cemento o di compensato ricoperto dalla ceramica.
  3. 3
    Installa il ripiano avvitandolo dal basso ed assicurandoti che le viti non siano tanto lunghe da penetrarlo fino a fuoriuscire.
    Pubblicità

Metodo 5 di 6:
Sigillare

  1. 1
    Inizia a farlo quando avrai completato i passaggi anteriori.
  2. 2
    Applica il sigillante sul contorno e sul bordo del lavandino.
  3. 3
    Applica il sigillante intorno ai bordi del ripiano di lavoro e tra il pannello e il muro.
    Pubblicità

Metodo 6 di 6:
Per Concludere...

  1. 1
    Ecco i dettagli finali.
  2. 2
    Installa il forno.
  3. 3
    Inserisci gli sportelli dei mobili e sistema i cardini.
  4. 4
    Rimetti a posto tutti gli elettrodomestici tolti durante il progetto di rimodellamento.
  5. 5
    Riattacca i battiscopa se li avevi rimossi.
  6. 6
    Finito!
    Pubblicità

Consigli

  • Installa i mobili superiori usando un solleva-mobili. Non ti farai male alla schiena e realizzerai un lavoro perfetto.
  • Controlla tutte le altezze, sia prima che durante l'installazione, così non dovrai ripetere certi passaggi né affrontare i problemi che sorgeranno qualora dovessi commettere degli errori. È una buona idea controllare anche il livello del pavimento, soprattutto per i mobili lunghi: se è irregolare, disegna una linea orizzontale dritta sulla parete ed attieniti a questo punto di riferimento mentre lavori.
  • Fissa bene i mobili sia al muro che tra di loro.
  • Se la sistemazione attuale ti piace e vuoi solo dare una rinfrescata alla cucina, non spendere inutilmente per cambiare tutto. Apporta qualche piccola modifica per ottimizzare lo spazio.
    • Rifinire significa eliminare gli elementi vecchi, riverniciare se necessario ed applicare un rivestimento nuovo e pulito.
    • Rifare la facciata significa sostituire le parti in metallo dei mobili (cardini e maniglie) ed altri dettagli per rinfrescare il look della cucina senza stravolgerlo.
  • Molti sistemi modulari di mobili nuovi sono caratterizzati da ripiani di truciolato da inserire al loro interno. Se i tuoi vecchi armadietti sono di legno massiccio e in buone condizioni, conserva le mensole interne.
  • Misura lo spazio più di una volta per assicurarti che il tuo progetto sia corretto. Altrimenti, potresti ritrovarti ad installare mobili che non entreranno nella tua cucina.
  • Misura più di una volta anche il livello dei mobili.
  • Durante il rimodellamento potresti non avere accesso alla cucina. Puoi cucinare su un fornello da campeggio e mangiare nel soggiorno.

Pubblicità

Avvertenze

  • Usa le viti giuste: quelle per i mobili sono più forti di quelle per il cartongesso, che potrebbero spezzarsi.
  • Alcuni rilevatori di montanti potrebbero individuare canaline elettriche e tubature dietro ai muri. Se questo è un problema, procurati un apparecchio elettronico che conosca la differenza tra questi elementi.
  • Fissa bene i mobili superiori, altrimenti potrebbero cadere quando saranno pieni.
  • Solleva i mobili con cautela ed assicurati che siano supportati mentre lavori.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Varie livelle da carpentiere o livelle laser di differenti lunghezze
  • Attrezzature di carpenteria (sega circolare, trapano, seghetto da traforo, avvitatore elettrico)
  • Tante zeppe (stecche di legno per livellare)
  • Morsetto per tenere insieme i mobili mentre li sistemi. Quello a C va bene, ma ce ne sono di altri tipi che funzionano meglio. Ricorda, il morsetto è l'unico strumento a mantenere due armadietti uniti fino a quando li fisserai al muro e tra di loro
  • Rilevatore di montanti
  • Ripiano di lavoro
  • Solleva-mobili
  • Cardini (se i mobili non li hanno)
  • Maniglie per porte e cassetti
  • Lavandino, rubinetto ed altri eventuali impianti che sostituirai in questo momento
  • Pittura e nuova pavimentazione, se necessario
  • Sigillante (puoi scegliere il colore ideale per l'immagine della cucina)
  • Viti per i mobili da appendere

wikiHow Correlati

Come

Forzare una Porta Chiusa

Come

Usare il Sale per Lavastoviglie

Come

Liberare lo Scarico della Doccia

Come

Togliere i Graffi dal Vetro

Come

Rimuovere una Vite con la Testa Spanata

Come

Identificare i Problemi del Frigorifero

Come

Scaricare l'Acqua di una Lavastoviglie

Come

Aggiustare un Water con Scarico Lento

Come

Chiudere l'Impianto Idraulico Facilmente e Velocemente

Come

Stare Caldi in Casa Senza Caloriferi

Come

Impostare un Termostato

Come

Eliminare Graffi dalla Plastica

Come

Aprire un Lucchetto con una Graffetta

Come

Testare un Condensatore
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 25 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 9 056 volte
Questa pagina è stata letta 9 056 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità