Come Invitare Qualcuno a Fare Silenzio in Giapponese

In questo Articolo:Espressioni ScortesiOpzioni più Educate6 Riferimenti

Con migliaia di caratteri da memorizzare e molteplici sistemi di scrittura, il giapponese si considera solitamente una delle lingue più complicate da imparare per gli occidentali. Fortunatamente, non è molto difficile chiedere a un giapponese di fare silenzio! Le espressioni per avanzare una richiesta del genere richiedono pochissimi minuti per essere memorizzate e trasmettere efficientemente il messaggio. In ogni caso, è importante usarle con estrema cautela per evitare di fare passi falsi.

1
Espressioni Scortesi

Le espressioni illustrate in questa sezione andrebbero usate solo con amici e familiari stretti. Chiedere a uno sconosciuto o a un'autorità di fare silenzio è un vero insulto al galateo.

  1. 1
    Damare è un'espressione semplice, utile e versatile per invitare qualcuno a stare zitto nella vita quotidiana. Ascolta la pronuncia qui [1]. La "r", simile a quella spagnola, viene pronunciata in maniera lieve e veloce, dando un lieve colpetto al palato con la lingua.
    • Gli ideogrammi usati per scrivere questa frase sono i seguenti: 黙れ.
    • Se vuoi fare una buona impressione, cerca di arrotolare la "r" finale. Questo suono può essere usato in giapponese per trasmettere una certa emozione o enfatizzare una parola. Somiglia alla "r" tipica dello spagnolo.
  2. 2
    Se assumi una posizione autoritaria (come nel caso di un capo o un poliziotto), usa la parola damarinasai. Ascolta la pronuncia qui. In linea di massima significa "Silenzio!".
    • Si scrive in questo modo: 黙りなさい.
  3. 3
    Yakamashī è un'espressione non del tutto educata per dire a qualcuno che sta facendo troppo rumore. Letteralmente significa "rumoroso". Permette di invitare implicitamente una persona a stare in silenzio. Puoi ascoltare la pronuncia qui. La "ī" finale è una vocale lunga, quindi va pronunciata come se fosse una doppia "i" [2].
    • Si scrive in questo modo: やかましい.
  4. 4
    In alternativa, usa l'espressione urusai, il cui significato è molto simile a quello di yakamashī. Ascolta la pronuncia qui. Ricorda che in giapponese non bisogna protendere le labbra in avanti per pronunciare la "u" [3].
    • Si scrive in questo modo: うるさい.
    • La "r" va pronunciata in maniera lieve e veloce colpendo brevemente la lingua sul palato.
  5. 5
    Se sei arrabbiato, usa l'espressione shizuka ni shiro yo!. Si tratta di una frase brusca e scortese per invitare qualcuno a stare zitto. È utile nel caso in cui tu abbia già chiesto educatamente a una persona di fare silenzio senza ottenere alcun risultato. Ascolta la pronuncia qui. Ancora una volta ricorda che la "u" viene emessa senza protendere le labbra in avanti.
    • Si scrive in questo modo: 静か に 白 よ.
  6. 6
    Aggiungi la parola yarou alla fine per enfatizzare la rabbia o il disdegno che senti. La lingua giapponese non possiede vere e proprie parolacce, ma presenta insulti che possono essere aggiunti alle frasi per esprimere il fastidio che si prova in certe situazioni. Yarou è uno di questi e significa "maledetto" o "persona sgradevole" [4]. Ascolta la pronuncia qui.
    • Come usarla? Aggiungila ad aggettivi come urusai o yakamashī. Per esempio, urusai yarou sostanzialmente significa "stai zitto rumoroso maledetto".
    • Si scrive in questo modo: 野郎.

2
Opzioni più Educate

Le espressioni illustrate in questa sezione possono essere usate al di fuori della propria cerchia di amici e familiari. In ogni caso, se utilizzate con un tono di superiorità, possono comunque essere considerate scortesi, quindi cerca di fare attenzione al modo in cui le dici.

  1. 1
    Usa la frase shizukani per invitare qualcuno a stare in silenzio. È un'espressione standard e neutra per chiedere a qualcuno di stare zitto, senza alcuna connotazione aggressiva. Viene per esempio usata dagli insegnanti per rivolgersi ai propri alunni. Ascolta la pronuncia qui. Non devi enfatizzare l'ultima "i" (come avviene invece nella parola yakamashī), in quanto non è una vocale lunga.
    • Si scrive in questo modo: 静かに.
    • Questa frase può comunque essere considerata aggressiva e scortese da uno sconosciuto, quindi, se vuoi essere particolarmente gentile, meglio optare per la seguente espressione.
  2. 2
    Per invitare gentilmente qualcuno a fare silenzio, usa l'espressione shizukani shite kudasai. Si tratta di una delle frasi più educate in assoluto per chiedere a qualcuno di stare in silenzio. Per esempio, è perfetta per zittire le persone che fanno rumore al cinema. Ascolta la pronuncia qui. Ancora una volta ricorda che la "u" va emessa senza protendere le labbra in avanti.
    • Si scrive in questo modo: 静か に して ください.
    • La parola kudasai significa "per favore" in giapponese e viene usata parecchio nella vita quotidiana.
  3. 3
    Quando ottieni il risultato sperato, rispondi dicendo arigatō. Se chiedi educatamente a qualcuno di stare in silenzio e la persona in questione smette di darti fastidio, non dimenticare di ringraziare! Arigatō significa "grazie". Ascolta la pronuncia qui. Come è stato spiegato prima, la "r" (che è un suono delicato) va emessa colpendo leggermente il palato con la lingua. Inoltre, ricorda che la "o" finale è una vocale allungata (proprio come la "ī" di yakamashī).
    • Si scrive in questo modo: ありがとう.
    • Per dire "grazie mille", usa l'espressione arigatō gozaimasu. Ascolta la pronuncia qui. Ricorda che la "u" finale non si pronuncia. Si scrive in questo modo: ありがとう ございます".

Consigli

  • La società giapponese è conservatrice sotto diversi aspetti. L'educazione e il galateo vengono considerati molto importanti nella vita quotidiana. Fai attenzione al modo in cui usi le frasi meno educate di questo articolo. Sarebbe un vero scandalo dire a un conoscente o a uno sconosciuto di "chiudere il becco" [5].
  • Alle parole urusai e yakamashī puoi aggiungere un altro suffisso indecoroso, ovvero me, che rende la frase un po' più sprezzante e irrispettosa del normale [6].

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Lingue

In altre lingue:

English: Say Shut up in Japanese, Español: pedir que alguien se calle en japonés, Português: Dizer "Cale se" em Japonês

Questa pagina è stata letta 663 volte.
Hai trovato utile questo articolo?