Come Lanciare il Pallone da Football Americano

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Padroneggire una buona tecnica di lancio significa effettuare passaggi più veloci, precisi e facili da ricevere. Inoltre – cosa ancora più importante – riduce i rischi di infortuni.[1] I passaggi seguenti ti aiuteranno a migliorare la tua tecnica di lancio fino ad arrivare a effettuare la "spirale perfetta".

Metodo 1 di 4:
Metodo 1: Passaggio di Base

  1. 1
    Fai un po’ di stretching prima di iniziare. Sgranchisci tutto il corpo, non solo le braccia. Nel football, il lancio è un processo complesso che coinvolge più gruppi muscolari, come i muscoli stabilizzatori, le gambe e le spalle.[2] Porgi particolare attenzione a queste zone, dato che la loro muscolatura contribuisce a stabilizzare il corpo e dare più potenza al lancio.
  2. 2
    Afferra il pallone. Il modo più comune di tenere il pallone da football è con l’anulare e il mignolo sui lacci e il pollice sotto. L’indice dovrebbe poggiare su una cucitura e formare, assieme al pollice, una sorta di "L".
    • Molti quarterback apportano delle variazioni a questo tipo di presa. Ad esempio, il quarterback dei Denver Broncos, Peyton Manning, poggia il medio sui lacci assieme all’anulare e al mignolo.[3] Trova la posizione che fa per te.
    • Non tenere il pallone a stretto contatto col palmo della mano. Stringilo leggermente con la punta delle dita. Un minimo contatto col palmo della mano va bene, ma cerca di lasciare dello spazio tra questo e il pallone.
    • Non stringere il pallone con troppa forza. Tieni la presa salda ma leggera, così sarai in grado di aggiustarla più facilmente.
  3. 3
    Metti il corpo nella posizione di lancio. Mettiti a 90 gradi rispetto al bersaglio. Se lanci con la mano destra, girati a destra, viceversa se lanci con la mano sinistra. Gira il piede di perno (quello opposto al braccio che lancia) in modo che punti verso il bersaglio. Tieni gli occhi sul tuo obiettivo.
  4. 4
    Tieni il pallone vicino all’orecchio. Prima di effettuare il lancio, tieni il pallone vicino all’orecchio, stabilizzandolo con l’altra mano. Ciò ti permetterà di lanciare il pallone velocemente e in qualsiasi momento, minimizzando il rischio che un difensore intuisca la traiettoria di passaggio.
  5. 5
    Porta indietro la mano che lancia. Togli dal pallone la mano di supporto e porta indietro quella che lancia, fermandoti appena dietro l’orecchio.
  6. 6
    Lancia con un movimento semicircolare. Spingi il braccio in avanti con un movimento ad arco e lascia la presa a metà della curva. La mano vuota dovrebbe proseguire verso l’anca non dominante, col palmo rivolto in basso. Ripeti un po’ di volte questo movimento prima di lasciare andare il pallone.
    • Usa il resto del corpo per imprimere forza al lancio. Utilizzare le anche, le gambe e le spalle può imprimere maggiore potenza al passaggio.[4] Fai un passo in avanti col piede di perno e muovi il gomito non dominante in basso e all’indietro, in direzione della schiena. Ruota le anche e le spalle in direzione del passaggio.
  7. 7
    Stacca la presa dal pallone. Il pallone dovrebbe abbandonare la presa compiendo un movimento rotatorio. L’indice dovrebbe essere l’ultima parte del corpo a toccare il pallone, dando origine al caratteristico movimento rotatorio noto come effetto "a spirale".
    • Un lancio efficace dovrebbe dar l’impressione di essere effettuato soltanto col pollice, l’indice e il medio. Le altre due dita stabilizzano il pallone al momento del lancio e, in genere, non contribuiscono a far ruotare il pallone.
    • Per dare più rotazione al pallone, puoi far scattare in avanti il polso seguendo il movimento dell’anca.
  8. 8
    Allenati, allenati e allenati ancora! Solo un allenamento costante può rendere i tuoi lanci più lunghi e precisi. Mentre ti alleni, fai delle piccole modifiche alla posizione di lancio e alla presa del pallone. Una volta padroneggiati i basilari, queste variazioni personali ti permetteranno di affinare la tua tecnica, rendendo più agevole il lancio e massimizzando i risultati.
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Metodo 2: Hail Mary

  1. 1
    Impara quand’è il momento di rischiare un Hail Mary (“avemaria”, in italiano). L’Hail Mary è un passaggio a lunga gittata piuttosto rischioso. Deve il suo nome alla squadra di football della Catholic University dove, prima di effettuarlo nelle situazioni disperate, si supponeva fosse il caso di recitare una preghiera.[5] Di norma, l’Hail Mary viene effettuato solamente quando la squadra in offensiva ha un gran bisogno di guadagnare yard in poco tempo ed è impossibilitata a tentare una giocata convenzionale. Lancia un Hail Mary solamente in questi casi:
    • Alla fine di un tempo di gioco sei in possesso di palla, hai l’opportunità di tentare un’ultima azione offensiva, ma sei troppo lontano dalla meta avversaria.
    • Devi guadagnare 10 yard in quattro down e non è consigliabile calciare il pallone al volo (ad esempio, se la partita finisce col prossimo possesso palla e la tua squadra è in svantaggio).
    • Sei in possesso di palla durante l’ultima azione del match e, segnando, hai la possibilità di evitare i tempi supplementari.
    • Attenzione! I passaggi lunghi sono rischiosi. Anche per i migliori quarterback è difficile fare un passaggio preciso quando si devono coprire lunghe distanze; inoltre, dato che il pallone compie in questi casi una traiettoria ad arco molto alta, è piuttosto facile per la difesa avversaria impossessarsene. Considera anche che ai ricevitori è necessario più tempo per piazzarsi e il quarterback è più esposto al rischio di essere placcato dietro la linea di scrimmage. Per tutti questi motivi, sii molto cauto prima di tentare un Hail Mary.
  2. 2
    Mettiti in posizione di lancio. Tieni il pallone con l’indice, il medio e il pollice poggiati sui lacci. L’anulare e il mignolo, così come le altre dita, dovrebbero essere messi in modo che la presa risulti comoda. Piega leggermente le ginocchia. Girati a 90 gradi rispetto al bersaglio tenendo indietro il braccio che lancia e il piede avanzato puntato in avanti.
    • Dato che dovrai aspettare più del solito prima di lanciare la palla, indietreggia di molto dopo aver ricevuto il passaggio dal centro; ciò ti darà maggiori possibilità di evitare l’intervento degli avversari. Se vieni placcato durante il lancio, consulta quanto scritto nel metodo 4.
  3. 3
    Prima di lanciare indietreggia. Tieni la palla vicino all’orecchio, in posizione di lancio. Indietreggiando, dovrai posizionarti per dare una spinta in avanti durante il tiro, in modo da dargli maggiore potenza.
  4. 4
    Piegati leggermente all’indietro iniziando a lanciare. Alza il braccio dietro la testa per caricare il lancio. Piega leggermente le ginocchia nel momento in cui spingi sul terreno col piede posteriore ed inizi a slanciarti in avanti.
  5. 5
    Lancia il pallone in alto, facendogli compiere una traiettoria arcuata. Piegati in avanti mentre lanci. Ruota le anche e le spalle mentre ti dai lo slancio. Avanzando, ruotando e piegandoti in avanti imprimerai al lancio maggiore potenza e sarai in grado di coprire una maggiore distanza col passaggio.
    • Stacca le dita dal pallone come nel Metodo 1. Asseconda il movimento continuando ad avanzare finché lo slancio iniziale non si esaurisce. Non rilassarti troppo dopo il lancio: se il tuo Hail Mary viene intercettato, dovrai prepararti a placcare il portatore di palla!
    • Per ottenere un miglior risultato, prova ad arcuare la traiettoria del lancio in modo che il pallone scavalchi il difensore avversario e arrivi precisamente al ricevitore. Per ottenere una parabola alta, stacca le dita dal pallone un attimo prima di quanto faresti per un lancio normale.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Metodo 3: Passaggio Veloce

  1. 1
    Impara quando è il caso di effettuare un passaggio veloce. Si tratta di un passaggio a corta gittata ed estremamente veloce. L’obiettivo è di far viaggiare il pallone il più dritto possibile. Il passaggio veloce viene usato nelle azioni veloci caratterizzate da scambi effettuati a breve distanza. Data la velocità del lancio, questi passaggi sono più difficili da intercettare e vengono usati soprattutto per raggiungere un compagno di squadra che si trova nei pressi di un difensore avversario. I passaggi veloci possono servire per:
    • Guadagnare alcune yard per riottenere un primo down.
    • Segnare una meta quando ci si trova vicino alla linea di fondo.
    • Far arrivare velocemente il pallone a un giocatore di corsa.
  2. 2
    Assumi la posizione di passaggio. Afferra il retro del pallone poggiando la mano sui lacci. Girati a 90 gradi rispetto al ricevitore (con la mano che lancia lontana da lui). Tieniti leggero sui piedi, col piede avanzato puntato in avanti.
    • Non piegarti all’indietro tanto quanto faresti per un Hail Mary. L’obiettivo è quello di effettuare il passaggio il più rapidamente possibile, in modo che raggiunga prontamente il ricevitore.
  3. 3
    Porta il braccio all’indietro, a lato della testa. Non portarlo dietro la testa come faresti per un Hail Mary; lanciare la palla sopra la testa causerebbe un passaggio troppo alto. Tieni i piedi leggeri sul terreno e le ginocchia leggermente piegate.
  4. 4
    Spostati in avanti mentre lanci. Fare un passo in avanti è un ottimo modo per dare potenza al passaggio; anche considerando il fatto che non avresti il tempo di spostarti all’indietro e poi in avanti come faresti per un Hail Mary.
  5. 5
    Fai scattare il braccio in avanti facendogli fare un arco stretto. Fare un passaggio veloce dovrebbe dare la sensazione di tirare un pugno; si tratta di un movimento breve e veloce fatto tutto in una volta. Metti potenza nel lancio, in modo che il pallone viaggi il più rapidamente possibile, e stacca le dita un attimo dopo rispetto a quanto faresti per un normale passaggio, in modo da ottenere una traiettoria diritta.
  6. 6
    Accompagna il movimento con le anche e le spalle. Dato che i movimenti da effettuare per fare un passaggio del genere sono veloci e raccolti rispetto a quelli necessari per altri tipi di passaggio, potresti non dover ruotare tanto il corpo come faresti in altri casi. Fai in modo che il pallone si stacchi dalle dita per ottenere un lancio a spirale.
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Metodo 4: Lanciare quando si è Placcati

  1. 1
    Valuta le possibilità a tua disposizione. La cosa migliore è (ovviamente) evitare quelle situazioni nelle quali si deve improvvisamente cambiare opzione di gioco o essere placcati. Sfortunatamente, ogni quarterback si trova, prima o poi, in una situazione simile. Se il placcaggio è imminente, liberarsi del pallone è soltanto una delle opzioni possibili. A seconda della situazione di gioco, è possibile agire in uno dei seguenti modi:
    • Porta avanti il pallone. Se il tuo attaccante ti ha creato uno spazio, puoi schivare l’avversario che ti viene incontro e correre in avanti per guadagnare qualche yard. Se non ci sono spazi centrali, puoi correre lungo la linea laterale. In entrambi i casi potresti essere contrastato, ma eviteresti comunque un placcaggio eccessivamente penalizzante.
    • Fai un passaggio laterale. Se hai la possibilità di servire un compagno smarcato che ti sembra pronto a ricevere il passaggio (solitamente un running back), puoi lanciargli il pallone, a patto che si trovi dietro di te o al tuo fianco. Si parla in questo caso di passaggio "laterale". Lanciare la palla in avanti è però contro le regole e determina una punizione a favore dell’avversario.
  2. 2
    Considera la tua posizione in campo. A seconda della posizione di campo nella quale ci si trova, liberarsi deliberatamente del pallone per evitare un placcaggio può essere contro le regole. Nella NFL, lanciar via il pallone mentre si è nell’area intorno al quarterback protetta dai bloccatori determina una penalità per Intentional Grounding.
    • Questa penalità causa l’arretramento di 10 yard (il che è peggio di un placcaggio); per questo motivo, è meglio subire un placcaggio e perdere soltanto qualche yard.
  3. 3
    Se stai per subire un placcaggio, agisci prontamente. Nell’NFL, un passaggio inizia quando il lanciatore inizia a spostare le mani in avanti[6]. Perciò, prima inizi ad effettuare il passaggio, più hai possibilità che venga considerato come un passaggio incompleto (il che non contempla la perdita di yard).
  4. 4
    Cerca di farti placcare nella parte inferiore del corpo. Non è facile spostarsi un attimo prima di subire un placcaggio ma, se possibile, fatti placcare nella parte inferiore del corpo. Se l’avversario ti blocca le braccia, non sarai più in grado di lanciare e potresti anche perder palla.
    • Tieni le braccia libere ma, se non puoi passare il pallone prima del placcaggio, stringilo al corpo mentre cadi. In questo modo avrai meno possibilità di perderne il controllo e farlo cadere.
  5. 5
    Concentrati sul ricevitore mentre vieni placcato e passagli la palla se è libero. Se ti senti fortunato, e nessuno dei ricevitori è libero, puoi provare a lanciare il pallone contro una parte del corpo di un avversario in modo che questi non la possa afferrare. È rischioso ma, se riesce, viene valutato come un passaggio incompleto.
  6. 6
    Durante un placcaggio, usa il corpo per generare quanta più spinta possibile. Ciò dipende in gran parte dalla parte del corpo dove vieni bloccato. Se hai una gamba libera, spostala in avanti mentre passi il pallone; se hai libera la parte superiore del corpo, ruota le spalle.
  7. 7
    Lancia sopra la testa dei difensori. L’unica cosa peggiore di un placcaggio è un intercetto, quindi assicurati che nessun difensore avversario possa raggiungere il pallone al posto di un tuo compagno. Potrebbe essere necessario lanciare la palla oltre il placcatore avversario nel caso quest’ultimo ti affronti frontalmente.
    Pubblicità

Consigli

  • Sfrutta ogni mezzo a tua disposizione. Fare un passaggio perfetto è molto difficile quando si è sotto la pressione avversaria. Giocare contro la difesa avversaria richiede cambi repentini di posizione e la tecnica necessaria per evitare un placcaggio o un intercetto; allenare questi aspetti contribuisce grandemente a sviluppare il proprio intuito e le proprie capacità.
  • Il rilascio del pallone e il movimento che segue sono importanti quanto il lancio in sé; questi aspetti fanno la differenza tra un passaggio lento e un proiettile sparato dritto al petto del ricevitore. Cerca di "lanciare" la spalla mentre effettui il passaggio, usando il torso per ruotare le spalle e dare al lancio maggiore potenza. La mano, una volta liberatasi del pallone, dovrebbe arrivare a toccare l’anca opposta.
  • Per aumentare potenza e resistenza, allenati intensamente e con costanza. Un allenamento mirato allo sviluppo dei muscoli stabilizzatori, le spalle e le gambe migliorerà la tua abilità di passaggio, nonché il tuo atletismo. Consulta il nostro wikiHow Come Rinforzare il Tuo Core.

Pubblicità

Avvertenze

  • Evita di lanciare col braccio non dominante, a meno che tu non corra il rischio di essere placcato e debba scaricare il pallone su un compagno vicino. Molti ricevitori hanno bisogno di tempo per sistemarsi quando il pallone arriva loro con l’effetto opposto.
  • Non lanciare col palmo della mano. Invece di prendere un effetto a spirale, il pallone volteggerà nell’aria girando su se stesso. Passaggi del genere sono molto meno precisi.
  • Per evitare infortuni, evita queste cattive abitudini:
    • Lanciare con un solo piede poggiato a terra.
    • Lanciare indietreggiando.
    • Lanciare nella direzione opposta alla quale sei girato.
    • Girarsi e lanciare all’improvviso (ad esempio, girandoti di 180 gradi prima di passare il pallone). Girarsi un pochino va comunque bene.
  • Prenditi cura della tua spalla. Gli infortuni legati all’uso eccessivo della spalla sono piuttosto comuni tra i quarterback (il 14% del totale) e la cuffia dei rotatori risulta essere la parte più colpita.[7] Se senti male alla spalla, smetti di lanciare. Se il dolore persiste, consulta un medico specializzato in medicina dello sport.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Sport di Squadra
Questa pagina è stata letta 15 797 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità