Come Lavare i Denti

3 Parti:Usare gli Strumenti GiustiPadroneggiare la TecnicaTerminare la Pulizia

Lavare i denti non serve solo a rendere il sorriso più bianco e l'alito fresco: è importante per la tua salute in generale. Quando li spazzoli, infatti, rimuovi la placca, uno strato sottile di batteri che si deposita sui denti che provoca carie, problemi alle gengive e, se ignorata a lungo, ne causa persino la caduta. Ora sai perché è importante lavarli, ma se vuoi imparare come farlo nella maniera più efficace, prosegui nella lettura di questo articolo.

Parte 1
Usare gli Strumenti Giusti

  1. 1
    Usa uno spazzolino di qualità. Quello ideale ha le setole in nylon, di durezza media. È efficace nel rimuovere la placca e i residui di cibo dai denti senza irritare le gengive o erodere lo smalto, come invece succede con le setole dure. Deve essere anche comodo da impugnare e avere una testina abbastanza piccola per poter raggiungere tutti i denti, soprattutto quelli posteriori. Se hai difficoltà a farlo entrare in bocca, è probabilmente troppo grande.
    • Gli spazzolini elettrici sono un'ottima alternativa, se sei pigro e pensi in questo modo di essere più meticoloso nella pulizia. Tuttavia, anche uno spazzolino manuale può fare un lavoro preciso — è tutta una questione di tecnica.
    • Dovresti evitare assolutamente gli spazzolini con setole "naturali" di origine animale, perché possono essere ricettacolo di batteri.
  2. 2
    Cambia lo spazzolino regolarmente. Le setole, infatti, si consumano, perdendo flessibilità ed efficacia. Comprane uno nuovo ogni tre mesi, o non appena le setole perdono la forma originale e non funzionano più come prima. Ispezionarlo a occhio è comunque più importante piuttosto che attenersi metodicamente alla tempistica suggerita; al giorno d'oggi puoi anche acquistare degli spazzolini che cambiano colore quando arriva il momento di cambiarli.
    • Le ricerche dimostrano che tra le setole e il manico si annidano migliaia di microbi, che potrebbero causare infezioni.
    • Risciacqualo sempre dopo l'utilizzo e conservalo in posizione verticale e scoperto, affinché possa asciugarsi per l'uso successivo. In caso contrario favorirai la proliferazione batterica.[1]
  3. 3
    Usa un dentifricio a base di fluoro: non solo rimuove la placca, ma rafforza anche lo smalto dei denti. In ogni caso, fai attenzione a non ingerirlo.
    • Attualmente esistono dentifrici studiati per risolvere un'ampia gamma di problematiche dentali e gengivali come la carie, il tartaro, la sensibilità, la gengivite e i denti macchiati. Scegli il prodotto adatto alle tue esigenze o chiedi consiglio al tuo dentista.
  4. 4
    Usa il filo interdentale. Il filo è tanto importante quanto lo spazzolino, perché rimuove la placca, i batteri e le particelle di cibo che rimangono intrappolati tra i denti, un punto inaccessibile per lo spazzolino. Dovresti usare sempre il filo prima di spazzolare i denti, in modo che i residui di cibo o i batteri che sposti non rimangano sulla superficie dei denti o in bocca.
    • Ricorda di usare il filo con delicatezza. Non farlo "scattare" tra i denti, perché potresti irritare le gengive. Inseriscilo delicatamente seguendo la curvatura naturale di ogni dente.
    • Se hai l'impressione che il filo interdentale sia scomodo da usare, oppure hai l'apparecchio ortodontico, prova gli scovolini. Sono dei piccoli bastoncini di legno o plastica che puoi inserire tra un dente e l'altro, ottenendo lo stesso risultato.

Parte 2
Padroneggiare la Tecnica

  1. 1
    Bagna lo spazzolino e spremi una piccolissima quantità di dentifricio sulle setole. Applicarne troppo, infatti, potrebbe creare troppa schiuma, e saresti invogliato a sputarla e a finire prima del necessario. Aumenteresti inoltre il rischio di ingerire del dentifricio ricco di fluoro, che è dannoso per la salute.
    • Se senti dolore mentre spazzoli, compra un dentifricio formulato per i denti sensibili.
  2. 2
    Appoggia le setole a 45° rispetto alla linea delle gengive. Spazzola delicatamente seguendo un movimento breve e verticale, o circolare. Non spazzolare con un movimento orizzontale, questo è un errore frequente.
  3. 3
    Pulisci tutti i denti. Spazzola un po' per volta, muovendoti delicatamente da una parte all'altra della bocca e concentrandoti per 12-15 secondi su ogni zona. Puoi suddividere la bocca nei seguenti quadranti: l'area in alto a sinistra, l'area in alto a destra, l'area in basso a sinistra e l'area in basso a destra. Se ti fermi per 30 secondi in ogni quadrante, la tua pulizia non supererà i due minuti.
    • Se ti annoi, lavati i denti mentre guardi la TV o mormori una canzone. Se li lavi per l'intera durata di una canzone sarai certo di aver fatto un lavoro accurato!
  4. 4
    Spazzola i molari. Metti lo spazzolino in posizione perpendicolare rispetto alle labbra, affinché le setole si appoggino sulla cima dei molari inferiori. Muovilo dall'interno della bocca verso l'esterno e ripeti con gli altri molari inferiori. Quando ha finito, passa a quelli superiori.
  5. 5
    Spazzola le zone più interne. La testina dello spazzolino dovrebbe puntare in direzione della linea delle gengive, perché la pulizia risulti efficace. I dentisti dicono che le aree più trascurate corrispondono alla zona interna degli incisivi.
  6. 6
    Spazzola delicatamente la lingua. Dopo avere pulito i denti, passa alla lingua. Se non hai uno spazzolino dotato di puliscilingua, usa le setole stesse, ma senza esercitare alcuna pressione, altrimenti danneggi il tessuto. In questo modo scongiuri il rischio di avere l'alito cattivo.

Parte 3
Terminare la Pulizia

  1. 1
    Risciacqua la bocca. Se vuoi farlo dopo il lavaggio, prendi un sorso d'acqua da un bicchiere o dalle mani sotto il rubinetto. Fai uno sciacquo e sputala.
    • Ad ogni modo, devi sapere che esiste un dibattito a tal proposito. Sebbene alcuni ritengano che risciacquare la bocca riduca l'efficacia dell'azione del fluoro, altri pensano che non convenga ingerire il dentifricio. Comunque, ci sono anche persone che detestano sentire il dentifricio in bocca dopo aver lavato i denti! Se tendi a soffrire di carie, sarebbe meglio non risciacquare o farlo solo in parte.
    • Alcuni studi hanno dimostrato che risciacquare la bocca dopo aver lavato i denti non influisce sull'efficacia del fluoro.
  2. 2
    Lava lo spazzolino. Lascialo sotto il getto d'acqua per qualche secondo e scuotilo per eliminare tutti i residui di dentifricio. Se non lo pulisci accuratamente, al lavaggio successivo ti ritroverai i vecchi batteri in bocca. Inoltre, lavandolo, elimini ogni residuo di dentifricio. Lascialo poi in un posto dove si possa asciugare facilmente, altrimenti diventerà ricettacolo di batteri.
  3. 3
    Concludi la pulizia con un collutorio a base di fluoro (facoltativo). Introducine una piccola quantità nel cavo orale, risciacqua la bocca e, dopo 30 secondi, sputalo. Cerca di non ingerirlo.
  4. 4
    Ricorda di lavare i denti almeno due volte al giorno. La maggior parte dei dentisti raccomanda di farlo al mattino e prima di andare a letto. Se riesci a fare una terza pulizia a metà giornata, tanto meglio! Dovresti evitare degli spuntini tra i pasti, per impedire ai residui di cibo e batteri di accumularsi tra i denti.

Consigli

  • Se non puoi lavare i denti dopo avere mangiato, risciacqua la bocca con l'acqua per rimuovere le particelle di cibo.
  • Spazzola lingua e palato per un alito migliore.
  • Se le gengive sanguinano con facilità, potresti soffrire di gengivite. In tal caso, rivolgiti a un dentista. La gengivite, infatti, non solo causa la caduta dei denti e l'alito cattivo, ma anche le infezioni alle valvole cardiache. Procurati anche uno spazzolino dalle setole morbide.
  • Cerca di lavare i denti dopo avere bevuto caffè, tè e vino rosso. A lungo andare, infatti, queste bevande possono lasciare macchie permanenti sui denti.
  • La maggior parte della gente non riesce a modificare la propria routine di lavaggio. Prendi in considerazione la possibilità di spazzolare i denti in un luogo diverso, per evitare di ripetere gli stessi movimenti errati.
  • Spazzola più a lungo nelle zone problematiche.
  • Vai dal dentista ogni sei mesi per farti esaminare e sottoporti alla pulizia dei denti.
  • Ci sono degli spazzolini provvisti di timer che ti dicono per quanto tempo devi spazzolare. Sono utili per ricordarti di spazzolare aree diverse della bocca.
  • Aspetta una o due ore dopo ogni pasto prima di spazzolarti i denti.
  • Ricorda di lavarli dopo la colazione e prima di andare a letto. Assicurati di usare un collutorio alla fine!
  • Non usare una quantità eccessiva di dentifricio. Ne basta tanto quanto un pisello.
  • Stai attento a non usare degli spazzolini aggressivi, perché potrebbero danneggiare le gengive e favorirne la retrazione.
  • Strofina ogni dente con un movimento circolare continuo.
  • Il lavaggio dovrebbe durare tra i due e i tre minuti.
  • Gli spazzolini elettrici sono più comodi, ma in ogni caso, ricorda di avere buone abitudini di lavaggio.
  • Usa uno stuzzicadenti per eliminare le particelle di cibo tra i denti.
  • Passa il filo interdentale prima di spazzolare i denti.
  • Puoi usare un collutorio, ma accertati che sia senza alcool.
  • Cerca di lavarti i denti 3 volte al giorno. Se desideri dei denti VERAMENTE puliti dovresti lavarli dopo ogni pasto o spuntino.
  • Aspetta almeno 45 minuti dopo aver bevuto una bibita gassata o un succo di frutta, prima di spazzolarli. Queste bevande lasciano residui acidi sui denti e spazzolarli può danneggiare lo smalto.
  • Lavali almeno dopo la colazione e prima di andare a letto. Spazzolali dopo ogni pasto se possibile.

Avvertenze

  • Cambia lo spazzolino ogni 3 mesi. Le setole usurate possono danneggiare le gengive.
  • Non spazzolare con troppa forza. Le gengive sono sensibilissime.
  • Non tralasciare la pulizia dei denti, poiché una cattiva igiene è causa di carie.
  • Non ingerire il dentifricio né il collutorio. Contengono degli agenti chimici che sono tossici se ingeriti, come l'ammoniaca e il cloruro di cetilpiridinio.
    • Se ingerisci una quantità eccessiva di dentifricio o collutorio, vai al pronto soccorso o chiama il centro antiveleni immediatamente.

Cose che ti Serviranno

  • Filo interdentale
  • Spazzolino
  • Dentifricio
  • Acqua
  • Collutorio (facoltativo)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Denti & Bocca | Igiene Personale

In altre lingue:

English: Brush Your Teeth, Español: cepillarse los dientes, Português: Escovar os Dentes, Nederlands: Tanden poetsen, Français: se brosser les dents, Deutsch: Sich die Zähne bürsten, Русский: чистить зубы, 中文: 正确刷牙, Čeština: Jak si čistit zuby, Bahasa Indonesia: Menyikat Gigi, 日本語: 正しく歯を磨く, हिन्दी: दांत ब्रश करें, Tiếng Việt: Đánh răng, ไทย: แปรงฟัน, العربية: غسل أسنانك, 한국어: 양치하는 방법

Questa pagina è stata letta 96 957 volte.

Hai trovato utile questo articolo?