Pulire bene i piatti e le posate è essenziale per ragioni estetiche e igieniche.

Metodo 1 di 3:
Lavaggio a Mano

  1. 1
    Preparati. Indossare guanti di gomma è facoltativo quando lavi i piatti. Può essere molto utile se hai le mani secche o una patologia della pelle. Se porti le maniche lunghe, arrotolale o mettile sotto i guanti. Anche i grembiuli sono facoltativi.
  2. 2
    Rimuovi tutti i pezzi di cibo dal piatto e gettali nel cestino della spazzatura invece di sporcare la tua spazzola o la tua spugna con essi.
  3. 3
    Riempi il lavandino con acqua e aggiungi del detersivo. Usa la temperatura più alta che riesci a tollerare in modo confortevole, ma fai attenzione a non bruciarti. Più calda sarà l'acqua, più i piatti saranno disinfettati e più sarà facile rimuovere il grasso. Usa dei guanti di plastica per proteggere le mani se l'acqua è troppo calda per te.
    • Metti gli oggetti più grandi e quelli incrostati di cibo nel lavandino e immergili nell'acqua calda. Sarà più facile pulirli in seguito.
  4. 4
    Inizia dalle posate. Devono raggiungere la bocca, perciò hanno bisogno dell'acqua più pulita e calda possibile.
    • Generalmente, ti basterà immergere l'oggetto nell'acqua e strofinarlo vigorosamente mentre si trova nell'acqua.
    • Leva l'oggetto dall'acqua ed esaminalo. Se sono rimaste delle incrostazioni, strofinale con una spugna o un altro utensile, fino a rimuoverle.
    • Se l'incrostazione è molto difficile da eliminare, immergi l'oggetto nell'acqua, poi usa le dita (non le unghie!) e strofina fino a rimuoverla.
    • Se non basta, usa della lana di ferro. Non usare la parte posteriore di una spugna perché rimarrebbero attaccati ad essa dei pezzi di cibo.
  5. 5
    Lava gli altri oggetti che hanno toccato la bocca, come le tazze e i bicchieri, in modo da lavare anch'essi in acqua calda e pulita.
  6. 6
    Cambiare spesso l'acqua è fondamentale per mantenere l'ambiente igienico.
  7. 7
    Lava le pentole e le padelle per ultime, perché sporcheranno molto l'acqua. Lasciale ammollo per un po' prima. Se sono rimaste delle incrostazioni, metti del sapone extra nell'acqua e lascia le pentole ammollo mentre lavi gli altri piatti.
  8. 8
    Lascia i piatti a scolare, poi asciugali con un panno pulito e asciutto.
  9. 9
    Quando i piatti saranno puliti, dovranno essere immacolati e non essere unti. Passa una mano sul piatto per assicurarti che offra una leggera resistenza. Se le tue dita scivolano sul piatto troppo velocemente e senza produrre rumore, probabilmente è rimasto del grasso o dell'unto sul piatto, e dovresti rilavarlo.
  10. 10
    Risciacqua la spazzola, la spugna o lo straccio e lasciali asciugare. Può essere una buona idea sterilizzare gli strumenti che usi di tanto in tanto, usando dell'acqua bollente o della candeggina. Quando una spugna o una spazzola inizia ad avere un cattivo odore che non può essere rimosso con un semplice risciacquo, gettale.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Usare la Lavastoviglie

  1. 1
    Caricala. Lavare i piatti a mano è una bella esperienza. Chi non ama trovarsi fino al gomito in acqua calda, insaponata e sporca? La risposta è... tutti coloro che possiedono una lavastoviglie.
  2. 2
    Riempi la tua lavastoviglie in modo logico. Tutte le lavastoviglie sono diverse, e tutti noi abbiamo un modo preferito per fare le cose. Stabilisci una routine, e seguila per la maggior parte dei carichi. Ecco alcune cose da considerare:
    • Come lavora la tua lavastoviglie? Alcune hanno una serie di bracci che spruzzano l'acqua da sotto, mentre altre hanno un braccio per la sezione inferiore che spruzza verso l'alto, e un braccio per la sezione superiore che spruzza verso il basso.
    • Molte lavastoviglie hanno spazi diversi che possono ospitare grandi insalatiere, piccole ciotole, utensili, piatti e piattini di molte dimensioni - nella sezione inferiore. La sezione superiore è riservata a oggetti più piccoli come tazze, vasetti, bicchieri e lunghi utensili come mestoli.
  3. 3
    Non accatastare i piatti. Riempi la lavastoviglie a pieno carico, ma non oltre - sfrutterai al massimo la capacità pulente e ridurrai al minimo gli sprechi d'acqua.
  4. 4
    Aggiungi del detersivo. Riempi l'apposito serbatoio con il tuo detersivo preferito - liquido, in polvere o in capsule - e chiudilo.
    • Puoi aggiungere del detersivo extra in un contenitore secondario se i tuoi piatti sono molto sporchi.
    • Aggiungi un brillantante per evitare le macchie se necessario.
  5. 5
    Accendi la lavastoviglie. Regola il timer come richiesto - un tempo più breve per piatti appena sporchi o più lungo per pentole e padelle molto incrostate.
  6. 6
    Asciuga i piatti. Puoi usare il ciclo di asciugatura (ma fai attenzione ai piatti e ai contenitori di plastica), o asciugarli all'aria. I piatti si asciugheranno molto velocemente, perché l'acqua usata dalla lavatrice è molto calda.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Lavare Pentole e Padelle di Ghisa

  1. 1
    Lavare pentole e padelle di ghisa richiede un metodo diverso, perché dovrai ottenere una patina di olio sulla superficie della padella. Lavare la padella con detersivo e acqua impedirà la formazione di questa patina.
  2. 2
    Versa nella padella abbastanza acqua da riempirla.
  3. 3
    Metti la padella su un fornello, accendi il gas a intensità medio alta, e metti un coperchio.
  4. 4
    Attendi finché l'acqua nella padella non bolle. Con un mestolo di ferro, rimuovi le incrostazioni dal fondo e dalle pareti della padella.
  5. 5
    Scarica l'acqua sporca e rimetti la padella sul fuoco, portato a bassa intensità.
  6. 6
    Elimina velocemente l'acqua rimasta dal fondo della padella con un fazzoletto di carta, facendo attenzione a non bruciarti. Spegni il fornello.
  7. 7
    Rivesti il fondo e le pareti della pentola di ghisa con una sottile patina d'olio, preferibilmente usando un olio spray, e rimuovi l'olio in eccesso con della carta assorbente.
    Pubblicità

Consigli

  • Lava ogni parte degli oggetti. Solo perché non pensi che il manico di una forchetta o il fondo di un piatto non siano sporchi non significa che tu non debba lavarli.
  • Se hai bisogno di usare i piatti subito dopo averli lavati, usa un panno di lino pulito per asciugarli. Il lino non lascia peli né residui.
  • Se usi un piatto per servire qualcosa che sarà difficile da pulire, riempilo d'acqua o lascialo ammollo nel lavandino dopo l'uso. Questo impedirà al cibo di incrostarsi. E' meglio risciacquare i piatti dopo averli usati per rimuovere i residui di cibo e prevenire le incrostazioni.
  • Se metti dei piatti appena lavati nella parte del lavandino per il risciacquo, è una buona idea usare una soluzione di acqua e aceto. Questo aiuterà a disinfettare ancora di più il piatto appena lavato e a farlo brillare.
  • Dovresti fare attenzione al legno. Non dovresti metterlo ammollo, e dovresti asciugarlo bene prima di metterlo via. Dovrai asciugarlo con un panno e lasciarlo asciugare all'aria. Spesso può essere utile rovesciare oggetti di legno di tanto in tanto mentre asciugano, perché potrebbero essere in contatto con pozze d'acqua.
  • Scegli gli strumenti giusti, e usali in combinazione se necessario.
    • Puoi usare una spazzola con manico lungo per lavare piatti con residui spessi o viscosi. Spesso hanno anche una parte utile a grattare sopra la spazzola.
    • I panni e le spugne sono ottimi per rimuovere l'unto, e per gli strati di sporco più ostinati che richiedono l'olio di gomito.
    • Le pagliette, e lo strato duro delle spugne, possono essere molto efficaci sulle incrostazioni, ma devi fare attenzione quando le usi, perché possono danneggiare le superfici di molti oggetti.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non mettere dei coltelli nell'acqua se non per pulirli immediatamente. Se farai cadere dei coltelli nell'acqua piena di schiuma e torbida, rischieresti di tagliarti.
  • Le spugne, i panni e le spazzole sono infestati velocemente dai batteri. Puoi ridurre la crescita dei batteri risciacquandoli, strizzandoli e scuotendoli dopo l'uso, e conservandoli in un luogo asciutto. Per una pulizia più accurata, metti le spugne bagnate in microonde per due minuti o lavale in lavastoviglie. Se decidi di usare il microonde, fai molta attenzione che la spugna o il panno siano bagnati e non si asciughino del tutto. Fai attenzione quando aprirai il microonde; la spugna o il panno saranno molto caldi e potrebbero emanare vapori ustionanti.
  • Non passare mai la mano lungo il bordo del lavandino, perché potresti ferirti con utensili affilati.
  • Sostituisci tutti gli utensili che usi per lavare ogni pochi mesi. Se noti un odore sgradevole, che rimane anche dopo il risciacquo, gettali.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Piatti da lavare
  • Un lavandino
  • Acqua calda
  • Detersivo
  • Spazzola
  • Spugna o panno
  • Paglietta (facoltativa)
  • Candeggina (facoltativa)
  • Guanti di gomma
  • Grembiule

wikiHow Correlati

Come

Pulire e Prendersi Cura della Lavastoviglie

Come

Pulire le Fughe nel Pavimento

Come

Sturare un WC

Come

Rimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul Bucato

Come

Allargare i Vestiti Ristretti

Come

Organizzare l'Armadio

Come

Rimuovere i Trasferibili a Caldo dai Vestiti

Come

Far Tornare Bianchi i Capi Bianchi

Come

Rimuovere l'Odore di Urina del Gatto

Come

Usare una Lavatrice

Come

Rimuovere la Cera dai Tessuti

Come

Caricare la Lavastoviglie

Come

Togliere la Cera di una Candela da un Vasetto

Come

Pulire la Custodia di un Cellulare
Pubblicità

Video
Quando usi questo servizio alcune informazioni potrebbero essere condivise con YouTube.

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 36 751 volte
Categorie: Pulizia
Sommario dell'ArticoloX

Per lavare i piatti a mano, la prima cosa che devi fare è ripulirli gettando i residui di cibo nella spazzatura. Metti quindi i piatti vuoti nel lavandino e riempilo con acqua calda e detersivo per piatti. Strofina un piatto alla volta sotto la superficie dell'acqua usando una spugna o una spazzola. Quando hai finito di strofinare, controlla il piatto per assicurarti che non sia rimasta alcuna incrostazione di cibo prima di risciacquarlo con l'acqua calda. Infine, lasciali asciugare all'aria su una griglia scolapiatti o su uno strofinaccio pulito. Scorri verso il basso per scoprire come caricare una lavastoviglie!

In altre lingue
Questa pagina è stata letta 36 751 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità