Scarica PDF Scarica PDF

Forse stai solo cercando di evitarti un viaggio fino al negozio oppure vuoi provare a eliminare gli additivi industriali dai prodotti per l'igiene personale; in entrambi i casi sarai felice di sapere che ci sono molte alternative sicure e semplici al dentifricio commerciale. Non è difficile realizzarne uno casalingo; molte "ricette" prevedono l'uso di un solo ingrediente per lavare i denti. Inoltre puoi tentare una serie di prodotti naturali o tecnologici per eliminare completamente la necessità del dentifricio.

Metodo 1
Metodo 1 di 4:
Preparare un Dentifricio Casalingo

  1. 1
    Informati sui componenti di un dentifricio preparato in casa. Si tratta di un prodotto che può essere adattato ai tuoi gusti e bisogni specifici, ma devi ricordarti di includere questi tipi di ingredienti:
    • Una sostanza detergente;
    • Un prodotto abrasivo per staccare la placca;
    • Un emulsionante per consentire ai vari ingredienti di mescolarsi fra loro;
    • Un dolcificante per rendere il dentifricio gradevole;
    • Un aroma (è facoltativo ma utile sia per il sapore sia per rinfrescare l'alito).
  2. 2
    Prova una ricetta di base. Inizia con un metodo verificato e apporta delle modifiche in base alle tue preferenze e ai tuoi gusti. Una ricetta comune prevede:
    • Mezzo cucchiaino di glicerina (il dolcificante);
    • Un pizzico di sapone neutro naturale in polvere (il detergente);
    • 1 cucchiaio di carbonato di calcio (la sostanza abrasiva);
    • Mezzo cucchiaino di gomma arabica che puoi trovare nei negozi di alimenti naturali (ingrediente emulsionante);
    • Un paio di gocce di olio di menta (l'aroma);
    • 30 ml di acqua.
  3. 3
    Cuoci gli ingredienti per formare una pasta. Uniscili in un tegame e cuocili a fuoco medio mescolando per cinque minuti o finché il composto non avrà assunto la consistenza di una pasta. In questo modo puoi preparare una fornitura di dentifricio casalingo per un anno a un decimo del costo che dovresti pagare per i prodotti commerciali.[1]
    • Fai qualche esperimento con aromi differenti. Questa soluzione è particolarmente utile se hai una particolare avversione per il sapore di menta usato comunemente nei dentifrici industriali.
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 4:
Preparare una Polvere Dentifricia Casalinga

  1. 1
    Riconosci i benefici degli ingredienti di una polvere dentifricia. Proprio come accade con la pasta dentifricia, anche la polvere casalinga può essere realizzata con ricette differenti. Gli ingredienti naturali spesso possono essere sorprendenti, ad esempio l'argilla; per questo motivo è importante comprendere i motivi che stanno alla base di determinate scelte negli ingredienti che compongono la polvere dentifricia.
    • Bentonite: è un'argilla naturale che si lega alle tossine presenti nel corpo, incluso il mercurio di alcune otturazioni. È ricca di elementi che nutrono denti e gengive.
    • Bicarbonato di sodio: questo prodotto è un abrasivo naturale meraviglioso, inoltre è alcalino e neutralizza i danni provocati dagli acidi.
    • Salvia: è uno sbiancante e astringente naturale.
    • Xilitolo: si tratta di un dolcificante naturale che rende la polvere dentifricia più gradevole.
    • Sale marino: apporta molti minerali che rafforzano i denti e alleviano l'infiammazione gengivale.
    • Menta: ha proprietà antibatteriche, antisettiche, analgesiche e rinfresca l'alito.
  2. 2
    Unisci i vari ingredienti e mescolali accuratamente. Usa un cucchiaio che non sia di metallo, dato che alcuni metalli possono reagire con gli ingredienti.
    • Mescola due cucchiai di bentonite con due di bicarbonato di sodio, un cucchiaio di foglie di salvia essiccate e finemente tritate, un cucchiaio di xilitolo e mezzo cucchiaio di sale marino.
    • Aggiungi 15-20 gocce di olio essenziale di menta e mescola accuratamente per amalgamare il composto.
    • Riponi la polvere dentifricia in un contenitore o un barattolo con coperchio ermetico oppure in un biberon per salse (la consistenza granulosa del composto è abbastanza fine da attraversare il beccuccio). Evita i contenitori in metallo.
    • Riponi la polvere in un luogo asciutto.
  3. 3
    Applica il composto asciutto sullo spazzolino. Puoi intingere quest'ultimo nella polvere oppure usare il biberon per salse per cospargere le setole umide con la polvere dentifricia. Procedi come se fosse un normale dentifricio.[2]
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 4:
Usare Alternative con un Solo Ingrediente

  1. 1
    Strofina i denti con il sale marino. Questo prodotto naturale contiene i Elementi_traccia.2C_generalmente_definiti_microelementi minerali traccia come il calcio, il magnesio, il silicio, il fosforo, il sodio, il nichel e il ferro che rinforzano le gengive, ostacolano l'accumulo del tartaro, rinfrescano l'alito e con il tempo sbiancano i denti. Lo iodio che si trova nel sale marino ha proprietà antibatteriche e neutralizza gli acidi che causano la carie.
    • Intingi lo spazzolino umido in mezzo cucchiaino di sale marino e strofina i denti come al solito.
    • In alternativa fai degli sciacqui con una soluzione salina. Sciogli mezzo cucchiaio di sale marino in 120 ml di acqua calda e poi risciacqua la bocca per 30 secondi. Sputa la soluzione quando hai finito. Questo rimedio allevia sia il gonfiore sia l'infiammazione gengivale ed elimina i batteri.[3]
  2. 2
    Spazzola i denti con il bicarbonato. Si tratta di un metodo naturale per lavare e sbiancare i denti noto da moltissimo tempo. Dato che il bicarbonato di sodio è molto alcalino, è in grado di neutralizzare gli acidi che causano la carie. Inoltre uccide i batteri e rinfresca l'alito.
    • Mescola il bicarbonato con l'acqua finché non raggiunge una consistenza simile a una pasta e usalo come se fosse un normale dentifricio.
    • Puoi anche pensare di mescolare il bicarbonato di sodio con sale marino per realizzare un dentifricio casalingo alternativo.[4]
  3. 3
    Usa il sapone naturale. Sebbene le persone non siano abituate al gusto del sapone naturale, sappi però che è un detergente molto efficace per i denti. Prova un prodotto delicato come un sapone all'olio d'oliva senza profumi.[5]
  4. 4
    Fai un tentativo con l'olio di cocco. Questo grasso naturale ha proprietà antibatteriche e antimicotiche e sa, ovviamente, di cocco. Puoi valutare di mescolarlo ad altri ingredienti come il bicarbonato di sodio.[6]
    Pubblicità

Metodo 4
Metodo 4 di 4:
Seguire Tecniche Alternative per Lavare i Denti

  1. 1
    Usa un miswak. I ramoscelli di salvadora persica vengono usati per lavare i denti da oltre 4000 anni. Le fibre legnose contengono bicarbonato di sodio e silicio, entrambi sufficientemente abrasivi per rimuovere le macchie. Questi rametti inoltre contengono degli antisettici naturali, una resina che forma una barriera protettiva sui denti e degli oli essenziali che rinfrescano l'alito.[7]
    • Per usare il miswak, mastica la corteccia a una estremità del bastoncino e separa le fibre rendendole simili a "setole" masticando la polpa. Alla fine puoi usare le setole per pulire i denti.
  2. 2
    Fai delle irrigazioni con l'idropulsore. Si tratta di uno strumento che permette il lavaggio dei denti con acqua sotto pressione; gli ortodontisti lo consigliano di solito ai pazienti che indossano l'apparecchio per integrare la pulizia con lo spazzolino. Tuttavia, chiunque può beneficiare di questo strumento. Le irrigazioni orali puliscono anche sotto il bordo gengivale, riducono la popolazione di batteri pericolosi ed eliminano la placca non indurita.[8]
  3. 3
    Prova la tecnica dell'oil pulling. Si tratta di un'antica pratica di igiene e benessere che permette di disintossicare e pulire sia i denti sia le gengive. Gli oli vegetali come quello di cocco e di oliva sono in grado di sbiancare i denti, diminuire la sensibilità e ridurre l'alitosi. Hanno inoltre proprietà antibatteriche.
    • Risciacqua la bocca con un cucchiaino di olio per circa 20 minuti e poi sputalo nella spazzatura per evitare di ingorgare gli scarichi con un prodotto grasso.[9]
  4. 4
    Acquista uno spazzolino da denti misoka. Questo strumento sfrutta le nanotecnologie per lavare i denti. Si tratta infatti di uno spazzolino realizzato con setole estremamente fini ricoperte di ioni minerali. Quando lo inumidisci e lo strofini sui denti, gli ioni rimuovono le macchie e formano uno strato protettivo sullo smalto.[10]
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Prendersi Cura dei Propri DentiPrendersi Cura dei Propri Denti
Rendere i Denti Più Bianchi con il BicarbonatoRendere i Denti Più Bianchi con il Bicarbonato
Rimuovere Calcoli TonsillariRimuovere Calcoli Tonsillari
Tenere Sotto Controllo il Riflesso FaringeoTenere Sotto Controllo il Riflesso Faringeo
Togliere un Dente in Maniera IndoloreTogliere un Dente in Maniera Indolore
Raddrizzare i Denti senza Usare l'ApparecchioRaddrizzare i Denti senza Usare l'Apparecchio
Fare Cadere un Dente Allentato Senza TirarloFare Cadere un Dente Allentato Senza Tirarlo
Rimuovere il Cibo dai Buchi dei Denti del Giudizio EstrattiRimuovere il Cibo dai Buchi dei Denti del Giudizio Estratti
Riconoscere i Segni del Carcinoma OraleRiconoscere i Segni del Carcinoma Orale
Sistemare Temporaneamente un Filo Metallico che si è Staccato dall'ApparecchioSistemare Temporaneamente un Filo Metallico che si è Staccato dall'Apparecchio
Curare un Labbro GonfioCurare un Labbro Gonfio
Gestire un Espansore del PalatoGestire un Espansore del Palato
Eliminare l'Alito di SigarettaEliminare l'Alito di Sigaretta
Curare un Taglio in BoccaCurare un Taglio in Bocca
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Staff di wikiHow - Redazione
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 43 081 volte
Questa pagina è stata letta 43 081 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità