Scarica PDF Scarica PDF

Lavorare sodo non è una attitudine innata. Le qualità e le caratteristiche associate a chi si impegna nel proprio lavoro sono costanza e perseveranza. Anche se alcuni potrebbero avere una predisposizione naturale, è solo attraverso lo sforzo e l’impegno che puoi diventare un grande lavoratore sfruttando appieno il tuo potenziale.

Metodo 1
Metodo 1 di 3:
Sviluppare Buone Abitudini

  1. 1
    Allena l'ottimismo. Imparando a essere ottimista, lo sforzo extra che devi fare per lavorare sodo diventerà meno pesante. Gli ottimisti vedono gli eventi negativi come accadimenti di breve durata e strettamente localizzati. Adotta una visione del mondo ottimista affinché sia più facile considerare sia gli eventi buoni sia quelli cattivi in una luce migliore.
    • Descrivi gli eventi negativi – come una presentazione complicata – in una luce positiva. Ad esempio, invece di lamentarti della responsabilità, potresti celebrarla come un'opportunità per mostrare al tuo capo la tua dedizione e la tua etica del lavoro.
    • Descrivi le cose positive presenti nella tua vita come permanenti e quotidiane. Questo ti aiuterà a sentirti più sicuro di te mentre cerchi di migliorare le tue prestazioni lavorative.
    • È stato anche scoperto che gli ottimisti ottengono punteggi più alti nei test progettati per valutare la fortuna e la percezione di sé.[1] Migliore è la percezione che hai di te, più è probabile che sarai in grado di rinforzare i punti deboli della tua vita.
  2. 2
    Identifica e combatti i pensieri irrazionali. Nota quando pensi solo ai peggiori risultati possibili (il cosiddetto catastrofismo), minimizzi le tue qualità e i tuoi contributi o estremizzi qualsiasi cosa, accettando "o tutto o niente".[2] I piccoli successi contano come gli altri e dovresti permettere a te stesso di essere orgoglioso di tutti i tuoi risultati.
  3. 3
    Ripensa ai problemi come possibilità di apprendimento. La rielaborazione positiva rafforzerà gli aspetti positivi della tua situazione e ti impedirà di sentirti sopraffatto.[3] Questo inoltre ti incoraggerà ad affrontare la situazione con una mentalità più aperta. L'apertura mentale faciliterà la risoluzione dei problemi e la sensazione di avere la situazione lavorativa sotto controllo contribuirà alla tranquillità, rendendo il tuo avoro più facile nel lungo periodo.
  4. 4
    Evita il multitasking. Molte ricerche hanno recentemente dimostrato che non importa quanto bravo tu pensi di essere quando ti dedichi a mille compiti diversi contemporaneamente: ci sono alcuni seri svantaggi ad agire in questo modo.[4]
    • Il multitasking compromette le prestazioni complessive, perciò pur avendo la sensazione di raggiungere molti risultati, potresti in realtà perderti informazioni e suggerimenti importanti.
    • Essere costantemente distratto da mille attività può intralciare la capacità di risoluzione dei problemi e la creatività, impedendo al cervello di funzionare in modo ottimale.
  5. 5
    Cerca di non lamentarti. Lamentarsi fa parte naturalmente della condizione umana ed è improbabile che sarai in grado di rimuovere completamente questo istinto dalla tua vita. In ogni caso, lamentarsi senza un obiettivo o una soluzione in mente può causare un effetto domino negativo che contribuisce a creare depressione, scarsa opinione di sé e stress.[5] Tutto ciò ti renderà solo più difficile dedicare il tempo e gli sforzi necessari per diventare un lavoratore migliore e più impegnato.
  6. 6
    Migliora la tua consapevolezza sociale. Avvicinando intenzionalmente le persone con cui lavori e cercando di creare un legame con loro, svilupperai ulteriormente la tua empatia. L'empatia è una componente chiave nella risoluzione dei conflitti, nella cooperazione, nel compromesso, nell'ascolto attivo e nel processo decisionale.[6] Aumentare la consapevolezza sociale e sviluppare l’empatia ti consentirà di lavorare ancora più sodo insieme ai tuoi colleghi e di renderti più responsabile rispetto agli obiettivi da raggiungere.
    • I ricercatori sostengono che ciò che gli scienziati chiamano "empatia volontaria", o l'immaginazione del dolore degli altri, attiva la risposta al dolore all’interno del tuo cervello in modo simile all'empatia naturale.[7]
    • Ammetti i limiti della tua capacità di comprensione e poni domande per creare le condizioni in cui puoi sentire e praticare l'empatia.
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 3:
Aumentare le Responsabilità

  1. 1
    Fai gli straordinari, quando pensi sia appropriato. Anche se c'è molto altro che preferiresti di gran lunga fare, durante i periodi più congestionati puoi esercitare la tua diligenza e mostrare ai colleghi il tuo coinvolgimento aumentando l’impegno lavorativo. Valuta quanto c’è da fare nel tuo ufficio consultando un superiore e chiedendogli come stanno andando gli altri progetti.
    • Fai attenzione a non esagerare. Lavorare troppo duramente può avere gravi effetti collaterali sulla salute.[8]
  2. 2
    Sviluppa una cultura della responsabilità. È impossibile risolvere i problemi se non sei disposto ad affrontarli. Può essere difficile assumersi la responsabilità delle proprie azioni, ma la risoluzione completa e tempestiva di un conflitto è impossibile quando non se ne affronta la radice in maniera diretta.
    • Evita giustificazioni e spiegazioni inutili. Queste, in generale, sono una perdita di tempo, poiché ci sono sempre fattori ulteriori che potresti elencare per spiegare le tue azioni.[9]
  3. 3
    Massimizza il potenziale e migliora i punti deboli. Evita di minimizzare i tuoi successi, non importa quanto piccoli, e identifica gli ambiti in cui vorresti migliorare.
    • Migliora ulteriormente i tuoi punti di forza partecipando a seminari, corsi e assumendo ruoli nella comunità che sfruttano le tue capacità.
    • Per affrontare le tue debolezze devi interrompere gli schemi di pensiero negativi impegnandoti in qualcos'altro, come in una passeggiata, devi ammettere la tua umanità e l'impossibilità di raggiungere la perfezione, infine devi trovare un mentore che ti fornisca guida e supporto.
    • Modifica il tuo atteggiamento per diventare più responsabile. Se sei timido, potresti chiedere a un superiore un colloquio privato relativo alle tue difficoltà lavorative.
  4. 4
    Prendi l'iniziativa. Cogliere un'opportunità quando si presenta richiede fiducia in se stessi che si può costruire iniziando con piccoli obiettivi e lavorando fino a raggiungere una responsabilità maggiore.[10]
    • Prima di dare un suggerimento, fermati un attimo e pensa se questa idea può essere migliorata in modo efficace. È facile mettersi sulla difensiva riguardo alle proprie idee, ma eliminare i suggerimenti impraticabili potrebbe farti sentire meno in imbarazzo.
  5. 5
    Costruisci un sano sistema di supporto. Gli esseri umani sono creature sociali. Non importa quanto solitario tu ritenga di essere: dei sani rapporti interpersonali miglioreranno l'efficienza sul lavoro, il mantenimento delle risoluzioni e ridurranno la sensazione di oppressione.[11]
    • Chiedi il supporto dei tuoi amici e conoscenti per ricevere consigli quando cerchi una nuova posizione o hai intenzione di chiedere una promozione.
    • Collabora con i tuoi colleghi. Non puoi sapere quando avrai bisogno del loro aiuto.
    • Cerca di non sentirti in competizione. Può essere difficile, soprattutto perché molti manager usano la concorrenza tra i dipendenti per incoraggiare le prestazioni, ma paragonarti costantemente ai tuoi colleghi può farti sentire insoddisfatto o inadeguato.[12]
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 3:
Mantenere la Perseveranza

  1. 1
    Pratica un dialogo interiore positivo. Allenati usando frasi che senti come tue. Il dialogo interiore dovrebbe affermare positivamente i tuoi risultati e aiutarti a dare il meglio di te.[13]
    • Usa frasi al presente quando pratichi il dialogo interiore, per rimuovere le preoccupazioni future con affermazioni positive.
    • Parla a te stesso per vincere le paure chiedendoti quale potrebbe esserne la fonte e come intendi intervenire.
  2. 2
    Esercita la forza di volontà. La volontà è come un muscolo: più la alleni, più forte diventerà. Dedicati a questa operazione con autostima; la convinzione che la forza di volontà sia limitata ti farà sentire più spesso impotente.[14]
    • Un modo in cui puoi esercitare la tua volontà promuovendo la salute e il benessere generale è l'esercizio fisico. Una maggiore attività del tuo corpo si tradurrà in una mente più attiva.[15]
  3. 3
    Immagina il tuo processo di crescita. Pensa a come ti sentirai mentre lavori al raggiungimento del tuo obiettivo e quando lo ottieni. Visualizza te stesso mentre sei impegnato nel lavoro e attraverso di esso trovi armonia, realizzazione e orgoglio: una caratteristica comune di chi eccelle in un determinato campo a livello mondiale.[16]
  4. 4
    Trova il tempo per meditare. Molti studiosi della forza di volontà e della perseveranza hanno notato l'influenza positiva che la meditazione esercita su resistenza, concentrazione e apprendimento.[17] [18] Fermati 10 minuti per calmare la mente, respirare profondamente e concentrarti sul momento presente: avrai così la possibilità di rimetterti a fuoco e riscattarti in modo positivo.
  5. 5
    Controlla i tuoi progressi. Tenere traccia dei successi ottenuti ti permette di capire quanto tu sia cresciuto come lavoratore.[19] L'autorevisione promuoverà anche discussioni più produttive su prestazioni, priorità e sfide future.[20]
  6. 6
    Quando fallisci, ritenta. Il dolore causato dal fallimento è difficile da sopportare anche per le persone di maggiore successo, quindi non sentirti in imbarazzo se fai fatica a riprendere in mano un compito in cui hai fallito. Usa il dialogo interiore per ridurre al minimo i sentimenti negativi e inizia a pianificare un nuovo modo di raggiungere il tuo obiettivo.
    Pubblicità

Consigli

  • Concentrati su una cosa che vuoi fare in un momento specifico.
  • Non interiorizzare la negatività che assorbi dagli altri. Tieni presente che le altre persone potrebbero tentare di scoraggiarti per gelosia o perché si sentono in competizione.
  • Impara dai tuoi errori e non ripeterli.
  • Se hai un'abilità che secondo te gli altri non posseggono, fallo sapere ai potenziali datori di lavoro. Mostra sempre il meglio di ciò che hai da offrire, ma sii umile e riconosci che il talento innato è un risultato della fortuna.
  • Fornisci esempi del tuo duro lavoro precedente durante un colloquio di assunzione. Questa è una delle principali qualità che i datori di lavoro cercano in un dipendente.
  • Insegna agli altri a lavorare sodo. Con la gratitudine e il sostegno dei colleghi, il tuo ambiente di lavoro migliorerà.
  • Lavora al meglio che puoi, dando il massimo, quindi aggiungi gradualmente di più al tuo lavoro/obiettivo/scopo. Prendi nota di come hai fatto progressi, aggiungendo ogni volta più compiti. Fai piccoli passi per diventare un grande lavoratore e, in men che non si dica, sarà una realtà.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non fare affidamento solo sul talento. Ricorda che il duro lavoro vince sul talento, alla fine. Dipendere troppo dal talento potrebbe portarti a trascurare e perdere le tue capacità.
  • Non essere arrogante. Una volta che diventi un gran lavoratore, riconosci il duro sforzo che hai compiuto e non lasciare che il tuo atteggiamento ostacoli il tuo miglioramento personale.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lucy Yeh
Co-redatto da:
Career e Life Coach
Questo articolo è stato co-redatto da Lucy Yeh. Lucy Yeh è una Direttrice di Risorse Umane, Recruiter e Life Coach Qualificata (CLC) con oltre 20 anni di esperienza. Avendo una formazione in life coaching e riduzione dello stress basata sulla mindfulness (MBSR) presso il centro di meditazione InsightLA, Lucy ha lavorato con professionisti di tutti i livelli per migliorare la qualità delle loro carriere, relazioni personali/professionali, marketing personale ed equilibrio fra vita privata e lavoro. Questo articolo è stato visualizzato 5 274 volte
Categorie: Il Mondo del Lavoro
Questa pagina è stata letta 5 274 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità