Fare la sarta in casa è un’antica forma di artigianato che può apportare benefici economici a chi ha le competenze necessarie e il senso degli affari. Anche se non tutte hanno la stoffa per diventare stiliste o per dedicarsi all’alta sartoria, esistono moltissimi lavori di cucito più semplici, come le riparazioni e le modifiche, che possono essere svolti facilmente da casa garantendo una cospicua mole di lavoro. Se stai pensando di iniziare un’attività di sartoria in casa, assicurati di avere il materiale e le attrezzature necessarie e il luogo di lavoro adatto per far decollare il tuo progetto. Inoltre dovrai considerare come intendi trovare nuovi clienti e se preferisci svolgere la tua attività su internet oppure tramite un grande magazzino o una lavanderia a secco nella tua zona.

Parte 1 di 3:
Prepararsi per la Nuova Impresa di Sartoria

  1. 1
    Sviluppa le capacità necessarie. Prima di dare il via alla tua iniziativa imprenditoriale, è fondamentale che tu sappia usare la macchina da cucire.
    • Comincia con progetti piccoli e semplici che ti forniscano le competenze di base. Confezionare delle tende o dei cuscini da divano non è molto complesso e ti permetterà di apprendere le tecniche basilari, come effettuare una cucitura dritta.
    • Procurati dei modelli per i progetti più complessi. Dopo aver appreso le tecniche fondamentali, può essere utile per i tuoi progetti imprenditoriali imparare a sistemare delle pinces o a creare delle balze. Quando acquisti i modelli, tieni sempre in considerazione le tendenze moderne e scegli quelli dei capi più in voga.
    • Vai alla ricerca di suggerimenti e tecniche. Su internet puoi trovare moltissimi schemi, consigli e suggerimenti utili forniti da sarte casalinghe di successo.
  2. 2
    Procurati tutto il materiale necessario. Dipenderà dal tipo di lavoro che svolgerai, tuttavia dovrebbe essere sufficiente una macchina da cucire semplice e magari anche una macchina taglia e cuci, nel caso tu voglia confezionare vestiti. Oltre alla macchina da cucire ti serviranno:[1]
    • Un paio di forbici di buona qualità e uno di forbici dentellate. Ti serviranno delle forbici robuste e affilate, in grado di tagliare il tessuto in modo uniforme e che, una volta perso il filo, possano essere affilate presso un’officina artigianale.
    • Un metro a nastro e un righello. C’è una regola che il cucito ha in comune con la falegnameria: misurare sempre due volte prima di tagliare. Il righello sarà di aiuto per tagliare i tessuti distesi, mentre il metro a nastro è utile per prendere le misure sulla persona.
    • Un ferro da stiro robusto. Tutti i tessuti di cotone dovrebbero essere lavati prima di cominciare il lavoro di cucito, in modo che mantengano la forma in seguito ai lavaggi futuri. Dopo averli lavati è necessario stirarli per rimuovere eventuali grinze. Inoltre il ferro da stiro può essere utile per stirare le cuciture prima di appuntarle.
    • Spillini e un taglia-asole. Gli spillini sono necessari per assicurarti che gli strati di tessuto e le eventuali imbottiture rimangano fermi durante la cucitura. Il taglia-asole serve nel caso in cui tu faccia una cucitura storta o il filo si aggrovigli mentre cuci. Con questo strumento puoi rimuovere delicatamente il filo dal tessuto per poi ricucirlo.
    • Rocchetti e filo. È meglio procurarsi molti rocchetti per quando inizierai nuovi progetti ma avrai ancora del filo su quelli usati nei lavori precedenti. Ti servirà anche del filo di diverse consistenze – per i vestiti, per la tappezzeria o per il jeans – e anche di diversi colori base.
  3. 3
    Prepara la stanza di lavoro. Soprattutto nel caso in cui sia previsto l’arrivo di clienti per provare i vestiti confezionati, è meglio avere una stanza separata dal resto dell’abitazione. Ecco altri aspetti da prendere in considerazione nel progettare la stanza di lavoro:
    • Uno specchio a figura intera. Se prevedi di modificare o di confezionare dei vestiti, procurati uno specchio da utilizzare durante la prova degli abiti.
    • Un sistema per organizzare gli strumenti necessari, i modelli e i tessuti. Non significa necessariamente acquistare dei mobili specifici, ma allestire un sistema pratico utilizzando dei contenitori, delle librerie o degli armadietti che già possiedi.
    • Un tavolo da cucito. Se la tua macchina da cucire non è già dotata di un tavolo, investi del denaro per acquistarne uno regolabile adatto a te.
    • Una sedia regolabile. Le sedie da ufficio possono essere adatte allo scopo. L’obiettivo è avere una sedia che garantisca supporto alla schiena mentre cuci e che sia abbastanza comoda per rimanerci seduta diverse ore.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Gestire un’Attività di Sartoria in Casa Propria

  1. 1
    Non lasciare il tuo lavoro attuale. Sii paziente e aspetta l’occasione propizia prima di lasciare il tuo lavoro. Dare il via alla tua attività comporterà dei costi iniziali in termini di materiali e attrezzature. Potrebbe anche volerci del tempo prima di riuscire ad avere una clientela fissa o di ottenere una discreta quantità di lavoro tramite una lavanderia o un grande magazzino.
    • Solitamente avviare una nuova attività comporta una mole di lavoro superiore rispetto alle 40 ore settimanali. In questo caso, sarà meglio che tu mantenga il tuo lavoro principale mentre cerchi di organizzare l’attività di sartoria nel tempo libero. Ricordati che all’inizio dovresti procedere gradualmente, soprattutto se stai ancora imparando a cucire.
  2. 2
    Trova dei clienti. Considera la zona in cui ti trovi e il tipo di servizi di sartoria già disponibili o quelli di cui ci sarebbe bisogno. Pensa anche al tipo di lavoro che ti piacerebbe svolgere.
    • Per le riparazioni e le modifiche le lavanderie a secco e i grandi magazzini potrebbero essere un’ottima scelta, oltre ai negozi dell’usato, per una collaborazione professionale.
    • Se sei interessata maggiormente al confezionamento di vestiti su misura, potrebbe essere necessario lavorare per un negozio di abiti eleganti o aiutare una sarta che ha già avviato un’attività in proprio e che ha del lavoro extra.
    • Se decidi di specializzarti al di fuori della sartoria di base, per esempio nel confezionamento di abiti per bambini o nella creazione di grembiuli alla moda, cerca di trovare delle boutiques che offrano questo tipo di servizi alla clientela, come un negozio di abbigliamento per bambini o un mercato gourmet.
    • Metti un annuncio sul giornale locale per pubblicizzare il tipo di servizio di sartoria che offri. È un ottimo modo per catturare l’attenzione di sarte che hanno lavoro in eccesso, di grandi magazzini che necessitano di una specialista delle modifiche o di negozi di cucito alla ricerca di qualcuno che crei dei campioni dei modelli presenti in negozio. Puoi anche recarti direttamente presso questi negozi e chiedere se hanno bisogno di una sarta.
  3. 3
    Crea un negozio online. Puoi usufruire di un servizio avviato come Etsy o eBay, oppure acquistare il tuo spazio web e creare la tua vetrina virtuale.
    • Il vantaggio di un negozio online è di non avere una limitazione geografica per quanto riguarda la clientela.
    • Puoi anche decidere il tipo di lavoro che intendi svolgere, piuttosto di lasciare che sia il cliente a inviarti il progetto.
  4. 4
    Dedica al tuo progetto diverse ore al giorno. Se i tuoi figli sono a scuola tra le 8 di mattina e le 2 del pomeriggio, fallo diventare il tuo “orario d’ufficio” in cui puoi completare i progetti ed essere raggiungibile dai clienti.[2]
    • Potresti dover lavorare tardi la sera o durante il fine settimana, ma avere un orario giornaliero garantisce produttività e la possibilità di ottenere nuove commissioni.
  5. 5
    Adotta un tariffario. Se si tratta di un lavoro a ore per un fornitore esterno, concorda un programma di produzione. Se sei pagata in base ai capi consegnati, stabilisci quanto tempo richiedono i progetti standard, come fare l’orlo ai pantaloni o allargare le cuciture, e fissa un prezzo forfettario. Inoltre decidi qual è il tuo prezzo orario per progetti personalizzati.[3]
    • Accertati di includere nel prezzo anche il costo dei materiali.
    • Assicurati di informare i clienti in anticipo riguardo al costo, fornendo un preventivo dettagliato prima di cominciare il lavoro.
    • Se si tratta di un rapporto di lavoro continuativo, firma o redigi un contratto. Puoi trovare diversi modelli di contratti di lavoro autonomo online, tra cui sceglierne uno da adattare alle esigenze specifiche della tua attività e del tuo cliente.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Far Crescere la tua Attività di Sartoria

  1. 1
    Realizza dei volantini e degli opuscoli. La pubblicità è fondamentale per far crescere la tua attività e può anche aiutare a farti conoscere grazie al passaparola dei clienti soddisfatti che avranno un tuo volantino da dare ai loro amici.
    • Comincia da qualcosa di semplice. Usa un software scaricabile gratuitamente, disegna un volantino e portalo in una copisteria per farlo stampare. In alternativa, scegli un servizio come Vistaprint per realizzare un opuscolo che contenga i tuoi contatti e una descrizione del tipo di servizio di sartoria da te offerto.
    • Nel caso tu decidessi di fornire diversi servizi, valuta di creare un volantino personalizzato per ogni tipologia di cliente: per esempio, uno ideato per un negozio di abiti per bambini sarà diverso rispetto a uno per un grande magazzino o per una boutique di abiti da sposa.
    • Prendi in considerazione di creare una mailing list, nel caso tu apra un negozio online. I tuoi clienti potranno così scegliere di ricevere degli aggiornamenti quando sono disponibili nuovi prodotti o servizi.
  2. 2
    Fai delle promozioni. Realizza dei buoni sconto per i clienti che ti forniscono regolarmente lavoro. Ecco alcune idee:
    • Promozioni sull’acquisto di grandi quantità: offri un articolo omaggio al raggiungimento di un certo numero di acquisti.
    • Una carta fedeltà. Stampa dei biglietti da visita con degli adesivi lungo il bordo: ogni volta che il cliente ti commissiona una modifica o una riparazione, fai un timbro sull’adesivo. Dopo un certo numero di timbri offri al cliente un servizio gratuito o uno sconto.
    • Fai degli sconti sulle spedizioni. Nel caso di un negozio online, se i clienti fanno più di un ordine, offri delle spedizioni combinate.
    • Dai degli omaggi. Confeziona una serie di piccoli gadget – realizzabili facilmente con materiali di scarto – da includere come omaggio nell’ordine: i tuoi clienti si sentiranno apprezzati.
  3. 3
    Realizza un portfolio. Spesso quando i clienti richiedono un particolare tipo di servizio o di articolo, desiderano vedere una collezione di progetti già completati. Non solo: molte volte potrebbero indicarti un progetto precedente e chiederti se è possibile realizzarlo di una misura, di un colore o con un tessuto diversi.
    • Assicurati di fare delle fotografie dei progetti più elaborati, innovativi, strani o particolarmente ben riusciti. Possono anche essere utili come foto per i tuoi volantini.
    • Anche nel caso tu non abbia un negozio online, prendi in considerazione di tenere una pagina web e di mettere il tuo portfolio a disposizione su internet.
  4. 4
    Espandi il tuo mercato. Se finora hai svolto soltanto riparazioni e modifiche, valuta di dedicarti al confezionamento di abiti da sposa. Se ti sei occupata con successo della realizzazione di abiti per bambini, inizia a offrire alcuni articoli per la maternità o accessori per le neomamme.
    • Sviluppa i settori della tua attività che stanno andando bene, oppure inizia a offrire un servizio che pensi di poter garantire. Fare pratica con articoli da regalare agli amici o ai familiari è un ottimo modo per valutare come allargare l’offerta di servizi.
    • Fai attenzione se vicino a te sono presenti sarte che offrono il tuo stesso tipo di servizi. Valuta di fare pubblicità o addirittura di prendere ordini in un’area più vasta.
  5. 5
    Associati con un’altra professionista. Stabilire un rapporto lavorativo con un’altra sarta affermata può portare diversi vantaggi, nel caso in cui tu stia espandendo la tua attività. Eccone alcuni:
    • Se l’altra sarta è specializzata in un lavoro di tipo diverso dal tuo, potrete condividere i clienti a seconda delle loro necessità e tu avrai modo di aumentare così la fedeltà al tuo negozio.
    • Se entrambe siete specializzate nello stesso settore, potrai aumentare il tuo volume lavorativo. Questo è particolarmente importante nel caso di una collaborazione con un grande magazzino o una boutique di abiti da sposa.
    • Insegna il tuo mestiere a qualcun’altra e lascia che sia lei a gestire i lavori più tecnici, tenendo per te i compiti che richiedono più abilità e maggiore esperienza.
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Una macchina da cucire standard e una taglia e cuci
  • Uno spazio apposito nella tua casa
  • Un sistema per organizzare i modelli e i tessuti
  • Filo, spillini e aghi di tipologie diverse
  • Un ferro da stiro robusto e un’asse da stiro
  • Un tavolo da cucito e una sedia regolabile

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 12 734 volte
Categorie: Il Mondo del Lavoro
Questa pagina è stata letta 12 734 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità