Come Legare Qualcuno

Ci sono molte ragioni legittime perché potresti voler legare qualcuno — forse è per una recita, o forse stai preparando uno scherzo al tuo migliore amico per il suo addio al celibato. Bisogna sempre assicurarsi che l’altra persona stia comoda e che la procedura venga eseguita in tutta sicurezza, tuttavia legare qualcuno è relativamente facile e può essere divertente quando lo si fa nel modo giusto.

Passaggi

  1. 1
    Lega le mani e i piedi in modo che non cerchi di fuggire. Per legare le mani, mettile dietro la schiena del tuo prigioniero e avvolgi la corda intorno ai polsi formando un nodo a otto. Stringi la corda tra i polsi per assicurarti che la tua vittima non possa muovere le mani e liberarsi. Assicurati che la fune si trovi proprio sotto l’articolazione del pollice, con il nodo fuori dalla portata delle dita. Stai attento, però, a non stingere tanto da fermare la circolazione nei polsi. I piedi dovrebbero sempre essere legati sopra la caviglia, sia quando vuoi legarli insieme, sia quando vuoi legarli a una sedia; in questo caso, lega ogni caviglia separatamente alle gambe della sedia. Assicurati che la corda che lega le caviglie della vittima sia anche stretta tra le caviglie o tra la caviglia e la gamba della sedia, a seconda di come tu l’hai legata.
  2. 2
    Togli sempre le scarpe alla vittima prima di legare le sue caviglie, per assicurarti che non abbia assolutamente alcuna possibilità di liberare i piedi.
  3. 3
    Se la stai legando a una sedia, prendi un pezzo di corda extra e avvolgilo intorno alla zona dell’addome, tra le braccia e l'addome, e legala saldamente alla parte posteriore della sedia; ti aiuterà a evitare che si dimeni troppo e cerchi di fuggire. Puoi assicurare la corda tra lo schienale della sedia e la schiena della vittima, tuttavia non devi stringere troppo, perché la cosa può diventare molto scomoda, soprattutto se la tua vittima chiede di usare il bagno!
  4. 4
    Per controllare quanto sia stretta la corda, mettici due dita sotto. Se non riesci a inserirle senza difficoltà, probabilmente la corda è troppo stretta. Assicurati di non stingere troppo la corda, perché potresti bloccare il flusso di sangue causando danni ai nervi, se lasci la persona legata per lunghi periodi di tempo.
  5. 5
    Se non stai legando la vittima a una sedia o a un palo, assicurati che le gambe siano saldamente legate insieme sotto e anche sopra le ginocchia, così come intorno alle caviglie. Uno dei modi migliori per costringere la vittima a rimanere immobile, se non hai a disposizione una sedia o un palo, è di farla accovacciare e portare le caviglie vicine ai polsi e legarli fra loro usando un altro pezzo di corda, impastoiando la vittima. La vittima non sarà in grado di fare dei movimenti articolati o di spostarsi, legata in questo modo. Se vuoi legarla a un palo, assicurati di posizionare le mani lontano dalla testa, in modo che non possa sciogliere i nodi con i denti.
  6. 6
    Quando leghi la vittima, è importante metterle il bavaglio affinché non possa tentare di chiamare aiuto. Metti un panno imbevuto d’acqua nella sua bocca, ma assicurati di non farla soffocare mentre lo fai (un calzino usato di recente è l’ideale). È importante assicurarsi che il panno sia umido, così da tenere la bocca inumidita. Una volta inserito il panno nella bocca, metti due o tre pezzi di nastro adesivo sopra la bocca per far tacere davvero il prigioniero, che così riuscirà a emettere solo dei suoni ovattati e incomprensibili. È importante assicurarsi che riesca ancora a respirare dopo essere stato imbavagliato.

Consigli

  • Se hai bisogno di una scusa, di’ che dovevi fare pratica di autodifesa.
  • Per divertirti di più, solleticala mentre è vulnerabile! Se vuoi veramente essere cattivo, aspetta che la tua vittima abbia bisogno di andare in bagno prima di farle il solletico. Questo la farà contorcere ancora di più per cercare di liberarsi.
  • Anche se sei un esperto, MAI legare qualcuno intorno alla zona della gola.
  • Assicurati di non lasciare da sola la persona legata. Potrebbe capitare un incidente e finiresti in grossi guai.
  • Se vuoi divertirti, puoi farle il solletico o costringerla ad annusare le sue scarpe.
  • Se la vuoi legare a un palo potresti mettere le ginocchia ai lati del palo e legare la vittima alle caviglie sul lato opposto.
  • Legare qualcuno contro la sua volontà potrebbe essere considerato rapimento – che ovviamente è illegale.
  • Non farti prendere la mano, ci potrebbero essere gravi conseguenze.
  • Stai attento a non legarla troppo stretta. Se a un tratto non riesce più a respirare, liberala subito. Mai lasciare la vittima da sola.
  • Se ha un problema di respirazione e vuole che la sleghi, fallo rapidamente!
  • Prova a spegnere le luci e mettile una torcia in faccia per interrogarla.

Avvertenze

  • Stai attento perché potrebbe arrabbiarsi e cercare di attaccarti per difendersi. Potrebbe anche decidere di vendicarsi.
  • Di nuovo, per favore stai attento con il nastro.

Cose che ti Serviranno

  • Corda, o qualsiasi altro materiale abbastanza resistente per legare qualcuno. La miglior corda da utilizzare è quella di cotone morbido, perché non andrà a sfregare contro la pelle e ci si possono fare degli ottimi nodi
  • Nastro adesivo per tappargli la bocca

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 38 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Altro

In altre lingue:

English: Tie Someone Up, Español: atar a alguien, Português: Amarrar Alguém, Русский: связать человека, Deutsch: Jemanden mit einem Seil fesseln, Français: attacher quelqu'un, Bahasa Indonesia: Mengikat Seseorang dengan Tali

Questa pagina è stata letta 27 444 volte.
Hai trovato utile questo articolo?