Come Leggere i Diagrammi degli Accordi

Scritto in collaborazione con: Nate Savage, Esperto di Chitarra

E così, hai appena acquistato la chitarra che hai sempre desiderato e un paio di canzonieri. Però, quando hai aperto i libri, sei rimasto deluso. Cos'è questo? E questo? E quest'altro? La confusione ha preso il totale controllo della tua mente e hai buttato il libro nel secchio della spazzatura per suonare note a caso sulla chitarra. Non è proprio il modo migliore per cominciare a suonare. In ogni modo, è possibile imparare a suonare letteralmente migliaia di canzoni conoscendo solo pochi accordi. Si spera che dopo aver letto questa guida tu sia però in grado di leggere i diagrammi degli accordi e cominci a studiare seriamente la chitarra.

Passaggi

  1. 1
    Vediamo le parti che compongono il diagramma degli accordi. A destra possiamo vedere un esempio di diagramma.
  2. 2
    Vediamo cosa significano i simboli. Gli accordi di prima posizione. Questi accordi sono basati sul capotasto dello strumento e hanno il maggior numero di corde aperte.
  3. 3
    Vediamo come posizionare le dita sulla tastiera. Sul diagramma le dita sono indicate come:
  4. 4
    Impara a leggere gli accordi sulle altre posizioni.
  5. 5
    Impara alcune posizioni. Gli accordi maggiori (come le note della scala maggiore) sono La, La# (diesis) Si Do, Do#, Re, Re#, Mi, Fa, Fa#, Sol e Sol#.
  6. 6
  7. 7
    Do
  8. 8
    Studia le diteggiature per questi accordi finché non le hai memorizzate in modo tale da riuscire a passare con naturalezza da un accordo e l'altro.
  9. 9
    Prova a suonare una canzone. Alcune progressioni di accordi belle da suonare sono:
  10. 10
    Prova ad aumentare il numero di pennate per accordo, alterando la velocità della pennata e inventando le tue progressioni di accordi. A questo punto, se sei in grado di suonare queste semplici progressioni di accordi, è ora di riprendere quel libro di canzoni e provarlo.
    Pubblicità

Consigli

  • Continua a studiare regolarmente e aumenta gradualmente la lunghezza delle tue sessioni di studio. In questo modo svilupperai memoria muscolare e i famigerati calli sulle dita. I calli ti permettono di suonare più a lungo. Non preoccuparti, però, i calli non crescono all'infinito. Regola la lunghezza delle tue sessioni di studio secondo le tue capacità.
  • Studia almeno una volta al giorno. Fare più sessioni di studio al giorno sarebbe l'ideale.
  • Suona insieme al tuo stereo/lettore mp3/computer. In questo modo riuscirai ad imparare il ritmo e a cambiare gli accordi al momento giusto.
  • Lo studio di alcuni accordi richiede tempo. Se non riesci a suonare e diventi frustrato, rilassati, stai lavorando troppo. Fai una pausa, le tue mani ti ringrazieranno.
  • Non fare sessioni troppo lunghe. Non farai altro che stancarti e consumarti le dita.
  • Trova un maestro. Potrebbe essere un amico che suona da più tempo di te o un insegnante professionista che può insegnarti la chitarra nella maniera corretta.
  • All'inizio esercitati con canzoni semplici. Quando cominci a migliorare, prova a suonare le canzoni più difficili, che la maggior parte dei casi sono le tue preferite!

Pubblicità

Avvertenze

  • Suonando troppo puoi farti male alle mani, ai polsi e al braccio (movimento ripetitivo). Fai una pausa ogni ora per evitare di farti male.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Una chitarra
  • La voglia di imparare
  • Pazienza. Se non riesci a suonare un accordo cerca di capire il perché. Forse è colpa delle tue dita che non riescono ancora a allungarsi abbastanza, o hai interpretato male il diagramma.
  • Plettro (opzionale)

Informazioni su questo wikiHow

Esperto di Chitarra
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Nate Savage. Nate Savage è un chitarrista professionista con oltre 16 anni di esperienza nell'insegnamento della chitarra a studenti di tutto il mondo. Il suo canale YouTube, Guitareo, ha più di 450.000 iscritti.
Categorie: Musica
Questa pagina è stata letta 2 466 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità