Come Leggere i Numeri Romani

In questo Articolo:Leggere i Numeri RomaniEsempiLeggere i Testi Antichi Particolari

Leggere il numero MMDCCLXVII non sarebbe stato un problema per un abitante della Roma antica o per molte persone del Medioevo in Europa che hanno continuato ad utilizzare il sistema dei numeri romani. Impara a leggere questi numeri seguendo alcune regole di base.

1
Leggere i Numeri Romani

  1. 1
    Impara il valore di base di ogni cifra. Ci sono pochi numeri romani, quindi impararli non ci vorrà molto:
    • I = 1
    • V = 5
    • X = 10
    • L = 50
    • C = 100
    • D = 500
    • M = 1000
  2. 2
    Utilizza una tecnica mnemonica. Imparare una frase mnemonica è più facile che memorizzare una lista di numeri. Inoltre, ti aiuterà a ricordare l'ordine delle cifre. Cerca di ripeterla diverse volte:
    • Io Voglio Xilofoni Lunghi Come Da Manuale.
  3. 3
    Somma prima i numeri con la cifra più alta. Se le cifre sono dalla più grande alla più piccola, tutto ciò che dovrai fare è sommare il loro valore mentre li leggi. Ecco alcuni esempi:
    • VI = 5 + 1 = 6
    • LXI = 50 + 10 + 1 = 61
    • III = 1 + 1 + 1 = 3
  4. 4
    Se i primi numeri sono più bassi, devi sottrarre la cifra. Per evitare di scrivere numeri eccessivamente lunghi, spesso si impiega la sottrazione. Ciò accade solo se la cifra iniziale è più bassa rispetto a quella accanto. Tale convenzione è utilizzata solo in determinate situazioni:
    • IV = 1 deve essere sottratto a 5 = 5 - 1 = 4
    • IX = 1 deve essere sottratto a 10 = 10 - 1 = 9
    • XL = 10 deve essere sottratto a 50 = 50 - 10 = 40
    • XC = 10 deve essere sottratto a 100 = 100 - 10 = 90
    • CM = 100 deve essere sottratto a 1000 = 1000 - 100 = 900
  5. 5
    Per leggere il numero più facilmente, dividilo in più parti. Dividi il numero in gruppi di cifre per leggerlo con più facilità. Se ci sono eventuali "sottrazioni", includi nello stesso gruppo le cifre più basse davanti a quelle più alte.
    • Per esempio, cerca di leggere DCCXCIX.
    • Il numero contiene due sottrazioni: XC and IX.
    • Mantieni le cifre delle sottrazioni nello stesso gruppo e dividi quelle restanti: D + C + C + XC + IX.
    • Traduci nei numerali ordinari, utilizzando la sottrazione quando è necessario: 500 + 100 + 100 + 90 + 9
    • Sommali insieme: DCCXCIX = 799
  6. 6
    Fai attenzione al segmento posto sopra i numeri alti. Se c'è un segmento orizzontale sopra un numero, moltiplicalo per 1000. Stai attento, perché spesso il segmento è tracciato sia sopra che sotto il numero romano, a puro scopo decorativo.
    • Per esempio, la X con "" tracciato sopra significa 10,000.
    • Se non riesci a capire se la barra è decorativa o meno, fai riferimento al contesto. Un generale manderebbe in guerra 10000 soldati e non 10, mentre in una ricetta ci potrebbero essere 5 mele e non 5000.

2
Esempi

  1. 1
    Conta da uno a dieci. Ecco una lista dei numeri da imparare. Se ci sono due opzioni per un numero, significa che entrambe sono corrette e che possono essere scelte indifferentemente l'una o l'altra. Utilizza la sottrazione quando possibile o scrivi tutte le cifre di seguito per sommare.
    • 1 = I
    • 2 = II
    • 3 = III
    • 4 = IV o IIII
    • 5 = V
    • 6 = VI
    • 7 = VII
    • 8 = VIII
    • 9 = IX o VIIII
    • 10 = X
  2. 2
    Conta da dieci in poi. Ecco i numeri romani da 10 a 100, partendo da 10:
    • 10 = X
    • 20 = XX
    • 30 = XXX
    • 40 = XL o XXXX
    • 50 = L
    • 60 = LX
    • 70 = LXX
    • 80 = LXXX
    • 90 = XC o LXXXX
    • 100 = C
  3. 3
    Mettiti alla prova con i numeri più difficili. Ecco alcune sfide più complesse. Cerca di risolverle da solo e poi evidenzia la risposta per visualizzarla:
    • LXXVII = 77
    • XCIV = 94
    • DLI = 551
    • MCMXLIX = 1949
  4. 4
    Leggi le date. La prossima volta che guardi un film, cerca le date scritte a numeri romani durante i titoli di testa. Puoi suddividerli in gruppi per leggerli con più facilità:
    • MCM = 1900
    • MCM L = 1950
    • MCM LXXX V = 1985
    • MCM XC = 1990
    • MM = 2000
    • MM VI = 2006

3
Leggere i Testi Antichi Particolari

  1. 1
    Questa sezione si riferisce solamente ai testi antichi. I numeri romani non furono standardizzati fino ai tempi più moderni. Persino i romani li utilizzavano in modo incoerente e tutte le variazioni furono impiegate anche nel Medioevo, fino all'inizio del ventesimo secolo. Se ti capita di trovare un numero romano in un testo antico, che sembra non avere senso, fai riferimento ai seguenti passaggi per interpretarlo.
    • Salta questa sezione se stai imparando adesso i numeri romani.
  2. 2
    Leggi le ripetizioni insolite. Secondo l'utilizzo moderno, bisogna evitare le ripetizioni di una stessa cifra, laddove possibile, e mai sottrarre più di una cifra alla volta. Le vecchie fonti non rispettavano tali regole, tuttavia non sarà difficile coglierne il senso. Per esempio:
    • VV = 5 + 5 = 10
    • XXC = (10 + 10) deve essere sottratto a 100 = 100 - 20 = 80
  3. 3
    Cerca eventuali segni di moltiplicazione. Col rischio di creare confusione, è possibile trovare nei testi antichi cifre basse davanti a cifre più alte in segno di moltiplicazione e non di sottrazione. Per esempio VM potrebbe significare 5 x 1000 = 5000. Non c'è un modo esatto per capire quando è in atto tale convenzione, ma, alle volte, il numero risulta leggermente alterato:
    • Un punto tra due numeri: VI.C = 6 x 100 = 600.
    • Una sottoscrizione: IVM = 4 x 1000 = 4000.
  4. 4
    Impara le variazioni di I. Nelle stampe antiche, il simbolo j o J alle volte veniva utilizzato al posto della i o della I alla fine del numero. Più raramente una I più lunga alla fine del numero poteva significare 2 invece di 1.
    • Per esempio, xvi o xvj equivalgono entrambi a 16.
    • xv<font=5>I = 10 + 5 + 2 = 17
  5. 5
    Leggere i numeri più alti con simboli insoliti. Le stampe più antiche a volte utilizzavano un simbolo chiamato apostrofo, simile a una C al contrario o al simbolo ). Questo simbolo, insieme anche ad altre variazioni, veniva utilizzato con i numeri più alti:
    • M a volte era scritta CI) o ∞ nelle stampe più antiche, o come ϕ nella Roma antica.
    • D era scritta I)
    • Racchiudere i numeri precedenti nei simboli ( e ) indicava la moltiplicazione per 10. Per esempio, (CI)) = 10000 e ((CI))) = 100000.

Consigli

  • Nonostante i romani non le avessero, puoi utilizzare le lettere minuscole per scrivere i numeri romani.
  • I romani utilizzavano solo le sottrazioni indicate in precedenza, tutte le altre situazioni venivano evitate.
    • V, L, e D non sono mai utilizzate per le sottrazioni, ma solo per le addizioni. Scrivi 15 così: XV e non così XVX.
    • Può essere sottratta solo una cifra alla volta. Scrivi 8 così e non così IIX.
    • Non utilizzare la sottrazione se una cifra è 10 volte più alta dell'altra. Scrivi 99 così LXCIX e non così IC.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 10 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Matematica

In altre lingue:

English: Read Roman Numerals, Deutsch: Römische Zahlen lesen, Português: Ler Números Romanos, Español: leer números romanos, Français: lire les chiffres romains, Русский: читать римские цифры, Bahasa Indonesia: Membaca Angka Romawi

Questa pagina è stata letta 10 132 volte.
Hai trovato utile questo articolo?