Come Liberare i Seni Nasali

Scritto in collaborazione con: Laura Marusinec, MD

In questo Articolo:Rimedi CasalinghiCure Mediche

La congestione dei seni nasali dovuta a un'infezione del tratto respiratorio superiore o a delle allergie è piuttosto irritante, ma può anche compromettere la qualità del sonno e influire sulla produttività sul posto di lavoro. Se è prolungata, la congestione può evolversi in un'infezione. Questo disturbo provoca diversi sintomi, come il naso chiuso, secrezione nasale densa, verde o purulenta, dolore facciale, cefalea costrittiva, tosse e un po' di febbre. Se soffri di congestione nasale, ci sono diversi modi per drenare i seni paranasali.

1
Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Respira il vapore. Questo è uno dei modi migliori per liberare le cavità nasali. Per produrre una quantità di vapore sufficiente, vai in bagno, apri l'acqua calda della doccia e chiudi la porta per trattenerlo all'interno. Resta nella stanza facendo scorrere l'acqua calda per 3 o 5 minuti. A questo punto le secrezioni nasali dovrebbero iniziare a sciogliersi e uscire dalle narici. Puoi anche mettere la testa sopra una grande ciotola di acqua bollente e coprire la testa con un telo. Respira in questo modo per 10 minuti o finché non inizi a sentire che la congestione migliora.
    • Se provi delle vertigini durante le procedure, esci all'aria fresca, siediti e respira normalmente; la sensazione di vertigine passerà in fretta, non è nulla di cui preoccuparsi e si risolverà in pochi minuti.
    • Quando sei in bagno puoi anche usare degli oli essenziali come la lavanda, l'eucalipto o la menta; si è riscontrato che hanno delle proprietà decongestionanti e offrono alcuni benefici. L'olio di eucalipto è un decongestionante, antimicrobico e antinfiammatorio naturale, che ha dato prova di liberare i seni nasali e prevenire la sinusite (infezione dei seni nasali). Per usarlo, versa 5 o 10 gocce di olio nella vasca o nella ciotola con l'acqua.
    • Tieni gli oli essenziali lontano dalla portata dei bambini, perché possono provocare gravi problemi anche mortali, se ingeriti o usati in modo improprio.
  2. 2
    Acquista un umidificatore. A volte le cavità nasali sono molto secche, aggravando la congestione. L'umidificatore offre dei benefici simili al vapore. Tienilo acceso quando sei in casa o quando dormi, in modo da aumentare il livello di umidità nelle narici e sciogliere meglio le secrezioni nasali.
    • Puoi aggiungere 5 gocce di olio essenziale di eucalipto o di menta all'acqua dell'umidificatore, per alleviare ancora di più la congestione. L'eucalipto, in particolare, ha delle proprietà antimicrobiche, decongestionanti e antinfiammatorie che possono aiutarti a gestire questo disagio.
  3. 3
    Usa degli impacchi caldi. Il calore è un altro elemento che aiuta ad allentare la congestione e a liberare i seni nasali. Prendi un asciugamano umido e mettilo nel forno a microonde per due o tre minuti. Assicurati che sia caldo, ma non bollente. Metti il panno sul naso e lascialo in posizione finché torna a temperatura ambiente. Ripeti la procedura, se necessario; questo dovrebbe permetterti di sciogliere le secrezioni e liberare il naso soffiandolo.
    • Fai attenzione a non ustionarti quando togli il telo dal microonde. Ogni elettrodomestico è diverso dagli altri e il tuo potrebbe scaldare il panno eccessivamente.
  4. 4
    Prepara una soluzione salina. Si tratta di un ottimo rimedio per sciogliere la congestione nasale. Se vuoi prepararne una tu stesso, mescola 240 ml di acqua con un cucchiaino di sale in una ciotola. Per inserirla nel naso, acquista una siringa a bulbo in farmacia. Intingi l'estremità della siringa nella soluzione e schiaccia il bulbo per far uscire l'aria, quindi rilascia la pressione così la siringa si riempie per suzione. In seguito inserisci il beccuccio in una narice e premi il bulbo per diluire le secrezioni presenti; in questo modo sarà molto più facile soffiare il naso e liberarlo.
    • Puoi anche comprare una soluzione salina spray (non medicata) e le gocce nasali in farmacia. Puoi applicarle a distanza di qualche ora, in quanto non contengono principi attivi e non sono pericolose. Le gocce nasali sono molto sicure ed efficaci anche per i neonati.
  5. 5
    Usa un neti pot. Si tratta di un accessorio che assomiglia a una piccola teiera e che permette di pulire i passaggi nasali facendo scorrere dell'acqua calda attraverso una narice per poi farla scendere dall'altra. Per usarlo, riempilo con acqua tiepida a circa 50 °C. Piega la testa sul lato sinistro, un po' indietro e inserisci il beccuccio del neti pot all'interno della narice destra. Solleva la "teiera" e versa l'acqua nel naso, dovrebbe uscire attraverso la narice sinistra.
    • Assicurati che l'acqua sia pulita e sterile. Prima falla bollire per scaldarla ed eliminare tutte le impurità, se non sei sicuro della qualità e sicurezza dell'acqua dell'acquedotto.
  6. 6
    Bevi qualcosa di molto caldo e mangia alimenti piccanti. Ci sono alcuni alimenti o bevande che possono aiutarti a gestire la tua congestione nasale. Puoi bere un tè bollente, che svolge una funzione simile al vapore. Il calore della bevanda scalda i passaggi nasali e aiuta a drenarli. Qualunque tipo di tè va bene, anche se la menta e la lavanda offrono maggiori benefici per il tuo problema.
    • Cambia anche il modo di mangiare. Prova una salsa piccante, il peperoncino o qualunque altro cibo che ti piace e che sia particolarmente speziato. Questi alimenti aumentano la temperatura del corpo e di conseguenza anche quella dei seni nasali, aiutandoti a espellere le secrezioni.
    • Anche una zuppa o del brodo bollente possono contribuire ad alleviare il disagio.
  7. 7
    Fai attività fisica. Anche se non ti senti in ottima forma quando hai una congestione nasale, è comunque utile fare un po' di esercizio fisico per aumentare la fuoriuscita di muco e sciogliere così le secrezioni. Prova a fare alcuni esercizi aerobici per 15 o 20 minuti.
    • Se sei allergico al polline o ad altre sostanze, dovresti allenarti al chiuso, come in palestra o a casa ed evitare di esporti agli agenti irritanti.
  8. 8
    Fatti un massaggio manuale. A volte può essere utile usare le mani per facilitare il drenaggio dei fluidi nasali. Applica una pressione delicata usando l'indice e il medio e fai dei movimenti circolari sulla fronte, sul ponte del naso, vicino e sotto gli occhi. Metti un olio come quello di rosmarino sulla fronte per aprire ancora di più i passaggi nasali.
    • Questa manipolazione scioglie fisicamente le secrezioni e le "spezza" mentre scalda l'area grazie all'attrito.

2
Cure Mediche

  1. 1
    Prendi dei farmaci. Ci sono alcuni medicinali, da banco e prescrivibili, che contribuiscono ad alleviare la sensazione di chiusura dei seni nasali. Per esempio, il Floxinase è uno spray nasale steroideo che puoi trovare in farmacia e va spruzzato nelle narici due volte al giorno. Questo prodotto è indicato soprattutto per le allergie; in alternativa puoi prendere lo Zirtec, un antistaminico che non provoca sonnolenza e che può ridurre la congestione. Prendine 10 mg una volta al giorno. Un altro antistaminico simile è il Clarityn, che può essere ancora più efficace. Anche in questo caso, la dose consigliata è di 10 mg una volta al giorno. Altri farmaci utili sono i decongestionanti per uso orale, come la pseudoefedrina.
    • Se i dosaggi dei farmaci da banco non sono sufficienti per il tuo disturbo, parla con il medico che potrà prescriverti la versione più concentrata o altri tipi di medicinali. Nel tuo caso potrebbero essere efficaci solo quelli su prescrizione.
    • Per alleviare il dolore associato alla congestione puoi prendere altre medicine da banco come la tachipirina e l'ibuprofene.
    • I decongestionanti nasali, come l'Afrin, possono ridurre velocemente la congestione, ma possono essere usati solo per un massimo di tre giorni; un uso prolungato può provocare l'effetto rebound.
    • Le donne incinte o gli individui affetti da problemi cardiaci, diabete, ipertensione arteriosa o disfunzioni della tiroide non devono prendere questo farmaco senza prima consultare il medico. Inoltre, è importante rivolgersi al pediatra prima di somministrarlo ai bambini.
  2. 2
    Parla con il medico in merito all'immunoterapia. Se soffri di gravi allergie croniche che ti provocano problemi ai seni nasali, puoi valutare questa procedura per alleviare il disagio. L'immunoterapia consiste nel somministrare, indifferentemente per iniezione o sotto la lingua, delle piccole dosi di allergene, come polline, muffa o forfora di animale. La prima cosa da fare è di sottoporti a delle analisi presso un allergologo che ti spiegherà esattamente a cosa sei allergico. Una volta accertati gli allergeni, il medico te ne somministrerà una piccola dose per iniezione o sotto la lingua. Questo metodo ha lo scopo di adattare il corpo all'allergene, in maniera che non lo percepisca più come un agente esterno da combattere e non si inneschi la risposta immunitaria che porta alla congestione nasale o alla rinorrea.
    • L'iniezione o il trattamento sublinguale devono essere fatti una volta a settimana per i primi 4 o 6 mesi. In seguito, è sufficiente una cura di mantenimento ogni 2 o 4 settimane. Gradualmente i tempi tra una somministrazione e l'altra del farmaco si dilatano sempre di più, finché sarà necessaria una dose solo una volta al mese. Dopo un anno, se hai risposto positivamente alla terapia, non dovresti più presentare i sintomi, o questi dovrebbero essersi ridotti notevolmente, e potrai continuare il trattamento per tre o cinque anni, finché non sarai diventato completamente immune agli allergeni.
    • Se l'organismo non risponde, dovrai interrompere la terapia.
    • Si tratta di una cura molto impegnativa sia dal punto di vista economico sia per il tempo richiesto, ma molte persone la scelgono perché permette di eliminare la congestione nasale e migliorare la qualità della vita.
  3. 3
    Cerca immediate cure mediche. In alcune situazioni è necessario rivolgersi al dottore. Se hai avuto dei sintomi di sinusite per più di due settimane, dovresti farti visitare per accertarti che non ci siano altri problemi di salute come un'infezione batterica. Se noti dei cambiamenti nelle tue solite secrezioni nasali da allergia, manifesti dei sintomi che durano più di una settimana o peggiorano invece che migliorare, allora devi fissare un appuntamento con il tuo medico.
    • A volte la congestione nasale può trasformarsi in un'infezione batterica; in questo caso il medico ti prescriverà degli antibiotici. La chirurgia ai seni nasali è un evento piuttosto raro, necessario per le congestioni e infezioni croniche.
    • Se esce sangue dal naso, se la congestione è associata a un forte mal di testa, a febbre alta, ti senti confuso, manifesti rigidità nucale, senso di debolezza generale o noti che i sintomi peggiorano dopo l'uso di rimedi casalinghi, rivolgiti immediatamente al medico.
    • Il drenaggio della congestione nasale può scatenare alcuni sintomi nelle persone che soffrono di asma o di altri problemi polmonari. Recati dal medico se hai tosse, dispnea, dolore al petto o difficoltà di respirazione associati al tuo disturbo.

Consigli

  • Può esserti di aiuto bere molti liquidi, ridurre caffeina e alcool e dormire con la testa un po' sollevata.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.

Categorie: Vie Respiratorie

In altre lingue:

English: Drain Sinuses, Português: Drenar os Seios Nasais, Deutsch: Nasennebenhöhlen Entwässerung, Français: drainer les sinus, Русский: очистить пазухи, Español: drenar los senos paranasales, 中文: 疏通鼻窦, Nederlands: Neusbijholten ontstoppen, Bahasa Indonesia: Membersihkan Sinus, 한국어: 콧물 빼는법, Tiếng Việt: Thông nghẹt Xoang, العربية: تفريغ الجيوب الأنفية, हिन्दी: साइनस की परेशानी से छुटकारा पायें

Questa pagina è stata letta 15 792 volte.
Hai trovato utile questo articolo?