Come Liberarsi delle Emorroidi Naturalmente

Scritto in collaborazione con: Zora Degrandpre, ND

In questo Articolo:Trattare le Emorroidi NaturalmenteApportare Cambiamenti allo Stile di VitaProvare con un Intervento Medico15 Riferimenti

Le emorroidi sono vene ingrossate che possono essere trovate esternamente o internamente nella zona dell'ano. Vengono causate da un incremento della pressione sulle vene pelviche e rettali, e sono associate a stitichezza, diarrea e difficoltà nel transito delle feci. Il sintomo più comune è il sanguinamento che si verifica durante i movimenti intestinali: è possibile notare del sangue sulla carta igienica o nella tazza del gabinetto. Le emorroidi possono anche causare prurito e dolore. Spesso si manifestano quando si fa fatica a espellere le feci. Oltre alle cause indicate finora, possono essere dovute a obesità, sollevamento di oggetti pesanti e gravidanza. Durante la dolce attesa, vengono provocate dallo sforzo di portare in grembo il bambino e dalla conseguente pressione sulle vene della parte inferiore dell'addome [1].

1
Trattare le Emorroidi Naturalmente

  1. 1
    Determina se hai le emorroidi. Quando ti pulisci, potresti effettivamente sentire un'emorroide esterna: si tratterà di un gonfiore morbido intorno all'apertura anale. Solitamente, non è possibile sentire le emorroidi interne, ma possono sporgere attraverso l'ano.
  2. 2
    Fai dei bagni caldi. Se non vuoi prepararne uno completo, puoi provare un bagno sitz [2], che consiste nel sederti nell'acqua alta qualche centimetro. Aggiungi un bicchiere circa di sali di Epsom in una vasca piena d'acqua; se fai un bagno sitz, usa 2-3 cucchiai di sali di Epsom. L'acqua deve essere tiepida, non troppo calda. Ripeti 2-3 volte al giorno. Potrebbe sembrare un po' fastidioso, ma ricorda che anche le emorroidi lo sono!
  3. 3
    Applica una compressa calda. Prendi un asciugamano per il viso pulito e di cotone. Imbevilo di acqua tiepida (non calda). Applicalo direttamente sulle emorroidi per 10-15 minuti. Ripeti 4-5 volte al giorno. Ciò dovrebbe darti un po' di sollievo.
  4. 4
    Fai restringere le emorroidi con un astringente. Puoi usare un dischetto di cotone imbevuto di acqua di amamelide dopo un movimento intestinale. L'acqua di amamelide ha funzione astringente e può aiutarti a ridurre il gonfiore. Ripeti la procedura il più spesso possibile, almeno 4-5 volte al giorno [3].
  5. 5
    Pulisciti accuratamente. Dopo un movimento intestinale, assicurati di pulirti completamente per evitare irritazioni. Per farlo, potresti usare le salviette per bambini o della carta igienica umida al posto di quella classica [4].
  6. 6
    Applica un impacco di ghiaccio sulle emorroidi [5]. Un impacco di ghiaccio può aiutare a ridurre il gonfiore causato dalle emorroidi, ma non va lasciato in posa troppo a lungo. Limitane l'uso a un massimo di 5-10 minuti alla volta.
  7. 7
    Siediti su un cuscino. Procurati un cuscino in schiuma di lattice o a forma di ciambella su cui sederti: può aiutare ad alleviare in parte la pressione associata alle emorroidi. Se da un lato non ti darà una mano a curarle, potrebbe permetterti di lenire il fastidio e conviverci con più facilità.

2
Apportare Cambiamenti allo Stile di Vita

  1. 1
    Evita di sforzarti eccessivamente durante i movimenti intestinali. La gravità può aiutarti, ma permetti che sia l'intestino a fare la maggior parte del lavoro. Se non succede niente, aspetta un'ora circa, poi riprovaci. In ogni caso, è importante non affaticarsi e non forzare un movimento intestinale che non si verificherà naturalmente.
  2. 2
    Mantieni una buona idratazione. Aumenta il consumo d'acqua arrivando a bere almeno 8-10 bicchieri da 250 ml al giorno. Le feci contengono quantità significative di liquidi: più acquosi sono gli escrementi, più si ammorbidiranno, il che ne faciliterà il passaggio.
  3. 3
    Consuma più fibre nella tua dieta. Aiutano a mantenere l'acqua nelle feci e le ingrossano, in modo che possano passare attraverso il retto e l'ano più facilmente; in caso di emorroidi, il dolore si attutirà. Ecco alcune buone fonti di fibre:
    • Cereali integrali, tra cui riso integrale, orzo, mais, segale, grano spezzato, kasha (grano saraceno) e avena.
    • Frutta, possibilmente con la buccia.
    • Verdure (specialmente quelle a foglia, come verza, cavolo, spinaci, lattuga, bietole).
    • Legumi; ricorda che, per qualcuno, mangiare questi cibi può aumentare il gas intestinale.
  4. 4
    Evita i lassativi. Questi prodotti possono causare la formazione di cattive abitudini e anche indebolire l'intestino, conducendo potenzialmente a una stitichezza cronica. Se pensi di averne bisogno, prova invece un lassativo a base di erbe [6].
    • La senna e lo psillio sono lassativi a base di erbe. La senna ammorbidisce le feci in maniera naturale e delicata. Puoi prenderla sotto forma di compresse (leggi le istruzioni riportate sulla confezione) o di infuso serale. Puoi anche provare un prodotto a base di psillio [7], una sostanza naturalmente ingrossante, come il Metamucil.
  5. 5
    Fai attività fisica regolarmente. Puoi optare per aerobica, allenamento di forza o cardiovascolare, semplici passeggiate. Muovere il corpo ha un fine ben preciso: può favorire il movimento dell'intestino perché, in buona sostanza, lo massaggia. Forse non ci hai mai pensato, ma quando il corpo si muove, anche gli organi interni lo fanno, e vengono massaggiati.
  6. 6
    Presta attenzione allo stimolo naturale di andare al bagno. Una volta che hai l'esigenza di farlo, non aspettare. Recatici il prima possibile, ma non sederti e provare troppo a lungo: questa posizione è associata a un aumento del rischio di emorroidi [8].
  7. 7
    Cerca di avere una certa regolarità. Fai in modo di organizzare uno schema regolare per quanto riguarda i movimenti intestinali. Dovresti riuscire ad andare al bagno allo stesso orario tutti i giorni, senza interruzioni. Ciò tende a facilitare i movimenti intestinali. Inoltre, pare che espellere le feci regolarmente sia un ottimo indicatore generale di buona salute [9].

3
Provare con un Intervento Medico

  1. 1
    Prova con il gel per la dentizione dei bambini. Sembrerà un po' strano, ma se le emorroidi sono piuttosto dolorose e scomode, applica una dose minuscola di gel per la dentizione sull'area. Questo prodotto contiene un antisettico locale che può diminuire il dolore e il fastidio [10].
  2. 2
    Prova gel o lozioni ad applicazione topica per attenuare il dolore e il prurito [11]. Lava delicatamente la zona anale con acqua tiepida e tamponala attentamente per asciugarla. Poi, applica una piccola dose di aloe vera in gel o una pomata apposita, come la Preparazione H, per diminuire il dolore e/o il fastidio delle emorroidi. Fallo ogni volta che ne avverti l'esigenza.
    • Le pomate per alleviare le emorroidi, come la Preparazione H, solitamente contengono vaselina, olio minerale, olio di fegato di squalo e fenilefrina, che agisce come decongestionante e aiuta a restringere le emorroidi.
    • Il gel di aloe vera contiene sostanze notoriamente in grado di bloccare le infezioni e aiutare a curare le ferite poco gravi.
    • Evita le creme a base di steroidi, perché possono danneggiare il tessuto delicato intorno alle emorroidi.
  3. 3
    Prendi un antidolorifico. Se il fastidio è persistente, potresti considerare l'assunzione di un analgesico da banco, come acetaminofene, aspirina o ibuprofene [12]. Può aiutarti a sentirti meglio e ridurre anche il gonfiore. Come sempre, consulta un medico per essere certo che sia sicuro assumere un farmaco che solitamente non usi.
  4. 4
    In caso di emorroidi persistenti, rivolgiti a un medico. La maggior parte delle emorroidi passa entro 3-7 giorni utilizzando metodi naturali [13]. Se la situazione non migliora, o addirittura peggiora, chiama un medico. Potresti avere bisogno di un intervento specializzato: questo succede occasionalmente per le emorroidi esterne e più spesso per quelle interne. Se i metodi descritti nell'articolo non bastano, gli approcci più comuni sono [14]:
    • Legatura: viene legata una fascia elastica intorno alla base dell'emorroide per bloccare la circolazione del sangue.
    • Iniezione di una soluzione chimica concepita per restringere le emorroidi.
    • Cauterizzazione: consiste nel bruciare le emorroidi.
    • Pinzatura delle emorroidi: la circolazione arteriosa che va in direzione delle emorroidi viene bloccata con una pinza chirurgica.
    • Emorroidectomia: rimozione chirurgica delle emorroidi.

Avvertenze

  • Se il sanguinamento rettale non viene causato dalle emorroidi, il medico probabilmente ti consiglierà un test più esauriente chiamato sigmoidoscopia o colonscopia, perché questo può essere sintomo di cancro al colon [15].

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Zora Degrandpre, ND. La Dottoressa Degrandpre lavora come Medico Naturopata Registrato a Washington. Ha conseguito la Laurea in Naturopatia presso il National College of Natural Medicine nel 2007.

Categorie: Medicina Alternativa

In altre lingue:

English: Get Rid of Hemorrhoids Naturally, Español: usar remedios naturales para las hemorroides, Português: Tratar Hemorroidas Naturalmente, Français: se débarrasser naturellement des hémorroïdes, Русский: избавиться от геморроя в домашних условиях, 中文: 自然地消除痔疮, Deutsch: Hämorrhoiden loswerden und verhindern, Bahasa Indonesia: Mengatasi Hemorrhoid Secara Alami, Nederlands: Op natuurlijke wijze van aambeien afkomen, Čeština: Jak se zbavit hemeroidů bez návštěvy lékaře, العربية: التخلّص من البواسير بعلاجات طبيعية, ไทย: รักษาริดสีดวงอย่างเป็นธรรมชาติ, 한국어: 치핵 자연 치유하기, Tiếng Việt: Điều trị bệnh trĩ một cách tự nhiên, 日本語: 痔を自然療法で治す

Questa pagina è stata letta 17 621 volte.
Hai trovato utile questo articolo?