Come Liberarsi delle Verruche Genitali

Scritto in collaborazione con: Jurdy Dugdale, RN

In questo Articolo:Applicare una Pomata MedicaleRimozione Chimica o ChirurgicaGestire l'HPV23 Riferimenti

La presenza di uno sfogo di verruche genitali potrebbe spaventarti, ma sappi che può essere trattato facilmente. Devi rivolgerti al medico per un esame fisico e farti consigliare la terapia migliore; potrebbe prescriverti una pomata, un gel medicale o potrebbe optare per un'asportazione ambulatoriale. La maggior parte dei casi di verruche genitali è causata dal papilloma virus umano (HPV) e il fatto di liberarti delle verruche non significa curare il virus. Informa i tuoi partner sessuali dell'infezione, pratica sesso sicuro per il resto della tua vita sessuale ed evita rapporti intimi mentre sei in terapia o durante i futuri sfoghi.

1
Applicare una Pomata Medicale

  1. 1
    Fatti prescrivere il farmaco dal medico. Non devi usare prodotti da banco specifici per gli altri tipi di verruche. Fatti visitare dal medico di famiglia o da un dermatologo; se le verruche sono esterne, questi può prescriverti una pomata medicale.[1]
    • Le verruche esterne colpiscono la superficie della pelle. Il medico può consigliarti la crioterapia - una procedura che consiste nel congelare le verruche con l'azoto liquido - o un metodo differente nel caso interessino una zona che non può essere trattata con la pomata, come mucose interne, uretra o interno della vagina.
    • Se le verruche hanno infettato una vasta area o se soffri di altri disturbi, come una malattia autoimmune, a volte la soluzione migliore è l'asportazione chirurgica.
  2. 2
    Chiedi al medico di insegnarti ad applicare correttamente la pomata. Esistono diversi tipi di farmaci per uso topico, ognuno dei quali richiede una tecnica differente di applicazione. Chiedi al dottore di mostrarti il metodo appropriato per il tuo caso specifico e assicurati di capire bene le istruzioni prima di lasciare il suo ambulatorio.[2]
    • È importante che il medico ti mostri esattamente come procedere; se spalmi la pomata nella maniera sbagliata, potresti aggravare gli effetti collaterali, come l'irritazione cutanea, o anche rendere inefficace la cura.
    • I tre tipi principali di pomate o gel medicali sono a base di imiquimod, podofillotossina e sinecatechine. Attieniti alle istruzioni specifiche per il farmaco che ti ha prescritto il medico; chiedigli anche per quanto tempo devi applicarlo affinché sia efficace.
  3. 3
    Lavati le mani prima di applicare il medicinale. Igienizzale accuratamente con acqua calda e sapone per 20 secondi e poi asciugale con scrupolo. Fai in modo che siano perfettamente asciutte prima di maneggiare la pomata o il gel e ricorda di lavarle nuovamente una volta finita la medicazione.[3]
    • Questa tipologia di farmaci può irritare la pelle, è quindi importante togliere ogni residuo dalle mani alla fine del trattamento, senza contare che se tocchi altre parti del corpo dopo aver trattato le verruche, potresti diffondere gli agenti patogeni.
  4. 4
    Lava e asciuga l'area colpita prima di applicare il farmaco. Fai una doccia o lava semplicemente la zona interessata; puliscila con acqua calda e sapone e poi asciugala con cura. Anche la pelle, come le mani, deve essere perfettamente asciutta prima di procedere con la pomata.[4]
  5. 5
    Applica una pomata a base di imiquimod prima di andare a dormire e lava la zona dopo 6-10 ore. Se il medico ti ha prescritto questo farmaco, usa le dita per stenderne uno strato sottile sulle verruche; trascorse 6-10 ore, lava la pelle interessata con acqua calda e sapone. La frequenza delle applicazioni dipende dalla concentrazione del principio attivo, chiedi quindi al medico quanto spesso lo devi usare.[5]
    • Applica una pomata più forte tre volte a settimana prima di andare a letto;
    • Se è invece a bassa concentrazione, va usata ogni sera, sempre prima di coricarsi;
    • È necessario lavare la pelle 6-10 ore dopo il trattamento, indipendentemente dal tipo di farmaco che hai usato.
  6. 6
    Applica un medicinale a base di podofillotossina due volte al giorno per tre giorni se il medico te lo prescrive. Il farmaco è disponibile sotto forma di soluzione che puoi applicare con un bastoncino cotonato, oppure in gel che puoi spalmare con le dita. Usane solo la quantità sufficiente per distribuire uno strato leggero che copra le verruche e procedi 2 volte al giorno per tre giorni in tutto; trascorso questo tempo, sospendi la cura per quattro giorni, dopodiché ripeti il ciclo di applicazioni per altri tre.[6]
    • Completa 4 cicli costituiti da 3 giorni di applicazioni e 4 di sospensione;
    • Chiedi al medico se devi lavare la pelle dopo alcune ore dal trattamento;
    • Ricorda che il dottore prescrive un solo tipo di farmaco. Attieniti alle sue indicazioni per applicare la podofillotossina solo se ti è stato prescritto questo medicinale specifico.
  7. 7
    Applica un farmaco a base di sinecatechine 3 volte al giorno, se ti è stato raccomandato dal medico. Usa le dita per diffonderne uno strato leggero su ogni verruca; applicalo 3 volte al giorno fino a 16 settimane o in base alle indicazioni del medico. Al termine del trattamento non devi lavare la zona.[7]
    • Tieni presente che puoi applicare un solo tipo di pomata; se ti vengono prescritte le sinecatechine, non puoi utilizzare l'imiquimod o la podofillotossina.
    • Eventualmente, può consigliarti un tipo di medicamento e passare in seguito a un altro trattamento.
  8. 8
    Copri la pelle solo con cotone traspirante. Dopo aver applicato la pomata o il gel indossa unicamente biancheria intima di cotone traspirante; non è necessario coprire la pelle con una garza, ma potrebbe essere più confortevole se l'epidermide tende a strofinarsi contro quella circostante. Se desideri proteggerla, usa solo una garza di cotone e non applicare cerotti impermeabili.[8]
    • Se decidi di mettere un bendaggio, cambialo almeno due volte al giorno o dopo aver fatto il bagno;
    • Puoi anche usare un assorbente igienico o un salvaslip e cambiarlo durante il giorno in base alla necessità.
  9. 9
    Consulta il medico se manifesti degli effetti avversi. Tra gli effetti collaterali più comuni dovuti a queste pomate puoi notare arrossamento, bruciore e dolore al sito di applicazione; se uno qualsiasi di questi sintomi è particolarmente grave, chiedi al dottore di usare un prodotto diverso o comunque in una concentrazione inferiore.[9]

2
Rimozione Chimica o Chirurgica

  1. 1
    Se hai delle verruche nell'uretra o sulla cervice, puoi farle rimuovere chirurgicamente durante la visita medica. Quando si trovano in un'area che non può essere trattata con pomate o gel oppure interessano una zona troppo estesa, il medico consiglia in genere l'asportazione con una procedura chimica o chirurgica.[10] Tra le varie opzioni considera la crioterapia (tramite congelamento), la rimozione laser e quella chirurgica tramite incisione.[11]
    • Probabilmente il medico ti somministra un anestetico, in modo da non provare dolore durante l'intervento; al termine, potresti soffrire di una lieve dolenzia e gonfiore, ma scompare entro pochi giorni. Con la rimozione laser potresti provare un po' di disagio, ma la procedura non è dolorosa.
    • Se ti sei rivolto a uno specialista, come un dermatologo, urologo o ginecologo, questi potrebbe procedere alla rimozione delle verruche già durante la prima visita.
    • Se ti sei fatto visitare dal medico di famiglia, potrebbe non avere l'esperienza necessaria o gli strumenti adatti per eseguire tale trattamento; se necessario, potrebbe inviarti presso uno specialista.[12]
    • Per togliere le verruche genitali potresti anche rivolgerti a qualche clinica o centro specializzato in malattie sessualmente trasmissibili.
  2. 2
    Lava il sito chirurgico due volte al giorno e coprilo con un bendaggio. Una volta eseguita l'asportazione, devi attenerti alle istruzioni del medico, il quale ti consiglierà probabilmente di lavare la zona con acqua calda e sapone due volte al giorno; al termine, coprila con una fasciatura pulita e asciutta.[13]
    • Ricordati di lavare le mani prima e dopo aver medicato la ferita.
  3. 3
    Evita di grattare o strofinare qualsiasi vescica che dovesse formarsi. Se ti sottoponi alla crioterapia, è piuttosto normale che si sviluppino delle vesciche sull'area trattata; è importante lasciarle indisturbate, non devi quindi stuzzicarle o cercare di schiacciarle, dato che andranno via spontaneamente dopo alcuni giorni.[14]
    • In casi rari le vesciche o il sito dell'incisione possono infettarsi; se noti arrossamento, il gonfiore si aggrava dopo 24-48 ore o noti del pus o altre secrezioni, devi contattare il medico.
  4. 4
    Valuta la terapia con gli interferoni, se gli altri metodi non portano a risultati. Se tutte le altre opzioni non hanno successo, alcuni medici consigliano delle iniezioni a base di queste proteine o di farmaci antivirali da eseguire direttamente sull'area sofferente. Tra gli effetti collaterali potresti manifestare sintomi simil-influenzali, come febbre, dolenzia muscolare, brividi e dolore al sito dell'iniezione.[15]
    • A seconda del tipo di iniezione, potrebbe essere necessario rivolgerti al medico per sottoporti ai trattamenti 2 o 3 volte a settimana per 3-8 settimane.

3
Gestire l'HPV

  1. 1
    Non sentirti in colpa e non pensare di aver fatto qualcosa di sbagliato. Il papilloma virus umano è molto diffuso e non è così raro ammalarsi. Nei soli Stati Uniti, per esempio, circa l'80% delle persone sessualmente attive contrae questa infezione in qualche momento della propria vita; la maggior parte della gente non manifesta alcun sintomo e spesso la malattia scompare da sola.[16]
    • È più difficile diagnosticare l'infezione negli uomini, dato che molte volte l'infezione è asintomatica. Quando stai valutando di avere un nuovo partner sessuale, fai in modo che entrambi vi sottoponiate agli accertamenti per le malattie sessualmente trasmissibili.
    • I ricercatori non hanno ancora capito completamente in quale modo il virus diventi dormiente, ma nella maggior parte dei casi un sistema immunitario forte è in grado di sopprimerlo entro uno o due anni.[17]
  2. 2
    Informa il tuo partner sessuale se soffri di verruche genitali. Se ti è stato diagnosticato l'HPV, devi confidarlo al tuo partner attuale o a quello precedente. Non è possibile sapere quando si contrae il virus; le verruche possono svilupparsi settimane, mesi o anche anni dopo l'esposizione iniziale. Trattare gli sfoghi non cura la malattia alla radice, devi pertanto avvisare anche i tuoi futuri partner.[18]
    • Chiedi al medico di informarti circa il ceppo specifico di virus che ti ha colpito. Esistono più di 100 ceppi di questo virus, ma davvero pochissimi tra questi possono causare il cancro agli organi riproduttivi; chiedi pertanto al dottore se sei a rischio di sviluppare tale grave complicazione.[19]
    • Si tratta indubbiamente di un tema delicato e potresti avere difficoltà a parlarne con il partner; tuttavia, cerca di essere diretto e onesto. Devi fargli sapere che ti sei sottoposto di recente a un trattamento per il papilloma virus umano, che non sei in grado di sapere quando e come l'hai contratto, ma che trovi giusto informarlo affinché ne sia consapevole e possa a sua volta sottoporsi agli accertamenti.[20]
    • Non devi necessariamente condividere con il nuovo partner ogni dettaglio della tua storia sessuale passata, ma devi permettergli di prendere una decisione informata prima di avere una relazione intima con te, soprattutto se ti sei sottoposta a una cura.
  3. 3
    Evita i rapporti sessuali durante uno sfogo di verruche o durante il trattamento. In questa fase è più facile diffondere il virus; inoltre, l'area sottoposta alla cura è più irritata, dovresti pertanto evitare il contatto sessuale. Chiedi al medico quanto tempo devi aspettare prima di avere nuovamente dei rapporti intimi.[21]
    • Il periodo di astensione dipende dal tipo di cura a cui ti stai sottoponendo;
    • Intervenire sulle verruche permette di ridurre, ma non di eliminare completamente, il rischio di diffondere l'HPV.
  4. 4
    Usa il preservativo durante i rapporti sessuali anche se non sono presenti le verruche. Il profilattico minimizza il rischio di diffondere la malattia; tuttavia, anche se lo usi, rimane una certa percentuale di probabilità di contagio attraverso il contatto della pelle, in quanto le zone cutanee non coperte dal preservativo possono essere infettate e quindi trasmettere il virus.[22]
  5. 5
    Vai dal medico se sviluppi un altro sfogo. Dopo il trattamento iniziale per le verruche genitali, è piuttosto normale presentare un altro sfogo entro tre mesi; se necessario, fissa un appuntamento di controllo dal dottore per un secondo ciclo di trattamento.[23]

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Jurdy Dugdale, RN. Jurdy Dugdale lavora come Infermiera Registrata in Florida. Ha ricevuto la Licenza Infermieristica dal Florida Board Nursing nel 1989.

Categorie: Disturbi della Pelle

In altre lingue:

English: Get Rid of Genital Warts, Português: se Livrar de Verrugas Genitais, Español: deshacerse de las verrugas genitales, Français: se débarrasser des condylomes, Deutsch: Genitalwarzen behandeln, 中文: 摆脱生殖器疣, Русский: избавиться от генитальных бородавок, Bahasa Indonesia: Menyingkirkan Kutil Kelamin, Čeština: Jak se zbavit genitálních bradavic, Nederlands: Van genitale wratten afkomen, Tiếng Việt: Loại bỏ mụn cóc sinh dục, ไทย: กำจัดหูดหงอนไก่, العربية: التخلص من الثآليل التناسلية

Questa pagina è stata letta 147 692 volte.
Hai trovato utile questo articolo?