Come Liberarsi di un Occhio Pigro

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 96 Riferimenti

In questo Articolo:Controllare la Presenza dell'Occhio PigroSottoporre il Bambino a una Visita Oculistica PediatricaTrattare l'AmbliopiaValutare altri TrattamentiPrendersi Cura del Contorno OcchiFornire Supporto a un Bambino Ambliope

L'occhio pigro, il cui termine medico è ambliopia, è un disturbo oculare che in genere si sviluppa nella prima infanzia e colpisce il 2-3% dei bambini.[1] Spesso è un problema ereditario ed è trattabile se diagnosticato per tempo, ma può causare la perdita della funzionalità visiva qualora fosse trascurato.[2] Sebbene in alcuni casi l'ambliopia sia evidente, non è sempre facile individuarla nei bambini. A volte neppure il bimbo è consapevole del problema; dovresti consultare un oculista o un ortottista il prima possibile per diagnosticarlo e trattarlo.[3] Esistono delle tecniche che aiutano a capire se tuo figlio ha un occhio pigro, ma devi sempre rivolgerti a un oftalmologo, meglio se pediatrico.

Parte 1
Controllare la Presenza dell'Occhio Pigro

  1. 1
    Documentati sulle cause dell'ambliopia. Questo disturbo insorge quando il cervello ha difficoltà a comunicare correttamente con entrambi gli occhi, ad esempio quando uno ha un'acutezza visiva decisamente migliore dell'altro.[4] Come singola patologia, l'ambliopia è difficile da individuare, dato che potrebbe non accompagnarsi a nessuna deformità o anomalia evidente. Una visita presso l'oculista è l'unica maniera per una diagnosi accurata.[5]
    • Lo strabismo è una causa molto comune di questo problema. Si tratta di un disallineamento degli assi visivi in cui un occhio è deviato verso l'interno (esotropia), verso l'esterno (exotropia), in alto (ipertropia) o verso il basso (ipotropia). Volgarmente, si parla di "occhi storti". Alla fine l'occhio "dritto" domina i segnali visivi che vengono inviati al cervello e si instaura un'ambliopia da strabismo. Tuttavia, non tutti i casi di occhio pigro sono correlati a una deviazione oculare.[6]
    • Ad esempio, potrebbe essere il risultato di un problema strutturale, come la ptosi palpebrale.[7]
    • Altre patologie oculari, come la cataratta (un annebbiamento del cristallino) o il glaucoma, possono causare l'occhio pigro. In tal caso si parla di "ambliopia da deprivazione" e deve essere trattata chirurgicamente.[8]
    • Anche le gravi differenze refrattive fra un occhio e l'altro (anisometropia) possono causare l'ambliopia. Ad esempio, alcuni individui hanno un occhio miope e l'altro ipermetrope (in questa situazione si parla di antimetropia). Il cervello in queste condizioni "sceglie" le immagini inviate da un solo occhio e ignora l'altro. In questo caso si parla di "ambliopia refrattiva".[9][10]
    • A volte può manifestarsi un'ambliopia bilaterale, cioè che colpisce entrambi gli occhi. Un bambino, per esempio, potrebbe essere nato con una cataratta congenita in entrambi gli occhi. L'oculista è in grado di diagnosticare e trattare questo tipo di occhio pigro.
  2. 2
    Cerca i sintomi comuni. Il bambino potrebbe anche non lamentarsi della sua cattiva visione. Con il passare del tempo una persona ambliope si abitua ad avere un'acutezza visiva migliore in un occhio rispetto all'altro. La visita oculistica è l'unico metodo per accertarsi che il bimbo abbia un occhio pigro; ci sono tuttavia alcuni segni e sintomi a cui puoi prestare attenzione.[11][12]
    • Cattiva percezione della profondità. Il bambino potrebbe avere qualche difficoltà con la percezione della profondità (stereopsi) e potrebbe non riuscire a vedere i film in 3-D. Potrebbe anche lamentarsi di non vedere oggetti distanti, come la lavagna a scuola.
    • Strabismo. Se gli occhi del bimbo sono disallineati, potrebbe soffrire di strabismo, una causa comune di ambliopia.
    • Il bambino strizza spesso gli occhi, li strofina e inclina la testa. Questi possono essere tutti segni di una visione sfocata, un sintomo presente nell'ambliopia.
    • Il bimbo si arrabbia o s'innervosisce se qualcuno gli copre un occhio. Alcuni bambini reagiscono in questa maniera quando si copre loro uno degli occhi e questo potrebbe essere segno che i due occhi non inviano al cervello lo stesso segnale visivo.[13]
    • Difficoltà a scuola. Alcuni bimbi hanno problemi con la resa scolastica perché sono ambliopi. Parlane con l'insegnante e chiedigli se tuo figlio adduce scuse quando gli viene richiesto di leggere da distante (ad esempio potrebbe dire di essere confuso o che ha prurito gli occhi).[14]
    • Dovresti chiedere all'oculista di visitare il bambino quando questi ha meno di sei mesi, alla ricerca di strabismo o problemi di vista. A questa età la vista è ancora in fase di sviluppo, quindi i test che puoi fare a casa sono inconcludenti.[15].
  3. 3
    Esegui un test con un oggetto in movimento. Verifica se un occhio del bambino reagisce a un oggetto in movimento in maniera più lenta rispetto all'altro. Prendi una penna con il tappo dal colore brillante oppure un altro oggetto dalla tonalità vivace. Chiedi a tuo figlio di fissare una parte specifica dell'oggetto (ad esempio il tappo della biro oppure la sfera del lecca-lecca).[16]
    • Chiedigli di non distogliere lo sguardo dal punto che ha scelto mentre ne segue il movimento con gli occhi.
    • Sposta l'oggetto lentamente verso destra e poi verso sinistra. In seguito spostalo verso l'alto e verso il basso. Osserva attentamente gli occhi del bambino mentre muovi l'oggetto; dovresti notare se uno dei due lo segue più lentamente rispetto all'altro.
    • Coprigli un occhio e muovi ancora l'oggetto a sinistra, a destra, in alto e in basso. Ora copri l'altro occhio e ripeti il test.
    • Osserva la reazione di ciascun occhio al movimento. In questo modo potrai capire se uno dei due si muove con maggior lentezza.
  4. 4
    Fai il test fotografico. Se credi che gli occhi di tuo figlio siano disallineati, allora puoi verificarlo osservando le fotografie. Questa tecnica offre un tempo maggiore di analisi alla ricerca dei segni di un qualunque problema. Ciò è particolarmente utile quando devi valutare i neonati o i bambini piccoli che non prestano molta attenzione per troppo tempo durante un controllo dei loro occhi.[17][18]
    • Puoi utilizzare delle foto che hai già scattato, se mostrano chiaramente i dettagli degli occhi. Se non hai alcuna fotografia a disposizione, chiedi a qualcuno che ti aiuti a farne di nuove.
    • Sfrutta il riflesso corneale della luce di una torcia a stilo per escludere l'occhio pigro. Chiedi al tuo assistente di tenere una piccola torcia a stilo a circa 90 cm dagli occhi del bimbo.
    • Chiedi a tuo figlio di guardare la luce.
    • Non appena vedi il riflesso della luce negli occhi, scatta una fotografia.
    • Osserva se i riflessi sono simmetrici nelle pupille o sulle iridi.[19]
      • Se la luce si riflette nello stesso punto in ciascun occhio, allora ci sono molte probabilità che non ci sia un disallineamento.
      • Se i riflessi non sono simmetrici, uno dei due occhi può essere deviato verso l'interno o l'esterno.
      • Se hai dubbi, scatta diverse fotografie in tempi differenti per controllare più volte gli occhi.
  5. 5
    Esegui un cover-uncover test. Questo esame viene fatto sui bambini che hanno almeno sei mesi di età. Lo scopo è quello di determinare il corretto allineamento degli occhi e capire se questi lavorano in maniera identica.[20]
    • Fai sedere tuo figlio davanti a te o chiedi al tuo partner di tenerlo in braccio. Chiudigli un occhio con una mano oppure con un cucchiaio di legno.
    • Chiedi al bambino di guardare un giocattolo con l'occhio scoperto per diversi secondi.
    • Scopri l'occhio che avevi chiuso e osserva come risponde. Cerca di capire se questo "scatta" di nuovo in posizione allineata dopo aver deviato l'orientamento mentre era coperto. Questa reazione può indicare un problema oculare che deve essere approfondito dall'oculista pediatrico.
    • Ripeti il test con l'altro occhio.

Parte 2
Sottoporre il Bambino a una Visita Oculistica Pediatrica

  1. 1
    Trova un buon oculista pediatrico. Si tratta di un oftalmologo che si occupa principalmente o esclusivamente della vista dei bimbi. Sebbene qualunque oculista possa valutare, diagnosticare e curare le patologie oculari dei bambini, quelli pediatrici sono specializzati proprio nei disturbi dei piccoli pazienti.
    • Fai una ricerca online per trovare un medico nella tua zona. Puoi anche consultare il sito dell'albo dei medici oculisti della tua provincia.[21][22]
    • Se vivi in campagna o in un piccolo paese, dovrai probabilmente cercare uno specialista nella città più vicina.[23]
    • Chiedi qualche consiglio ad amici e parenti che hanno figli. Se conosci qualcuno con bambini che hanno problemi di vista, chiedigli di consigliarti un buon oculista. In questo modo puoi farti un'idea se il medico è adatto alle tue esigenze.[24]
    • Se hai un'assicurazione sanitaria privata, puoi recarti in uno studio privato convenzionato. Se hai dei dubbi, chiama l'agenzia di riferimento e chiedi la conferma che il medico che stai considerando collabori con la tua compagnia assicurativa.[25]
  2. 2
    Prendi confidenza con alcuni esami e con gli strumenti diagnostici. Il medico oftalmologo determinerà la capacità visiva degli occhi di tuo figlio e la presenza di eventuali patologie per capire se ha un occhio pigro.[26] Se comprendi e conosci le procedure, ti sentirai più tranquillo durante la visita e, di conseguenza, tuo figlio si sentirà a proprio agio.[27]
    • Retinoscopia. Il medico può usare uno strumento manuale, chiamato retinoscopio, per esaminare l'occhio. In pratica proietta un fascio di luce all'interno dell'occhio e lo muove per capire se c'è un difetto di refrazione (miopia, astigmatismo, ipermetropia) osservando il riflesso retinico rosso. Questo metodo è molto utile per diagnosticare anche i tumori e le cataratte. Il medico con ogni probabilità instillerà negli occhi del bimbo un collirio per dilatare le pupille prima di procedere con l'esame.[28]
    • Prismi. L'oculista potrebbe usare delle lenti prismatiche per osservare i riflessi corneali del bambino. Se i riflessi sono simmetrici, gli assi visivi sono ben allineati; se non sono simmetrici, il bimbo potrebbe essere strabico (una causa di ambliopia). Il medico terrà una lente prismatica sopra un occhio, modificandone via via il potere, finché i riflessi non appariranno simmetrici. Questa tecnica non è precisa come altri test per lo strabismo, ma è indispensabile quando si visita un bambino molto piccolo.[29]
    • Test per l'acutezza visiva. Questo tipo di esame prevede diversi test. Il più semplice e familiare utilizza "l'ottotipo", una tabella con lettere di dimensioni standard via via sempre più piccole che il bambino deve leggere.[30] Esistono anche altri test che valutano la reazione alla luce, quella pupillare, la capacità di seguire un bersaglio, il controllo della percezione cromatica e gli esami a distanza.[31][32][33]
    • Photoscreening. Questo è un esame molto usato per la valutazione dei problemi oculari nei pazienti pediatrici. Si utilizza una fotocamera in grado di identificare delle anomalie visive come lo strabismo e i difetti di refrazione grazie all'osservazione dei riflessi retinici. Il photoscreening è davvero molto utile con i bambini piccoli (sotto i tre anni di età), con quelli irrequieti, non collaborativi oppure che non parlano, ad esempio perché soffrono di autismo. Questo test è generalmente molto rapido e non dura più di un minuto.[34]
    • Esame della refrazione in cicloplegia. Grazie a questo test si può capire come la struttura dell'occhio riceve e trasmette le immagini ricevute dal cristallino. Il medico utilizza un collirio che dilata la pupilla per sottoporre il bimbo all'esame.[35][36]
  3. 3
    Informa tuo figlio di cosa accadrà. I bambini piccoli possono temere le situazioni nuove, come la visita dal dottore. Se spieghi loro cosa devono aspettarsi durante la procedura, puoi calmarli e rassicurarli. In questo modo ci sono maggiori probabilità che tuo figlio si comporti in maniera appropriata durante le procedure. Quando possibile, fai in modo che non abbia fame, sete o sonno quando lo porti dall’oculista, altrimenti potrebbe essere infastidito e rendere la visita più complessa.[37]
    • Con ogni probabilità l'oculista instillerà delle gocce oculari per dilatare le pupille del bimbo. In questo modo sarà in grado di determinare l'eventuale vizio di refrazione.[38]
    • Inoltre, potrebbe usare una torcia a stilo o un'altra fonte di luce per osservare i riflessi corneali.[39]
    • L'oculista potrebbe utilizzare anche degli oggetti o delle fotografie per valutare la motilità oculare e lo strabismo.
    • L'oftalmoscopio, o uno strumento analogo, permette di stabilire la presenza di malattie o anomalie oculari.[40]
  4. 4
    Fai in modo che tuo figlio si senta a proprio agio con il medico. Se dalla visita si riscontrerà un problema visivo, molto probabilmente il bambino dovrà passare parecchio tempo nello studio oculistico oppure saranno necessari numerosi appuntamenti per dei controlli. I bambini che portano gli occhiali, come minimo, devono sottoporsi a un esame all'anno.[41] Il bambino e l'oculista dovrebbero avere un rapporto di collaborazione piacevole.[42]
    • Dovresti sempre percepire che il medico ha davvero a cuore la salute di tuo figlio. Se l'oculista che hai scelto all'inizio non vuole rispondere alle tue domande e non instaura un rapporto di comunicazione con te, rivolgiti a un altro professionista.[43]
    • Non dovresti essere trattato in maniera sbrigativa o infastidita da parte del medico. Se hai dovuto aspettare troppo tempo, hai avuto la sensazione di essere stato "liquidato" durante la visita oppure il medico ti ha trattato come un "fastidio", non esitare a cercare un altro oculista; alla fine troverai un medico adatto alle tue esigenze.[44]
  5. 5
    Documentati sui vari trattamenti. Dopo aver valutato la capacità visiva del bambino, l'oculista ti raccomanderà le cure più appropriate per lui. Se ha riscontrato l'ambliopia, le terapie possibili includono l'uso di occhiali, cerotti oculari e farmaci.
    • Ci sono delle possibilità che venga consigliato un intervento chirurgico a carico dei muscoli per riallineare il bulbo oculare. Questa procedura viene eseguita in anestesia generale. Il chirurgo esegue una piccola incisione nell'occhio per poi allungare o accorciare uno o più muscoli, in base al tipo di correzione che deve essere apportata. A volte è necessaria l'applicazione di un cerotto oculare.[45]

Parte 3
Trattare l'Ambliopia

  1. 1
    Chiudi l'occhio "sano" con un cerotto oculare. Quando è stata formulata una diagnosi di ambliopia, in genere è necessario applicare una benda o un cerotto oculare come parte integrante del trattamento consigliato. In questo modo si obbliga il cervello a "usare" l'occhio più debole.[46] Ad esempio, nonostante la chirurgia abbia corretto un problema come l'ambliopia refrattiva, è comunque necessario usare ancora il cerotto per un breve periodo, per forzare il cervello a riconoscere i segnali visivi inviati dall'occhio che finora è stato ignorato.
    • Chiedi al medico di fornirti alcuni cerotti come campione. Affinché questa tecnica funzioni, è necessario che tutto l'occhio dominante venga coperto. Il medico ti insegnerà come applicarlo.
    • Puoi usare una benda elastica o un cerotto adesivo.
    • In commercio ci sono molti tipi di cerotti, fai qualche ricerca online.[47]
  2. 2
    Fai in modo che il bambino porti l'occlusione per 2-6 ore al giorno. In passato si consigliava di mantenere l'occhio coperto per tutto il giorno, ma i recenti studi hanno dimostrato che la vista dei bambini può migliorare anche solo con due ore di occlusione al giorno.[48][49][50]
    • L'oculista potrebbe consigliarti di aumentare gradatamente l'utilizzo del cerotto fino a raggiungere il tempo consigliato. Inizia con tre sessioni quotidiane di 20-30 minuti.[51] Aumenta gradatamente il tempo finché tuo figlio non porterà l'occlusione ogni giorno per tutto il tempo consigliato dal medico.[52]
    • I bambini grandi e quelli con un'ambliopia grave devono usare il cerotto per una quantità maggiore di ore al giorno. L'oftalmologo ti darà tutte le informazioni al riguardo.
  3. 3
    Verifica i miglioramenti. La terapia dell'occlusione può portare a miglioramenti anche entro breve tempo, come poche settimane. Tuttavia, sono necessari diversi mesi per ottenere dei risultati duraturi. Controlla i progressi sottoponendo il bambino a visite mensili o in base alla frequenza consigliata dall'oculista.[53]
    • Continua a monitorare l'evoluzione ogni mese; l'ambliopia è nota per migliorare con un trattamento di 6, 9 o 12 mesi. La risposta varia in base alle caratteristiche individuali del bambino e a come porta il cerotto.[54]
    • Finché osservi dei progressi, continua a sottoporre il bimbo alla terapia occlusiva.[55]
  4. 4
    Impegnalo in attività che richiedono la coordinazione mano-occhio. Fai in modo che l'occhio debole sia stimolato a lavorare mentre quello dominante è coperto dal cerotto; così facendo il trattamento sarà ancora più efficace.[56][57][58]
    • Proponigli delle attività artistiche che prevedano di colorare, dipingere, unire i punti, ritagliare e incollare.
    • Osserva con lui le immagini di un libro per bambini e leggete insieme il testo.[59]
    • Chiedigli di concentrarsi sui dettagli delle illustrazioni e di prestare attenzione alle parole della storia.[60]
    • Ricorda che la sua percezione della profondità è ridotta a causa dell'occlusione, quindi i giochi che prevedono di lanciare e ricevere oggetti potrebbero essere un problema.
    • I videogiochi potrebbero essere d'aiuto per sviluppare la coordinazione oculare dei bimbi più grandi. Fai una ricerca online, poiché sono stati immessi sul mercato dei giochi per computer pensati proprio per trattare l'ambliopia. In alternativa, chiedi all'oculista se questa opzione può rivelarsi utile per tuo figlio.[61]
  5. 5
    Resta in contatto con il medico. A volte il trattamento non porta ai risultati sperati perché il sistema visivo e il cervello dei bambini sono molto plastici e si adattano rapidamente a diverse situazioni. L'oculista è la persona più indicata per valutarlo. Per questa ragione è molto importante sviluppare un rapporto di collaborazione con lui, per essere sempre informato delle nuove opzioni disponibili per il bambino.[62]

Parte 4
Valutare altri Trattamenti

  1. 1
    Informati presso il medico in merito all'atropina. Si tratta di un'alternativa nel caso tuo figlio non possa o non voglia indossare il cerotto. Le gocce di atropina sfocano la visione dell'occhio dominante forzando il piccolo paziente a usare quello "debole". Questo collirio non causa una sensazione di bruciore come gli altri.[63]
    • Alcuni studi sembrano suggerire che l'atropina abbia la stessa efficacia della terapia occlusiva per il trattamento dell'ambliopia, se non di più. Questo potrebbe essere dovuto in parte al fatto che le gocce causano un isolamento sociale minore rispetto al cerotto e quindi il bimbo è più propenso a collaborare.[64]
    • Non c'è bisogno di usare le gocce oculari tanto quanto il cerotto.[65]
    • L'atropina ha degli effetti collaterali, quindi non usarla senza il consiglio dell'oculista.[66]
  2. 2
    Valuta il trattamento con gli occhiali Eyetronix Flicker Glass. Se l'ambliopia di tuo figlio è di tipo refrattivo, questo trattamento potrebbe essere un'alternativa efficace. Si tratta di un dispositivo molto simile agli occhiali da sole e funziona occludendo e aprendo rapidamente un occhio secondo la frequenza prescritta dall'oculista. Questi occhiali potrebbero essere una buona scelta per i bambini già un po' cresciuti o quelli che non rispondono agli altri trattamenti.[67][68]
    • Tale metodo si dimostra più efficace per i piccoli pazienti con un'ambliopia da anisometropia moderata (cioè l'ambliopia causata da una refrazione diversa nei due occhi).
    • Il trattamento con gli Eyetronix Flicker Glass in genere dura 12 settimane. Probabilmente non sarà efficace se tuo figlio ha già tentato la terapia occlusiva.[69]
    • Come per ogni altro trattamento alternativo, chiedi sempre consiglio all'oculista prima di fare dei tentativi.
  3. 3
    Prendi in considerazione il trattamento RevitalVision per l'ambliopia. Questo metodo di training visivo utilizza un computer per stimolare specifici cambiamenti nel cervello del bimbo allo scopo di migliorare la visione. Il trattamento con il computer (in media 40 sessioni da 40 minuti) può essere seguito a casa.[70]
    • Può essere particolarmente efficace per i pazienti più grandi che soffrono di ambliopia.[71][72]
    • Dovrai consultare l’oculista per acquistare questo prodotto.[73]

Parte 5
Prendersi Cura del Contorno Occhi

  1. 1
    Tieni sotto controllo la zona degli occhi. La cute circostante potrebbe irritarsi o infettarsi durante l'uso del cerotto. Se noti degli sfoghi cutanei o delle lesioni attorno all'occhio, chiama il medico oculista o il pediatra per sapere come curarli.
  2. 2
    Riduci l'irritazione. Sia le bende elastiche sia quelle adesive possono infiammare la cute circostante l'occhio e causare una lieve eruzione. Se possibile, scegli dei cerotti ipoallergenici per ridurre il rischi di problemi alla pelle.[74][75]
    • Fai una ricerca online per trovare i prodotti più rispettosi della cute di tuo figlio.[76] La marca Ortopad mette a disposizione dei cerotti ipoallergenici che possono essere anche applicati sugli occhiali.[77] Dovresti sempre chiedere consiglio all'oculista.
  3. 3
    Modifica la dimensione del cerotto. Se la pelle sotto la porzione adesiva dell'occlusione si irrita, allora cerca di coprire un'area maggiore rispetto al cerotto usando una garza; alla fine fissa la garza con del nastro medico; a questo punto puoi applicare il cerotto direttamente alla garza.[78]
    • Puoi anche ritagliare parte della zona adesiva in modo che tocchi una porzione minima di cute. Accertati solo che l'intero occhio venga coperto e che il cerotto non si stacchi.[79]
  4. 4
    Prova un'occlusione che può essere attaccata agli occhiali. Questi non entrano in contatto con la pelle, quindi non possono irritare la cute. Si tratta di una valida soluzione per i bambini con la pelle sensibile.[80]
    • Il cerotto sopra la lente offre una buona copertura dell'occhio dominante; tuttavia, potrebbe essere necessario aggiungere un pannello laterale per evitare che il bambino "sbirci" attorno all'occlusione.
  5. 5
    Cura la pelle. Lava l'area circostante gli occhi con l'acqua per rimuovere ogni traccia di irritanti che possono restare dopo aver rimosso il cerotto. Usa un prodotto emolliente o idratante per mantenere morbida la zona interessata. In questa maniera consenti alla cute di guarire da sola e la proteggi da future infiammazioni.
    • Le creme e le pomate per la cute possono ridurre l'infiammazione, ma devi seguire scrupolosamente le istruzioni contenute nel bugiardino e non abusarne. In certi casi il miglior trattamento consiste nel non agire e lasciare che la pelle "respiri".[81]
    • Rivolgiti al pediatra per avere qualche consiglio sul trattamento migliore per l'irritazione cutanea di tuo figlio.

Parte 6
Fornire Supporto a un Bambino Ambliope

  1. 1
    Spiegagli cosa sta succedendo. Affinché la terapia occlusiva abbia successo, il bambino deve seguirla per tutto il tempo indicato. Sarà più facile avere la sua collaborazione, se gli viene spiegato perché deve portare il cerotto.[82][83]
    • Descrivigli come il cerotto può aiutarlo e che cosa potrebbe succedere se non lo portasse. Ricordagli che la terapia occlusiva renderà il suo occhio più forte. Senza spaventarlo, digli che senza questa cura la sua vista peggiorerà.
    • Se possibile, coinvolgilo nell'organizzazione del programma giornaliero per l'occlusione.
  2. 2
    Chiedi agli amici e ai membri della famiglia di essere di supporto. La comunicazione è la chiave per aiutare tuo figlio a sentirsi a proprio agio con il cerotto. I bambini che si vergognano o provano imbarazzo a causa del trattamento difficilmente lo rispetteranno a dovere.
    • Chiedi alle persone che entrano in contatto con tuo figlio di mostrare empatia e incoraggiarlo a proseguire nel trattamento.
    • Ricorda a tuo figlio che ci sono diverse persone a cui può rivolgersi in caso di problemi. Sii onesto rispondendo alle sue domande. Spiega ad amici e parenti la funzione del cerotto, in modo che possano sostenere il bambino.
  3. 3
    Parla con l'insegnante di tuo figlio o con chi se ne occupa all'asilo. Se il bambino deve portare l'occlusione durante le ore scolastiche, descrivi la situazione ai suoi educatori.[84]
    • Chiedi al maestro che spieghi ai compagni di classe il motivo per cui tuo figlio deve portare il cerotto e che dica loro di essere d'aiuto. Informa il personale della scuola e i docenti che le prese in giro in merito all'occlusione non saranno tollerate.
    • Valuta anche l'opportunità di implementare delle misure scolastiche speciali per il periodo in cui il bimbo deve portare l'occlusione. Ad esempio chiedi all'insegnante di concedere a tuo figlio maggior tempo per i compiti particolarmente impegnativi, di elaborare un programma di tutoraggio o di studio e di controllare i suoi progressi di studente ogni settimana. In questo modo il bambino si sentirà meno intimidito dalla presenza del cerotto e potrà continuare ad avere buoni voti a scuola.
  4. 4
    Supporta il bambino. Nonostante tutti i tuoi sforzi, i suoi compagni potrebbero comunque canzonarlo o lanciargli commenti offensivi a causa della terapia occlusiva. Ascolta le lamentele di tuo figlio, calmalo e rassicuralo del fatto che il cerotto è solo una misura temporanea e che porterà a buoni risultati.[85]
    • Dovresti pensare di portare anche tu un cerotto in segno di solidarietà. Anche se lo fai solo in maniera occasionale, tuo figlio potrebbe provare meno vergogna per il fatto di portare l'occlusione, se anche gli adulti la indossano. Metti un cerotto anche alle bambole e agli animali di peluche.[86]
    • Incoraggialo a considerare l'occlusione come un gioco e non come una punizione. Sebbene comprenda che il cerotto è necessario per una buona ragione, potrebbe vederlo come una punizione. Mostragli le immagini di pirati e altri personaggi "forti" che indossano la benda sull'occhio. Suggeriscigli che può sfidare se stesso tenendo l'occlusione.
    • Esistono diversi libri per bambini che trattano la terapia occlusiva. Puoi fare qualche ricerca online, in biblioteca o nelle librerie con un'ampia sezione per l'infanzia. Sapere che altri bimbi usano il cerotto, aiuterà tuo figlio a vivere l'esperienza con normalità.
  5. 5
    Stabilisci un sistema di ricompense. Fai in modo di premiare il bambino quando indossa il cerotto senza lamentarsi e senza opporre resistenza. Le ricompense lo aiutano a mantenere alta la motivazione (ricorda che i bambini piccoli non hanno un buon senso dei risultati e dei premi a lungo termine).[87]
    • Esponi un calendario, una lavagna nera o bianca su cui annotare i progressi.
    • Donagli dei piccoli premi come adesivi, matite o piccoli giocattoli quando raggiunge determinati obiettivi, ad esempio indossare il cerotto ogni giorno per una settimana.
    • Con i bambini molto piccoli, usa i premi come distrazione. Se tuo figlio, ad esempio, strappa l'occlusione, rimettigliela e dagli un giocattolo o un'altra ricompensa per distrarlo dal cerotto.
  6. 6
    Aiuta tuo figlio ad adattarsi ogni giorno. Ogni volta che gli metti l'occlusione sull'occhio dominante, il cervello ha bisogno di 10-15 minuti per abituarsi a questa situazione.[88] L'ambliopia si instaura quando il cervello ignora i messaggi visivi che provengono da un occhio, ma l'occlusione obbliga il cervello a considerarli. Questa esperienza potrebbe spaventare tuo figlio che non è abituato a questa condizione. Passate del tempo insieme in modo da confortarlo e tranquillizzarlo.[89]
    • Fai qualcosa di divertente insieme a lui per aiutarlo a superare in maniera più semplice questo momento di transizione. Fai in modo che sviluppi un'associazione positiva fra il cerotto e un'esperienza piacevole, in modo che il trattamento occlusivo sia più semplice da gestire.[90]
  7. 7
    Sii creativo. Se devi usare un cerotto adesivo, lascia che tuo figlio ne decori la parte esterna con adesivi, brillantini o disegni a pennarello. Chiedi consiglio all'oculista per essere certo che le decorazioni che usi siano sicure e come puoi applicarle senza arrecare alcun danno.[91][92][93]
    • Non decorare mai il lato interno dell'occlusione (quello che si appoggia al viso).
    • Alcuni siti web di immagini, come Pinterest, offrono diversi suggerimenti in merito a questo tipo di decorazioni.[94]
    • Organizza una festa creativa. Puoi dare agli amici di tuo figlio dei cerotti nuovi da colorare e abbellire. In questo modo il bambino si sentirà meno isolato durante il trattamento.

Consigli

  • Segui le tecniche descritte in questo articolo in combinazione con il trattamento prescritto dall'oculista. Non tentare di diagnosticare e curare l'occhio pigro da solo senza consultare un oftalmologo o un ortottista.
  • Mantieni sempre aperta la comunicazione con tuo figlio e anche con il medico. Poni all'oculista tutte le domande che ti sorgono.
  • Se tuo figlio ha un occhio strabico, dillo al fotografo in modo che gli faccia assumere una posizione che minimizzi l'evidenza della deviazione nelle fotografie. In questa maniera aiuti il bimbo a non essere troppo in imbarazzo quando, ad esempio, deve prestarsi per le foto di classe a scuola.

Avvertenze

  • Se l'ambliopia è un difetto alla nascita, ricorda che il resto del corpo si è sviluppato nell'utero allo stesso ritmo. Chiedi al pediatra di visitare tuo figlio scrupolosamente alla ricerca di altri problemi.
  • Se noti degli effetti collaterali anomali, porta il bambino al pronto soccorso o contatta immediatamente il pediatra.
  • Ogni problema oculare andrebbe sottoposto all'attenzione di un oculista. Una diagnosi e un trattamento precoci sono indispensabili per prevenire la perdita della vista.[95]
  • Se l'ambliopia non viene trattata, il bambino potrebbe subire una lieve o anche grave perdita della capacità visiva.[96]

Riferimenti

  1. http://www.medicalnewstoday.com/articles/164512.php
  2. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/lazy-eye/basics/definition/con-20029771
  3. http://www.aapos.org/terms/conditions/21
  4. http://www.webmd.com/eye-health/amblyopia-child-eyes
  5. http://kidshealth.org/parent/general/eyes/amblyopia.html
  6. http://www.webmd.com/eye-health/amblyopia-child-eyes
  7. http://kidshealth.org/parent/general/eyes/amblyopia.html
  8. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/lazy-eye/basics/causes/con-20029771
  9. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/lazy-eye/basics/causes/con-20029771
Mostra altro ... (87)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Cura degli Occhi

In altre lingue:

English: Get Rid of a Lazy Eye, Español: curar el ojo perezoso, Português: Se Livrar de um Olho Preguiçoso, 中文: 治疗弱视, Русский: вылечить амблиопию, Deutsch: Ein träges Auge behandeln, Bahasa Indonesia: Mengobati Penyakit Mata Malas, Français: traiter l'amblyopie chez les enfants, العربية: علاج كسل العين عند الأطفال

Questa pagina è stata letta 51 553 volte.
Hai trovato utile questo articolo?