Quando decidi di porre fine a un'amicizia che non funziona, scegli di proteggere la tua autostima e persino la tua salute; infatti, i rapporti tossici possono essere fonte di stress e farti stare male.[1] Puoi parlarne con il tuo amico e informarlo della tua decisione, oppure mantenere le distanze e non comunicare i tuoi sentimenti (alla fine, probabilmente capirà). Infine, come ultima risorsa, puoi interrompere del tutto i contatti. Non è facile liberarsi di un cattivo amico, ma ti accorgerai che la tua vita migliorerà molto senza di lui.

Metodo 1 di 3:
Parlare con il proprio Amico

  1. 1
    Rifletti sulla situazione. Prima di affrontare il tuo amico, trova il tempo di chiarire i tuoi sentimenti e di individuare i motivi per cui ritieni che quella persona sia un amico "cattivo". Il termine "cattivo" è molto vago e può avere connotazioni diverse. Considera anche se vuoi liberarti del tutto di lui o se il vostro rapporto può essere salvato. Prova a farti delle domande, in modo che il confronto diventi più semplice. Ecco cosa dovresti chiederti:
    • I vostri valori sono in opposizione?
    • Ti sminuisce costantemente?
    • È inaffidabile?
  2. 2
    Chiedi al tuo amico di parlare in privato. Fissa un'ora per l'incontro. Trova un posto appartato in cui possiate parlare senza interruzioni.
    • Puoi dirgli: "Possiamo parlare dopo la scuola? Ci vediamo all'uscita".
    • Parlagli quando nessuno può sentirvi. Se qualcuno si avvicina, chiedigli uno po' di privacy.
  3. 3
    Cerca di essere totalmente sincero in merito ai motivi per cui vuoi porre fine all'amicizia. Potresti sentirti abbastanza coraggioso da parlare di tutte le tue preoccupazioni, oppure potresti riuscire solo a essere vago. Ricorda che condividere i tuoi sentimenti è utile, ma non dire nulla che ti metta a disagio.
    • Dai la notizia al tuo amico con tatto. Anche se gli hai chiesto un confronto per parlare del suo comportamento, puoi comunque avere un atteggiamento rispettoso.[2]
    • Usa affermazioni in prima persona, come "Mi sono sentito molto ferito quando mi hai preso in giro" o "Ho la sensazione di essere usato quando sono con te". Con queste frasi esprimi i tuoi sentimenti ed eviti di incolpare l'altra persona. Le accuse come "Mi sfrutti per la mia auto" o "Non fai altro che prendermi in giro" possono portare l'altra persona a tenere un atteggiamento difensivo.
  4. 4
    Parla delle preoccupazioni che hai in merito al vostro rapporto. Se vuoi porre fine all'amicizia per i problemi di comportamento dell'altra persona (per esempio abuso di droghe, atteggiamenti pericolosi o scarse prestazioni a scuola), per lei sarà utile sentirselo dire. Fagli sapere che tieni a lei, ma che preferisci non frequentarla più finché continua a comportarsi in un certo modo.[3]
    • Puoi dire: "Laura, tengo molto a te, ma mi sembra che ultimamente tu stia bevendo troppo. Non posso più starti vicino, spero che tu possa trovare l'aiuto che ti serve".
    • Se hai l'impressione che discutere del comportamento del tuo amico possa farti finire nei guai, evita di parlarne.
  5. 5
    Assumiti la responsabilità. È importante evitare di incolpare o criticare il tuo amico. Concentrati sul tuo punto di vista, sui tuoi sentimenti e sui tuoi valori. In questo modo eviterai di litigare. Puoi spiegare che la vostra amicizia non tira fuori il meglio da te o che non ti piacciono le sensazioni che ti fa provare.[4]
    • Puoi dire: "Quando ci vediamo, mi sento sempre molto stressato. Non voglio un'amicizia così".
    • Riconosci il tuo ruolo nella rottura. Puoi dire: "Non mi sono mai piaciute certe cose che facevamo, ma non te l'ho mai detto. Mi dispiace di non essere stato sincero dall'inizio".[5]
  6. 6
    Spiega le tue esigenze. Informa il tuo amico di cosa vorresti in futuro. Puoi decidere di interrompere tutti i contatti o di prenderti solo una pausa. Assicurati di essere chiaro e che l'altra persona ti capisca.
    • Puoi dire: "Sono sicuro che non lo vuoi sentire e per me non è facile dirlo, ma non voglio più vederti. Quindi non risponderò più ai tuoi messaggi e non accetterò più i tuoi inviti a uscire. Mi dispiace che debba andare così, ma non ce la faccio più".
  7. 7
    Concediti il tempo di elaborare il lutto. È normale essere tristi quando si perde un amico, anche se non era uno dei migliori. Probabilmente avete passato momenti bellissimi insieme e per te il vostro legame aveva un valore.[6]
    • Considera che alla fine dell'amicizia potresti vivere emozioni contrastanti. Potresti sentirti triste, sollevato, arrabbiato e in pace contemporaneamente. Per chiarire meglio i tuoi sentimenti può esserti utile scrivere un diario o parlare con un amico o un adulto di cui ti fidi.
    • Prenditi del tempo per te e per fare le cose che ti piacciono. Ascolta i tuoi brani preferiti, fai attività fisica o una lunga passeggiata, prendi un caffè con un amico oppure prega. Ritrova la serenità.
  8. 8
    Comportati con educazione con il tuo ex amico quando lo vedi. Anche se non avete più un rapporto stretto, merita comunque il tuo rispetto. Non ti costa nulla trattarlo bene, anche se non lo stimi molto.
    • Se necessario collabora con lui per progetti di gruppo. Concentrati sul lavoro da fare. Se prova a creare conflitti, puoi dire: "Concentriamoci solo sulla fine del progetto".
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Prendere le Distanze dall'Amico

  1. 1
    Metti dei paletti. Se hai bisogno di spazio, ma non ti senti a tuo agio a parlarne, puoi decidere di imporre dei limiti sul tempo da passare insieme. Stabilisci il tuo livello di confort e rispettalo.
    • Per esempio, puoi decidere di incontrare la persona con cui hai un problema solo in gruppo o di parlarle solo a scuola.
    • Puoi decidere di non rispondere alle sue telefonate e di non leggere i suoi messaggi.
    • Se il tuo amico ti chiede perché hai un atteggiamento distante, puoi dirgli "Ho solo bisogno di spazio" o "Ho altro per la testa", senza dire altro.
  2. 2
    Inventa delle scuse. Se il tuo amico ti invita da qualche parte e tu non vuoi vederlo, puoi rifiutare inventando una scusa. Puoi dire che hai un impegno di famiglia, troppi compiti o che non ti senti bene. Tuttavia, considera che questa strategia può complicare la situazione, specie se avete amici comuni. Dovrai ricordare le tue bugie ed evitare di confonderti.
    • Se il tuo amico ti chiede "Ehi, ci vediamo questo fine settimana?", puoi rispondergli "Mi dispiace, ma sono molto impegnato con il lavoro e la famiglia".
    • Ricorda che se il tuo amico non capisce che vuoi porre fine al vostro rapporto, potresti trovarti a dover inventare scuse a lungo per non incontrarlo e questo può essere snervante, oltre che disonesto. Alla fine dovrai essere diretto e smettere di dire bugie. Inventare continuamente scuse non fa che aumentare i tuoi livelli di stress, quindi è importante usare questa soluzione solo a breve termine se pensi sia necessario.
    • Non inventare scuse se hai intenzione di fare qualcos'altro. Se dici al tuo amico che sei malato, resta a casa. Non presentarti a casa di un'altra persona un'ora dopo. Questo atteggiamento ti farebbe sembrare disonesto agli occhi di tutti.
  3. 3
    Chiedi ai tuoi genitori di imporre dei limiti. Domanda loro se possono "impedirti" di vedere l'amico che ti mette a disagio. Fatti aiutare ad allontanarti da lui. Sarà più facile se i tuoi genitori non lo apprezzano.[7]
    • Puoi dire al tuo amico che i tuoi genitori vogliono che dedichi più tempo ai compiti o che non ti permetteranno più di stare fuori fino a notte fonda nel fine settimana. Inventa la scusa che preferisci per uscire dalla situazione di disagio. Quasi tutti i genitori non hanno problemi a fare la figura dei "cattivi" per aiutare i loro figli a uscire da brutte situazioni.
    • Spiega ai tuoi genitori che problemi hai con il tuo amico. Racconta perché non vuoi più frequentarlo, facendo esempi specifici del suo comportamento. Chiedi aiuto per gestire la situazione.
    • Puoi dire: "Ultimamente Marco è stato molto cattivo. Litighiamo sempre e frequenta un gruppo di ragazzi che non mi piacciono. Non voglio più vederlo fuori dalla scuola, quindi speravo nel vostro sostegno. La prossima volta che mi chiede di uscire, potete aiutarmi a trovare un modo per dirle di no?".
  4. 4
    Scrivi una lettera. Considera questa soluzione se vuoi spiegare al tuo amico come ti senti, ma preferisci non affrontarlo direttamente. Scrivere una lettera ti consente di riflettere per tutto il tempo che vuoi per trovare le parole perfette e ti aiuta anche a elaborare i tuoi sentimenti.[8]
    • Puoi scrivere: "Caro Paolo, so che ti chiedi perché ultimamente non ci siamo parlati molto. Ho pensato di scriverti questa lettera per spiegarti il motivo". Puoi continuare raccontando al tuo amico come ti senti e che cosa desideri per il futuro.
  5. 5
    Non parlare male dell'amico con cui hai problemi con gli altri. Anche se non vuoi più frequentare quella persona, comportati bene, evita di diffondere pettegolezzi su di lei e non cercare di rivoltare contro di lei gli amici comuni. Se hai chiuso il rapporto perché sei stato trattato male, sarà solo questione di tempo prima che anche gli altri si accorgano della vera natura di quella persona.[9]
    • Se un amico ti chiede "Perché non parli più a Giovanni?", puoi rispondere "Preferisco non parlare male di lui" o "Per il momento preferisco che rimanga una questione privata".
    • Se devi sfogarti, parla con una persona che non appartiene alla tua cerchia sociale. Per esempio, racconta la storia a un amico che va in un'altra scuola o a tuo cugino che vive in un'altra città.
  6. 6
    Preparati a sentirti a disagio in presenza del tuo ex amico. Quando in un rapporto ci sono delle tensioni irrisolte, di solito vedersi è motivo di imbarazzo. È per questo che parlare con lui è una soluzione preferibile rispetto al trattamento del silenzio. Probabilmente ti sentirai meno a disagio sapendo di aver chiarito la tua posizione.
    • Se ti senti a disagio quando sei con il tuo ex amico, cerca di allontanarti e di mettere un po' di spazio tra di voi. Se frequentate lo stesso gruppo, prova a fare conversazione con un'altra persona.
  7. 7
    Trova un nuovo gruppo di amici. È importante avere persone che tengono a te, che ti apprezzano, così come sentirsi integrato, specialmente da adolescente. Se non ti senti più a tuo agio nel vecchio gruppo di amici, trovane di nuovi oppure cerca un gruppo di persone diverse da frequentare.[10]
    • Se hai un rapporto amichevole con persone che normalmente non vedi fuori da scuola, come un compagno di squadra, chiedigli se vuole uscire con te.
    • Se partecipi ad attività extrascolastiche o se hai un lavoro part-time, prova a passare il tempo con le persone che hai conosciuto in quegli ambienti.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Chiudere i Contatti

  1. 1
    Come ultima spiaggia, interrompi del tutto le comunicazioni. Ignorare il tuo amico senza preavviso può sembrarti la soluzione più semplice, ma non è corretto nei suoi confronti non fargli sapere che cosa succede. Anche se si è comportato male e ti ha ferito, ha comunque il diritto di conoscere la verità.[11]
    • Non sparire dalla vita di un amico solo per evitare il confronto (purché tu sappia che una discussione non terminerà con la violenza fisica). Porre fine a un rapporto di amicizia è doloroso e sgradevole, ma questo non significa che dovresti evitarlo.
    • Ignorare un amico di punto in bianco è davvero una brutta figura. Daresti l'impressione di aver scelto la soluzione più comoda. Inoltre, l'altra persona può soffrire e sentirsi confusa a causa del tuo comportamento.
    • Considera il metodo migliore per smettere di comunicare con un amico. Per esempio, potresti decidere che è meglio parlargli di persona, al telefono o via e-mail.
  2. 2
    Riconosci i casi in cui terminare un'amicizia improvvisamente è la scelta giusta. È quasi sempre meglio parlare con il tuo amico per fargli sapere che vuoi chiudere il rapporto, a prescindere da quanto le tue parole siano vaghe e sbrigative. Tuttavia, ci sono alcune situazioni in cui è meglio sparire di colpo:
    • Il tuo amico ti spinge a tenere comportamenti pericolosi, in particolare per quanto riguarda le dipendenze.[12]
    • Ti senti controllato o manipolato dal tuo amico e sei preoccupato di come possa reagire alla notizia del tuo allontanamento.[13]
    • Temi per la tua salute fisica e per la tua sicurezza in caso di confronto diretto.
  3. 3
    Blocca il tuo amico sui social network. Impediscigli di contattarti e di seguire la tua vita sui social. Non scrivergli e non rispondere ai suoi messaggi.[14]
    • Se decidi di rimanere amico con la persona sui social network, impediscigli di vedere i post che non vuoi fargli vedere. Non commentare sul suo profilo.
    • Puoi anche smettere di seguirlo, in modo da non vedere più i suoi aggiornamenti.
  4. 4
    Chiedi aiuto. Se non ti senti a tuo agio a parlare con il tuo amico, puoi chiedere ai tuoi genitori di chiamare i suoi. Usa questo metodo se ti senti minacciato dall'altra persona. In caso contrario, prova a risolvere la situazione da solo.[15]
    • Chiedi ai tuoi genitori di informare quelli del tuo amico in merito alla situazione e della tua decisione di non vederlo più. Puoi dire: "Ho provato ad allontanarmi da Francesco, ma non mi lascia stare. Potreste parlare con i suoi genitori da parte mia?".
    • Puoi anche chiedere aiuto a un insegnante o allo psicologo della scuola.
    • Potresti dire: "Ho provato a risolvere i miei problemi con Davide, ma non mi lascia in pace. Non voglio più essere suo amico e non so più cosa fare. Potete aiutarmi?".
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Fargli Sentire la Tua Mancanza

Come

Capire se la Relazione è Finita

Come

Capire se un Ragazzo ti Cerca solo per il Sesso

Come

Smettere di Amare Qualcuno Che Non Ti Ama

Come

Comportarsi con un Narcisista

Come

Capire se un Ragazzo Non è Più Interessato a Te

Come

Capire se Non Sei Più Innamorato del Tuo Partner

Come

Dimenticare un Ex che Ami Ancora

Come

Capire se l'Ex Tiene Ancora a Te

Come

Dire a una Ragazza che Ti Piace Senza Essere Respinto

Come

Dimenticare una Persona che Ami

Come

Capire Quando la Tua Ragazza Vuole Lasciarti

Come

Dimenticarsi di una Persona

Come

Comportarti quando Ti Senti Escluso
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Paul Chernyak, LPC
Co-redatto da
Counselor Professionale Matricolato
Questo articolo è stato co-redatto da Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011.
Questa pagina è stata letta 326 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità