Come Liberarti di un Crampo al Collo

Scritto in collaborazione con: Robert Borer, DC

In questo Articolo:Trattamenti CasalinghiTrattamenti Medici

Un crampo al collo può variare di intensità, da una lieve sensazione di rigidità a un dolore acuto e penetrante. I trattamenti casalinghi, in genere, si rivelano efficaci per il torcicollo lieve e sporadico ma, nei casi gravi o laddove il dolore sia cronico, allora è necessario l'intervento di un medico. In questo articolo troverai alcuni metodi molto diffusi per liberarti di un crampo al collo.

1
Trattamenti Casalinghi

  1. 1
    Assumi un antidolorifico da banco. Fra i vari farmaci a disposizione puoi considerare l'aspirina, l'ibuprofene e il naprossesne.
    • I medicinali antinfiammatori come quelli elencati riducono il gonfiore e di conseguenza il dolore.
    • Prima di prendere una medicina da banco, accertati che non interagisca negativamente con l'eventuale terapia farmacologica su prescrizione che stai seguendo. Inoltre, verifica di non soffrire di patologie che potrebbero aggravarsi con l'assunzione di uno o diversi antinfiammatori. Ad esempio, le persone con ulcera gastrica non dovrebbero prendere l'aspirina.
    • Ricorda che i farmaci da banco offrono solo un sollievo momentaneo. Non farti ingannare dall'immediata scomparsa del dolore, si tratta di una falsa sensazione di sicurezza e potresti peggiorare la situazione, se sforzassi troppo il collo.
  2. 2
    Applica degli impacchi caldi e freddi. Entrambi si rivelano utili nel caso di torcicollo ma, per ottenere dei buoni risultati, dovresti alternarli.
    • Inizia con un impacco di ghiaccio per 7 minuti, e fino a un massimo di 20. Il freddo riduce l'infiammazione e deve essere applicato per primo. Puoi utilizzare la borsa del ghiaccio avvolta in un panno, oppure una confezione di verdure surgelate; ricorda solamente di non appoggiare il ghiaccio direttamente sulla pelle nuda.
    • Fai una doccia calda, oppure appoggia la borsa dell'acqua calda o uno scaldino (impostato al minimo) sulla nuca. Applica il calore per 10-15 minuti (o anche meno). Il calore lenisce i muscoli indolenziti, ma potrebbe anche peggiorare l’infiammazione, se applicato troppo spesso.
    • Fai riposare il collo dagli impacchi. Puoi alternare il calore al freddo per tutta la giornata, se necessario, ma dovresti concedere ai muscoli una pausa di 30 minuti o più fra un trattamento e l'altro, così che il collo possa stabilizzarsi.
  3. 3
    Metti a riposo il collo. Sdraiati supino sulla schiena molto spesso durante tutto il giorno, così i muscoli hanno la possibilità di recuperare dallo sforzo necessario per sostenere la testa.
    • Non stenderti prono, perché in questo modo sei costretto a torcere il collo che, invece, deve restare ben dritto.
    • Se il crampo non è tanto grave da costringerti a sdraiarti, dovresti comunque limitare le attività per qualche giorno. Non sollevare oggetti pesanti e non torcere il collo per almeno le prime 2-3 settimane, come minimo. Evita di correre, di giocare a calcio, a golf, di ballare, di sollevare pesi o altri allenamenti faticosi.
    • Tuttavia, non esagerare con il riposo. Se non fai altro che stare sdraiato, i muscoli del collo si indeboliscono e, come risultato, sarai più propenso a un altro infortunio nel momento in cui riprenderai la tua normale attività. Alterna delle fasi di riposo con attività non faticose durante tutta la giornata.
  4. 4
    Supporta il collo. Indossa una sciarpa o un maglione dolcevita per garantire un leggero sostegno durante il giorno. In alternativa puoi mettere un cuscino da collo (come quelli che si usano in aereo) sulla nuca mentre lavori.
    • In genere non è necessario un supporto rigido. Se ti abitui a un collarino rigido, il problema potrebbe aggravarsi oppure potresti provare dolore in altre parti del corpo, come la schiena. In questo caso è sufficiente un sostegno morbido.
  5. 5
    Esegui degli esercizi delicati di allungamento. Muovi lentamente il collo da lato a lato mantenendo la posizione per 30 secondi per ogni rotazione.
    • Concentrati per allungare il collo verso sinistra e destra e poi in avanti, ma non reclinarti indietro, perché questo movimento, spesso, peggiora il torcicollo.
    • Allungati solamente quanto te lo consente il dolore. Non cercare di "spingerti" oltre e non eseguire gli esercizi troppo velocemente.
  6. 6
    Massaggia il collo con cura. Strofina la nuca con le dita, vicino alla zona contratta, per tre minuti.
    • Non esagerare con la pressione e fermati immediatamente se provi un dolore maggiore anche con un massaggio delicato.
    • Se non riesci a piegare le braccia all'indietro a causa del dolore, chiedi a un amico o familiare di massaggiarti con attenzione la nuca.
  7. 7
    Tieni in considerazione la postura. Il collo dovrebbe essere abbastanza dritto quando ti siedi e ti sdrai, ma non dovresti cercare di mantenerlo rigidamente in posizione.
    • Questo accorgimento è più utile nel lungo termine che nel breve, dato che una buona postura è essenziale per prevenire nuovi episodi di crampi al collo.
    • Quando dormi, sdraiati supino o di lato. Non dormire prono, perché questa posizione ti costringe a torcere il collo in una postura anomala. Verifica che il cuscino non sia troppo alto per evitare di piegare il collo ma, nello stesso tempo, che non sia così basso da non offrire alcun supporto.
    • Non restare seduto troppo a lungo con la testa chinata in avanti o all'indietro. Fai delle pause durante la giornata per allungarti e sgranchirti.

2
Trattamenti Medici

  1. 1
    Sottoponiti a un trattamento chiropratico. La chiropratica è un ramo della medicina alternativa che, grazie a tecniche di manipolazione, forza delicatamente le articolazioni per recuperare l'allineamento perso.
    • Le sessioni di chiropratica al collo sono sicure, efficaci e sono in grado di eliminare la causa della contrattura; vengono eseguite spesso anche per il nervo compresso.
    • La maggior parte dei chiropratici ti suggerirà anche degli esercizi di fisioterapia e dei massaggi.
  2. 2
    Chiedi al medico di prescriverti degli antidolorifici più forti. Se il dolore non si affievolisce con i medicinali da banco anche dopo diversi giorni di terapia, allora il dottore potrebbe prescriverti dei miorilassanti o antidepressivi triciclici.
    • I miorilassanti riducono lo sforzo e il dolore causato dai muscoli del collo stressati.
    • Alcuni antidepressivi aumentano la produzione di neurotrasmettitori a livello del midollo spinale, riducendo i segnali di dolore inviati al cervello.
  3. 3
    Prova la fisioterapia. Gli esercizi e le trazioni del collo prescritti da un fisioterapista donano immediato sollievo e allo stesso tempo rafforzano la muscolatura, in modo da evitare recidive.
    • Il fisioterapista ti guiderà nell'esecuzione di esercizi e allungamenti specifici per il collo, molto utili per il recupero nel lungo termine. Inoltre ti chiederà di farli solo nel suo studio, inizialmente, ma in seguito potrai continuare a casa in autonomia.
    • La trazione è un tipo speciale di terapia che sfrutta una serie di pesi e pulegge per allungare il collo. Viene praticata sotto la supervisione di un professionista e si rivela particolarmente utile nei casi in cui il torcicollo è correlato a un'irritazione della radice del nervo.
  4. 4
    Richiedi un collarino cervicale ortopedico. Questo genere di collare offre un supporto rigido al collo e contribuisce a moderare il dolore riducendo la pressione che i muscoli devono sopportare.
    • Dovresti indossarlo per non più di due settimane, dato che un uso eccessivo di questo dispositivo potrebbe indebolire ulteriormente i muscoli.
  5. 5
    Informati in merito alle iniezioni di corticosteroidi. Si tratta di una terapia in cui il medico inietta dei farmaci cortisonici nella radice nervosa e nell'articolazione o nei muscoli del collo.
    • Queste iniezioni sono molto utili per il torcicollo causato dall'artrite.
    • Allo stesso modo, il dottore potrebbe anche iniettare degli anestetici locali come la lidocaina.
  6. 6
    Valuta l'opportunità di un intervento chirurgico. Questo approccio è riservato solo ai casi più gravi, in cui l'origine del problema è dovuta alle radici nervose o al midollo spinale.
    • La maggior parte delle contratture al collo non è generata da problemi gravi, quindi la chirurgia non viene utilizzata spesso.
  7. 7
    Rivolgiti a un agopuntore abilitato. Questo professionista inserisce degli aghi sterili nei punti di pressione che si trovano nel corpo, così da alleviare il dolore.
    • La ricerca ha ottenuto risultati contrastanti in merito all'efficacia di questa pratica sul torcicollo, ma si tratta di una soluzione che dovresti tentare, se soffri di contratture croniche.
  8. 8
    Sottoponiti a un massaggio professionale. I massaggi eseguiti da un terapista qualificato donano un sollievo duraturo.
    • Dovresti pensare a questo tipo di trattamento, se ti accorgi di provare un po' di sollievo con un delicato automassaggio.
  9. 9
    Informati in merito al TENS. Si tratta di uno stimolatore elettrico transcutaneo dei nervi e funziona appoggiando sulla pelle degli elettrodi che inviano leggere scariche elettriche per ridurre il dolore nella zona.
    • Ci sono prove cliniche che attestano che il TENS, con la giusta intensità e frequenza, è efficace per vari tipi di patologie dolorose.
    • Sebbene siano disponibili dei dispositivi domestici, è consigliabile sottoporsi al trattamento presso un ambulatorio medico, per ottenere risultati migliori.

Avvertenze

  • Vai immediatamente al pronto soccorso se il torcicollo ti impedisce di toccare il petto con il mento. Una rigidità nucale così grave potrebbe essere segno di meningite.
  • Se entro una settimana non riscontri alcun miglioramento con i trattamenti casalinghi, chiama il medico. Se il torcicollo è stato causato da un infortunio, ti impedisce di dormire o deglutire o se è accompagnato da debolezza e intorpidimento delle braccia, vai in ospedale.

Cose che ti Serviranno

  • Antidolorifico da banco
  • Impacchi caldi e freddi
  • Sciarpa, maglione dolcevita o cuscino da collo
  • Farmaci antidolorifici su prescrizione anche iniettabili (facoltativi)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Robert Borer, DC. Il Dottor Borer lavora come Chiropratico nel Michigan, dove si occupa di una società a gestione familiare con sua moglie, la Dottoressa Sherri Borer. Ha portato a termine il Dottorato in Chiropratica presso il Palmer College nell'Iowa nel 1999.

Categorie: Disturbi Muscolari

In altre lingue:

English: Get a Crick Out of Your Neck, Português: Acabar Com a Dor no Pescoço, Español: eliminar la tortícolis, 中文: 摆脱颈部痉挛, Deutsch: Einen steifen Nacken behandeln, Français: soulager un torticolis, Русский: вылечить растяжение мышц шеи, Čeština: Jak se zbavit křeče v šíji, Bahasa Indonesia: Mengenyahkan Salah Urat dari Leher Anda, Nederlands: Een stijve nek behandelen, Tiếng Việt: Trị Đau Cổ, العربية: علاج تشنج الرقبة, 한국어: 목 근육 경련을 풀어주는 법, 日本語: 寝違えた首を治す, हिन्दी: गर्दन में आई मरोड़ से छुटकारा पाएँ (Get a Crick Out of Your Neck)

Questa pagina è stata letta 20 737 volte.
Hai trovato utile questo articolo?