Il guanabana è un frutto spinoso tondeggiante di colore verde-giallo che cresce in molti paesi del Centro e Sud America. Scientificamente noto con il nome di "Annona muricata" ha un sapore delizioso che ricorda quello dell'ananas. Il guanabana va privato della spessa buccia esterna e dei semi dato che sono tossici. Puoi usare la polpa come base per un frullato, un frappè o un'altra bevanda rinfrescante. Il guanabana è buono anche mangiato da solo, crudo o arrostito.

Metodo 1 di 3:
Raggiungere la Polpa

  1. 1
    Scegli un guanabana con la buccia di colore giallo-verde. Quando è acerbo, il guanabana è di colore verde scuro e può richiedere una settimana o più per maturare. Quando matura la buccia diventa giallastra. Puoi valutare se il frutto è pronto per essere mangiato anche toccandolo, se è maturo avrà una consistenza morbida, quasi molliccia.[1]
    • Il guanabana matura anche nel frigorifero, ma più lentamente.
    • Quando è acerbo ha un gusto aspro e una consistenza molto dura e granulosa.
  2. 2
    Lavalo con l'acqua calda. Tienilo sotto l'acqua corrente calda per 2-3 minuti e strofinalo con le mani per rimuovere ogni possibile sostanza estranea. Per una pulizia più profonda, puoi usare un detergente adatto a lavare la frutta e la verdura.[2]
  3. 3
    Rimuovi la buccia. Lo strato esterno del guanabana non è commestibile, quindi è d'obbligo rimuoverlo. Incidi la punta del frutto con il coltello disegnando una "X". L'incisione deve essere profonda solo quanto basta per raggiungere la polpa. A questo punto separa le sezioni di buccia con le mani, afferrale una alla volta e tirale verso il basso staccandole dalla polpa per sbucciare il guanabana.[3]
    • Il guanabana va sbucciato come se fosse una banana. Se occorre, rimuovi i residui di buccia rimasti attaccati alla polpa con il coltello.
    • La buccia del guanabana è cosparsa di piccole spine, ma in genere non sono abbastanza dure per irritare la pelle quando lo tieni in mano.
  4. 4
    Taglialo longitudinalmente. Appoggia il frutto sul tagliere e prendi un coltello affilato. Impugna il guanabana con fermezza e taglialo a metà. Se è maturo, dovresti riuscire a tagliarlo in modo netto. Se vuoi raggiungere più comodamente i semi, puoi tagliare il frutto in quattro parti.[4]
  5. 5
    Rimuovi i semi. La polpa del guanabana è color crema e racchiude una serie di semi neri lunghi e lisci che puoi rimuoverli facilmente usando le dita o un cucchiaino appuntito. È importante rimuoverli tutti perché contengono delle neurotossine.[5]
    • Quello che definiamo seme in realtà è la custodia di dozzine di piccoli semi.
    • Getta via i semi dopo averli estratti dalla polpa e assicurati che non siano alla portata di persone o animali.
  6. 6
    Conserva le parti di frutto avanzate in un contenitore ermetico. Usa un contenitore per alimenti in vetro o in plastica dotato di coperchio e assicurati che sia ben sigillato prima di riporlo in frigorifero, Il guanabana si manterrà fresco per alcuni giorni.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Mangiare il Guanabana

  1. 1
    Mangialo al naturale. Prendi un cucchiaio e affondalo nella soffice polpa. Se preferisci, puoi tagliarlo a pezzi grandi quanto un boccone con un coltello affilato. Un'altra possibilità è quella di frullare la polpa fino a trasformarla in una purea da mangiare con il cucchiaino.[6]
    • Il sapore del guanabana ricorda quello dell'ananas. Come molti frutti tropicali è dolce e aspro allo stesso tempo.
  2. 2
    Raffredda la polpa per incrementarne la dolcezza. Se mangiando il guanabana si è sviluppato un pizzicore o un'irritazione in bocca, attendi qualche giorno e poi riprova di nuovo. Nel mentre conserva la polpa del frutto in frigorifero all'interno di un contenitore ermetico. Se aspetti, noterai che il guanabana diventerà progressivamente sempre più dolce.[7]
  3. 3
    Provalo cotto. Quando è maturo, il guanabana si può trattare come una verdura. Puoi tagliarlo a pezzi o a metà e arrostirlo in forno a 175 °C per 20-30 minuti o finché non è diventato estremamente morbido. Se vuoi renderlo più gustoso, cospargilo di noce moscata o cannella prima di metterlo nel forno.
    • Proprio come l'ananas, il guanabana si può anche affettare e grigliare. Spennellalo con il miele per renderlo ancora più dolce e delizioso.
  4. 4
    Usalo per preparare il gelato. Predisponi la gelatiera elettrica o manuale e prepara il gelato usando 180 g di purea di polpa di guanabana, 240 ml di latte, 150 g di zucchero e 475 ml di panna fresca. Segui le indicazioni riportate sul manuale di istruzioni della gelatiera e preparati a gustare un gelato favoloso.[8]
    • Se non hai la gelatiera, puoi combinare gli ingredienti e usare la miscela per preparare i ghiaccioli. Se non hai l'apposito stampo, puoi usare quello dei cubetti di ghiaccio.
  5. 5
    Prepara una torta semifreddo al guanabana. Sbatti 120 ml di tuorli d'uovo con 75 g di zucchero a velo in una grossa zuppiera e poi aggiungi 240 ml di panna fresca. Scalda 240 g di purea di polpa di guanabana in padella insieme a 30 g di gelatina in polvere. Incorpora 350 g di cioccolato bianco in gocce (o frantumato) e 240 g di zapote nero (frutto esotico il cui sapore ricorda quello del cioccolato). Versa il composto in padella, mescola per amalgamare gli ingredienti e poi trasferisci tutto nella tortiera. Raffredda la torta in frigorifero per 2 ore o finché non ha raggiunto la consistenza di un semifreddo.[9]
  6. 6
    Sii cauto se intendi consumare il guanabana per approfittare delle sue proprietà medicinali. Alcune persone sostengono che possa contribuire a curare il cancro, ma si tratta di un'informazione che non è ancora stata verificata dalle autorità mediche. Inoltre data la presenza di tracce di neurotossine è consigliabile non esagerare con le dosi.[10]
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Usare il Guanabana in una Bevanda

  1. 1
    Prepara un frullato. Il guanabana è un frutto che ti consente di essere molto creativo. Puoi frullarlo in combinazione con altri frutti, come banane, kiwi, fragole o mirtilli. Metti la frutta nel frullatore e poi riempilo di cubetti di ghiaccio. Frulla finché la bevanda non ha una consistenza liquida e omogenea. Versa il frullato nel bicchiere e conserva l'eventuale eccesso in frigorifero.[11]
  2. 2
    Prepara un milkshake. Frulla la polpa di un guanabana maturo insieme a una banana congelata, 120 ml di acqua di cocco e 120 ml di latte di mandorle. Aggiungi alcune gocce di estratto di vaniglia o cannella per un milkshake ancora più delizioso. Continua a frullare gli ingredienti finché non ottieni una bevanda liscia e cremosa, quindi versala nel bicchiere e aggiungi una spolverata di cannella come decorazione.[12]
  3. 3
    Prepara una bevanda rinfrescante. Frulla la polpa di un guanabana maturo con 475 ml di acqua finché non ottieni una purea liscia e omogenea. Aggiungi altri 240 ml di acqua, una lattina di latte condensato zuccherato, 2 cucchiai (30 ml) di succo di lime fresco, 1 cucchiaio (15 ml) di estratto di vaniglia e un cucchiaino (5 ml) di noce moscata in polvere. Frulla per ottenere una bevanda liscia e cremosa da servire fredda.[13]
    • Questa bevanda può essere servita fredda o con il ghiaccio.
    • Se non ti piace il latte condensato, puoi addolcire la bevanda usando il miele.
  4. 4
    Prepara una bevanda calda con le foglie di guanabana. Mettine 2 o 3 in infusione in una tazza di acqua bollente. Versa l'acqua direttamente sulle foglie e lasciale in infusione per 5-10 minuti. Rimuovi le foglie dalla tazza con un cucchiaio, quindi dolcifica la bevanda a piacere con zucchero o miele. Questa tisana è deliziosa anche fredda.[14]
    • Attaccato al picciolo di ogni frutto ci sono generalmente 4-6 foglie di colore verde brillante e di forma ovale. Puoi scegliere un guanabana che ha ancora le foglie oppure puoi acquistarle secche in un negozio specializzato.
  5. 5
    Bevi il succo di guanabana. Usa una centrifuga o un estrattore e taglia il frutto a piccoli pezzi dopo averlo sbucciato e privato dei semi. Ricordati di posizionare un bicchiere o una caraffa sotto al beccuccio da cui fuoriuscirà il succo. Getta via la polpa e bevi il succo di guanabana da solo o aggiunto allo yogurt o al gelato.[15]
    Pubblicità

Consigli

  • Lavati le mani subito dopo aver maneggiato il guanabana.

Pubblicità

Avvertenze

  • Se sei incinta, mangia il guanabana con cautela e in piccole quantità e consulta il medico per ulteriori delucidazioni in merito.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Mangiare i Cachi

Come

Liberarsi della Calandra del Grano (Insetto della Farina)

Come

Accelerare la Lievitazione dell'Impasto

Come

Utilizzare Utensili in Vetro per la Cottura in Forno

Come

Mangiare il Burro di Arachidi

Come

Usare una Pietra Refrattaria

Come

Cuocere le Lenticchie Rosse Decorticate

Come

Preriscaldare il Forno

Come

Essiccare la Salvia

Come

Aprire una Scatoletta senza Apriscatole

Come

Bollire l'Acqua con il Microonde

Come

Aprire un Barattolo Sottovuoto

Come

Attivare il Lievito Secco

Come

Attenuare la Sensazione di Bruciore Causata dal Peperoncino
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità.
Categorie: Cucina
Questa pagina è stata letta 725 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità