Come Mangiare un Cachi

4 Parti:Riconoscere i Tipi di CachiMangiare un Cachi DolceUsare il Cachi per CucinareMangiare un Cachi Astringente

Originariamente coltivati in Cina e Giappone, i cachi sono ora disponibili in tutto il mondo. Questi frutti sono deliziosi quando sono completamente maturi, mentre quelli acerbi sono "aspri".

Parte 1
Riconoscere i Tipi di Cachi

  1. 1
    Osserva la forma. Questo dettaglio in genere è sufficiente per identificare le varietà di cachi che vengono vendute nei Paesi occidentali. Mordilo con cautela, se questo è l'unico modo che hai a disposizione per capire il tipo di frutto, soprattutto se ti trovi in Asia orientale dove esistono molti generi di cachi di tutte le forme.
    • La maggior parte dei cachi dolci è tozza con una base piatta, simile a un pomodoro. Alcuni frutti hanno una linea infossata che li percorre dal gambo fino alla base, mentre altri sono completamente lisci.
    • La maggior parte dei cachi astringenti è lunga con una estremità affusolata che forma una punta smussata, proprio come una ghianda.
  2. 2
    Controlla il nome della varietà. Nei Paesi occidentali, i cachi vengono venduti sotto diversi nomi; in Italia sono coltivati alcuni tipi non astringenti come il Fuyu o il Suruga e quelli astringenti come il Loto di Romagna, che devono essere consumati solo quando sono completamente morbidi. Alcuni negozi dell'Asia orientale suddividono ulteriormente queste categorie:
    • Tra le varietà dolci ci sono : Jiro, Izu, Hanagosho, Midia, Suruga e Shogatsu, oltre a tutte quelle il cui nome è accompagnato dai termini "Maru", "Jiro" "Fuyu".
    • Ci sono dozzine di varietà astringenti. Le più comuni sono Tanenashi, Eureka, Tamopan e Gailey. Quando non sei certo del tipo di cachi, consideralo astringente.
  3. 3
    Cerca dei difetti o delle forme speciali nel frutto. Se ancora non sei in grado di riconoscere la varietà del cachi che hai di fronte, allora la forma o il modo in cui viene coltivato possono darti degli indizi. Molti cachi non hanno dei tratti distintivi, ma vale la pena dare un'occhiata:
    • Quelli americani sono originari degli Stati Uniti orientali. In genere sono molto piccoli e si raccolgono dagli alberi selvatici. Sono di tipo astringente.
    • Un frutto che sembra suddiviso in quattro parti è astringente.
    • Se ha dei cerchi concentrici attorno al fiore finale (che sembrano delle foglie) probabilmente è astringente.
    • Quando presenta delle rotture vicino al fiore, in genere, è dolce oppure è un esemplare marcio di un'altra varietà.
  4. 4
    Tieni in considerazione le varietà speciali. Alcuni tipi hanno delle caratteristiche particolari:
    • I cachi Triumph che trovi in commercio hanno spesso un sapore dolce perché vengono trattati in maniera speciale. Se mangiati direttamente dopo il raccolto, sono astringenti. Se ti trovi in alcune regioni degli Stati Uniti, sii cauto perché a volte tutti i cachi vengono chiamati Triumph o Sharon fruit.
    • Alcune varietà astringenti non hanno semi e la loro polpa ha un colore chiaro. Si trasformano in frutti dolci, con i semi e la polpa scura, quando vengono impollinati. Fra questi ricordiamo i cachi Chocolate, Giombo, Hyakume, Nishimura Wase, Rama Forte e Luiz de Queiroz.
    • I cachi Hiratanenashi, molto comuni in Giappone, possono essere aspri anche quando sono molli e maturi. Una buona gestione del frutto evita brutte sorprese, quindi affidati solo a un fruttivendolo affidabile.

Parte 2
Mangiare un Cachi Dolce

  1. 1
    Accertati che sia dolce. I cachi vengono suddivisi in Coltivazione "astringenti" e "non astringenti". Questi ultimi possono essere definiti anche "dolci", hanno una forma simile a quella del pomodoro e fra le varietà coltivate in Italia ricordiamo la Fuyu. Se il tuo cachi non corrisponde a questa descrizione, leggi l'ultima sezione di questo articolo per identificarlo. Le istruzioni del tutorial sono perfette se hai il tipo giusto di cachi, altrimenti non lo gusterai appieno.
  2. 2
    Mangialo quando è sodo e di colore arancione. I cachi dolci sono ottimi quando sono ancora duri e croccanti; sono al picco di maturazione quando il colore è arancione o arancio-rossiccio intenso.
    • Se il cachi è giallo, è commestibile ma non completamente maturo. Non consumare quelli verdi e acerbi perché saranno sempre molto aspri.
    • Quando è molto maturo puoi mangiarlo con un cucchiaio. In questo caso il sapore è diverso, ma potrebbe comunque piacerti.
  3. 3
    Lava il frutto. Strofinalo con le dita sotto l'acqua corrente. La buccia è commestibile, quindi lavala con cura.
  4. 4
    Taglia le foglie e affetta il cachi. Usa un coltello affilato ed elimina lo stelo con le foglie disposte a fiore. Taglia successivamente il frutto in spicchi o a fette, come faresti con un Pomodoro.
    • La buccia si può mangiare e in genere è sottile. Se preferisci eliminarla, immergi il frutto per pochi secondi in acqua bollente. Toglilo poi con delle pinze da cucina e sbuccialo. Il procedimento è esattamente uguale a quello per sbollentare i pomodori.
  5. 5
    Mangia il frutto così com'è. Un cachi dolce dovrebbe essere sodo e croccante con un sapore dolce, appunto. Se ci sono dei semi, toglili e buttali.
    • Prova ad aggiungere del succo di limone o panna e zucchero.
    • Leggi la sezione delle ricette per altri suggerimenti.

Parte 3
Usare il Cachi per Cucinare

  1. 1
    Aggiungi un cachi non astringente all'insalata. Quelli dolci e croccanti sono ottimi con le macedonie e le insalate verdi. Incorporali a una insalata autunnale con noci, formaggio o melagrana. Ecco un altro gustoso suggerimento:
    • Tosta delle nocciole in padella finché non si sprigiona il loro aroma; saranno necessari 12-15 minuti.
    • Affetta finemente il finocchio.
    • Taglia il cachi in quattro parti e poi affettalo. Aggiungilo infine alle nocciole e al finocchio.
    • Condisci il tutto con parmigiano grattugiato e una vinaigrette di vino bianco. Se necessario aggiungi del sale per bilanciare la dolcezza del piatto.
  2. 2
    Prepara una salsa dolce. Taglia il cachi grossolanamente e uniscilo ai classici ingredienti per una salsa come cipolla rossa, coriandolo e peperoncini. Se non hai una ricetta specifica per la tua salsa dolce preferita, puoi seguire le stesse istruzioni per una salsa al mango sostituendo i pomodori e il mango con il cachi.
  3. 3
    Prepara una marmellata. Puoi trasformare i cachi in una marmellata, proprio come qualunque altro frutto. Per ottenere un ottimo risultato, usa quelli morbidi di varietà astringente e assaggia ogni frutto prima di aggiungerlo in pentola. Se aggiungi anche un solo cachi aspro, tutta la marmellata verrà alterata.
    • Se lo desideri, puoi aggiungere della cannella, noce moscata e/o scorza d'arancia.
    • Sbuccia i cachi prima di cuocerli.
  4. 4
    Aggiungi i frutti maturi ai dessert. I cachi morbidi e maturi possono essere un ottimo dolce alternativo. Mescolane la polpa con lo yogurt, il gelato o prova a realizzare queste idee:
    • Trasforma la polpa in una purea e frullala con formaggio cremoso, succo di arancia, miele e sale.
    • Prepara un sorbetto al cachi. Puoi usare la ricetta per quello all'albicocca e limitarti a sostituire il frutto.
    • Cuocili al forno incorporandoli in biscotti e torte. La cosa migliore da fare, per non sbagliare le dosi, è quella di seguire una ricetta per "riciclare" le banane molto mature e utilizzare al loro posto i cachi in pari quantità. Prova a cucinare un pane o i muffin alla banana. Il bicarbonato di sodio riduce l'astringenza dei cachi, ne addensa la polpa e reagisce con la frutta rendendo la pastella soffice e voluminosa. Se vuoi un pane molto compatto, dimezza le dosi di bicarbonato o tralascialo del tutto.

Parte 4
Mangiare un Cachi Astringente

  1. 1
    Aspetta che il frutto raggiunga la maturazione completa. Un cachi aspro di solito ha la forma di una ghianda, una varietà astringente è detta "Sajo". Può essere consumato quando è morbido, quasi poltiglia. La buccia dovrebbe essere liscia e semitrasparente, di colore arancione intenso.
    • Leggi la guida proposta alla fine del tutorial per riconoscere il tuo frutto, se hai dei dubbi.
    • Se mangi un cachi astringente prima che sia completamente maturo, arriccerai la bocca come mai hai fatto prima, come reazione al suo sapore davvero molto aspro. Questa sensazione è solo temporanea, bevi qualcosa o mangia un altro cibo per sbarazzartene.
  2. 2
    Accelera la maturazione. I cachi astringenti maturano nel giro di 7-10 giorni dalla data di acquisto, ma ci sono dei casi in cui devi aspettare anche un mese intero. Per velocizzare il processo, riponi i frutti in un sacchetto di carta chiuso o in un contenitore ermetico. Ricorda che se decidi di usare un contenitore ermetico, i frutti potrebbero ammuffire. Metti anche una mela, pera o banana nel sacchetto o contenitore oppure aggiungi qualche goccia di rum o altro alcolico sulle foglie di ciascun cachi.
    • Per innescare la maturazione senza rendere i frutti troppo mollicci, avvolgili singolarmente in tre strati di pellicola non porosa (evita quella trasparente che riporta la scritta "LDPE" o il simbolo del riciclo con il codice 4). Riponi i cachi in forno impostando la temperatura minima o lascia la sola luce accesa. Verifica comunque che non superi i 50 °C. Aspetta 18-24 ore controllando di tanto in tanto il processo.
  3. 3
    Mangia il frutto freddo con l'aiuto di un cucchiaio. Quando il cachi è morbido, mettilo in frigorifero; al momento di mangiarlo stacca il gambo e le foglie e affetta il frutto per il senso della lunghezza. Estrai i semi e lo stelo interno, se presenti, e mangia il resto della polpa con il cucchiaio.
    • La buccia è commestibile, ma potresti sporcarti molto se tenti di mangiarla quando il cachi è maturo.
    • Alcune persone aggiungono della panna e lo zucchero o una spruzzatina di succo di limone.
  4. 4
    Adotta qualche trucco per mangiare un cachi acerbo. Ci sono alcuni metodi che ti permettono di eliminare l'astringenza del frutto poco maturo. Questi alterano anche il sapore e la consistenza del cachi, ma almeno non dovrai aspettare molti giorni prima di poterlo gustare:
    • Congela il cachi morbido per ottenere una consistenza simile a quella del sorbetto. Se lo preferisci caldo, puoi scongelarlo nel microonde in un secondo momento.
    • In alternativa, metti il cachi in ammollo in acqua salata per circa un minuto.

Consigli

  • Nell'emisfero nord la stagione di raccolta dei cachi va da settembre a dicembre con alcune variazioni regionali.
  • Puoi anche essiccarli o disidratarli.
  • Il bicarbonato di sodio può azzerare l'astringenza di un cachi poco maturo. Questo rimedio è perfetto per quei frutti non ancora al picco di maturazione, nel caso avessero dei punti aspri.
  • I cachi dolci si conservano a temperatura ambiente fino a 30 giorni.

Avvertenze

  • In rari casi, i cachi contribuiscono alla formazione di bezoari, cioè delle masse che ostruiscono il tratto digestivo. Mangiane solo piccole quantità, se hai già problemi gastrointestinali o sei stato sottoposto a un bypass gastrico.
  • Almeno una persona ha lamentato vomito e vertigini dopo aver mangiato i semi di cachi. Questi semi, tradizionalmente, vengono macinati e tostati per "tagliare" la miscela del caffè. Si tratta di una pratica sicura, ma è sempre meglio limitarsi a quantità ridotte e non mangiare i semi crudi.
  • Non dare mai un cachi agli animali, potrebbe causare un blocco del tratto digestivo e i semi sono particolarmente pericolosi per cani, cavalli e altre specie.

Cose che ti Serviranno

  • Un tagliere e coltello
  • Una ciotola con acqua e ghiaccio e dell'acqua bollente se vuoi rimuovere la buccia
  • Un prodotto per lavare la verdura

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Cucina

In altre lingue:

English: Eat a Persimmon, Français: manger un kaki, Español: comer caqui, Deutsch: Eine Kaki essen, Português: Comer Caqui, Русский: есть хурму, Nederlands: Een kaki eten, 中文: 吃柿子, Bahasa Indonesia: Menyantap Buah Kesemek, Čeština: Jak jíst kaki, 日本語: 柿を食べる, العربية: تناول فاكهة الكاكي

Questa pagina è stata letta 41 955 volte.

Hai trovato utile questo articolo?