Come Mangiare un Taco

In questo Articolo:Minimizzare il Disordine e Trattenere il RipienoVivacizzare il Sapore del Taco

La maggior parte di noi ha mangiato i tacos sempre nello stesso modo e molti continuano a sporcarsi con il ripieno che cade al primo morso e con i “gusci” di tortilla che diventano molli o si rompono. Questi inconvenienti, uniti al solito sapore, rendono l’esperienza piuttosto triste. Ma non preoccuparti! Con i pochi e semplici consigli di questo tutorial potrai gustare i tuoi tacos al meglio e sperimentare nuove combinazioni di sapore.

1
Minimizzare il Disordine e Trattenere il Ripieno

  1. 1
    Fodera il guscio di tortilla con della lattuga. Puoi farlo sia con le tortillas soffici che quelle rigide. In entrambi i casi, la lattuga trattiene i liquidi e la salsa evitando che gocciolino all’esterno.
    • Tieni in considerazione gli ingredienti che vuoi aggiungere. Se metterai della carne calda, la verdura appassirà. Valuta invece di mettere del formaggio, fagioli o riso.
  2. 2
    Riempi il taco senza esagerare. Evita di farcire la tortilla al massimo; i gusci duri iniziano a rompersi già al primo morso. Maggiore è la quantità di ripieno e maggiori sono le possibilità che tu faccia un gran pasticcio. Una tortilla morbida troppo farcita, invece, non si chiude bene e si romperà facendo cadere tutti gli ingredienti.
    • Sii preparato al fatto che la farcitura cadrà da un guscio duro non appena questo inizierà a rompersi. Procurati una forchetta o un nacho per raccoglierla dal piatto.
  3. 3
    Usa una forchetta per tenere sollevato il taco con il guscio duro. Non lasciare mai che si appoggi su un lato, altrimenti tutti gli ingredienti contenuti all’interno usciranno e la tortilla assorbirà il liquido presente nel piatto. Per tale ragione, appoggia la forchetta sul lato destro con le punte rivolte verso il taco così da sostenerlo e mantenerlo in equilibrio.
    • Questa tecnica è molto utile anche quando aggiungi gli ingredienti al guscio.
  4. 4
    Chiudi il taco di tortilla morbida come se fosse un burrito. Per farlo, metti il ripieno al centro della tortilla e piegane un lembo verso l’interno. Inserisci le estremità della tortilla nella farcitura e poi avvolgi il tutto seguendo la direzione della prima piega.
    • Invece di aggiungere della salsa o della panna acida all’interno di un taco morbido, valuta di intingerlo (una volta arrotolato) in questi condimenti. Così facendo ci sono meno possibilità che la tortilla diventi molle o si rompa.
  5. 5
    Usa un tovagliolo. Mettilo sulle ginocchia o infilane un lembo nella maglietta se temi che la salsa, gocciolando dal mento, cada sugli abiti. Pulisciti spesso la bocca tra un morso e l’altro per eliminare ogni traccia di unto.
    • Se hai fatto un gran disordine o i tacos sono molto ricchi di salsa, tieni a portata di mano delle salviettine umidificate.

2
Vivacizzare il Sapore del Taco

  1. 1
    Inizia dal ripieno. Che tu voglia mangiare un taco morbido o croccante, la cosa più importante è il ripieno. La maggior parte dei suggerimenti che troverai qui di seguito è abbastanza classica, ma ne leggerai anche di creativi. Se lo desideri, puoi anche provare delle combinazioni di sapore. Ecco qualche idea da cui partire:
    • Carni: straccetti di pollo, manzo o maiale (oppure macinato).
    • Fagioli: neri, borlotti o fritti.
    • Riso: integrale, bianco o basmati.
    • Pesce: halibut fritto o alla griglia, tonno, merluzzo o qualunque altro pesce ti piaccia.
  2. 2
    Scegli il formaggio giusto. Non è una novità che alcuni formaggi si prestino meglio di altri come ripieno. Ecco qualche suggerimento da provare:
    • Se hai un ripieno a base di chorizo, salsa verde o panna acida, prova il formaggio manchego.
    • Abbina il macinato di carne di manzo, i jalapeño e la crema al cheddar.
    • Prova la feta e il cotija con la pancetta e l’ananas.
    • Usa la mozzarella o il Pepper Jack con il chorizo, la bietola ripassata in padella e il nixtamal.
  3. 3
    Aggiungi altri ingredienti. Prova ad andare oltre i classici guacamole, panna acida, lattuga e pomodori. Ecco delle alternative:
    • Cavolo affettato finemente.
    • Cipolle tritate.
    • Jalapeño grigliati.
    • Coriandolo tritato.
    • Succo di limone.
  4. 4
    Prepara una salsa. Anche se ne trovi moltissime in commercio, puoi personalizzarla preparandola tu stesso. Ecco da cosa puoi iniziare:
    • Salsa Roja: è una salsa a base di peperone rosso a cui istintivamente la maggior parte della gente pensa quando si tratta di cucina messicana. I pomodori sono facoltativi e puoi usare le spezie che ti piacciono di più.
    • A base di avocado: puoi creare una salsa densa e pastosa come il guacamole oppure lasciarla più liquida con pezzi interi di frutto.
    • Pico de Gallo: questa salsa a base di ingredienti crudi e tritati è composta da pomodori, cipolla e peperoncino.
    • Salsa Verde: anche in questo caso, la puoi rendere più o meno piccante, in base ai tuoi gusti. Tradizionalmente si cucina con coriandolo, tomatillo e peperoncino.
    • A base di ananas: è una salsa composta da ananas tritato finemente o lasciato a pezzetti unito a pomodoro affettato, cipolla, peperoncino jalapeño e coriandolo.
  5. 5
    Prova uno stile del tutto diverso. Chi ha detto che i tacos devono essere per forza di ispirazione messicana? Prova ad accompagnarli con gli alimenti che ti piacciono di più. Ad esempio puoi provare queste combinazioni davvero innovative:
    • Taco al barbecue: usa del pollo cotto alla griglia con molta salsa barbecue, cavolo tritato e formaggio.
    • In stile english breakfast: farcisci il taco con patate croccanti, bacon, formaggio e uova strapazzate.
    • Vegetale: usa delle verdure saltate in padella come il cavolo nero, gli spinaci, le patate dolci, l’avocado e guarnisci il tutto con panna acida.
    • Ripieno “svuotafrigo”: il taco è un piatto che non richiede necessariamente molto lavoro, soprattutto se usi gli avanzi come farcitura. Ad esempio non buttare gli spaghetti avanzati e il ragù. Prepara dei tacos agli spaghetti, ragù di carne e aggiungi i tuoi ingredienti preferiti.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 38 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Ricette Internazionali

In altre lingue:

English: Eat a Taco, Português: Comer um Taco, Deutsch: Tacos essen, Español: comer un taco, Русский: есть тако, Français: manger des tacos, Bahasa Indonesia: Memakan Taco

Questa pagina è stata letta 2 372 volte.
Hai trovato utile questo articolo?